il sibillo pensiero sul fato annuale

2018

Eccomi qua a trasmettere il sibillo pensiero sul fato annual che il 2018 su ogni segno zodiacale riverserà. Prima del dir, sul come e quando, le stelle convergeranno sui singoli segni zodiacali, per favorire o osteggiare l’uman operare, è conveniente fare il punto sulla situazione per comprendere poi certe affermazioni. Da dir ha che la mappa stellare, generale, è assai dinamica e segnala spostamenti di cosmiche energie che cambiando casato variano gli influssi d’erogazione  e nel breve, o medio o lungo termine mutano lo status quo. Quel che intende dire è che gli appoggi astrali benefici passan a neutri o contrari o viceversa e apron nuovi scenari esistenziali. In meglio? In peggio? dipende da ciò che le stelle intendono sia necessario! Come insegna il saggio “nulla in cielo è immobile perchè tutto sulla terra sia mobile”. Al dunque, i nuovi assetti celesti,  convergono, nei campi esistenziali,forze benefattrici o oppositrici del tutto diverse che portano alla ribalta  inaspettati eventi, e, a modo loro, o risolvono crucci e grattacapi o avviano sfide conflitti e scaramuccie. Inoltre, i segni, dove stazionano o, direttamente e indirettamente, governano e influenzano, a poco a poco e velocemente, da amici di ieri li trasformano in potenziali nemici intralciatori della volontà e dei progetti del domani. Viceversa mutano i nemici di ieri in alleati potenti o in simpatizzanti utili alla costruzione del successo futuro. In ambi i casi,  come prosa il buon senso popolare ” se il vento cambia direzione e da favorevole ti vien contrario, non allarmar l’anima e la ragione, può essere solo suggestione” quindi è meglio non agitarsi Anche perchè da come afferma il saggio filosofo ” bene e male son i contrapposti necessari al mutare” Per intendere, questo cambio a pro e contro cade a fagiolo. Paradossalmente, a pigri e renitenti da la forza per fare quei cambiamenti che desiderano ma rimandano, ai super attivi forniscono l’appiglio per buttarsi in nuove imprese. Comunque sia, il sibillo pensier rassicura, nel 2018 gli astri hanno buone intenzioni di offrire a tutti le chance adatte al dire e al fare senza frapporre ostacoli insuperabili, sia a chi vuol proseguire sulla sua progettata via sia a chi vuole o deve modificar l’attuale. Precisa che seppur le turbolenze saran per tutti rare qualche improvvisa tempesta cosmica in qualche segno ci può capitare scompigliando la bussola all’obiettivo ragionare. Non v’è però da aver timore. Se capita, basterà ancorarsi all’istinto di conservazione e assecondare il dirigersi dell’onda anomala e tutto il suo accadere frangerà senza causare alcun danno economico-morale. Chi si intestardirà a contrastarla o cercherà di evitarla si procurerà una sterile guerra o finirà nella melma. Inutile negar, anche nel 2018 a qualcun la fortuna sarà piu amica e gli concederà di giungere su un carro d’oro a tutti i traguardi e a qualcun altro farà sudare le sette camicie d’Ercole per conquistare una ruota. Comunque, a chiunque intende proiettarsi nel futuro, in ogni direzione andrà il sostegno della provvidenza troverà. Perciò è a chi si butta con coraggio che le stelle come solito assicuran il foraggio. In conclusione, in ogni circostanza puntare l’occhio al ciel fa bene ma è nel tenerlo nel mirino del razionale che conviene. 

Passando ai privilegi, concessi ai comuni mortali quest’anno dagli astri, la corona da re la concedono a pesci, capricorno e scorpione che attestandosi al posto d’onore, appresso si portan gemelli vergine e toro che concedon la grazia a sagittario ariete acquario lasciando a leone cancro bilancia il contendersi dei rimanenti favori stellari. Tuttavia, sull’esser i beniamini degli astri il sibillo, da saggio ambasciator avverte che non v’è da contarci e manco perdersi d’animo. I loro celesti aspetti favolosi a volte sulla terra hanno esiti assai tortuosi, a fine anno, può succedere, un po’ come nella statistica dei polli che ne assicura uno e c’è caso che manco le ossa te porta . Allora ??? Allora, se tutto non andrà come aspettato non è che le stelle son bugiarde e han travisato, anche a volerlo, loro non possono farlo. Il fatto è un altro, son si depositarie dell’indizio certo del destinico andamento ma son così lontane e l’universo è talmente immenso che l’influsso, benefico o meno, incapsulato nell’infinito può sulla terra non dare l’effetto certo auspicato. Quindi? Quindi, in cima o in fondo, è sempre e solo superando i limiti che nell’ universo individuale si acquista quel magico potere stellare al comando, del se e degli altri, vincente e sul pianeta terra, frutta vantaggi e profitti e fa salir sulla vetta dell’ambito successo. Al dunque? Chi vuol sognare con le stelle ben venga, chi vuol intendere il sibillo pensier intenda! d’altronde, come si suol dir a tutto si fa ragione. A chi parrà eccentrico e non chiaro il prospettato, il sibillo consiglia di concentrare tutto sull’immediato. Tanto, si sa, il suo pensier è da decifrar in quanto ha la finalità di suggerire, lasciando ognun libero di cogliere gli aspetti del predire per tramutarli nel quotidiano agire in profittevoli guadagni del vivere. Chiaramente tanto più comprenderà il significato intrinseco tanto meglio eviterà i trabocchetti del fato e giungerà in ogni campo al massimo risultato desiderato. Se, proprio proprio, non arriva a decifrar il messaggio in codice beh… in ogni bizzarria con l’istinto tutto addiviene limpido. Se considera il tutto solo una occasione per farsi una bella risata allora, è proprio il caso di dir che la risposta comunque se l’è data. 

Non mi dilungo oltre. Con l’augurio di un anno di fioritura dei sogni e desideri vi lascio ai segni. Come solito sarà una carrellata sparpagliata in cui, prima o poi, ognun troverà la sua annuale novella per capir da che parte ha la coda la sua buona o cattiva stella!

cal 1

Capricorno

10 capricorno

il 2017 è passato…hai sbracciato e sudato e talora, bel capricorno, ti sei pure assai dannato a rincorrer, in ogni angolo, quel minimo risultato che credevi scontato riuscendo ad acciuffare solo un bailamme da piroettare, sulla pubblica e privata giostra, senza la benché minima sosta, da farti girare la capezza e pure la gentilezza…vero, il cielo non si è calato facendoti trovare l’ effetto agognato su un piatto dorato… e spesso l’imprevisto si è divertito a sconfortare gli obiettivi programmati esiliando dalla vista l’astuzia operativa che portava di filato al traguardo desiderato e nel qual di molto molto travagliato…animo….se la fortuna fin ora non ti ha premiato, donando tutto ciò che aveva annunciato, non rimanere ostaggio dell’accaduto, nulla ha lasciato al caso…prima di farti salire sul suo carro da vincitore ha solo voluto riservarsi il capriccio di farti aspettare.. per essere sicura di consegnare ciò che col duro impegno meritavi, senza poi doverselo ripigliare…se hai compreso…per portarti ancora più su sulla scala professionale, affettiva, sociale, messer 2017 ha voluto constatare se…quel che era da cambiare, professionalmente raffinare e ritrattare, da mandare al diavolo o tener per comodo, badavi a farlo…dacché in caso contrario..ogni vantaggioso intervento, per farti avanzare e realizzare gli obiettivi ambiti da messer 2018 se ne volavano al primo vento avversario…quindi se hai rimandato…sbrigati a farlo entro febbraio…con tanti eventi che ti  incalzeranno per favorir l’arrampicata verso i cieli alti dopo è rischioso farlo… già dal 20 gennaio la tua stella brillerà..dapprima ti offrirà una opportunità di rilievo da attivarti  in campo sociale quanto in quello politico-economico-aziendale..  poi a marzo.. con una bella sferzata di energia dinamicamente costruttiva farà  partire la tua avanzata verso ogni meta agognata…e se tra il 15/20 non ti sei liberato di sudditanze, conflitti e manipolazioni, caro capricorno, alla prima rincorsa per occupare nuovi incarichi e spazi te impicci nello stagno e inutile ti sarà cianciare alla luna nuova di aprile che a finir ranocchio è stato per  iattura e non per incuria…comunque non fregolar lo zoccolo le stelle chiuderanno un occhio e,  tra il 7 e il 20 Aprile, con un colpo di coda inaspettato faràn scattare un evento fortunato che ti rigetta sul selciato e provvede all’alibi di come toglierti tutto l’ingrato…tuttavia, evita di esporti subito al pubblico sole, potresti avere una botta di calore, o a testa o a cuore, da farti scordar la strategica freddezza di azzeccare la solita porta della salvezza rischiando di perdere il controllo proprio  in un momento ideale per trionfare… specialmente in qualsiasi controversia politic- legale..o bagarre socio-familiare ... verso il 28, il Messer 2018, ti segnala d’esser foriero a una decisiva svolta.. non indugiare per timore di avere scarsa forza o non abbastanza baldanza…  t’armerà di rinnovate energie captative per surclassare con costanza e senza i soliti pesi e contrappesi le interferenze, d’un valutare pedante che limita sempre il rapido attivarsi dell’azione utile al cogliere al volo e sfruttare a vantaggio le migliori occasioni… se fosse poco… tra Maggio ed Agosto muterà assai le influenze innalzando le potenze benefiche e con esse lo status attuale dell’esistente….però ti raccomanda di attivare la sensibilità onde evitare di urtare l’altrui suscettibilità da far risorgere qualche rancore e ad agosto finire scornato sul balcone…specie da Maggio in poi, t’avverte di non metterti a scalpitar di giubilo davanti al tuo rivale, di non sbracciare qua e la idee e capitale tanto per mostrare che ci sai fare e al mondo le tue capacità economico-imprenditoriali...rischi di imbarcarti su una nave che a fine anno si perde in mare…piuttosto resta in ombra e concentra l’attenzione in imprese di cui conosci pericoli e limiti.. mal che vada almeno non finisci a mollo…oltre a ciò ti annuncia progressi in questioni in cui da molto ti applichi e aspettar novità in famiglia da farti scalpitare su e giù nella foresta..non irritarti tanto in 10 giorni tutto ti assesta…in giugno per soddisfare ego e portafoglio se canalizzi le energie verso precisi obiettivi…soprattutto sincronizzati alle tue esigenze intime…raccoglierai un bel bottino in plausi professionali e perché no..in monete sonanti…però in luglio non snaturar tutto pensando di essere solo al comando e di non dover niente a nessuno..dietro un traguardo, all’arrivo c’è sempre un giudice pignolo a ricordarlo.. verso la metà, con afa e caldo, usa prudenza nel parlare e modera assai i toni all’ambizione in specie se devi esporti a una pubblica tenzone…ricorda che a star da re sulla scena si incontra sempre la pubblica opinione e nel teatro populino gli attori preferiti son critiche e invidie… pertanto gestisci ogni attività pubblica e privata con determinatezza e vigore, sii anche spietato ma… riservati di farlo da educato signore…può darsi che a fine mese, se sei un  politico o svolgi una attività affine sia conveniente scendere di un gradino sia per constatare meglio se chi ti segue come un cagnolino sia sincero nell’intenzione di collaborare sia per valutare le strategie organizzative da adottare per poi salir veloce in vetta senza alcun inciampo …  tra Settembre e Novembre sensibil capricorno, in ogni dove mostra pure comprensione ma siccome non è sinonimo di competenza… in ottobre scansa i citrulli e affida affari e privilegi a chi ha una adeguata preparazione esperta..anche perchè  tecnica e conoscenza son armi vincenti in ogni settore…pur vero è nelle importanti decisioni accreditar tutte le opinioni ma poi.. imporre quelle adeguate a concrete soluzioni è chiaro come il sole... nella tua scalata ai picchi del prestigio socio-professionale non scordar che in società si primeggia col savoir faire e nell’attirar simpatia e attenzione di importanti persone…ma nel vivere si eccelle con lo stare lontano dai porta guai e seccatori…quindi… da primavera mentre brighi e fai non farti ingannare da una bella presenza nel far conoscenza…scruta bene e aspetta..ciò che si vede a volte non collima con ciò che si crede e ci si aspetta…dura sarebbe doversi ricredere…tuttavia se capita non fartene un groppone tanto ogni lezione si ha per affinar la cognizione… in luglio vai alla grande in ogni dove…se fiuti un vento favorevole seguilo senza preamboli razionali altrimenti ti sfugge l’occasione di ampliare gli introiti nella professione.. ma in agosto, se incocci un sapientone stai alla larga dalle illusioni informati e saggia le reali intenzioni…magari comprati una nuova automobile e vai a sondare altrove se c’è qualcuno migliore ma non cadere nella trappola confidando nella faccialo sai che in amicizia… amore e professione..stima e rispetto vanno sempre a braccetto.. se nel brigare quotidiano riscontri che uno difetta…qualunque sia la posta in gioco gira l’angolo e scappa…se invece per soddisfare la brama d’esser in bella mostra..o non ti va di farlo per mantenerti su una popolar pista o credi che uno dei due basta e avanza a gratificar ogni intima occorrenza..beh non lagnarti quando sei sulla graticola del voltafacciaper quanto riguarda i sentimenti non è che ti lasci facilmente acchialappare nella rete dai romantici…son piuttosto i razionali a conquistarti però talvolta il fato si diverte e il desiderio prende il sopravvento su timidezza e ragione e d’impeto il cuor naviga con un sognatore..vabbè lasciarsi andar alla poetica emozione ma andare in confusione…uhm, la passione trasborda e tutto si complica…quindi… se sei in coppia non t’abbandonare alle sensual sensazioni di una avventura…al risveglio potresti non trovare  più il partner e vano sarebbe a casa riportarlo…se il tuo rapporto è infelice…o sei ancora un anima solitaria o in cerca di una storia coinvolgente beh allora… che aspetti… mettiti all’opera vai…e dai fuoco… oh oh guardati bene dal farlo in campo economico…  perchè nel settore finanziario ti serve tutto il contrario..se  il desiderio impellente di farsi onore fungerà da molla per metterti sulla via di un ricco finanziatore...sarà il distacco nel decidere se accettare o meno le sue proposte a conservarti padrone della situazione…eppoi..a guardar bene le stelle… hai tutte le risorse della competenza a disposizione per cavartela anche da solo..ti basterà cogliere l’attimo della buona sorte per risollevar le sorti di magra al portafogli…nonchè sbarazzarti di competitori e imbroglioni… abbattere conflitti e pregiudizi societari..tieni a mente che hai davanti a te un anno eccezionale…è un dovere ritrovar fiducia e buonumore.. puoi trasformar il trend ristretto  in una grande operativa orchestra e incassare una lauta ricompensa… l’autunno sarà la stagione migliore in cui far cadere le ultime resistenze cultural-familiari per spalancar le porte a un ottimo cambiamento..sappi comunque che sei solo all’inizio di un periodo propizio…tante porte chiuderai e  tante le varcherai…nell’uno e nell’altro senso non farti manipolare cedendo a pressioni esterne…se hai voglia di volare mettiti le ali e parti..per dove..ovvio per dove è conveniente.. cioè nel regno dell’ambizione e del successo raggiunto con l’intelligenza personale e non per la via traversa..sai che ti dico capricorno… con tutto il movimento cosmico sarai più determinato del solito nel voler raggiungere in solitario il massimo risultato in ogni campo in cui il fato ti terrà impegnato e a volte intervenendo in modo inaspettato  da farti mancare il fiato...beh..sii anche spietato nel condurre a termine i tuoi progetti…. tanto gli altri non ti avrebbero agevolato…e in caso di cadute nemmeno rialzato… comunque  nell’ emergere o nella corsa verso il traguardo bramato….non tradire mai te stesso.. la soddisfazione passerebbe in fretta… so che sei testardo e ti sarà difficile farlo ma in questo anno è essenziale evitarlo..perchè? perchè oltre le stelle dalla tua parte hai la logica saggezza! inoltre quando arriverà il momento di prendere una decisione importante..e sarà al massimo entro dicembre… non metterti fretta per timor che l’occasione fugga...fai il gufo..gira a 360° lo sguardo.. se non è quella propizia si volatizza… eppoi Chi ragiona con paura, niente vale e poco dura”! nel chiudere se sei giovane suggerisco di godertela…se maturo rilassati un po’… la fortuna è li che aspetta… a tutti..distrarsi in buona compagnia  tien lontana la cattiva fantasia che poi è il segreto per mantenersi efficienti e giovani...se ti piace l’azzardo getta i dadi e gioca l’ambo sulla ruota di Palermo…se ti attira l’arte vai ad ammirarla ma non sostare nei ristoranti  con le ***** ti saluto e passo……

                                                     Pesci
12 pesciCarpe Diem bel pesciolino! Non rimanere ostaggio della convinzione che il tuo “mare” quello è e quello resta… la ruota del tempo torna implacabilmente a girare e le acque torbide si fan più chiare.. lascia stare il passato che morto e sepolto non va resuscitato..allinea mente e cuore all’adesso e fiducioso nuota verso il domani..lo sai o no..che quest’anno le stelle ti spalancano le porte del tutto è possibile raggiungere del tutto è possibile conquistare? sei stanchissimo di aspettare e ti pare fantascienza…macchè macchè il cielo è con te ! È l’anno della svolta..quello in cui è tassativo divenire costruttore, regista, interprete della tua realtà ovunque decidi di andare a nuotare..quindi.. star lì scorato a far il pesce smortaccino finito nella rete del crudelio destino… non è conveniente e nemmeno produttivo ..perchè…beh con il benestare astrale di rimodulare il copione del film, in una sceneggiatura adeguata a nuovi desideri, ambizioni e necessità…pesciolino mio l’unica cosa intelligente da fare è mettersi all’opera.. sta a te… sfruttare il favore delle stelle e scegliere se.. senza indugi da artista protagonista salir sul palcoscenico o rimaner a boccheggiar sott’acqua a far il pesce comparsa… non aggrapparti a scuse per timore di disillusioni.. dal 26 gennaio ascendi alle dimensioni superiori..vi incontrerai persone anticonformiste e originali che ti daranno l’input a sintonizzar l’immaginazione in ottiche vaste…cosi verso il 6/10 Marzo… guardando dall’alto vedrai un fermento di nuova sensibilità creativa, magicamente ispirata dall’intuizione rifilmare la nuova realtà in cui con classe e charme operativamente ti immergi ..in più…verso il 20 eventi inconsueti in campo personale vi aggiungeranno una nota colorata di ottimismo che caricherà l’entusiasmo di energia pratica utile a spazzar via dubbi e perplessità per iniziar freddo e determinato ad avanzar…però non ti buttare a pesce nella situazione ..frena l’aggressività dell’enfasi egotica e canalizza tutte le azioni verso obiettivi precisi…vecchi o nuovi non importa tanto è l’anno che ti calza a pennello per concretizzare le aspirazioni e migliorare lo status in ogni settore  ..a luna nuova di aprile sintonizza intelletto  e spirito al presente e segui la scia positiva del divenire ..nuotando nuotando…rimarrai sorpreso dei frutti che raccogli di quanto con pazienza o sgarbo avevi seminato e che ormai credevi un ricavato perduto o mai portasse a luce un guadagno sostanzioso da rasserenar il clima professional-familiar…il fatto è che per maturare e dare un ottimo incasso a quei semi gettati con costanza serviva tempo… soprattutto che il vento passasse da contrario a favorevole…finalmente gli astri ti assicuran che è cambiato garantendo un continuo abbondante risultato….eh che utili ..eh che applausi…tanto eccellenti…da campar serenamente e goder a piene “pinne” il risultato dell’impegno sostenuto nel nuotar in un mare agitato e talvolta assai periglio al mantener l’equilibrio…sei scettico al sibillo dir?..tu nuota ..poi saprai dir se è una fake news o un veritier predir.!.credici bel pesciolino… dubitare sennò ti fa restare nell’acquitrino… stavolta la sorte ha la faccia dalla tua parte..ogni lotta ..desiderio..ambizione.. progetto.. un po alla volta li tramuta in fatto certo…piuttosto a metà giugno incontrando per un caso fortuito un personaggio importante tieni presente che la buona sorte a volte arriva improvvisa e camuffata per essere riconosciuta e sfruttata a vantaggio ..pertanto sii pratico..accetta il consiglio professionale anche se ti par superfluo e inappropriato in quanto sei in materia esperto…ti farai un amico di prestigio che ti introdurrà in quella parte di società centrale nel potere politico-economico-industriale locale..relazionando con discrezione comprenderai quanto difetti e qualità umane siano un valore interscambiale e anche quanto l’immagine non sia equivalente agli ideali…soprattutto sarà una bella infusione di rivoluzionaria esperienza nei rapporti comunitari determinante nel prossimo anno… ti servirà a non sottovalutare l’apparenza nell’accettare un rilevante incarico all’estero…eh si..il 2018 oltre esser un anno d’oro per concludere alla grande tutto ciò che hai o hai messo in cantiere è un sensibile stimolatore di cambi di rotta con apertura di strade e trafori che conducono a scenari esistenziali innovativi… in cui successi, guadagni, promozioni, riconoscimenti pubblici saranno la costante e modificare progetti e percorso professionale variabili… se incompatibili all’evoluzione desiderata o imperfetti a centrare le mire della reputazione… in luglio avrai conferma che l’ intuito riceverà un premio e che il rimaner se stessi in ogni difficoltà è la miglior politica per far schizzare la popolarità alle stelle senza dover pagare tributi in termini di compromessi…ovviamente in agosto ringraziar il fato gioverà per ricevere ulteriori da lui favori e prendersi una rivincita sui denigratori e tutti quei chiacchieroni capaci di accreditarsi sostenitori guazzando nelle altrui difficoltà…in più sarà il momento ideale per dedicar tempo a corpo e spirito..viaggiare..meditare..fare sport saran un disintossicante formidabile...in settembre senza affanno tutte le questioni della tua vita viaggeranno in prima classe ma..attento alle tentazioni…comprendo…in assenza di problemi impellenti ti annoi e evadere con vista e cuore fa bene e in compagnia si è allegri..però non è la soluzione per gratificarsi semmai per confondersi le idee specialmente se da ottobre a fine anno e oltre ci sarà da nuotare con incisiva precisione a tutto “mare”..per non perdere la minima occasione di cogliere con fulminea decisione le opportunità di elevar ancor la posizione…ver che le stelle ti proteggono da qualche maldestro..ma tu resta concentrato in questi tre settori lavorativo..economico relazionale e non dar credito al primo arrivato… in ognuno farai un bottino che ti farà schizzar l’orgoglio e l’onore a livelli impensati soprattutto darai una ventata rinfrescante alla stima…catapultando: i progetti professionali ai traguardi pianificati, il portafoglio nel cavò dei guadagni e le relazioni nei prati delle proficue alleanze…non v’è che dire pesciolino…l’opportunità di volgere il carro del prestigio in direzione proficua al miglioramento complessivo della situazione pubblica e privata quest’anno non ti manca... tuttavia per vincere senza se e senza ma ..muoviti su terreni congeniali e punta l’asse in direzione coerente alle oggettive potenzialità…nella vita affettiva i belli e dannati ti attirano ma sono un pericolo… garantiscono una full immersion nel mondo della trasgressione ma non in quello del sentimento affidabile.. potenzialmente l’anno ti favorisce fidanzamenti convivenze e matrimoni pesciolino ma… non esclude incontri del tutto particolari da far vibrare le certezze e rompere definitivamente con il partner ..specie se obsoleto all’ intendere il modo di stare insieme.. col caldo agostano probabile un improvviso ritorno di fiamma…stai accorto è un riflusso di pesce morto…invece dai credito a un amico/a onesto…non sarà amore da fuoco e famme però ideale per navigare insieme in qualunque mare…se la fantasia è il tuo forte.. l’intuito è linvisibile e saggio compagno che ti salva sempre a non cadere nel fosso ..quindi usalo a tutto campo quest’anno…sarà un ottimo acceleratore d’accumolo e di rientro in qualunque transazione economica e in ogni investimento finanziario…però escludi dal suo soccorso l’azzardo esagerato e il denaro prestato…se sei un pesciolino giovane e stai aspettando una risposta di lavoro è meglio che volgi lo sguardo oltre …anche all’estero..se sei un po più maturo e il lavoro l’hai perso lo ritroverai presto…se sei un professionista è con la ricerca tecnica mirata che farai la festa a chi ti intralcia.. non perdere la testa se un affare a luglio va storto… in autunno l’occasione ne fornirà un’altro sostanzioso che ti farà guadagnare a lungo….ad ogni modo la sorte non lascerà nessun pesciolino senza entrate certe…piuttosto in amicizia ti occorre sfruttar la prudenza…ricordati che in ogni relazione appagante dietro c’è la comunicazione..anzi anzi fai un corso accelerato in lingue straniere sarai ben preparato a sostenere una conversazione e stringere un rapporto eccezionale che se sei un politico nell’anno venturo ti farà da scudo in una battaglia legale …nel concludere..un 2018 d’escalation brillante e ripagante..vero è che la metamorfosi continua..e nei “sotterranei” fervidamente lavora al perfezionamento spirituale…ma se tu pesciolino contribuisci focalizzandola su una struttura identitaria più adeguata ci guadagni…alleggerito da sovrastrutture soggettive inconscie recuperi prima dal tempo contemplato quell’intensità sensoriale che ti rende unico nel percepire oltre i limiti usuali… tanto da volar a pelo d’acqua verso quei traguardi ideali che gli ipocriti ritengon visionari… impossibile per chiunque sarà frenare la tua corsa magnetica verso gli obiettivi da sempre ambiti e che il tuo istinto lungirimante preavvertiva come punti di arrivo irrinunciabili per vivere in empatia col quotidiano..d’altronde prendere coscienza di chi si è ciò che si vuole e dove si vuol arrivare è il miglior modo per giungere a destinazione senza che fatti e avvenimenti anche imprevedibili e tragici intoppano la strada…è anche vero che hai un potere ipnotico ammaliante che quando lo usi bene..wow.. in qualunque contesto o situazione nesuno ti batte…con le stelle ti saluto e passo.. in memoria il motto ti lascioLe persone peggiori sono quelle che sanno quali tasti toccare per farti male e li schiacciano a tutta forza”chiudi l’anno concedendoti un bel viaggio…e se vuoi provar l’ebrezza lanciati col paracadute in una spiaggia esotica!…………………………………………………………………………………..

                                                         Vergine

                                                         6 vergine

Caspita che anno ti aspetta..da far girar la testa anche a un palo! con le premesse degli astri che sono più che buone..direi ottime  per soddisfare ogni ambizione di soldi e professione… ma la fortuna cammina veloce sulle strade ancora a te sconosciute..scegli le strade nuove anche a te molto lontane per ottenere quel cambiamento esistenziale che da tempo auspicavi..ma stai attento a dove poggi i piedi per non cadere nel calderone delle novità e dimezzare le ottime opportunità utili a migliorare in ogni ambito pratico ..lo sai vero che da quest’anno gli astri ti dotan di qualità eccellenti per arrivare alle vette del successo e rallegrar assai il guardare al futuro con maggior serenità…se no..beh prendi coscienza perché da maggio ti si spalancherà un mondo e dovrai esser lesto a seguire il vento…non temere non ti travolgerà d’impeto…soffierà in armonia col tempo facilitando l’inserimento in qualunque evento improvviso si presenterà alla tua porta coinvolgendoti gradevolmente a lasciarti andare al ragionare di slancio senza pignolare e nemmeno a tirarti indietro se all’inizio ti par troppo radicale il suo intervento…piuttosto adeguati alle nuove tecnologie e tieni a mente che a volte i social riservano sorprese impensate che conducono a volger l’occhio a professioni poco convenzionali ma se sfruttate molto proficue a riempire il portafoglio che a te molto piace…comunque in qualunque lavoro sei già impegnato il 2018 ti solleverà tanto in alto che ti parrà toccare il cielo con un dito..in fondo non c’è da meravigliarsi se ti arrivan riconoscimenti te li sei tutti sudati e talvolta ingoiando qualche rospo di troppo per mantenerlo…se un lavoro l’hai precario o ti manca da giugno in avanti riceverai una proposta tosta però a lungo termine assai fruttuosa sotto ogni punto di vista…non stare a soppesare può essere che c’è meglio ma può essere che ti sfugga e non la recuperi più…insomma verginello ti attende un anno fattivo ma le stelle con i loro influssi catalizzatori d’energia ti dinamizzeranno la vitalità e spruzzeranno le tue giornate di guizzi intellettivi che ti renderan brillante nel dimostrar agli altri che se ci sa far è perché sei competente… bensì non strafare riservati qualche asso nella manica da sfruttare per sbaragliare oppositori e concorrenti…calma.. con il favor cosmico oltre la professione e il portafoglio ingrassi pure il cuore…all’orizzonte c’è qualcosa di eccezionale sia per ripartire da zero sia per ritrovar la carica affettiva in un rapporto che da tempo si trascina…il magnetismo che sprigioni attirerà gli sguardi e non solo di anime affini con le quali stabilire un contatto elettrizzante anche di quelle passionali…durerà..non durerà..dipende da quanto vuoi che duri…come sai la passione ha bisogno di legna buona per ardere a lungo…l’importante è che non ti lasci condizionare dal passato a volte altalenante altre assai deludente e ti metti a selezionar chi ti conquista…certo è che in caso ti decidi a capir se una relazione che hai o intraprendi ti soddisfa puoi concludere di stabilirti a vita…altrimenti ci metti una pietra sopra e vai in alta quota a respir l’aria fina…anzi una attività sportiva sarebbe proprio una bella iniezione alla tua avvenenza e pure al mantener la prestanza fisica…insomma a partir da tarda primavera più che mai determinato a pilotare gli eventi con responsabilità e cognizione in tutto ascendi..e se sei giovane può darsi che ti stacchi pure da mamma e papà per dar spazio alla tua identità…che altro dire se non un anno d’oro in cui gennaio febbraio e marzo ti passeranno come un aquilone…aprile un po’ farà splendere il sole e un po’ annaffierà facendo germogliare propositi e progetti e poi…poi arriva l’astro ciclone a movimentar l’andare e aspettati anche quello che credevi un utopia da sognatori…e tu….tu non fare il verginello timido lanciati con fiducia nella fresca marea del cambiamento prestigioso!.senza dimenticar di lasciarti il motto delle stelle “nell’oggi c’è lo ieri ma pure il domani se lo vedi passare vola ” ti saluto e passo…………………………………………………………..

                                                             Scorpione

8 images

Act Go…le stelle ti voglion protagonista! tienti pronto a volare in cieli alti.. a guardare il sole senza occhiali.. a tuffarti in mari particolari e scommetti su te stesso scorpioncino..quest’anno hai: l’energie giuste per fare… controllare e pure strafare qualunque tipo di evento e situazione sia nel tuo che altrui mondo…incisività carisma e magnetismo per porti e importi con autorevolezza…vincere le sfide senza alcun problema che non sia da te causato e nessun bisogno di provocare per attirarti l’attenzione…un carnet ricco assai..eh si..ti aspetta un anno da strike…ma se dai retta agli astri e non ti lasci trascinare dall’impulso aggressivo nhè…oltre il favor del re del cosmo nel 2018 hai tutto il potenziale per poter arrivare a conquistare ciò che ti pare ..però come sai le mele non cadono dall’albero a piacere cadono quando son belle mature…e bisogna essere presenti altrimenti si raccoglie poco o niente…quindi stai sempre all’erta a coglier l’attimo del buon fato per non sprecar nessuna occasione propizia che quest’anno in abbondanza ti metterà nel sacco…per raggiungere gli scopi ambiti e vista la tua natura non son facili e di certo manco pochi...non attaccare niente e nessuno in modo preventivo basato sul concetto di simpatia e antipatia da sentor di can mastino..e nemmeno con quello da impeto frettolino da cacciator istintivo… affidati alla sensibilità percettiva e alla logica aquilina…punta a dare forma struttura efficienza e progettualità agli obiettivi che intendi conquistar in ambito economico-social-lavorativo con ferma serenità e fiducia e niente fermerà la tua corsa predatoria al successo desiderato…eh lo so che con il tuo spirito combattivo sei sempre pronto ad accettare qualunque tipo di competizione e più la posta in gioco è tortuosa e difficile e più ti ci lanci d’impeto come fosse una sfida all’ok corral e spesso tendi ad estremizzare con scarsa attenzione alle manier convenzionali..beh quest’anno proprio non lo puoi fare..non ti conviene agire nel solito modo …punto primo sprecheresti energie preziose..punto secondo ricaveresti meno di quel che ambisci..punto terzo che è poi il decisivo non c’è da entrare in lotta..poichè le stelle dicon non è necessario che garreggi per farti avanti… ne con te.. con la fissa che devi sempre misurarti per superarti.. ne con gli altri per dimostrar chi sei e quanto vali…devi solo assecondare il loro buon vento essere si.. determinato dinamico attivo impegnato a 360° su tutti i fronti ma con un look nuovo da stupire e lasciar senza fiato anche il più scettico preparato...un look da scorpioncino ottimista e sicuro di se…che si impone con la competenza e il dialogo aperto alla speranza…le idee precise.. i progetti calcolati al rischio…. carico di charme e disponibile col prossimo…puntiglioso ma assai diplomatico…insomma non so se ti è chiaro per riuscir a ottenere quello a cui aspiri vuoi e ti serve per migliorare lo status generale il pungiglione velenoso manco sotto tortura devi sfoderarlo e di regalar l’umore da bel tenebroso a qualche nemico acerrimo...ehi…non esplodere…mica perdi l’identità evolvi..smussi le spigolature che ti son d’ostacolo a concretizzare quel che cerchi e vuoi per vivere meglio al presente e al futuro.. ma sarai sempre catalizzatore affascinante…anzi più di prima susciterai in chi conosci e ti avvicina quella sensazione di mistero che fa di te il principe del cielo…or dunque scorpioncino sorridi.. lo sai o no che sei nella top ten..se lo sai gusta l’ebbrezza e vai sicuro nel tuo annuale cammino realizzativo non di sogni ma di realtà poichè non ci sarà alcun problema di sorta che possa frenare o impedire alla fortuna di baciarti ogni qual volta lo riterrà opportuno per elevar in ogni ambito le tue condizioni attuali anche se per dirla tutta privilegia appoggiar la tua crescita personale in termini di fermezza intelletual operativa che di molto si fa apprezzare e innalza il prestigio a tutto campo…in fondo hai acume per comprender che col cambiar dei tempi necessita cambiar le regole e coll’esprimerti in maniera indipendente a volte bizzarra e trasgressiva non sempre ci ricavi un utile…orsù…molte le novità in programma a cominciar da una riorganizzazione di ogni rapporto professionale in cui alla luce di nuove esigenze e tecnologie in primavera ogni precedente idea verrà da te inaspettatamente spazzata via con rapido sviluppo di importanti progetti in specie se legati al mondo della cultura, della politica e delle relazioni esterne…a tal proposito può capitare che ti ritrovi in un luogo pubblico a parlare… non preoccuparti sarai convincente e anche vincente..anzi son proprio le pubbliche relazioni che ti apriran le porte a nuovi ambienti e nuove associazioni professional-culturali calzanti a sfruttar maggiormente le attitudini che hai regalandoti con l’andar del tempo concrete ispirazioni per ricavarne gran soddisfazioni morali e pecuniarie…se poi tra maggio e novembre.. a parte qualche scherzetto dell’olimpo non ti sconfinferi a dimenar la coda nel melodramma.. sostenuto da una creatività consapevole ti poni come intermediario di un importante affare puoi realizzare risultati economici che il settore delle finanze ti parrà espandersi ai 4 punti cardinali …nonché ricavare enormi vantaggi per progetti lavorativo-economico a lungo termine che ben gestiti a livello di pubbliche social-relazioni ci ottenieni nel settore risultati assai brillanti… tuttavia escludi dalla vista e l’intelletto chiunque ti proponga o puzzi di attività manipolatrici oltre l’irritazione ci potresti intrappolare anche l’onore..piuttosto nella professione in estate rivisita un po’ l’attività soprattutto verifica se l’impegno è pari alle gratificazioni e semmai aggiusta il tiro ricorrendo a quelle astuzie ed energie che ti riservi di sfoderar in emergenza…così in settembre o ottobre fai un bottino eccellente... tieni ben a tiro scorpioncino che il 2018 favorirà soprattutto il campo economico ma a chi avrà l’occhio puntato verso un paese o una cultura estera e deciderà di cimentarsi in un attività extra-territorio gli raddoppia la posta…quindi all’occorrenza non limitar la vista alla fortuna…lasciala andar a far 4 passi se conducono ad afferrar la luna…inoltre se hai in mente un investimento immobiliare non rimandare è un buon momento per contrattare a pro e comprare…se ti va specula in borsa però evita il periodo caldo per non prendere un abbaglio….grazie al magnetismo sarai particolarmente ascoltato e considerato e ogni risultato raggiunto sarà sempre per una diretta manifestazione della tua intelligenza e vera natura e non del tuo ego …tuttavia con una identità più solare puòi enfatizzare le ambizioni pertanto è essenziale che in qualunque genere di obiettivo sai sempre di preciso dove mirare e nella voglia di arrivare alla vetta eviti la prosepopea inflazionistica onde evitare di prestar il fianco a amici e nemici perché con il tempo te la farebbero entrambi pagare …e il cuore..il cuore insieme all’immagine vorrà rivoluzionar il suo andar..la situazione infatti appar dagli astri eccitata e movimentata.. può essere che tutto prosegua e vada a gonfie vele …come che ti butti in frivole avventure.. può essere che finalmente ti imbarcarchi per l’avvenire..come può essere che rompi le catene…eh si…è nell’incontro d’anime che il rapporto fila solido e se non c’è un progetto da condividere ..embè tutto finisce sotto la cenere…comunque con l’aumento del desiderio di ricevere attenzioni qualche novità è evidente che in ambito sentimentale ci sarà come anche in quello degli affetti familiari e per certi scorpioncini può essere nell’uno e nell’altro un cambiamento radicale… se avviene non temere era o necessario a guardar altrove…o utile all’emancipazione… se ti senti un po’ in ansia oltre passeggiar e andar per shopping fatti una bella vacanza in una verde campagna o scaricala in un tour in qualche paese estero ci potresti incontrare una persona giovane interessante da stringere un legame intellettual-amicale importante…tanto più che gli influssi astrali tifano per incontri particolari e fortunati di soggetti creativi e stimolanti...nel concludere..se ti muovi in coerenza su terreni congeniali.. tieni a freno i lati più trasgressivi e ribelli del temperamento specie ne voler fare tutto insieme a volte anche combinando un bel casino… rimani concentrato e dai priorità agli obiettivi e magari ti fai una scaletta in base a interventi e azioni..olè scorpioncino il 2018 sarà un anno da incorniciare! col motto delle stelle ”guarda e scruta ma punta con precisione la meta ” ti saluto e passo………………………………………………………………………….

Un ciao ciao dalle stelle e dal sibillo pensier..a presto

Bydif….

                                                                Cancro

4 cancro

Ahi ahi mio bel cancerino quest’anno sei proprio nel mirino del cosmico destino per completare o ridefinire un nuovo cammino...cambiare obiettivi personali e situazione generale sarà l’ aspirazione..non tanto per volere quanto perchè conviene..infatti .le stelle dicon che è ora di mutar “vestito” e di voltar quella medaglia che orgogliosamente ti sei appeso al collo e guardare cosa c’è impresso al suo rovescio…ti sarà strano riscontrare che c’è inciso quello che nel tuo profondo sai esserti fondamentale ma ostinatamente seguiti a trascurare autoconvincendoti che nella realtà non è vitale…ehi l’ingrippo sta che invece è essenziale…vabbè indossar un abito estraneo all’io e imporsi delle regole al vivere per fronteggiar e risolvere gli eventi imprevedibili ma farne un modus vivendi…è un autocondizionamento che la personalità non più sopportà … vero… il passato è vissuto certo che ti conforta sempre…ma il futuro sta nel presente..e le stelle sanno che se a guardare le cose in faccia si scopre che sono proprio quelle adatte a confortare cuore e vista… embè tocca proprio cambiar stile di vita...per cui in quest’anno.. sei costretto a farlo e non puoi ostinarti a crogiolar le chiappe sulla sabbia che prima o poi quella ti soffoca…..è faticoso? certo! dover rovesciar il pensier..passare da una filosofia a un’altra…che è come dir terremotar la propria casa per rifarne un’altra.. mica è uno zuccherino… però …caro il mio cancerino è proprio questo l’input che giunge dal saggio dello spazio e volente o nolente devi accettar il suo messaggio…far lo gnorri e rimaner nel guscio? Uhm..con lui non serve!!! Eddai…smettila di fare il gambero fifone… è il momento di essere un audace aragostone! …d’altronde se è un po’ che fai un passo avanti e due indiè ..due avanti e uno indiè.. i progressi sono scarsi ..le soddisfazioni anche e tutto par congiuri a fossilizzarti in un deserto di sospiri e intralci invece che condurti a realizzar gli obiettivi e issarti ridente e soddisfatto sul pennone dei traguardi…beh è or che qualcosa ti domandi…tergiversar giocando con l’impressione che ti vai a impiccià…uhu le stelle non ci cascano…allor? concentra l’attenzione sul da farsi e parti! …per dove?…ovunque regni la libertà espressiva e si realizzan progetti e desideri in armonia con chi si è e non con chi ci si impone di essere!…quindi…a fine gennaio togliti dalla testa l’ansia che ti molesta… dai corpo alle idee e alla creatività e non autolimitarti per timore di buttarti… hai una corazza che neanche la tempesta furiosa spazza…. prendi coscienza che è ora di seguire le tue esigenze e abbandonare le altrui correnti…come… fissa obiettivi e traguardi ambiti. …armonizza il chi sei con il che vuoi .. attiva le azioni sul nastro trasportatore che scorre in direzione del punto di arrivo desiderato..tieni il passo costante ..l’agire coerente e l’occhio al bersaglio prefisso.. senza interferenze agevolmente gli eventi TI si volgon positivamente e ..e a fine anno senza inutil penare ti ritrovi a tagliare il nastro del successo in ogni obiettivo voluto da anima e intelletto..ti par utopico…forse lo è per i gamberi codardi…non certo per gli intrepidi …sai perfettamente che la tenacia non ti manca anzi ne hai in abbondanza da venderla alla concorrenza quel che ti scotenna semmai è dirigere la tua intima orchestra.. spesso purtroppo la fai suonar senza prima accordardarla..ehe con l’anno nuovo… è arrivato il tempo a ricordarlo…dice che è necessario ristabilir l’equilibrio intimo e rimetterti in carreggiata..di osservar tutto senza riverenza e timore e sparirà ogni brutta impressione…tanto…un confronto specialmente tra te e gli altri è inevitabile …tuttavia non sarà così severo da ribaltar subito ciò che credevi giusto fare con quello che invece era proficuo applicare..agirà un po’ alla volta se l’assecondi ..interverrà brutalmente se non concordi…a buon intenditor.. e non dolertene se a luna nuova di febbraio ti costringe a dismettere il guscio faticosamente costruito…non si confà a render soddisfatto e nemmeno a gratificar l’intelletto ..a partir da marzo tieni i piedi in terra e la testa ben ferma sulle tue autentiche potenzialità…agisci in sintonia con quanto ti porta il vento e il destino mette nel piatto...qualunque sia la vivanda che propone non rifiutarla a priori senza assaggiarla…è quella magari da te improgrammata impensata ma giusta a indirizzar trovar la stada da percorrere per arrivare trionfante a destinazione nel settore che ti sta tanto a cuore.. in primavera rinfresca l’aria di casa con una bella risata ma nel lavoro dai retta alla percezione… rispolvera i progetti che per sfiducia convenienza o mal interpretato avevi abbandonato..se da il 20 maggio in poi segui l’onda d’urto carica di ottimismo e speranza che ti investe in piazza.. in pratica come per magia acquisti una ipersensibilità dinamica costruttiva...e entro l’anno tutti gli obiettivi  realizzi..in più  raddrizzi le storture a tutte le situazioni .. risolvi la maggioranza dei crucci .. ti riprendi gli scippi subiti negli eventi passati  con gran soddisfazione morale economica e professionale… ti parrà di volare in alto come da tempo aspettavi e meritavi…inoltre se tra giugno e luglio lasci che la corrente ti trasporti lontano senza dimenar le chele prendi un bel vantaggio sul tempo per concludere un affarone che è in tasca al 2019 …t’appare un utopia sibilla…..illuder va bene ma nasconder la verità…a nessuno conviene…nemmeno alle stelle…che considerato che non basta desiderare per ottenere ..darsi da fare per incassare un soldone vengon in soccorso e tutto mettono a posto…se coll’estate brilla il sole.. e il cuore batte come un tamburo datti da fare ma non tornare su una decisione…sarà duro restare impassibili alle altrui rimostranze.. alquanto utile a scrollarti i residui di conservatorismo relazionale ancorato a vecchi schemi dannosi allo spirito ma soprattutto all’elevazione individuale e al prestigio in campo economico professionale…oggettivamente il 2018 in tutto ti può dar fama e onore ..farti arrivvare sul gradino alto della considerazione sociale se t’abbandoni un po’ all’entusiasmo e ragioni in modo elastico allargando di molto le questioni economico-lavorative tanto da comprendere che il progresso forse vien più dall’estero che dal rimanere ormeggiato al solito posto…o forse vien scrutando meglio con chi collabori o hai a che fare specie..se son attività associate e similari…stipule di contratti.. trattati azionari e unioni … fai attenzione… vuoi per gli interessi che non coincidano ..vuoi perché l’uno imputa all’altro malesseri e conflitti.. vuoi per politiche e idee opposte nel trattare e accordarsi… vuoi per vecchi rancori ostinazioni rinfacci e tira e molla un po’ irritanti… aver da brigare assai senza arrivar a una conclusione…comunque la strategia migliore per appianar le divergenze e affermare priorità e punti di vista con controparti bel cancerino sta nel calmo dialogar ribadendo con fermezza le opinioni e in caso di riscontri insanabili onde evitare drammi e pressioni sfiancanti dissociarsi..interrompere la relazione..rifiutare di firmare è un proficuo imperativo stellare ..tanto altre soluzioni non reggerebbero al tempo…però se c’è da sbrogliare una situazione un po’ caotica in campo finanziario di gran aiuto è il parere di un saggio…anche un vecchio amico con il quale sei in contatto o magari una persona con la quale sei in sintonia intellettuale…se col cader delle foglie cadono anche i tabù e l’occhio punta a nuovi obiettivi…beh guardati intorno e sii accorto.. l’etica non si misura sull’impressione di prima mattina ma in quella di sera…a volte la fretta combina brutti scherzi …se in dicembre vi inciampi non igaggiar una lotta appellati alla fantasia e alla sensibilità per modificare quel che non sopporti e non va…e nel chiudere o iniziare un rapporto in ambito lavorativo non cedere alle provocazioni… piuttosto condividi il pensiero con un amico straniero…anche da una assurdità può scaturire un impero ..quindi non trascurare il tuo lato inventivo e non ascoltar il meschino segui l’istinto e fidati del destino…quest’anno ti sottopone a una verifica importante…mica lo fa perchè è cattivo… agisce per procurarti gli strumenti adatti a mutare beneficamente il cammino…se sei giovane per condurti a sfruttare ciò che hai ricavando il massimo in ogni obiettivo…se sei maturo per conquistar un maggiore potere personale vantaggioso al destreggiar in ogni campo esistenziale…grandi novità ti riservano le stelle ..qualcuna disturberà ma la maggioranza l’accoglierai con esultanza tanto da far economicamente un balzo in avanti con fruttuosi progressi da cavarti pure gli sfizi più superflui..tuttavia da maggio a novembre evita di investire..invece se devi chiedere un prestito o un mutuo sfrutta l’onda d’urto positiva dell’ottimismo…troverai favorevol accoglienza però leggi mille volte ciò che concordi… in quest’anno gli astri privilegiano il lato edonistico e pure altruistico.. non lesinare nella disponibilità e nel buonumore e troverai tanti amici sinceri con i quali condividere affinità e modi di vedere utili a evolvere il proprio stile di vita spirituale e pure quello pratico-materiale ..in società può essere che sei troppo espansivo e devi ridimensionare come può essere che devi riparare a uno sgarbo dovuto alla disattenzione..e essere meno musone..invece negli affetti col favor stellare che hai bel cancerino viaggerai alla grande ma può essere su due binari…in uno fili con divertimento flirt passione e amore con sorpresa che vien da lontano freccia il cuore e a saetta porta all’altare… nell’altro fili con qualche avventura di troppo e se viaggi in coppia è facile che la passione più che bruciar ti scoppia..da fine primavera la voglia di muoversi e girar aumenterà convincendoti a partir con mete e traiettorie assai singolari ..ma in uno o più viaggi di piacere che son sulla nota del fato prima di partire ricordati di fare un pieno di allegria per gustarti l’avventura in buona compagnia non solo tornerai felice ma così carico di energia che progredirai in ogni settore in cui ti applicherai ricavando un bel gruzzoletto da mettere nel cassetto…che altro dir se non che il 2018 con te è molto espansivo e proficuo sotto ogni punto di vista..ricordati se accetti le sue sfide evolutive…più avaro e severo se recalcitri …al dunque…attestati su posizioni di coerenza e agisci con determinazione laddove c’è da variare…non puoi sbagliare…anzi ci guadagni concretamente assai in ogni settore esistenziale…col motto delle stelle ” la fortuna ama chi si ama e coll’amarsi fa la sua fortuna ” ti saluto e passo……………………………………………….

.a seguire altri segni..…………………………………………………………………….

2018:il Messer 2 è in arrivo e…

messer 2 2018

Nel mentre, per lasciare un tangibile segno del suo passaggio, l’agonizzante messer 1 -2017- scaglia a più non posso le sue puntute frecce provocatorie causando un subbuglio di arroganze e contestazioni da cagionare, in noi tapini, un dubbioso che ci tiene col fiato sospeso, già apparecchiato a festa, messer 2 -2018- al nastro di partenza, è prontissimo a scattare, al primo rintocco della campanella del tempo, per la sua galoppata annuale. La sua premura di arrivare a ritmare gli accadimenti privati e collettivi nel mondo in se non ha niente di eccezionale se non fosse per l’enigma che il debuttante messer si porta appresso e, a ogni capodanno, fa risvegliare quel certo solletichino di sconoscenza del cosa ha in serbo nelle sue tasche. Dunque…dunque …come soddisfare un po’ la curiosità del “so tutto dell’anno che se ne va e nulla di quello che approda”? Beh, con una sbirciata anticipata al come messer 2 è numericamente azzimato… l’ ignoto che nasconde in gran parte, si scoperchia! Allora… per carpire qualche segreto del come messer 2 intende utilizzare, nell’individuale e nel collettivo, la sua leadership, sbircio.

Sbirciando, sbirciando.. il nuovo messer in primis mostra un mantello 2 –fusione di 2+0+1+8=2- yin- pari, negativo, passivomeditativo, riservato, piuttosto ansioso; emblema della dualità umana, allegoricamente figurato con due frecce in direzione contraria, espressione di elementi vicendevolmente contrapposti o contrastanti

 frecce

D’acchito? Un messer annuale categorico che a tutto c’è una migliore alternativa!

Al dunque in generale.. un messer anno, dal carisma opzionale, un tantino suscettibile ma cordiale e bendisposto a equilibrare e stabilizzare il cammino esistenziale a tutti. Efficiente nel comparare senza irrompere aggressivamente nei fatti privati e altrui. Funzionale a ricombinare il quotidiano andazzo senza scatenare avvenimenti turbativi. Disponibile a cercare la risoluzione stabilizzante nell’intrapreso anziché avventurare il pensiero su nuovi progetti. Cooperatore e pacificatore, induttivo al raffinare piuttosto che al disordinare sosterrà l’operato complessivo in corso nel mondo. In sintesi, delinea di non essere un messer anno rompiscatole e di accadimenti estemporanei fiaccanti mente e corpo, bensì un signore garbato, ben predisposto, in ogni settore, a caldeggiare il miglioramento del già progettato. In più, siccome predilige l’unire al disgregare, nell’ordinario andare, senza ignorare i solitari, principalmente supporta le coppie, i legami, le unioni, l’amicizia, le alleanze, le affinità di pensiero e azioni. Tuttavia anche se eccellente appaiatore d’anime e di concetto avverte che è molto suscettibile e sospettoso e può tanto favorire il trovarsi, il riconciliare quanto l’allontanare. Conseguentemente, è facile che nella sua galoppata annuale i rapporti sentimentali, associativi, collaborativi, e similari traballanti o in forse, subiscano oscillazioni pressorie con sollecitazione conclusiva o, ratificano fidanzamenti, matrimoni, società, ecc… o, annullamenti, divorzi, separazioni, scissioni. Precisa che la pazienza, nel trattare, intendersi, rappacificare, consociarsi o scindersi, per nessuno è a tempo indeterminato. In caso di tentennamenti esagerati o ambigui, conflitti triti e ritriti, lungaggini cavillose, in ogni agire e ambito, lavorativo, personale, comunitario, mondiale, scinderà le frecce della possibilità per arrivare a una conclusione a profitto. Vabbè il fare con calma ma il giammai concludere dice che gli è indigesto.

Analizzando in dettaglio come è paludato sotto il mantello messer 2:

con in testa un 2, ai piedi un 8, uno 0 per giacchetta, un 1 per brache par somigliar al morente messer 1 ma…ma con quell’8 ai piedi, simbolo del potere organizzativo tangibile al posto del 7 – vessillo di saggezza- specifica che il suo intendimento operativo è assai diverso, assai meno cerebrale nel condurre gli affari, soprattutto nel modo di acquisire ciò che desidera. Ovvero mira implicitamente a un cospicuo bottino in onori, amori, monete. Sottolinea che con quel cappello 2 è flemmatico e il suo motto è procedere adagio. Ohi ohi, ergo, questo rallenta il passo alle vicende in atto! Niente affatto. È che i grandi o piccoli cambiamenti spettavano a messer 1. A messer 2 compete proseguire l’operato, di tutto ciò che il 2017 ha messo in movimento o ha iniziato, ma con meno dissidio combattivo. In specie, sul piano internazionale, darà l’impressione che progressi e espansione decelerano. In realtà non lo sarà. Sostanzialmente sotto il dominio di messer 2 – 2018- è che l’umanità avvertirà l’impellenza della pace e il bisogno di fraterna rispondenza fiduciaria scemerà il risalto a ogni altra questione.

Per questo, appresso rimarca che è un “signore” : restio agli scontri diretti e detesta l’impulso avventato; venera la diplomazia, cauta e paziente; il relazionare in modo amichevole e collaborativo; il dibattere aggregativo; la gestione consociata; la finanza comparata; l’investire partecipato. Oibò, niente colpi di testa, soluzioni veloci, manovre prorompenti? Uhm, è difficilotto! Il messer 2018 difatto agevola e concede fortuna a chi si adegua esclusivamente a conferire, negoziare, agire per gradi smussando gli attriti, pensare concordemente! In tal caso è come dire eroga benefits a conoscenze individuali socialmente ampliate coalizioni, federazioni, cooperative, diplomazie, ambasciate, società professionali, meeting, delegazioni, incontri consiliari, congressisti, curatori e similari- Maggiormente. D’altronde è filosofo associatore. Per logica concede assai vantaggi all’ordine condiviso, alle esperienze concordate e per estensione a fratelli, coppie e soci, di vita, lavoro, amicizia. Coerentemente colloca in primo piano chi si propone con le proprie competenze, non da interventista solitario, ma da coadiutore a un fine, un intenzionenonché i prudenti, affabili, paritari, liberali, discreti. A priori preclude successo e appoggio a precipitosi, personalisti, tirannici, accentratori, imperiosi. Uau, immagino certi politici egocentrici, arroganti e frettaioli a sottostare al voler di messer 2!

Dice che sotto quel corpetto 0 messer 2 cela un “anima” cosmica dotata di una potenziale energia dell’infinito, percettiva che da febbraio, a novembre qualcosa di sorprendente è in arrivo, tanto a livello globale che individuale. Ma per inquadrare nel mirino l’attimo fortunello, è essenziale eliminare tutti i sospesi complicati. Niente panico. C’è pronto a intervenire il vicino 1. Con una scampanellata accorrerà con le sue larghe braghe imbottite di determinazione rivelandosi un idoneo intermediario o un ottimo giureconsulto.

Se non bastasse, con ai piedi quell’8, messer 2 rappresenta le leggi scritte e poi…se i piatti del bene e male oscillano…poi… come scritto nel salmo “di onore e gloria tu lo ricordi” nessun avvenimento imprevedibile lo mette KO o reprime il suo cammino. Senza magari scapicollarsi, durante l’anno,  trova il giusto equilibrio e ugualmente agguanta i risultati, in specie se di natura finanziaria o collegati al potere materiale. 

In conclusione:

messer 2 – si rivela un anno di bonaccia scorrevole, dal ritmo lento. Improntato al risalto delle relazioni e della vita sociale. Molto fortunato per sposarsi, unirsi, associarsi. Meno per i flirt o le infatuazioni, passeggere. Ottimo per raccogliere i frutti di quanto seminato nel 2017; investimenti commerciali e azionari, lavori in equipe, cooperazione agli equilibri del prossimo nel micro e macro, impegni ambientali. Utile ai doppi lavori o a chi è impegnato su due o più fronti, morale-economico-sociale. Il 2018 è anno  da sfruttare per cogliere prospettive professionali alternative alle attuali, chiarire i ruoli con colleghi e superiori, definire condizioni e gratificazioni, sbarazzarsi di concorrenti o amici,  soci… insinceri.

Data l’ essenza attrattiva duale di messer 2, la bonaccia tuttavia è relativa. L’aspetto complemento-contrasto complica il raggiungere qualunque successo senza attraversare opposizioni e conflitti. Sul piano universale crea valori binari che desintonizzano la realtà del concludere proficuo con avvicendamenti egemoni-politico-economico-sociali- privi di scappatoie. Spesso la duplicità spirito-materia confutando la primarietà oggettiva, alimenta rischi depressivi con stasi pratiche.

Dunque messer 2 – 2018 dichiara di arrivare senza iniziare a travolgere e stravolgere le esistenze. Dispensiere di fortune alterne, ammette di difettare in fermezza decisionale, comunque promette appoggi nel considerare e armonizzare tutti gli aspetti di una situazione in modo di arrivare senza corse sfrenate ai traguardi ambiti. Ricorda che in ogni vicenda in quest’anno si ricava il massimo in successi e pecunia sintonizzando l’abilità con sentimenti e umori altrui. Inoltre, l‘arte, la musica, la spiritualità, la natura sono la panacea antidepressiva per eccellenza.

Messer 2 -2018-amichevolmente saluta e augura a tutti una galoppata prolifica in ogni campo!

messer

Happy Happy Happy New Year

Nel rammentarmi un suo inciso Nel creato tutto ha un suo contrario e in terra l’equilibrio si afferra nel diverso” giunca da parte mia a ognun che passa un caloroso augurio di un nuovo anno favoloso ricolmo di amore, amicizia,rispetto prosperità, successi morali e materiali.

Bydif

a prestisssimo l’oroscopo sibillo segno per segno

 

 

L’Immacolata

velasquez

Quand’ero bambina, l’8 dicembre era un giorno specialissimo. La mamma in onore della Vergine Immacolata ci faceva indossare abiti nuovi. In primis perché voleva che quel giorno, si andasse alla Messa solenne con un aspetto curato. Poi per assolvere la consuetudine della tradizione popolare che recita “chi rinnova per Maria scampa una malattia” Nelle nostre zone non era un detto insignificante, era convinzione radicata corrispondesse a verità. Per meglio dire nel vestirsi di nuovo ci fosse un implicito do ut des, uno scambio di favori. Cioè, col rinnovare ognuno intendeva sottolineare un rispetto devozionale particolare alla Vergine Immacolata che all’occasione grata ricambiava proteggendo da gravi pericoli di infermità. Confesso che la cosa è rimasta tanto impressa in me che non riesco a fare a meno per l’Immacolata di far indossare ai miei figli almeno un paio di calze nuove. Allora grandi e piccoli, alla sera dell’8,  anche del 10 dicembre, eravamo tutti con il naso all’insù a guardare il cielo. Si aspettava insieme con ansia il passaggio della Madonna con gli angeli. Non ho memoria di ciò che vedevamo ma non ha importanza. Dentro mi è rimasto il ricordo di una sacralità intensa , colorita da voci e volti di devozione della comunità in cui vivevo e della mia famiglia che non ha paragoni.
Oggi le cose son molto cambiate. La sera dell’8 non è più quella del visibile magico passaggio della Madonna con gli angeli e L’Immacolata non è più la festa del giorno di Maria. Per molti è il ponte festaiolo. Vale a dire l’occasione per dedicarsi ai fatti propri, come andare a sciare, dedicarsi allo shopping, fare una giterella in qualche mercatino, visitare una capitale europea o andare a sdraiarsi al sole in certi posti esotici.
Eppure la devozione a Maria, l’Immacolata è molto antica. Precede di secolii la proclamazione del dogma che ha coronato la diffusa tradizione del popolo. In specie nella chiesa d’oriente, già i padri ponevano la Vergine Maria, ” La donna dell’apocalisse”  al di sopra del peccato originale, definendola : “ intemerata, incolpata, bellezza dell’innocenza, più pura degli angeli, giglio purissimo, germe non avvelenato, nube più splendida del sole, immacolata ” . In occidente , la teoria della concezione di Maria senza il peccato, comune a tutti i mortali discendenti di Eva, invece trovò una forte resistenza, non per avversione alla Madonna, che restava la più eccelsa delle creature, ma per mantenere ferma la dottrina del riscatto ottenuto solo in virtù del Cristo. Si deve al francescano scozzese Giovanni Duns, detto scoto e anche ” dottor sottile ” il superamento dello scoglio dottrinale. Fu la sua convincente riflessione che anche Lei era stata redenta dal peccato originale in conseguenza del sacrificio del suo divino figlio ma fuori da ogni tempo comune a cambiare le cose. Nel 1476, tra polemiche e dissidenze infatti la chiesa introduce la festa della Concezione di Maria nel calendario romano. Successivamente papa Alessandro VII nel 1661, con la bolla pontificia – -Sollicitudo omnium ecclesarium – la inserirà in quello universale della chiesa. Due secoli dopo, l’8 dicembre del 1824 Pio IX con la bolla -Ineffabilis Deus – sanzisce il dogma dell’Immacolata Concezione decretando con grande coraggio la fine delle secolari diatribe sul concepimento senza l’originale peccato della “donna vestita di sole”. Quattro anni dopo, le apparizioni di Lourdes confermeranno il dogma della Vergine Maria.  Il prodigio sembrò un ringraziamento al coraggio del papa. Mentre le abbondanti grazie che piovvero sull’umanità dalla signora ” tutta bella – piena di grazia  priva di ogni macchia del peccato originale” una riconoscenza  alla devozione secolare del popolo al cuore dell’Immacolata. Attualmente, la chiesa per stigmatizzare l’importanza della “Concezione Immacolata”  della Beatissima Vergine Maria celebra la messa -gaudens gaudebo-

Molti artisti nel tempo hanno cercato di raffigurare la grazia e l’ indiscutibile purezza di Maria, la donna “Immacolata” del riscatto. Alcuni ci sono riusciti egregiamente da donare alla vista un piacere di celestiali emozioni.

Un salutissimo a tutti con l’augurio di ricevere dalla “Bella Signora di luce vestita” ogni grazia desiderata.

by dif

reni

Nelle immagini postate, in quella sopra  si può ammirare un’opera dello spagnolo Velasquez, in quella sotto  del bolognese Reni.

Natale si avvicina

1430592936063

Natale si avvicina

in piazzetta non si avverte la solita euforia

piuttosto si respira un’aria di vecchia malinconia

Manco la vetrina ammicca con aria sbarazzina

ti mostra qualcosina tanto per dovere

e nemmeno la commessa ti serve con piacere

anzi, anzi ti guarda assonnata e scocciata

neanche fossi la prima cliente sgarbata di giornata

che entra a scarabattolare per dare un’occhiata.

Che dire poi della mercanzia proferita.

In malo modo ammucchiata

ha  un’aria così sbiadita da sembrar usata e riciclata

Natale si avvicina

sui marciapiedi pieni di rossi zerbini

la gente passa e guarda, ripassa e riguarda

ma come avesse timore di un incognita che la sovrasta

a comprare non s’azzarda.

C’è chi gira da straniera bislacca

stringendosi al petto una vecchia casacca

chi invece con l’occhio distratto

cammina guardingo come un gatto che sta per mangiarsi un ratto.

Sotto la galleria addobbata da lucette a cascata

la gente gira, gira, va su e giù come se non ci vedesse più

o fosse strabiliata da tanta pochezza mostrata.

A una commessa sbadata una signora impettita domanda :

dove trovo il muschio, la ghiaia, la statuina di gesso della lavandaia?

Neanche se avesse chiesto la luna

quella, la guarda perplessa, irride, scuote la testa.

Natale si avvicina

ma l’aria che si respira è stonata

sa di gente frastornata e pure un pochetto abbacchiata

tutto rimira e rigira con faccia schifignata

e per non farsi considerare una campagnola pitocca

parlotta, si sfrega naso e mani sussurra torno domani.

Natale si avvicina

La gente gira, sospira e guarda ma…

a comprare un cacio non s’azzarda

manco il carrello prende al supermercato

per 4 uova, un l. di latte, 1kg di farina

qualche costina di lattughina strappata con aria furtiva.

un cestello basta e avanza.

Una mela, una clementina?

osa una depressa commessa con la treccina.

No, grazie, son roba da regina, eca una signora ben vestita!

Natale si avvicina

Nella galleria addobbata non manca l’aria allunata

manca l’arzilla vecchina con la sua gonfia sportina

il sorriso felice di una qualunque bambina

la mamma dall’aria gagliarda che compra e beata ti guarda

manca il giovane dallo sguardo malizioso e pure un po’ sfizioso

l’operaio baldanzoso e l’impiegato ambizioso

la giovane imparruccata e la professoressa gratificata

Natale si avvicina

La gente gira e ammira con le tasche piene di brina

per una politica scriteriata spergiura d’essersi impegnata

passa e ripassa davanti ogni vetrina

sospira la tredicesima andata a far compagnia  alle bollette sul tavolo di casa

stanca siede sconsolata sulla panca sovraffollata

a sognare nel Natale che si avvicina una magia

per acquistare la speranza di una nuova prospettiva.

natale si avvicina-

…  impressioni pre-natalizie..girando  in un villaggio mercato non lontano dal mio paesello…

felice attesa

bydif

Il respiro delle donne

nel respiro

Ovunque vado in giro per il mondo cambia il paesaggio, l’idioma, la cultura, il credo, la politica, l’economia, il colore del cielo, della terra, a volte della pelle. Mutano le tradizioni, l’abitudine, il folklore. Varia la flora, la fauna, l’architettura, la musica, il modo di vestire, il cibo, il gusto, l’odore. Ciò che a qualunque latitudine mi trovo, non muta mai è il respiro delle donne.

In ogni luogo aperto o chiuso che sia quello delle donne è un respiro immutabile. Un respiro che  ti segue, martella, cadenza ogni passo, ogni gesto, ogni attenzione e non scrolli di dosso neanche se inabissi in mare o danzi sfrenata nella savana. Dappertutto, sia una metropoli, piccola città o deserto, montagna, marina o il bordo di una piscina, quel ritmo invariabile ti fruscia nell’orecchio come fosse un naturale sottofondo sonoro del luogo in cui aliti. Ma il sonoro è così acuto e assordante che non può essere un sottofondo naturale. Non lo è infatti. È un eco. Un universale eco del respiro unisono di corpi e anime di donne. Un millenario rimbombo di respiri indissolubilmente coesi da uno stesso destino di violenze, oppressioni, vessazioni, abusi, oltraggi, diritti usurpati.

Per ogni dove vai puoi scoprire un difforme dal proprio ambiente che richiede un adattamento temporale. Ma il respiro delle donne no. Quello lo ritrovi identico in ogni habitat. 

Sarà per questo che Dire un No mondiale alla violenza sulle donne lo trovo lodevole nell’intenzione ma chimerico negli effetti reali? Si, oggi come oggi, lo considero un inarrivabile traguardo!

Esagero nel pessimismo? Può darsi se non fosse che…

Che dovrebbe essere un diritto inalienabile scontato e non un problema mondiale da estirpare.

Se non fosse che in tanti anni di disquisizioni a vari livelli, in modi e maniere più disparate,  i casi di violenza subiti da donne a ogni latitudine invece che sparire son lievitati più del pane prodotto ogni giorno in ogni angolo del pianeta.

Se non fosse che basta dare una sbirciata ai dati delle violenze perpetuate sulle donne, d’ogni età e condizione per afferrare che l’abolizione di una tale iniquità di genere è una fantasticheria. 

Se poi, ai dati conosciuti degli atti di indegnità compiuti sulle donne, ci si addiziona quelli dei casi di violenza, che per svariate ragioni, restano sotterrati nell’animo di chi li ha subiti, quindi sconosciuti alla collettività, beh per le donne è più facile realizzare il sogno di andare a vivere su Marte che sconfiggere l’ ignominia che ogni giorno, tante, troppe, se non smettono volontariamente d’esistere o vengono spietatamente soppresse, da mariti, padri, fidanzati, conviventi amici, vicini e sconosciuti, debbono coercitivamente sopportare in ogni contesto. Ovviamente mi riferisco alla violenza abbietta che non lascia scampo alle donne, come quella assurda che vigliaccamente aggredisce e non permette di salvarsi la vita, quella oltraggiosa del ricatto affettivo-morale che impedisce di campare in libertà d’essere, quella schiavista e fobica che mina irrimediabilmente stima e equilibrio psichico, quella oppressiva dell’angheria fisica quotidiana, quella che toglie fiato, volontà, desideri, massacra carne e spirito e riduce allo stato di passiva rassegnazione.

Ultimamente certe “divette” han portato all’attenzione dei media internazionali casi di passate molestie che sono vergognose ma di certo dissimili dalla violenza assassina. A dirla tutta trovo le “cantate” a scoppio ritardato, a detta per convenienza di salva prima la carriera poi la dignità, un polverone nocivo che confonde l’opinione pubblica, distorce l’essenza concettuale della violenza femminea e estranea la legittima considerazione dovuta alle tante vittime finite sotto le luci dell’obitorio e non sotto i riflettori di red carpet , dei talk show o sui rotocalchi patinati. Inoltre, sebbene il rivelare le molestie sia un diritto che non ha limiti di tempo e non è un qualcosa di tollerabile per nessuna donna nota o anonima, il corale raccontare di molestie, mi pare abbia  assunto più i toni del clamore, di notizia d’ effetto, in certi casi di messaggio strumentale a un sistema di potere maschile che non di valore aggiunto alla causa della violenza.  Violenza che  purtroppo, ogni giorno, stupra, preda e stermina centinaia e centinaia di donne colpevoli d’esser donne.

Un numero incalcolabile di donne che però allo unisono continuano a respirare  e  ovunque vai è quel respiro chein sottofondo eca   e rende immutabile il suono dei respiri di tutte le  donne.

Muterà un giorno l’eco.  Forse…

graig cowl

by dif    

….le immagini sono opere di Graig Cowling

 

Chi c’è nella grotta

Aldilà della fede che ti anima trovarsi davanti alla grotta di Lourdes e scrutare gli occhi dei pellegrini che col rosario in mano, a tutte le ore del giorno e della notte, col sole, il vento o la pioggia battente, se ne stanno li, per ore, e ore, a fissare quella bianca statua di Madonna nell’incavo, è un esperienza che spiritualmente coinvolge e allo stesso tempo, almeno a me, pone mille interrogativi. Sensibilizza perché avverti che quel popolo che prega in varie lingue non è li per caso. È li per decisione che varia da persona a persona. In molti trapela un esserci per una tenue speranza. In altri per un totale affrancamento. In certi altri per una richiesta precisa. In taluni per sbrogliare un ammasso di sconcerti intimi. In alcuni per una sorta di ringraziamento.

Pone mille interrogativi perché in nessuno filtra un disinteresse o un minimo distacco mentale da quella bianca immagine. Ognuno, con gli occhi fissi o col capo chino, se ne sta li cerebralmente sintonizzato su quella statua di donna ieratica e non si scollega nemmeno se diluvia ma sgrana il rosario come se fiammeggiasse il sole. Ti domandi e ridomandi: come è possibile che nessuno palesa una reazione di disagio neanche se inzuppato da testa a piè? Non ha senso logico. Se li guardi però…

Se li guardi, in quei pellegrini abbrividiti da pioggia e freddo o abbrunati da sole e calura, da parerti sagome lignee incollate a panche o selciato, la risposta a una illogica l’afferri all’istante. È scritta a caratteri cubitali sui loro volti: attesa. In ogni immagine umana, giovane, meno giovane, libera o impedita, è la parolina magica che li rende inalterabili alla condizione climatica. Aspettativa di che? Beh, è scontato, di quel qualcosa impossibile all’umano! Si, ognuno da quella bianca immagine di Donna Divina stoicamente si attende un atto straordinario di sgravio, una “guarigione” del dilemma che li tempesta nel fisico o nello spirito.

Il singolare che stupisce e allocca il pensiero realista è che nei volti non filtra Illusione, ma certezza. Una assoluta sicurezza di essere, da quella immagine statica di Madonna, ascoltati, compresi, esauditi in qualsiasi ragione li cruccia e per la quale son li, fissi e irreagenti a qualunque deconcentrazione.

Fa invidia l’aggrappamento totale a simile convinzione. In specie se hai la consapevolezza d’esser incapace di sperimentare un analogo stoicismo per inseguire un qualcosa di ipotetico. Benché…

Benché se a Lourdes mi ha suscitato sbalordimento constatare come ogni pellegrino, quando si scollega da quell’immagine, ha il volto radioso, pacificato e soddisfatto come quello di chi ha ottenuto tutto ciò che a quella immagine ha implorato, il frastornamento, che mi ha invaso, dopo lo scattare foto a quella Bianca immagine, nel guardarle dovermi domandare: chi c’è in quella grotta oltre la Vergine immacolata, è stato inceppante d’ogni altra emozione o turbamento provato in quel via vai di volti giunti a Lourdes dai luoghi più sperduti del pianeta.

Ogni tanto guardo quelle foto. In particolare le  due che posto.

151153

Ogni volta cerco di afferrare il perché a distanza di un minuto le immagini son tanto diverse e in una mi par vedere, alla sinistra di Maria, una specie di vermiciattolo beffardo.

Purtroppo non arrivo mai a una deduzione certa.

Nel guardarle e riguardarle il dubbio rimane e la domanda che mi impella è sempre la stessa: nella grotta, c’è o non c’è un intruso?

Boh! Arriverò mai a comprendere e… se c’è, perché c’è?

Se non avessi scattato io le foto… direi che son frutto di un pazzoide burlone.

 

In attesa di risolvere il mio etereo rebus visivo a tutti un concreto augurio di felice weekhend

bydif

 

 

Francesco, il santo d’Assisi

FrancescoEsultano

Che San Francesco d’Assisi è Patrono d’Italia probabilmente lo sanno tutti.
Ma quale San Francesco incarna lo spirito dell’identità nazionale, quello dell’iconografia stereotipata:
il mingherlino santo dei poverelli che passeggiava nella amena umbra campagna ammirando prati e fiorellini;
il mistico dei fioretti che all’ombra dei secolari olivi canticchiava lodi a sole stelle acqua e vento;
il sognatore che adunava e parlava agli uccellini e sui monti eugubini ammansiva i lupi cattivi;
l’ invasato che in san Damiano crede de udir la voce de’ Cristo ordinaie de “andà a riparà la su casa in rovina” e sen va’ a Foligno a vendesi le stoffe preziose del papuzzo per raggranellà i soldi per riparà la chiesetta;
il folle idealista del gesto eclatante che in piazza ripudia beni e vestiti se mette un sacco e va a messaggià gioia e letizia al viver in penuria e umiltà;
un giovane eccentrico che si ribella a babbo e società e ramingo nel mondo se ne va a predicà che bianchi neri e gialli nun c’è diversità, semo tutti fratelli da amasse senza difficoltà;
il pazzo infervorato di martirio che si vo’ gettà nel foco per dimostrà, al sultano e la su corte, che con la su fede ne esce vivo; un rozzo sempliciotto che pe capì come era nato Gesù a Greggio te raduna il paese in una stalla e te mette inscena cristiani pecore e asinelli ;
un “bizzarro ” imbevuto d’amor da fasse trafigge alla Verna pe sanguinà serafico a vita;
il visionario de Cristo, la Madonna e angeli della Porziuncola che te pensa basta venì, pentisse pe’ liberasse ” dalla colpa e dalla pena in cielo e in terra, dal giorno del battesimo al giorno e all’ora dell’entrata in questa chiesola;
un menestrello de pensiero pacifista che te en va a di che la guerra nun è di nessuno sorella.
O il Francesco patrono d’Italia, l’incarna quel santo realista, con i piedi ben piantati per terra, conscio di vivere in un momento di profondi sconvolgimenti che stanno rivoluzionando l’occidente cristiano;
il ragazzo di arme ricco e ben istruito che sa cogliere le sfaccettature del suo tempo e scegliere senza tentenni da che parte schierarsi;
il raffinato parlatore capace dimostrare con valide obiezioni ai valori egemoni della propria società secolare distorsioni e ingiustizie sociali;
il giovane capace di mollare tutto, agi, ricchezze, amori, lussurie, amicizie per coerenza di fede al Vangelo di Cristo;
l’ abile diplomatico di coesione internazionale che, partendo dalle peculiarità di ciascuno, dialoga con tutti e da tutti si fa ascoltare;
il coraggioso precursore del dialogo interreligioso senza indugio e paura che affronta disagi e pareri contrari per andare a confrontarsi con un potente sultano islamico, acerrimo nemico del cristianesimo;
il precursore della letteratura italiana che col suo Cantico delle creature è protagonista di uno dei più bei canti del paradiso di Dante;
il giovane uomo dai chiari e limpidi concetti sul valore dell’uomo e dell’umano che esprime pensiero e idee  in un linguaggio universale;
il rifondatore del legame chiesa-classi, povere;
il liberatore della corruzione economica-mondana che imperversa nel cattolicesimo;
l’ operatore di fede difensore degli ultimi, i poveri, i lebbrosi, gli scartati della società;
un edotto della colpevole tentazione umana che chiede indulgenza e misericordia divina per ogni debolezza trasgressiva sinceramente pentita;
un essenziale minimalista che divulga l’idea di rispettare e conservare la natura e le sue creature per un giovamento comune;
un ambasciatore di pace oltre i confini, tutte le diversità, usi, costumi, linguaggio e credo;
un ricercatore di inesplorati territori spirituali e materiali convertito credente in Cristo che vive la sua avventura terrena in consapevole libertà di spirito e corpo;
un innovatore che con le armi dell’amore e dell’umiltà cambia l’Italia ed il mondo.
Altro si può aggiungere ma direi che ce ne è abbastanza, sia il Francesco uomo santo di fraternità, umiltà e povertà, e sia il Francesco, uomo forte, armato di fede e amore ben incarnano la figura di patrono nazionale.  In entrambi convive il vero spirito che anima ogni italiano.
Un tempo il 4 ottobre, giorno del “ transito” di san Francesco d’Assisi, era festa nazionale. Le scuole erano chiuse, anche gli uffici, le fabbriche.. per lo più rispettavano la solennità e solo in rari casi avevano l’orario di lavoro ridotto ( allora si diceva a mezza festa). Era festa nel giorno solenne commemorativo del patrono d’Italia e agli italiani si dava modo di rendergli onore. Oggi si è lavorato a tempo pieno ovunque. Anche se il 4 ottobre è sempre il giorno di Francesco, il santo popolare tra i più venerati nel mondo, che per volontà di papa pio XII dal18 giugno 1939, assieme a santa Caterina da Siena è il patrono d’Italia. È un po’ triste constatare come, un po’ alla volta, nel nostro paese per scelte dettate da un esagerato senso egoistico, mirato più al materialismo monetario accaparratore per pochi che al progresso umano esteso a beneficio di tutti, si siano smantellate tante feste e tradizioni e la festa del patrono nazionale sia stato un giorno qualunque. Eppure san Francesco d’Assisi, è un uomo santo fondamentale nella storia e nella cultura del nostro paese. E per i valori che rappresenta, specie in questi tempi, diversi ma assai simili per certi versi ai suoi, meriterebbe un attenzione in più.

7stigma

by dif

una curiosità interessante:

San francesco figlio di un ricco mercante di Assisi dalla madre fu chiamato Giovanni, ma il padre al ritorno da un viaggio in Francia talmente entusiasta di quel paese  impose di chiamarlo Francesco. Prima Giovanni e poi Francesco. Nomi a caso o nomi profetici di due papi che…

 

Amica mia

africa 2

VORREI

AMICA MIA

NON PARTIRE

VORREI

AVVINGHIARMI ALLA TUA MALIA

UBRIACARMI DEL CALORE CHE T’AVVAMPA

SPOGLIARMI

SVOLAZZARE SINUOSA

RAMPICARE LA CORRENTE RITROSA

VORREI

TUFFARMI

NELL’ACQUE SPIROSE

AVVOLGERMI

NEL VENTO SALIENTE DALLE CAVITA’ VITROSE

ALEGGIATO

IN VERDI SCIACQUII

DA UN OCEANO INDIANO FATATO

VORREI

NON SPRECARE ATTIMI PREZIOSI

EMPIRE L’ANIMA MIA DI SUONI IMPETUOSI

SOPORIRE

I VAPORI VOLUTTUOSI DELL’ ATALANTINO

IN CIMA ALLO SPERONE PALADINO

GRIDARE ALL’ECO

TRASLOCA IL MULINO

DEL CUORE

NEL REGNO FORASTIO DEL DESIO

VORREI

ROTANDO LO SGUARDO

ABBRACCIARE LA FORESTA LUSSURIOSA

VALICARE

I CANCELLI DELL’ORDINARIO

INEBRIARMI

DÌ VITA ANTICA MISTERIOSA

PELLE FUMIGATA DA SOLI COCENTI

SUDORI ARDENTI SPALMATI IN DIAMANTI

PIOGGE VELIERE

SERRATE TRA ROSACEE SCOGLIERE

VORREI

ESPLORARE LE VISCERE VULCANE

INCONTRARE L’IGNOTO UMANDIO

LASCIARTI SENZA ADDIO

VORREI

CIRCUNNAVIGARE IL MARE CHE T’ABBIGLIA

CARPIRE L ’ENERGIA DI TERRA AMICA

CHIUSA

IN SUOLO OCARINO DÌ FATICA

SFERZATA DA RUGGITO D’ONORATO CRINIERO

BARRITO TONANTE MORZO D’ AVVENTURIERO

SFIORATA

DA PETALI DI FRONDE NERE

BAMBINI BALZELLANTI SU GRANI STRANIERI

SCROSCIATI DA INSODATI SENTIERI

QUAL FIORI SINGOLARI D’ABBAGLI SENSUALI

GIUNTI DA PARADISI ANCESTRALI

VORREI AMICA MIA

ANDARE LONTANO SENZA MALINCONIA

CAVALCANDO I TRAMONTI INFERINI

ARCHETIPI FUOCHI USURPATI A DEI ALATI

INFIAMMATI DA CIELI SCATENATI

VORREI

IN TUA COMPAGNIA

SALTARE NEI PRATI SCONFINATI

SAZIARE I DESERTI DESOLATI

PIANTARE UN FIORE NUOVO D’ARMONIA

LASCIARE UN PIZZICO D’ANIMA MIA

VORREI

PORTAR CON ME LA TUA MAGIA

CULLARLA OGNI MATTINA

DESTARLA

SUL PETTO ANSANTE D’AMORE E MERAVIGLIA

BLOCCARLA NEL PUGNO

SCOLPIRLA NELL’OCCHIO

RITROVARLA

NEI CASSETTI DELLA MEMORIA FRESCA DÌ SAPORE

SCORRAZZARLA IN OGNI DOVE

FIN QUANDO

EVAPORANDO IN STELLA

RICADRO’

LUCCICANDO SU LINFA DI FOGLIA

SDEBITANDO’ IL FAVORE CON VIRTU’ DI CIGLIA

AD AMICA PRODIGA CHE M’EMPI’ DI GIOIA

e.r

africa

Grazie Lucy!

dif

Quando la natura decide di dar spettacolo

fiori atacama

Quando la natura decide di dar spettacolo, è fenomenale nel trovare il modo d’irrompere sulla scena e strabiliare. Non v’è al mondo nessuno che possa arrestare i suoi irruenti impulsi, men che meno competere per eguagliarla in meraviglie espressive. Ma, lo spettacolo che con i suoi segretissimi meccanismi offre è sempre idilliaco, placo, irresistibilmente magico, condiscendente e sintonizzato ai desideri umani? Si e no! A volte, come la fata buona, usa i suoi poteri straordinari per regalare avvincenti sorprese che riempono gli occhi di incomparabili apparizioni di forme e tinteggi e l’animo di emozionanti sinfoniche bellezze, tipo le aurore boreali o, in questo periodo, le “rose” di Atacama. Cioè una mirabile multicolore visione fiorita nel deserto cileno di Atacama, uno dei luoghi più asciutti e inospitali del mondo, da sembrar miracolosa. È 50 volte più desertico della Death Valley californiano! Il tutto “pregio” di esibizioni con forti piogge che penetrato il terreno arido immagazzinano quell’umidità essenziale da far ascendere alla luce e sbocciare semi e bulbi regalando una incredibile quanto spettacolare panoramica apparizione variegata, di forme e colori, da lasciar a bocca aperta chi, per volere o caso, vi capita.

flowers atacama cile

A volte fa la strega cattiva e usa le sue forze occulte in modo crudele e violento che riempono gli occhi di visioni spaventose e l’animo di allibito sgomento da togliere fiato e sorriso. L’ ha fatto nel “cuore” dell’Italia l’anno scorso, in recenti giorni in Messico, scatenando una serie di sussulti da creare inaspettati scenari angosciosi.

imm terrQuest’anno, nelle isole Caraibiche, Cuba, Stati Uniti con Harvey e Irma, purtroppo pure a Livorno aizzando furiosamente vento e vomitando tanta di quell’acqua da offrire agli occhi umani sconvolgenti immagini di desolazione.

Hawaii 1

Esplicitamente, atteggiamenti estemporanei opposti della natura, ovvi spettacoli contrari. Quello della fioritura delle “rose” nel deserto: fatato, stupefacente e piacevole da gustare con tutti i sensi. Da applausi.

rose di atacama

Quello di terremoto, uragano, o inondazione: horror, quanto mai perverso, dal sapore tragico da far rizzare i capelli e accapponare ogni poro della pelle. Decisamente recital da fischi.

nubifragio-livorno-3

Per quale ragione la natura, quando decide di dar spettacolo, ora è fata buona ora strega malvagia? Difficile arrivare all’origine delle sue scelte comportamentali per dare una risposta precisa. Per come asseriva il filosofo Aristotele, fondatore di una scienza complessiva della natura : La natura è un principio e una causa del movimento e della quiete in tutto ciò che esiste di per sé e non per accidente” Quindi, è fata o strega non a caso, per precisa logica introspettiva!

Un nesso vita, luce bellezza, una connessione causa, effetto bruttezza? Beh, nella totalità dei fenomeni che manifesta, delle energie che sprigiona in modo dolce o aggressivo, da sotto, da sopra e in superficie, un legame non è da escludere. D’altronde se qualcuno ha scritto: Natura! Noi ne siamo circondati e stretti, incapaci di uscirne e di penetrarla più a fondo. Ci afferra nel giro della sua danza senza invitarci o avvertirci, e se ne va alla deriva con noi finché siamo stanchi e il suo braccio ci sfugge…Essa ha pensato e tramato incessantemente; ma non come un uomo bensì come natura…Non ha linguaggio né parole ma crea lingue e cuori attraverso i quali parla e sente”

Indubbiamente la natura ha un sentire e dire cosciente che esprime e rende fruibile, a volte in modo plateale altre in modo sommesso. Il complesso sta nel recepire e interpretare esattamente ciò che comunica. Per quanto l’uomo la studi, cerchi di rubarle i sistemi, i segreti, di entrare nel suo spirito, a ogni rivelazione che riesce a strappare essa ne contrappone un’altra ignota, a ogni conquista comprensiva dei suoi fenomeni ne fa susseguire altri mille. Cosicché l’uomo non riesce mai a giungere a decifrare tutte le incognite fenomenologiche del suo essere. Anche se…anche se talvolta ci arriva eccome l’uomo a decifrare i suoi messaggi e cogliere le finalità ma per comodo egoistico fa lo gnorri. Se poi paga i risvolti che ha da lamentarsi? Vero che la natura si attiva a suo piacimento e si concede in base a sue leggi quietando o scombussolando il contesto, ma si comporta da natura semmai è l’uomo che non fa altrettanto!

In tutti i casi, quando la natura decide di dar spettacolo, le esibizioni sono esclusive e eccezionali e nessun recital umano può reggere a suo paragone o emulare l’esecuzione. È unica nel trovare il modo, sia in bene che in male, tempi e metodi, per sorprendere e stupire.

Buon weekend e piacevoli sogni in “maree fiorite” super colorate e risvegli  “extraterrestri” in luci variopinte!

fioriaurora

bydif

…le immagini illustrative le ho prese dal weeb, ringrazio chi le ha fornite

“ Una piccola matita nelle mani di Dio”

 

matite

 

“Sono come una piccola matita

nelle Sue mani, nient’altro.

È Lui che pensa.

È Lui che scrive.

La matita non ha nulla

a che fare con tutto questo.

La matita deve solo

poter essere usata.”

Madre Teresa di Calcutta

Non so se quella minuscola suora, missionaria di carità a Calcutta,  era la matita col quale il Padreterno disegnava sulla terra alcuni Suoi progetti. Se lo era, quella matita di certo si è resa una grafite malleabile e tenera, sempre disposta a cedere parte del suo guscio esteriore, lasciandosi temperare “il legno duro” per rendersi efficiente punta, pronta da usare, per eseguire abbozzi, scrivere, con un bel segno visibile, nei fogli di tante vite umane, sicura che ogni linea, punto, tratto, parola che tracciava era espressione palese del pensiero dell’Onnipotente. Se invece non lo era, madre Teresa  ha comunque agito come se lo fosse. Con la sua piccola matita esistenziale  ha tracciato linee di altruismo, compassione, dedizione dove nessun altro osava. Abbozzato piccoli sentieri di attenzione alla sofferenza, al dolore, all’abbandono in terre sociali dove nessun altro si avventurava che si sono riempiti di esseri umani, trasformandosi in ampie vie umanitarie di conforto, assistenza, aiuto agli ultimi, agli scartati, ai bisognosi. Scritto pagine e pagine di carità e di storia di amore per il prossimo, in tutto il globo. Con la sua piccola matita di donna ispirata da una inesauribile fonte di amorevolezza assistenziale estrema. Da un audace opinione di anteporre gli altri a se stessa, da un incondizionato senso di giustizia sociale e diritto alla dignità e alla vita, la piccola madre Teresa ha disegnato, occhi, mani, cuori ricchi di abnegazione. Li ha riempiti di colori accesi azzurri come il cielo, bianchi come la verità, rossi come la passione. Li ha animati di spirito di pazienza estrema senza confini. Fatti camminare nel mondo per stampare col sorriso, la fede, il coraggio, la convinzione in tanti poverissimi altri occhi di orfani, malati terminali, anziani, madri, conforto, sostegno, tenerezza.

Nei fatti, la piccola matita, o da strumento attuativo di un progetto divino o da libera professionista secolare, egregiamente e senza risparmio, ha consumato la sua “grafite” vitale, nelle strade di Calcutta e nel resto del pianeta, fino all’ultimo granello.

A vent’anni dalla sua scomparsa è innegabile che madre Teresa con la sua piccola matita, da suora, donna, essere umano,  ha tracciato tanti tanti fili alla pietà. Intrecciato tanti tanti sguardi alla generosità. Legato indissolubilmente tanti cuori al sacrificio. Dato vita e suono a punti invisibili della società com’anche ammutato giganti statue nei palazzi del potere. Portato luce nei vicoli tetri dell’indifferenza. Elargito senza incertezze carezze, parole, sguardi, speranza, colmato vuoti di solitudine disperata. Lasciato ampie e ben delineate linee guida all’inclusione, alla disponibilità, alla fratellanza, all’uguaglianza, alla pace, al bene senza contropartita interessata, senza demarcazione etnica e senza frontiere dottrinali a tantissime piccole matite colorate. Matite missionarie di carità, sorelle nelle difficoltà, volontarie stracolme di umana dolcezza.

madre teresa

MI sovviene, se con una minuscola matita madre Teresa è riuscita a lasciare un “museo di capolavori “di umanesimo, con quella gigantesca di Santa che farà? Farà meraviglie! Ne sono certissima. Disegnerà gioielli, di grazie e intercessioni, da donare a tutti quegli umani emarginati, scherniti, relegati nel dimenticatoio socio-economico. Da matita assai perspicace però veglierà e si accerterà che le sue matite colorate risplendano nei “musei filantropi “ poveri di apparenza ma ricchi di fede. Invece lascerà che la polvere si ammucchi nei musei delle cere, tanto ricchi di vesti pompose quanto privi di comunicazione animica.

madre-teresa-calcutta-giovanni-paolo-

bydif

per la cronaca:

la piccola suora al secolo Anjezë Gonxhe Bojaxhiu ma conosciutissima come madre Teresa di Calcutta era nata il 26 agosto 1910 a Skopje in una benestante famiglia albanese. il 5 settembre 1997 concluse la sua vita terrena a Calcutta dove è sepolta. Proclamata beata il 19 ottobre 2003 da papa Giovanni Paolo II, il 5 settembre 2016 è stata innalzata agli onori di Santa da papa Bergoglio.
Madre Teresa, la piccola matita di Dio, con la parola, l’esempio la spiritualità carismatica in vita si è adoperata e spesa senza soste diventando una celebrità mondiale. Ha ricevuto tante onoroficenze, attestati, premi, enormi riconoscimenti internazionali legati alla sua opera umanitaria, tra cui il Nobel per la pace. Veramente anche tante critiche con dubbi assai millantatori e controversi sulla sua attività di carità agli ultimi degli ultimi. Con umiltà e grandissimo senso di tolleranza nonchè di intelligenza, madre Teresa ha saputo andare oltre a opinioni contrarie senza mai abbassare lo sguardo o modificare il suo stile di suora, di donna di fede, di missionaria soccorritrice dei malati, dei “poveri più poveri” , gli esclusi, o come dice papa Francesco gli scartati.
Nel 1950 ha fondato l’ordine delle suore missionarie che nel loro bianco saio colorato da una striscia blu oggi continuano con lo stesso spirito gioioso la sua missione altruista in ogni continente.