RENZOPOLI

renzopE così, in vero stile retrò l’ingordino  Renzi si è sbarazzato del suo rivale “fratello” politico e ha formato la sua renzopoli governativa. Ma ce la farà a restare quattro annetti sulla poltrona sgriffignata con cianciette ipocrite di amor patrio? No. La poltroncina tanto agognata e conquistata con scorciatoie palazzopole non reggerà ne al peso della sua irruenza sculettatoria del faccio meglio tutto io, ne agli assalti segaiolideidestropredoni, ne ai tarliscavaiolipentastellati che aspirano a banchettare indisturbati. In fondo non c’è da meravigliarsi se non durerà a lungo sul tronetto. Come si dice “chi la fa l’aspetti” E lui l’ha fatta grossa! Ho l’impressione per non dire certezza che non dovrò aspettare tanto per assistere a un  “gelido  passamano”  di  campanellina di Renzopoli a…..??? tecnopoli?svernapopulis? grillopoli? nonnopoli?.…..nohoeh……facciamo   seriopoli…sennò ci scappa rivoluzionopoli…..al momento voglio pensare al meglio…

 augurando una buona settimana di renzibuongoverno  a tutti 

un caloroso ciao 

Dif

PD CONTRA PD?

renzi e letta

In “casa” democratica oggi finalissima, pare senza sorpresa, del duello mortale per la leadership della poltrona di palazzo Chigi tra l’aggressivo Renzi  e il recalcitrante Letta. Anche se non è la prima volta  che in casa PD si silurano a vicenda – è successo a Prodi e a Veltroni –  questo PD CONTRO PD di oggi resterà nella memoria come un brutto spettacolo di manovre di palazzo a scopi meramente d’ingordigia protagonista. Certo agli italiani questo cambio di “culo” a palazzo Chigi è venduta come una necessità per il loro bene. Molti lo sperano, ma pochi ci credono.  Perché? Perché è facile riempirsi la bocca di parole che toccano le problematiche vere che molte famiglie, aziende, giovani e meno giovani  drammaticamente vivono giorno dopo giorno sulla propria pelle, ma è assai difficile  realizzarle specialmente quando si mette al primo posto se stessi. Cosa potrà fare di meglio e di più Renzi rispetto a Letta  con una maggioranza così composita?  Ha forse la bacchetta magica o poteri soprannaturali? Macché  ha solo la voglia di grinfiare ancor più il suo  successo, venuto dalle primarie, per paura che gli sfugga. Altrimenti, perché  sfiduciare il premier di un governo a maggioranza relativa del suo stesso partito? Per il bene dell’italia e dei suoi abitanti? Magari fosse vero! L’ambizione è ottima per competere e arrivare da vincitori al traguardo, ma se si accoppia con la fretta…facile che diventa strabica.  E allora che cambierà da domani o post domani questo fratricida duello? Cambierà facce e “culi” sulle poltroncine ma purtroppo non cambierà “verso” ne all’Italia ne agli italiani!!! 

 Un saluto a chi passa 

dif

 

Solo favole…

pifferaio.jpg

Ma davvero carini siete convinti che io possa credere alle vostre favolette? Neanche i miei nipotini ci credono più, hanno già compreso che c’è un abisso incolmabile con la realtà. Ma davvero mi fate così cogliona da bere il veleno contenuto nelle vostre promesse ? Ne prendo uno a caso: Monti. Fino a ieri tra tagli, imu e varie mi ha rivoluzionato all’estremo ribasso il mio menage familiare e oggi racconta la favoletta che toglie, abbassa, modifica. Dice che lui è il nuovo e si allea con due che da quasi 30 anni sono in parlamento. Dice che la scelta civica è per il futuro degli italiani. Quali? Ha candidato e si fa sostenere da gente solo del suo “ambiente” il pinocchietto. Favole! Preferisco quelle del Berly almeno è simpaticone e non si smentisce! Illusi. Parlate, parlate. Promettete, promettete. Ormai non vi ascolto più. Siete talmente vanagloriosi e così presi dal vostro egoismo che non vi siete accorti di quanto la gente come me è incacchiata, stufa delle vostre facce e dei vostri rinculi frettolosi quando vi scappa qualche parolina schiaccia voto. Non sapete far altro che accapigliarvi e partorire qualche spot elettorale per carpire un voto e assicurarvi un posto che faccia salire la vostra autostima e ingrossare il vostro portafoglio. Per accaparrarvi il primo posto vi date addosso l’un l’altro in modo indecente, incuranti di un minimo di coerenza e di rispetto verso chi deve mettere una crocetta sul vostro simbolo. Non solo siete parassitari improduttivi per la nazione che ci costate in modo esagerato, siete pure un cattivo esempio per i giovani che debbono affrontare per la prima volta il calderone elettorale. Le vostre scorrettezze verbali hanno raggiunto il limite, offendono l’intelligenza di chiunque abbia voglia di ascoltare per comprendere e fare una scelta consapevole.

Certo a voi non importa un cacchio se io non vi voto, mi eliminate con un spocchioso “ qualunquismo populista” Invece vi dovrebbe importare e molto perché faccio parte della massa che parla, esprime opinioni, elabora convinzioni e alla fine sceglie a chi accordare un minimo di fiducia. Se fate un giretto su fc sai quanti qualunquisti trovate ? Un sacco! Voi potete pure garantire di far volare gli asini per ingraziarvi preferenze ma non dimenticate che è la massa che decide se rischiare il suo futuro su una improbabile eventualità. Uno + fa sempre la differenza.

mont.jpg

Un saluto e buona settimana a tutti

Dif

meglio ridere che piangere!

BUON POMERIGGIO CARISSIMI AMICI E PASSANTI

Qui un bel sole mette allegria e voglia di dare un colossale calcio a tutto ciò che ingrippia e a tutti QUELLI che massacrano presente e futuro di giovani e vecchi. E’ tanta la sua carica energetica che fa scappare da ridere anche su ciò che ci sarebbe da piangere. Siccome piangere mi rovinerebbe il trucco e provocherebbe un tale diluvio imprevisto che farebbe pure scomparire i monti (magari!! solo uno, quello di troppo…) è meglio che rido. Con un po’ d’ironia ci riesco meglio. Anche se non mi cambierà lo stato di fatto mi eviterà di vedere i “neri mostriciattoli” che da destra a manca stanno facendo di tutto meno quello che dovrebbero fare.

Con un bacione solare e qualche svignettata vi auguro una lieta serata

dif

manichin.jpg

mon.jpg

polli.png

foglie morte.png

mele.png

images (11).jpg

LE CENERI

Oggi sono le ceneri e con la nuova liturgia cattolica si ricorda  l’avvio del periodo quaresimale.
Anticamente le ceneri invece erano la celebrazione pubblica della penitenza, il rito che dava inizio al cammino di pentimento dei fedeli che si concludeva il giovedì santo con l’assoluzione dei  loro peccati. L’imposizione delle ceneri nella teologia biblica ha un doppio significato. In primis ricorda all’uomo la sua fragile  condizione umana, il limite della propria esistenza precaria evidenziata in tanti passi biblici come quello in cui Abramo rivolgendosi a Dio dice: “…io che sono polvere e cenere…” In secondo rappresenta  il segno esteriore di chi si pente del proprio agire e compie un nuovo cammino verso Dio come fecero gli abitanti di Ninive che dopo la predicazione di Giona, si vestirono di sacco e digiunarono, o come, su invito di Giuditta a far penitenza, fece tutto il popolo israelita: umilmente ogni abitante si cosparse il capo di cenere e si prostrò  davanti al tempio di Dio  per chiedere la liberazione.
La liturgia del mercoledì delle ceneri è molto significativa. Per ogni buon  cristiano inizia il periodo di preparazione alla S. Pasqua  ma conserva questo duplice significato che è chiarito dalla formula di imposizione: “Ricordati che sei polvere, e in polvere ritornerai” e “convertitevi e credete al Vangelo”. A parte il “convertitevi” credo serva a tutti  ricordarsi che siamo esseri deboli e  fragili, il nostro è un breve passaggio,  anche  chi non è credente  può trovarvi uno spunto di riflessione importante per non arroccarsi su posizioni ideologiche che sono espressione unicamente temporale.
 
cener.jpg
Un po’ di ironia che però non vuole essere offensiva e sottovalutare
l’importanza rituale  delle ceneri
*
Buon mercoledì delle ceneri a tutti
dif

GIU’ LE MANI

  
Scansione0002.JPG

giù le mani

dalla mia dignità

non è al servizio

di 4 pagliacci pruriginosi

anti gnocca

arrapati di avere la mia dignità

per immolarla sulla piazza

giù le mani

fantocci smemorati

corruttori della mia dignità

voi

 difendere la mia dignità?

ma quando mai…

speculate sulla mia dignità

strumentalizzate la mia dignità

giù le mani

ruffiani mediatici

la mia dignità

non è merce di scambio

per faziose ossessioni

giù le mani

guardoni profittatori

la mia dignità

non ha bisogno di voi

***
dif