LA SCALA DELLA SPERANZA

 

scalata.jpg

 

Ogni giorno

viene

Ti aggrappa

Tira

Tira forte

E,Tu

Non sai

Sali

Scendi

Sali

A quale gradino

Sei

Ti affatichi

Ti affanni

Sempre in bilico

Rimani

Di qua

Di la

Sembra facile

Salire la scala

Della speranza

Nell’orrida stanza

Più la guardi

Meno la vedi

Più la sali

Meno arrivi

Più la cerchi

Meno la trovi

Dicono

E’ luce

Non vedi?

È

Li!

Non vedi

Accanto ai piedi

No

Vedo il muro

Il buio nero

Cerco

sbatto

Sanguino

Dicono vai

Sanguino

Arranca, arranca

Dice la memoria

stanca

Sanguino

Perché proseguo

Mi chiedo

Se mi fermo è fatta

Pronta la risposta

Vai, ce la farai

C ’è sangue

Tanto sangue

Arranca

Senza domanda

Sulla scala

Della speranza

Tanta gente

È rimasta

Altra

È scivolata giù

Non si vede più

Poca in cima

È approdata

Superando l’orrore

Del macigno oppressivo

Gradino dopo gradino

Posso farcela

Domando

Io sanguino

Prosegui

Suggerisce l’anima

Non lasciare la speranza

Al deviato scalino

Nulla viene dal destino

 

Arrivato

Non penso più

Guardo

Chi è rimasto giù

Le sorrido

dal blu

dico vieni su

Anche

Tu

Puoi farcela

 

di:epf

 

 

Ci sono momenti della vita che per cause imprecisate, tanto di natura oggettiva quanto di disagio incoscio, si perde coraggio, tutto diventa difficile, la minima cosa diventa un ostacolo insormontabile, l’umore e i pensieri si fanno cupi, a poco a poco ci si sente soli, incompresi, frustrati, si perde interesse e speranza.

Se non si reagisce subito, ci si ritrova in una spirale depressiva pericolosa e complessa, tanto da maturare grave sconforto con atti estremi, come è successo a un mio carissimo amico anziano che in una notte del gennaio scorso si è sparato. Uno dei tanti che non è riuscito a farcela, è scivolato lungo i gradini… dalla scala.

Attualmente le statistiche sociologiche dicono che sono in notevole aumento i disturbi dovuti a disagi intimi, alle difficoltà oggettive, ma in gran parte agli stili di vita imposti da una società sempre più proiettata ad esaltare valori futili e materiali e sempre meno quelli umani.

 

La foto l’ho scattata in un corso di sopravvivenza…..

LA SCALA DELLA SPERANZAultima modifica: 2010-02-08T10:26:00+01:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

47 pensieri su “LA SCALA DELLA SPERANZA

  1. io ho imparato a metabolizzare
    certo non è la soluzione migliore
    perchè significa solo mandare giù
    ed espellere sotto altra forma
    ma è sempre meglio di niente
    :-)))

    buon inizio settimana
    nonostante tutte queste scale
    🙂

  2. uhh mi dispioace per il tuo amco difda, passato bene il week end? io abbastanza quano ai valori beh, combiando i tempi con essi cambia la società e dunque gòi stessi valori cambiano, è inevitabile non credi?

  3. Avrei tante cose da dirti… la prima…la più urgente è dirti GRAZIE!
    Vivo un momento decisamante NO e la mia vita è un continuo sali e scendi da quella scala….E anche se il DRAMMA lo vivo di riflesso e non in prima persona…so bene cosa vuol dire vivere con il terrore che chi ti è caro..se lasciato solo…può lasciarsi andare ad un gesto estremo…
    Grazie per quel “anche tu puoi farcela”.
    Buon settimana a te.

  4. Un male invisibile…
    scava trincee fra chi ne soffre e gli altri
    a volte ci sentiamo… disperati…
    e pensiamo che questa sia la depressione
    ma fino a quando si percepisce qualcosa
    fino a quando sentiamo…. ne siamo lontani
    è solo una transitoria… passeggera delle mente
    Di fronte a questa specie di mostro onnivoro
    mi sento impotente….
    quello che riesco a fare è… tendere la mano…
    e tentare di coinvolgere con un sorriso…
    un sorriso del cuore per un cuore.

    Mi dispiace per il tuo amico… non ci sono parole…
    ma ti lascio un abbraccio vero….
    Bricciole…….di me………………………..

  5. Potevate forse difenderlo da se stesso…?
    Avreste dovuto poi inchiodare le finestre
    e torgliere ogni cosa
    perchè ogni cosa
    può essere un’arma se c’è l’intenzione.

    Tanto tempo fa ho… perso un’amica
    Ricordo ancora quando venne da me
    chiedendomi aiuto…
    in nome di una reciproca promessa
    fatta da ragazzine quasi per gioco
    quando i giochi sono ancora importanti
    ricordo la voce…
    i suoi occhi…
    c’ero riuscita… in un primo tempo sai…
    poi… tutto come prima…
    fino al peggio.

    Rinnovo l’abbraccio… sempre dal cuore
    Bricciole………………………

  6. Cara Difda,io non dico nulla poiche’ i Poeti,sono ”maledetti dal destino”,ma amati dalla sorte…..Piuttosto dai una occhiata al mio nuovo Sito…….Erotika11
    Ciao,speriamo di continuare insieme il ”Cammino”

  7. cosi su due piedi è difficile da dire io credo che me lo terrei per me dovesse succedere a me, ma io lo dico perchè di questi tempi poco fa mi moriva un carissimo amico

  8. io trabacavo nel commercio da un mese ovvero dal 28 dicembre mi ritengo ufficialmente in pensione, ma siccome sto stato spendaccione non mi vuole riconoscere la pensione allora vado in albergo muaaahahahaahahaha io dirigevo 5 negozi al dettaglio

  9. Ciao Diffy……Anche tu Come Valeria mi sembra la definisci carina….Eheheheh,io credo di amarla molto quella Lirica,mi piace il modo originale in qui finisce….
    Poi per quanto riguarda il tuo ”a me piace farlo non leggerlo”….tipo….
    Beh vorrei farle io quelle ”cose” con Te ma mi dovro’ accontentare di qualche ”coatta”’…ehehehhe dolce serata…
    p.s.la cosa che mi chiedo spesso e’ quali sono i limiti sessuali delle donne che ”navigano” in my blog…..Per esser precisi,detesto quelle che si presentono autodefinendosi ”a letto molto esigenti”…

  10. buondi!! come va? berllo il posto che hai fotografato, ed è vero che a volte qualcosa sembra prenderci e trascinarci verso il basso, ma io sono forunato! sono amato da tanti che non sempre ricambio come sarebbe giusto, ma loro accettano felici anche quello, e sopratutto ogni tanto una mano cala dall’alto ad afferrarmi per i capelli e levarmi dalla m….a, e mi lascia poi a chiedermi ma perche mi ami cosi tanto?
    cciao buona giornata!!

  11. Si Diffy,probabilmente e’ come dici Tu….Forse una forma di egocentrismo represso da parte loro….Non so….Pero devo dirti che questo modo di comportarsi l’ho rilevato anche ”nella vita reale”,tutte mi dicono la stessa frase,e la cosa non la trovo affatto piacevole…Saranno snob,forse,ma riescono nell’intento di mettermi in imbarazzo…..Un bacio sul dito mignolo…Ciao

  12. Diffy,chi e’ epf(l’Autore della Lirica qui’ sopra…n.d.r.)?
    Te lo chiedevo perche’ mi piace il verso del ”deviato scalino…nulla viene dal destino…”,molto interessante direi come costruzione letteraria….Comunque secondo me Tutto invece proviene dal destino,sono convinto che ogni cosa che facciamo e’ gia’ scritta nel nostro ”Percorso Karmiko”,quindi,ovviamente,credo nella reincarnazione….Un bacio su un capello che ti e’ caduto…Ciao

  13. Ciao Cara Difda!
    Scusami il ritardo ho dovuto lavorare un sacco d’ore…
    Ma leggerti é il riposo.
    Grazie dellle tue parole tanto carine sempre e quello … petalo di rose al mare…mi é sembrato bellissimo, grazie!
    Questa lirica é stupenda. Veramente quello di Più la guardi,Meno la vedi.Più la sali e Meno arrivi . Sono cose che mi accadono.Peró mai lascio la speranza di arrivare.
    Mi spiace per tuo amico.
    Tu sei una donna meravigliosa ed io ho avuto la fortuna di trovarti.
    E si… manca poco per la primavera e arriverá con il sole e il profummi dei fiori …e con nuove speranze per te.

    Bacione ed a presto!

  14. ….purtroppo la spiritualità, la gestione delle emozioni, la condivisione, l’equilibrio emotivo sono concetti sempre più “sfumati”, che nessuno insegna più. E ne paghiamo le conseguenze ogni giorno.
    Sono convinto che presto ci sarà un’inversione di tendenza e l’uomo tornerà ai suoi valori primari.
    Un saluto.

  15. dunque le deselezioni tutte e tre poi sulla prima scrivi il nik che ti piace sulla seconda una mail (possibilmente falsa) sulla terza la url del tuo blog e poi clikki ricorda qusti dati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *