E adesso? Adesso…

Immagine

E adesso? Adesso… che la politica da nobile arte è stata mutata in ignobile mercanteggio,e sia chiaro, per fini tutt’altro che onorevoli, abilmente smerciati, da un ambizioso sensale, come virtù ingegneristiche di soccorso
a un paese sull’orlo di un baratro, per malefatta di calcolo sbagliato di un incompetente sfrontato. Adesso che posso bramare?
Posso bramare che i gravi problemi che ogni giorno m’assillano si risolvano nuotando in un pantano camerale?
Manco se mi trasformo in rana!
Anelare che l’angoscia di infettarsi con un virus fatale andando dal fornaio sparisca dal mio panorama?
Manco se vi dipingo un gigantesco iniettore!
Augurarmi che finisca la babele di notturni concistori e giornalieri blaterare discordanti che liberano o coartano, rassicurano o agghiacciano,da incasinare la testa?
Manco se prego tutti i Santi!
Mirare a un futuro di riapertura di porte, portoni e saracinesche?
Manco se chiamo il migliore fabbro!
Convincere mio nipote che la dad è eccellente mezzo educativo per apprendere e acculturarsi e i banchi a rotelle sono ottimi per esercitazioni ginniche per crescere sano?
Manco se m’appello a san Giuseppe da Copertino!
Confermare  ai miei figli che l’etica è un valore irrinunciabile?
Manco se resuscito Socrate!
Placare l’ansia della Cesarina tappata in casa, sola soletta, ascolta quel che dicono in TV, poi chiama a tutte l’ore che a un caos che le fa salire alle stelle la pressione e vuol sapere da me quando la baraonda finisce?
Manco se imploro la fata turchina!
E Adesso…? Adesso è tutto un guazzabuglio in cui non posso ambire proprio a nulla e il perché è pure banale. C’è forse da aspettarsi da un politicar sceso tanto in basso una conseguenza positiva a risolver i problemi reali di qualcuno?
Manco nei sogni più chimerici!

Quello che mi irrita assai assai, non è la delusione  e neppure dovuto al decadere della nobile arte, ogni tanto ci sta che l’uomo nell’esercitarla mistifica per contentar la plebe, quanto all’ignobile recital messo in scena per attrarre qualche uditore a sbellicarsi in encomi all’attore principale che già di per se si smascellava a magnificare la sua bravura di interprete, per allettar una cerchia di traffichini a fargli mantener il ruolo di star e allontanar lo spettro d’esser declassato a miserevole comparsa.
Adesso sperar che tanta indegnità muti situazione è assurdità da squilibrati bontemponi. Adesso tutto il can can sollevato da una critica, giusta o sbagliata che era, per bramosia di conservar gloria e potere fa si che tutto andrà peggio di prima! A meno che…
A meno che qualcuno di gran senno ed esperienza non si chieda: vabbè fuori uno, ma fuori due…uhm non quadra e dia di ramazza. 

bydif

 

E adesso? Adesso…ultima modifica: 2021-01-23T11:18:26+01:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “E adesso? Adesso…

  1. Stai tranquilla, tra mafia, corruzione e mistificazioni di vario genere dovuti alla pessima informazione, politicamente parlando l’Italia ha superato momenti ben peggiori.
    Buona serata.

Rispondi a Mr.Loto Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *