L’IMMAGINE DELLA VERITA’

specchio 1.jpg

La donna raggomitolata nel suo scialletto d’un colore imprecisato, stinto dagli anni e dai lavaggi, immobile come una cariatide prima mi guardò dal bordo della fontana, mentre frettolosa attraversavo la piazza immersa nei miei mille pensieri, poi con una voce imprecisata che sapeva di remoto e d’avvenire disse: ehi, senti tu, avvicinati, ho da farti una domanda. Sai dirmi dove trovo l’immagine della verità? Io l’ho cercata in uno specchio opaco, in vette inaccessibili, in un pozzo senza acqua e fondo, non l’ho trovata. nessuno l’ha riflessa.

Mentre stranita dalla richiesta cercavo una risposta, la donna con l’occhio fisso all’orizzonte con una mano agitò il suo scialletto, scoprì uno specchio che teneva  stretto con l’altra al petto, poi senza darmi il tempo di articolare un suono vocale iniziò a raccontare:

“Ho cercato l’immagine della verità in uno specchio; non l’ho vista riflessa, troppo grigio, opaco e appannato dal mio fiato.

Allora ho cercato la verità nei riflessi dell’acqua d’una sorgente; non l’ho vista riflessa, troppo limpida e chiara.

Sono andata al pozzo a cercarla, non l’ho vista riflessa, troppo profondo e nero.

Non mi sono arresa, a  rischio della vita son salita e salita fin la vetta più alta del pianeta; c’era la nebbia che offuscava la vista e la verità non l’ho vista.

Son scesa negli abissi; c’eran troppi pesci che guizzando scomposti balucavano i mie occhi e l’immagine della verità  si è dileguata nell’acqua fosca

Son tornata caparbiamente al pozzo; mi sono sporta oltre misura per vedere se almeno c’era una goccia che riflettesse l’immagine ideale della verità, inutile, era privo di acqua che potesse acchiappare un fil di luce per diradare la mia caligine.

Allora scartata ogni logica ho messo l’immagine della verità al di sopra di tutto e per trovarla ho frugato in ogni dove, prima seguendo vie piane, poi quelle contorte e strane, infine quelle caotiche piene di alterazione dove ho calpestato a mano a mano quello che accortamente avrei dovuto pestare.

Per trovare quell’immagine che mi aprisse i cancelli della verità ho scartato il divino per abbracciare il meschino. Ho buttato anni di vita per donarla a chi ci giocava. Mi sono fatta marionetta volontaria di chi non sapeva animarla, mi sono fatta ingannare, mutilare, deturpare da chi non aveva regole e rispetto umano. Ho lasciato che anima e corpo si abbandonassero senza riserve offrendo la possibilità a chi voleva di approfittarne. Non ho saputo custodire una molecola di me. Ho permesso di togliermi volontà, respiro. Ho permesso di farmi divorare, succhiare ogni fluido di linfa. Ho accettato senza condizioni che pioggia, grandine, fulmini e tuoni potessero colpirmi. Ho offerto in olocausto me stessa a chi voleva distruggermi, polverizzarmi.

Vedi, lo specchio che oggi è qui nelle mie mani è argenteo, brillante; il sole lo illumina, imporpora la cornice dorata e il mio volto che le sta di fronte mentre cerca di carpire l’insondabile verità dell’altro volto. Ma nessuna immagine, nessuna verità, nessun volto riflette. “

Sai dirmi tu il perché?

 

La guardo strabiliata.  Nessuna immagine può riflettere lo specchio. E’ nero come la pece.

 

All’improvviso il volto in cerca di verità perde consistenza, evapora come fosse in una buca piena di acido.

 

Non so se ho captato le rifrazioni interrogative della cariatide immobile vicina alla fontana, raggomitolata nel suo scialletto nero e lo specchio stretto al petto o quelle di uno spettro  distrutto da una ricerca vana. So che la verità è una cosa strana, un’immagine ideale che non si trova in nessuna strada e la donna dalla voce senza passato e avvenire s’è dissolta prima che potessi darle  la mia risposta.

 

 

colibri.jpg

 

L’IMMAGINE DELLA VERITA’ultima modifica: 2010-03-02T12:51:00+01:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

59 pensieri su “L’IMMAGINE DELLA VERITA’

  1. Ciao Diffy…..
    Si un po’ per certe vicissitudini ho lasciato il pc ma non del tutto come vedi…..Sulla ”Verita”,ho pubblicato una Lirica ”Un Giorno che Anticipa La Festa”..Credo che la riproporro’ nel Blog principale….
    Intanto ti dico che ho regalato(ma lo faccio spesso verso chi mi attrae)un libro ad una cassiera del supermercato…Ho addirittura aperto un blog su di lei,che va in giro con un Look stile Kleopatra…..Da questa ”avance”,non me so piu’ ripreso…ahahahhaa(c’entra anche il campionato di a…che jella….)…..Ho notato che Lei e’ rimasta colpita del gesto,anche perche’ pnso che non capiti tutti i giorni che un Autore ti dedichi u Libro,anzi,Una Silloge che ha fatto il giro del mondo…..Ciao e dolce Giornata…Diffy

  2. Una ragazza…
    con una lanterna in mano
    cercava senza sosta la verità
    guardava in ogni angolo…
    in ogni volto che incontrava
    i suoi occhi erano talmente attenti
    a non perdere nessun indizio
    da non prestare attenzione alla strada
    che era sterrata… sconnessa
    e una grossa radice la fece inciampare
    la lanterna cadde a terra
    il vetro si ruppe
    la fiammella si spense…
    e la ragazza lì… al buio
    finalmente trovò quello che cercava.

    Ricambio il sorriso 🙂
    Bricciole………………………………..

  3. Buongiorno Dif…grazie per le belle parole che lasci sempre da me…Sono verità tue che mi riempiono di luce…Se tutti vivessimo di verità regaleremmo agli altri mille colori di noi che non hanno…
    Complimenti per il post!..Sublime.
    Buon finesettimana, ma buona buonissima
    Un abbraccio di mare e cielo.

  4. ahahaha arabo? naaaa di solito il file musicale è in formato mp3 che è meno pesante, ma siccome quik time non me lo legge allora lo devo concrtitre in wma che è più pesante ma si sente meglio, quanto al commeno beh hai centrato in pieno, quando chi fa politica sil territorio non sarà più in grado di calmare le acque allora si ne vedremo delle belle, per la tua riflessione lascia perdere sono talmente ipocriti che per quanto si possa pensarci non sarà mai sifficente per contenerne la quantità

  5. Io scherzavo ,non sono ricca ,ma posso vivere senza dover lavorare per il momento ,poi si vedra’ 🙂

    Io niente caffe nel pomeriggio ,soffro di insonnia :((((((

  6. Sai anche le mie amiche mi dicono tutto ,sono il loro confessore ,io sono molto discerata e loro lo sanno per quello mi dicono le cose ,penso che tu ed io abbiamo molte cose in comune 🙂
    Grazie del consiglio ,ci provo ,poi ti faccio sapere
    buona serata
    baci
    kicca

  7. Ciao Mia Cara Amica da lontano!
    Che bello!!!!!!!!!
    Tante volte la veritá é di fronte a noi e non la vediamo…
    É come vedere senza guardare o come dice Serrat”… Nunca es triste la verdad lo que no tiene es remedio.”

    Questa é la canzone
    http://www.youtube.com/watch?v=mHeHJs6V70o&feature=related
    Per me é bellissima! Magari piace anche te.

    Grazie per capire i miei sentimenti sei una persona importante per me.

    Anch’io ti abbraccio!

  8. Ciao Diffy o preferisci Lilly?
    Comunque il mio lirismo mi fa innamorare di tutte persino te,e’ una malattia incoscia di cui soffro dalla nascita,persino nell’Estasi Artistica…..
    p.s.a chi ti riferisci ad Arianna la cassiera di Roma,o ad Anna la misteriosa Bielorussa?
    kiss sfiorato sulla mano
    dolce proseguimento
    ed attenta a baffer che mi sembra alquanto ”allupato” ahahh

  9. Il post è riferito all’indifferenza verso chi soffre ecco perche’ dice che è sinonimo di disumanita’ ….mi sa che nessuno lo ha capito il senso che volevo dare alla cosa :(((((((

    comunque pure io sono cosi ,piu’ che discutere io evito …….

  10. Si ci sono casi in cui l’indifferenza è utile e direi quasi doverosa ,ma in altri …non so .ho come la sensazione che siamo presi da mille cose e ci sfuggono i richiami che magari ci arrivano da chi ci sta vicino ……..

  11. già meno sbilanciato del telepreterosso e meno aggressivo di sicuro ti ricordi la rossissima condutttrice girnalista che abbandonò in malo modo il suo programma?

  12. Grazie cara lyly ,ricambio con piacere ,e auguri per domani a te e al tuo pargoletto ….ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh i figli che so’ !!!!!!

    bacio grande
    kicca

  13. Ciao Lyllyna,anzitutto auguri ancora per tuo figlio e buon giorno ….dimmi una cosa ,forse tu puoi capirmi visto che sei cancro come me….ti capita di avere dei giorni in cui ti senti male ,ma male dentro senza un apparente motivo ….cazzarola a me sta cosa mi inizia a preoccupare :((((((((((

    baci
    kicca

  14. Cara difda, ho raccolto il tuo abbraccio e te ne invio un altro, il mio…caloroso ed affettuoso per una settimana stupenda.
    Bello questo racconto..mi ricorda quanto sia difficile il percorso verso la Verità..quella unica e che c’è in ogni cosa ma bisogna scoprirla..sarà forse questa la parte migliore della vita??
    Non perdiamola e continuiamo a cercare.
    Intanto ti invio anche un bacio, con la prima stella che passa …ciao

  15. Quid veritas ?C ‘era una volta la verità. Ed il suo contrario (l’errore) era impensabile e scorretto. Solo ad enunhciarsi. Ma non è più così. Adesso il mondo è pieno di verità. Ed il loro contrario non sono più gli errori. Ma altre verità altrettanto valide e contrapposte. Ma dove saranno andati gli errori ? Forse si saranno travestiti. Da verità ( incontrastabili ed assolute). Cordialità. Lupoblu

  16. ciao lupo blu
    grazie del tuo passaggio 🙂
    ….
    la verità assoluta di per se credo non esista o perlomeno non è possibile riconoscerla in quanto soggetta a molteplici variabili umane. Inoltre penso che non è mai saggio asserirla al 100% può sempre ritorcersi contro, come non è mai saggio prendere una decisione solo in base a un suggerimento altrui, come leggo nel tuo post può dare un risultato contrario
    un salutissimo dif

    sono entrata nel tuo blog ma non sono riuscita a pubblicare il commento, ho messo l’url del mio blog ma non bastava, se ripassi da qui puoi cortesemente dirmi quale id devo scegliere? grazie

Rispondi a kicca Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *