Auspici del draghetto di legno per i 12 simboli zodiacali

Come già detto, la Cina e alcuni paesi orientali, il 10 febbraio, con gran feste han salutato l’arrivo del nuovo anno, 2024, e dell’animaletto celeste che per tradizione lo incarna e ne auspica la sorte annuale. Chi è? È il drago di legno. Eh si, in base alle regole dell’alternanza binaria yin-yang, e la rotazione ciclica dei 5 elementi essenziali: acqua -fuoco-legno-metallo-terra, il drago di legno, scalza dal trono zodiacale il coniglietto d’acqua e dopo 60 anni torna a regnar. Che anno auspica? Beh, come gli altri 11 animaletti dello zodiaco cinese che ogni anno si avvicendano a guida della sorte, vaticina secondo le peculiarità di cui è dotato! Sarebbe? Sarebbe che gli eventi annuali saranno espressione di: natura, categoria, elemento alle quali appartiene. Vale a dire? Vale a dire che in base alla natura: potenza, intelligenza e prosperità, saranno la cifra distintiva di qualsiasi attività o accadimento. Per categoria: yang, maschile, solare, positiva; dinamismo, decisione, ottimismo, saranno pulsioni e fulcro di fatti collegati. Per elemento: connesso al legno e alla terra yang: stabilità, affidabilità, onestà, avranno un ruolo di input per azioni e reazioni di sviluppo e evoluzione. Al dunque? Al dunque il draghetto di legno segnala che è un animaletto carismatico, idealista, franco e coraggioso, con forte carica vitale, che ambisce potere, ricchezza, cooperazione, ama le sfide e mira sempre al massimo. È efficiente, competitivo, intraprendente, entusiasta e duttile precursore di grandi innovazioni. Alquanto orientato al lavoro, desidera il successo, la leadership; governa con fermezza e assoggetta il mondo alle sue prerogative a volte sagge e altruiste altre visionarie, capricciose e impulsive. Per lo più generoso e collaborativo, detesta gli ipocriti, gli impavidi, i prepotenti e gli egocentrici e se uno non si adegua può addivenire dispotico, arrogante, irruente e anche violento. Che anno prospetta? Per via dell’elemento Legno a livello generale un anno votato all’energia deterministica, alla collaborazione, all’azione intelligente, alla rapida crescita, la notorietà, il progresso, le imprese difficili, la fortuna negli affari, la sensazione di vittoria, i risultati brillanti in tutti gli sforzi. Comanche a impuntature ostinate e reazioni incontrollate spettacolari, tant’è che con lui tutto può accadere e pure shoccare. In particolare come drago annuale ha facoltà di agire in tutte le sfere della vita per cui la sua influenza emergerà in ogni evento del 2024. Inoltre, essendo collegato agli alberi ad alto fusto, la vegetazione e la foresta, focalizzerà l’attenzione alla salvaguardia, ma anche al rispetto nell’impiego e sfruttamento delle risorse della terra, ai processi evolutivi della natura in senso lato. Pur un indole romantica, a causa del suo carattere ardente, anche un anno prolifero di idee visionarie e assai meno costruttive all’armonia sentimentale, le relazioni intime e associative. Vabbè, ma singolarmente che dice? Nel generico espone che nel suo anno, un po’ di fortuna l’assicura a tutti gli animaletti zodiacali anche se ad alcuni coi quali si trova più a suo agio ne riversa con maggiore abbondanza. Precisa che singolarmente gli indizi di avvenimenti a pro scaturiscono da una preminente sintonia con le sue caratteristiche nel ragionare e agire, mentre quelli contro per lo più derivano da una contrapposizione di nature differenti o qualche disarmonia filosofica. Comunque, c’è sempre il fattore della sorte che può intervenire a suo piacimento a intralciare o agevolare, comanche ribaltare la condizione di favore-sfavore. Per cui quel che giova e vale ad ogni indizio è sempre il non lasciarsi impressionare né se promette bene né se promette male. Comunque, nel suo regnare genera molte opportunità benefiche a migliorare lo status quo. Tuttavia in certe circostanze la sua natura orgogliosa e puntigliosa può sovrastare le capacità intellettuali e creative e in un attimo far svanire ottimismo e successo. In ogni caso, in bene e in male, potrà agire in modo repentino ma mai di forza o con mezzi devastanti, anzi lasciando spazio a soluzioni alternative proficue. Oltre a ciò dice che per tutti gli “animaletti” zodiacali c’è un cambiamento positivo, in specie per quelli che hanno problemi di lavoro, affermazione personale e soldi. Gallo, Topo e Scimmia riceveranno qualche beneficio in più per assestare e migliorare la loro condizione. A grandi linee in Marzo dà speranza per il meglio e suggerisce mutamenti imminenti in ogni ambito. In maggio affina l’intelletto, consegna progetti, aumenta il ritmo sul lavoro, la frenesia di primeggiare, la voglia di successo, di guadagni, di progresso e distribuisce ottimismo negli affari e nelle relazioni. Bensì con l’autunno tutto si fa più complesso e in ottobre, stressato da fatti e misfatti, si prende una pausa, per cui cala l’entusiasmo, fa svanire i sogni, alimenta i desideri di riposo e le decisioni di mollare i grattacapi agli altri. Tuttavia, al suo saggio successore, consegnerà un bottino da gestire foriero di grandi prospettive di progresso futuro, fortunato in ogni ambito pratico.

Detto ciò, di seguito gli indizi per ogni animaletto secondo l’ordine cosmico, cioè topo, bue, tigre, coniglio, lepre o gatto, drago, serpente, cavallo, capra, scimmia, gallo, cane, cinghiale o maialetto. Rammenta che per i nati in gennaio o prima metà febbraio l’animaletto può essere il precedente, per cui per decifrare il proprio è opportuno dar un occhio alla tabella in fondo al post.

In sostanza, il drago, quale latore dell’elemento legno, a ognuno auspica:

1 topo-horz

Topo: wow, topolini, un anno carico di buoni auspici, da vivere con ottimismo ed energia fattiva in ogni sfera esistenziale. In quanto l’anno del draghetto è promettente dal punto di vista economico, associativo, e senza eccessivi dilemmi né in famiglia né sul lavoro. Favorevole, a ogni tipo di realizzazione personale, alle trattative di affari e bendisposto, con qualche cautela, anche agli investimenti. Soprattutto portatore di buone novità nella sfera professionale per  carriera, prestigio e nuove opportunità  e in quella sentimentale o con consolidamento dei rapporti in essere o con stimolanti incontri per stringerne di nuovi. Anno molto efficace per incontri con persone influenti che possono cambiare la vita in meglio oltreché nell’agevolare a superare le eventuali incognite dovute a eventi extra volontà e vecchie  problematiche socio-relazionali e affettive.

Bue: oho, bufalotti, col draghetto un anno si può dire scorrevole e tranquillo dal punto di vista di eventi negativi che inficiano i progetti realizzativi in carriera  o, seppure non vistosi, interiormente spiacevoli. In più è folto di progressi sia economici sia affettivi. Quindi è un draghetto benefico produttivo per migliorare la qualità di vita quotidiana, produttivo nella sfera finanziaria,   e proficuo per collaborazioni di lavoro e di affari. Però, in ambito socio-relazionale  consiglia prudenza nel parlare. In specie a non creare qualche conflitto per divergenze di vedute, dacché essenzialmente insignificanti alle tematiche in discussione, bensì assai controproducenti sul piano pratico all’andamento futuro dei rapporti con riflessi destabilizzanti al  prestigio personale e alle opportunità di incamerare nuovi profitti. 

Tigre: ohiohi, tigrotti, non sarà una passeggiata ma una dura arrampicata. Il draghetto appronta un anno prolifero di cambiamenti anche repentini che metteranno a dura prova l’adattarsi in modo sereno alle evenienze. Si può dire un anno affaticante, bensì, con tanti benefici influssi per i progetti da portare a termine e in quelli di nuova pianificazione sia nei settori lavorativi, economici, di collaborazione o di affari extra territoriali, sia in quelli di mire personali come carriera e prestigio. Inoltre anche assai promettente anche sul piano dei rapporti socio-relazionali, tanto come armonia nei criteri organizzativi quanto di stabilizzazione proficua duratura, anche di tipo sentimental- affettiva. Qualche discromia invece in famiglia, ma appianabile attraverso il dialogo e l’intesa razionale.

Coniglio, lepre o gatto: oh, oh coniglietti, non ci sarà da nicchiare col draghetto. Di fatto promette un anno intenso, di maggiore consapevolezza di agire ed essere attivi in tutti i settori dell’esistenza. Però non in modo piano, con tanti su e giù da far stralunare. Ciononostante garantisce con risultati molto positivi, talvolta anche di molto superiori all’aspettativa. Anzi, a volte, in campo operativo, economico, affettivo creerà le condizioni per proteggervi da difficoltà imprevedibili conducendovi ai traguardi programmati. Inoltre favorirà nuovi incontri e nuove possibilità relazionali sia dal punto di vista sociale che sentimentale.

Drago: beh, beh, non andrà poi male. Infatti, essendo analogo ma di elemento legno il draghetto sarà assai favorevole ad appoggiare tutti i progetti e tutte le iniziative coraggiose ai suoi consimili. Quindi, di massima garantisce il successo sicuro di ogni iniziativa o progetto. Tuttavia purché i draghetti non perdan pazienza, tenacia e resistenza. In quanto l’annata, non scorrerà liscia come l’olio ma sarà costellata da periodi di stasi e qualche imprevista sconfitta in ambito professionale e relazionale dovuta a comportamenti un po’ autoritari con partner e soci nelle decisioni collaborative. Avverte che per il benessere fisico, in qualunque settore, sarà salutare non adirarsi per questioni di orgoglio o di scarso valore ai fini ambiti o da raggiungere per sentirsi gratificati. Può essere che in campo sentimentale il draghetto accordi qualche opportunità di associarsi definitivamente o di definire i rapporti in essere sia per proseguire il cammino quanto per interromperlo.

Serpente: acci, serpentelli, è meglio stare accorti e mettere in campo le doti di saggezza, intuizione e comprensione, in quanto, data la natura focosa e un tantino dispotica del draghetto, non sempre sarà possibile armonizzare, nei tempi e nei modi, il gestire le sue pur buone e favorevoli influenze in campo socio-professionale e nelle collaborazioni lavorative di ogni livello. La discordanza rallenterà un po’ i progetti e talvolta, nel periodo caldo, anche render difficile agguantare il successo nei tempi previsti. Malgrado ciò serpentelli tenete alta la fermezza nell’andare avanti in quanto ambito e pianificato professionalmente e finanziariamente, poiché nulla di quanto perseguito andrà perduto. Di fatto, al dunque pratico in autunno riuscirete a trovare l’equilibrio giusto per armonizzare il divario di logica e superare brillantemente tutti gli scogli per giungere alle mete agognate. Inoltre il draghetto a fine anno premierà l’impegno e getterà basi solide per progressi e successi futuri in ogni settore vitale. Però serpentelli in quest’anno, per non intricare la sorte e destabilizzare intuito e azione proficua finalizzata ai risultati, sarà opportuno evitare di subire l’emotività nelle relazioni e in questioni lavorative di scarso contenuto. In modo particolare mai lasciatevi condizionare dagli altri, trainare da sospetti o alimentare le impressioni da ciò o chi vi gira intorno. Anche se percepite sia subdolo e fastidioso ignoratelo, perché è solo invidia che gira e null’altro.

7 cavallo-horz

Cavallo: oh,oh cavallini, ci sarà da sbizzarrirsi ma anche da ragionare con calma per non smarrirsi lungo i percorsi prefissi di lavoro, carriera, profitti economici. Dacché, l’anno del draghetto, un po per suo autoritarismo e un tanto per innato senso libertario a reagire scalpitando, alterna periodi di tranquillità e benessere a periodi di irritazione e difficoltà. Ovviamente i momenti difficoltosi faranno crollare un po la vostra convinzione, nel portare avanti con successo gli intendimenti progettuali di lavoro e profitti da ricavare, e un po aumentare l’impazienza, nel volerli raggiungere nei tempi programmati. Per cui, per non sprecare tempo realizzativo dei desideri, buone occasioni promozionali alla professione e ai profitti, e superare agevolmente le contraddizioni del modus operandi sarà utile ricorrere all’intelligenza. Servirà a tenere sotto controllo l’irritazione ed evitare inutili sballonamenti nelle azioni operative in ambito lavorativo ed economico, ma anche nel quotidiano pratico. In ogni caso cavallini, per quanto riguarda il settore socio-relazionale potete sbizzarrirvi e lanciarvi in ogni direzione in quanto l’anno si prospetta assai favorevole al dialogare e al convincere, migliorare le performance in ambito privato e pubblico nonchè per coltivare amicizie, relazioni e affetti.

Capra: ullalà capretta, un anno positivo e senza grandi complicazioni il draghetto prospetta. Dunque animo, nell’organizzarti con energica coerenza in ogni campo. Tuttavia consiglia che per portare in dirittura di arrivo i progetti di lavoro, guadagni e sentimenti, sarà necessario utilizzare riflessione e intelligenza. Specialmente, in ambito professionale, dimodoché non perdere la sua influenza benefica sia per trarre profitto dalle buone occasioni di accrescimento personale, sia per rafforzare collaborazioni fruttuose a promuovere idee alternative di progresso operativo e guadagno, quanto per appianare eventuali divergenze relazionali. A tal proposito il draghetto evidenzia che in caso di diverbi capretta, chiunque sia, prima di esporsi e avanzare soluzioni pratiche conviene verificare sempre la causa o il motivo del contrasto. Inoltre, anche nei rapporti socio- ambientali, esorta a non seguire la corrente suggerita da talune impressioni, insinuazioni o chiacchiericci, bensì di ragionare e accertarsi da dove o chi scaturiscono. Ciò, evita il pericolo di essere fuorviati da false affermazioni o quantomeno da dicerie fatte circolare per confondere e destabilizzare le proprie certezze e azioni. In ambito affettivo l’anno del draghetto non promette grandi slanci passionali, piuttosto un relazionarsi con partner, amici, associati di migliore chiarezza e di riflesso di una maggiore intesa intellettiva nello stabilire o proseguire dei rapporti duali.

Scimmia: eilà scimmietta, saltella e balzella perché in quest’anno non sono presenti problematiche particolarmente difficili da superare. Piuttosto col draghetto ci sarà da temporeggiare e non agire con la solita agile sveltezza nel raggiungere i traguardi desiderati sul lavoro o nella sfera economica. Difatti promette un anno più di preparazione per progressi futuri che di raccolto. Pertanto coltiva la pazienza. Sarà il fulcro su cui girerà la ruota della fortuna per superare difficoltà e ostacoli in ogni settore esistenziale, oltreché opportuna a non sprecare le occasioni di costruire basi migliorative alle attuali condizioni. Tuttavia da buon mecenate il draghetto non impedirà sviluppi positivi in campo socio-relazionale o affettivo-sentimentale. Anzi svilupperà condizioni per armonizzare con maggior scioltezza, dialogare con reciproca gratificazione, impostare relazioni per una felicità affettiva duratura. Invece, esprime con chiarezza che ogni azzardo in campo finanziario è da evitare, perché i tempi non sono a favore, per cui osare può compromettere la stabilità economica, risultare fallimentare se non distruttivo sul piano del destino.

gallo: wow, galletti in quest’anno potrete ben cantare perché col draghetto si apre la possibilità di emergere e di farvi apprezzare sotto ogni punto di vista. Oggettivamente, quello del drago, si prospetta un anno molto buono e ricco di straordinarie opportunità da sfruttare per migliorare lavoro, carriera, rapporti sociali e sentimentali. Anzi, promettente una svolta decisamente positiva e che ad alcuni galletti potrà cambiare completamente il percorso di vita. Mica poco, per cui non lasciatevi sfuggire nessuna occasione che il draghetto elargisce con magnanima generosità e propone per il vostro benessere sia pratico che morale. Bensì se elargirà tanto beneficio nella sfera professional- finanziaria, un tantino meno in quella relativa ai rapporti socio- affettivi. Tuttavia se riferiti a collaborazioni in campo di affari o lavoro, allora non mancherà di supportare con benevole influenze comunicative i rapporti, specie per iniziative di rafforzamento organizzativo o l’intendersi su nuovi contratti.

Cane: attenzion cagnolini a non buttarvi a capofitto nel lavoro e negli affari, l’energia del draghetto potrebbe carivarvi di irritabilità e concludere meno di quanto vorreste e sarebbe adeguato per compensare l’impegno profuso. Per non sbagliare e giocarvi le chance annuali che offre il draghetto, è opportuno fino a luglio, nel lavoro e nelle mire ai profitti, muoversi con cautela e prima di fissare gli obiettivi da raggiungere preferibile pianificare bene il modo di agire, e semmai come intervenire in caso di eventi imprevisti. Da fine agosto, invece, avete il via libera ad attivarvi con decisione e maggiore rapidità, bensì sempre con precisa consapevolezza dei metodi da seguire per giungere con successo ai traguardi programmati. A ciò sul lavoro si aggiungerà anche un periodo favorevole a migliorare le collaborazioni e i rapporti relazionali sia interni che esterni. Per quanto inerente la sfera affettiva-sentimentale ci sarà da faticare prima di trovare intesa e serenità con familiari e partner fissi, o nel trovare occasioni favorevoli a socializzare, stringere nuove amicizie e rapporti romantici, però alla fine andrà ottimamente.

Cinghiale o maiale: mica male cinghialetti, con il favore del draghetto in quest’anno non dovrete affrontare grandi complicazioni né eventi che ostacolano il progresso personale, lavorativo, finanziario. Infatti, in ogni settore dell’esistenza, elargisce la realizzazione dei progetti pianificati, qualsiasi sia lo scopo a cui mirate, ma ancor più se la vostra energia fattiva è indirizzata ad apportare cambiamenti sistematici costruttivi a ottimizzare il complessivo pensare e agire pratico, utile a migliorare la vita nel quotidiano. Inoltre, per portare a termine con successo quanto ambito, non farà mancare la collaborazione, specie in ambito socio-professionale, l’ottenimento di sostegno e aiuto di amici e persone influenti per fronteggiare qualche asperità, eliminare qualche dubbio operativo o semplicemente per ampliare le possibilità lavorative di guadagno e avanzamento di carriera, sia al presente che al futuro. Concede anche un anno di maggiore serenità in famiglia, occasioni di incontri sentimentali promettenti evoluzioni proficue e agile superamento di qualche screzio con soci e partner .

an drago2024

A tutti auguro un anno di armonia e benefici influssi del draghetto di legno, verde!

bydif

12 tabella-segni-oroscopo_cinese-300x166

San Valentino, il dì per…

amur

San Valentino, il dì per celebrar l’amore!

Eh, si, malgrado il business e le distorsioni sdolcinate e banali, per la vicenda significativa di come è nato e si è diffuso, è un giorno ambasciatore d’amore. Un giorno per far sapere a chi si ha nel cuore che la passione è profonda, la fiamma viva, i sentimenti intensi, il desiderio sincero. E si potrebbero usare tante altre espressioni per messaggiare il nostro sentimento a chi ci ha affascinato, vogliamo abbracciare, avere accanto a ogni risveglio. Tanti infatti sono i modi con cui si può manifestare l’amore a un altro essere, bensì uno solo arriva all’altro e lo conquista per sempre: quello che traspare negli occhi, perché no si può manipolare. D’altronde, chi può mistificare quello che è grafito nell’essenza incorporea? Nessuno! Ebbene si, l’amore scritto nell’anima, riflesso negli occhi, si può leggere, interpretare, presumere, ma falsificare proprio no. Perché? Perché l’amore, così tanto celebrato, a volte in modo assai sdolcinato nel linguaggio e alquanto rituale nei gesti da farle perdere identità e effettivo significato, prima di tutto è mistero inspiegabile. Perché? Beh, perché scaturisce da un count down cosmico che indipendentemente da pensiero, scenario, condizione collega due esseri, li fa intensamente vibrare  e li trasporta nei limbi paradisiaci. Per poco, per lungo tempo? Non si sa e poco importa. Quello che si sa che non è mai la volontà a far scattare all’unisono i battiti dei cuori, altrimenti come si spiegherebbero i sospiri dei tanti cuori solitari, le tante facce di innamorati rifiutati che circolano ? Naturalmente se parliamo dell’amore che combacia perfettamente due essenze. Se no è tutt’altro, come attrazione, ambizione, opportunismo, brama di possesso, paura della solitudine…Bensì l’amore non è solo quello che unisce due cuori, ha tante sfaccettature e tanti modi espressivi, talvolta anche più radiosi, gioiosi, sinceri, profondi, inscindibili, unici e di qualità superiore a quelli di pensiero prettamente collegato al legame di coppia o a manifestazioni affettive-passionali, se non puramente sensual- attrattive. Ad esempio l’amore di un genitore per un figlio è irraggiungibile, sommerge qualsiasi altro sentimento affettivo. L’amore per il prossimo, ha note tanto acute d’arrivare ai confini della terra. L’amore a Dio ha sfumature così sublimi da pigmentare una tela infinita. L’amore per un amico, ha così tante analogie con la parte più segreta di noi da diventare la nostra velina. E che dire dell’amore per il creato, la musica, l’arte o quello platonico? In qualunque modo l’amore arriva, si esprime, comunica e trasmette a un altro essere tenerezza, calore, emozione, vitalità, passione  è talmente elettrizzante, meraviglioso, esclusivo da godere in tutta la sua favolosa e calda magia. Foss’anche per un istante, sentire il cuore pulsare da togliere il respiro, innamorarsi, essere corrisposti e condividere il sentimento, è avvincente, indescrivibilmente energizzante corpo e spirito. Perché l’’amore è un volo dell’anima nelle galassie delle emozioni, a volte folli, a volte fantastiche, altre avventurose, complicate ma sempre irripetibili nel viverle. Buon day dell’amore! 

cuore Romantica serata a chi l’amore l’ha, a chi lo sogna , a chi lo canta, a chi lo sospira e anche a chi vi rinunzia! 

Bydif

cuore 1cuore rosso

Viva l’amore e abbasso l’odio!

Capodanno lunare: è arrivato il draghetto di legno!

drago 4

Metà del mondo, al quale mi accomuno, senza rimpianto con la luna nuova di oggi ha dato l’addio al piccolo coniglio d’acqua per accogliere a braccia spalancate il favoloso drago di legno, suo successore che in base al calendario cinese reggerà la sorte umana dal 10 febbraio 2024 fino al 28 gennaio 2025. Naturalmente come credenza vuole ognuno al solito si è già procurato un suo consimile, anche a prezzi stellari, per avere al fianco il suo potere positivo o, in alternativa, per attirarsi tutta la fortuna che racchiude, si è camuffato da drago, vestito riccamente nei colori oro-nero scatenato in danze al limite dell’ipnosi, reso la casa un emporio di fiammeggianti lanterne rosse. Con il drago, poiché detesta la mediocrità e la passività l’importante è esagerare in tutto! Eh si, a differenza dello schivo coniglio che preferisce i toni moderati e agire nell’ombra senza mai mostrare apertamente intenti e mire, il drago esuberante e ambizioso ama i toni plateali, gli piace essere onnipresente, manifestarsi in tutto il suo lucente splendore di creatura composita, sebbene in modo fulmineo per ricordare che la fortuna è un bene dispensato al volo che afferra solo chi è veloce, da sparire alla vista in una frazione di secondo. Eh, eh a buon intenditore….non servono parole ma azione!!!

Chiaramente è nel rispetto ciclico di una millenaria cultura che il solare, maschile draghetto ha preso il posto del lunare, femminile coniglio. Di per se è già un ottimo segno di influenza positiva ma in oriente è qualcosa in più e necessita di un grande sforzo per non fraintendere la sua creativa positività. L’anno del drago, infatti è considerato un vero portatore di fortuna, rappresenta il potere benigno delle forze naturali, la possibilità che queste si armonizzino con la vita umana facendo rifiorire tutto, comprese le speranze più azzardate, per cui il suo arrivo è sempre salutato con maggiore enfasi e ottimismo. Ovviamente questa fiammeggiante creatura mitica in tutti evoca passionalità, forza, coraggio, determinazione, imperiosità, anche terrore e pericolo, ma nel mondo orientale la sua valenza si arricchisce di qualità protettrici generose e benevole. Rappresenta un vero toccasana della ruota del destino comune, risolutore dei guai in corso, un vero portatore di quella prospera fertilità che garantisce raccolti abbondanti, amori, prole, benessere fisico, progresso economico e culturale espansione politico-territoriale. Tant’è che molti rassicurati dalla tradizione che lo vuole garantista dell’esito positivo di ogni iniziativa intrapresa sotto il suo dominio lo scelgono per sposarsi, iniziare una attività, lanciarsi in ambiziosi progetti.

Logicamente, come è nell’ordine che regola il mondo, anche questo carismatico e magnetico rappresentante dello zodiaco cinese nasconde valenze contrarie. Pertanto è dotato di numerose virtù come: nobiltà, dignità, generosità, saggezza, potenza, schiettezza. Come di altrettante latenze pericolose quali: crudeltà, imperiosità, arroganza, dispotismo, intolleranza che possono improvvisamente emergere e generare grandi tensioni, scatenare sconvolgimenti di ogni tipo nel singolo e nel collettivo. A tal proposito non va dimenticato che il drago vive nascosto negli abissi marini, nelle viscere della terra o nelle nubi vaganti, ha sembianze miste, è associato alla folgore, e che il simbolismo dei due opposti per antonomasia, acqua e fuoco, gli è proprio. Si può definire un fantastico e strano amico, molto generoso, magnanimo e leale purché si mantenga una prudente lucidità razionale che evita di sottovalutarne le potenzialità letali.

Per intenderci, l’anno di questo draghetto di legno per i suoi modi di interagire nel vissuto quotidiano, sarà completamente diverso da quello del coniglio o lepre, gatto e sicuramente sorprendente in quello universale specie in primavera e in autunno quando spalancherà le sue fauci!!! Come potrebbe essere diverso data la leggendaria natura misteriosa, regale, focosa, temeraria e impulsiva incarnata in questa straordinaria creatura? Di fatto il drago è contemporaneamente la possibilità e il pericolo per cui, a livello generico non v’è altro d’aspettarsi singolari balzi migliorativi della situazione attuale ma pure improvvise fiammate che possono ridurre il globo in una ardente fornace. Senza ombra di dubbio in molti risveglierà i sopiti entusiasmi dovuti a una situazione ingarbugliata e quanto mai precaria sotto il profilo della stabilità professionale-economica, farà ritrovare vigore ed energia utile a reagire positivamente a uno status quo insoddisfacente, favorirà idee e creatività anche insolite, donerà quell’entusiasmo e quel coraggio essenziale ai grandi progetti. Bensì in cambio chiederà di fare piazza pulita di schemi antiquati che impediscono al nuovo di avanzare e vedere la realtà nel suo complesso per come è e non per come sembra, spingerà a trovare soluzioni solide, costruttive, talvolta per arginare tracolli del sistema personale e generale. Fulminee. Il drago nella sua grandiosa temerarietà indubbiamente stimolerà ad agire con determinazione, soprattutto se per difendere i grandi ideali libertari, ma com’è nella sua natura favorirà solo quelli chiari e onesti, mentre, anche in malo modo, con un colpo di coda inaspettatamente affonderà quelli basati sull’intrigo e la mistificazione. A tal proposito ne vedremo delle belle in giro! Basta pensare alle guerre in corso,ai bordi d’europa e in medio oriente, al marasma politico-diplomatico che vi gira attorno, a qualche sollevazione scaturita da motivi feticci o quantomeno oscuri, alle tante pressioni fatte da “statisti”-si fa per dire- per piegare status sovrani, alle tante “ verità ” fatte circolare per piombare esclusivamente determinati popoli, le economie, alle spropositate altalene dei mercenari finanziari, a spaventapasseri che si sono alleati con i passeri per devastare il campo del vicino, ecc,ecc. Effettivamente, come la saggezza cinese aveva previsto, il coniglietto, non avendo una connotazione precisa, nel 2023 ha rimescolato assai le carte nell’ombra e confuso alquanto la realtà. Da gatto ha fatto cadere in trappola i topolini sprovveduti, da lepre ha fatto correre in tondo i cacciatori allocchi, da coniglio affarista ha rosicato le teste e fatto girare voci che svuotavano le casse e riempivano le “pance, proliferato ipocrisie egoiste, lasciando al draghetto un bel guazzabuglio che fino ai primi di aprile lo terranno impegnato e non avrà molto tempo per farsi sentire con tutta la sua potenza ma dopo…Dopo…si salvi chi può. Quando inizierà a sputare fiamme tutto può succedere.. insieme sputerà pure fatti e misfatti e chi cercherà di impedirglielo non avrà scampo. Altro che fortuna!!! In un lampo gli scaricherà addosso tanto di quel fuoco che non farà in tempo a schivarlo e in men che non si dica si ritroverà un tizzone. Da parte mia non vedo l’ora che ciò avvenga. Preferisco un drago vigoroso a un coniglio ibrido… che mi ha costretto a inseguirlo sui “monti” per una pioggerella mentre senza sfiatarmi mi bastava aprire l’ombrello.

Ci sarebbe tanto da aggiungere su quest’ultimo punto, non lo farò per non annoiare. Mi rimetto al gagliardo e saggio draghetto che intelligentemente nell’alternanza aliterà le sue fiamme per distruggere ciò che va dovuto e impiegherà la sua vivace forza da eroe dello zodiaco per costruire migliori opportunità all’ uman essere. Direi che i mesi nei quali eserciterà la sua maggiore influenza saranno: maggio, in particolare la sua potenza sarà eccezionale e in certe parti del globo al posto delle rose potrebbe far fiorire un mucchio di spine; a settembre invece,  si prodigherà per separare e anche i “matrimoni” diplomaticamente più consolidati possono in un lampo naufragare,  e sul finire aliterà una fiammata così potente per difendere da egoisti invasori i territori più sperduti; a dicembre sarà alquanto mobile, tutto il mese come un monello si sbizzarrirà apparendo qua e la, in certe zone, per ribadire che il fuoco brucia le sterpaglie ma pure gli alberi verdi e chi l’appicca spesso finisce in cenere. In altre per far sapere che se dal cielo cade pioggia questa fertilizza i campi e da raccolti, ma se vien giù una gragnola di bombe li distrugge per lungo tempo, in altre ancora per far comprendere che solidi argini ai fiumi servono solo a evitare straripamenti e non a impedire di attraversarlo, infine, con la sua schietta eccentricità si ritirerà lanciando nell’etere un misterioso pulviscolo che ricadendo ci lascerà a bocca aperta.

Concludendo, si può dire che questo anno sarà fortunato per tutti, più favorevole all’uomo che alla donna comunque spingerà ad osare e non intopperà gli sforzi costruttivi di nessuno. Va aggiunto che nel il suo concetto la fortuna va ben oltre la materialità e il tempo, ha sfaccettature che sul momento più che fortune possono apparire sciagure, quindi prepariamoci sarà un anno karmico sia negli eventi climatici che in quelli social-politico-economici. Prima di lasciarci e consegnare il regno al serpente tramuterà la sua filosofia in una pioggia di eventi repentini da mandare in tilt anche le certezze più ovvie.

5 drago

Un saluto fiammeggiante  e un grandissimo augurio

di luminosa positività a tutti

ByDif

continua…

a presto le previsioni dei vari segni

Per la cronaca:

-Tradizionalmente il capodanno cinese, detto anche “festa di primavera” è una vera esplosione di colori e festeggiamenti nei quali la popolazione omaggia sì l’anno nascente ma soprattutto “il simbolo zodiacale” che lo rappresenta per accattivarsene simpatie e favori. Il suo ingresso non è mai lo stesso, varia da anno a anno, cade nel giorno della seconda luna nuova dopo il solstizio invernale

-Come è noto, nella filosofia orientale l’assetto del creato si mantiene in base all’alternanza ciclica di nature polari opposte – yin e yang – l’una scura, passiva, femminile e lunare, l’altra chiara attiva, maschile e solare e la sua armonia ad uno degli elementi primitivi essenziali: fuoco, acqua legno, terra, metallo che di volta in volta lo compongono. Iconograficamente le nature sono incarnate in 12 animali nell’ordine: topo- bufalo- tigre- coniglio-drago- serpente-cavallo- pecora-scimmia- gallo-cane- cinghiale- cosicchè la ciclicità binaria- elemento yin yang si completa in 60 anni -12×5=60-

-Il drago di questo ciclo fa parte dell’elemento acqua, è di polarità yang, positivo, nero, benigno collegato all’ariete, al sagittario, a mercurio, protegge mari e fiumi, la famiglia e i suoi discendenti, Viene invocato dai contadini per la pioggia, dalle donne per la maternità; il suo simbolo è la svastica, il suo colore l’oro e il nero; correlativo della femminile fenice si muove da est -nord est; armonizza con il topo, serpente, gallo, scimmia, poco con bue e cane, agisce dalle 7 alle 9; la sua pietra per gli affari è l’ametista, l’ambra per la salute; i territori in cui spazia liberamente e progetta i cambiamenti sono:cina, inghilterra, iran, danimarca, giappone,ungheria, corea del nord.

Il sibillo pensier

SIBILLO PENSIER

Premesso che non è mai troppo tardi per aver qualche indizio, come d’uso nei tempi e nei modi che gli par per dir la sua, il sibillo pensier s’espone a ragguagliar su quel che a pro o contro, dal ciel piove sull’annual d’ognun sentiero. Precisa che per tutti ci sono occasioni d’oro da sfruttare ma che nel globale collettivo camminar le questioni son più intricate di quelle individuali per cui gli eventi nel generale andazzo politico-economico risultano assai meno propizi.  Comunque, se nei primi tre mesi il ciel ristagna in un carosello di diplomazia, col sol d’april riscalderà certe pubbliche questioni e nel ciel di maggio s’aprirà una querelle scia da rinsavire qualche sconsiderata utopia. A Giugno desterà una serie di eventi da riformare ogni ideologia. Luglio e agosto li farà  filare agguerriti a crogiolare e tra monti e mari dovran meditare sul come riorganizzare la global via. Con Settembre avanzerà una richiesta formale a contrattare sui principi basilari ma il tutto cadrà nell’indifferenza generale. Ottobre per metà lo scervella sul come toppare i soliti scalzacani poi lancerà i dadi e deciderà la sorte di una gran parte dei desideri umani. In Novembre tirerà le somme e da abile fiscalista sarà inflessibile a voler far cambiare d’ urgenza la finanziaria posizione ma urterà i soliti fanatici egoisti e per risolvere il deficit s’appellerà ai venti di dicembre. Al che, questo, a secco di idee e raggelato dalla tramontana, perderà l’orientamento e a certuni capoccioni con perfidia chiuderà la convinzione e concluderà spedendo all’anno nuovo tutte le carte per lo sbroglio di ogni singola e universale questione. Ad ogni modo  il vento dall’alto spira e il mondo o in bene o in male anche quest’anno gira. Di seguito ognun potrà trovare il mio argomentare stellare, ma lo dovrà trovare.

10 capric

Capricorno: caspiterina, al motto “ realismo e azione tempestiva son amici che alimentano la stima ” quel che percepisco bel capricorno il ciel t’elargisce un anno pieno zeppo di chance positive in cui basterà agire con sicurezza e un tanto di inventiva progettuale per ottenere risultati eccezionali in tutti i campi esistenziali. Non solo, dispenserà tanto carisma per attrarre fiducia e consenso nelle iniziative socio- lavorative, volte a valorizzare al massimo le qualità operative-interpersonali, ampliare e rafforzare la posizione professionale, acquisire autorevolezza sociale e di rimbalzo prestigiose relazioni con sviluppi espansivi della sfera economica. Inoltre, promettono svolte costruttive in tutti i rapporti affettivi, amicali, familiari, associativi oltreché collaborativi che risulteranno determinanti a farti decollare verso le vette della notorietà e della considerazione personale. Al dunque un anno che stimola al dire, al fare e ascoltare per profittare a vantaggio il potenziale operativo utile a guadagnare successo e denaro. Tuttavia, tra aprile e maggio stai in guardia, non discutere con invidiosi e sciocchi, non raccogliere sfide e provocazioni competitive da farti risucchiare in sterili polemiche. Piuttosto cogli l’occasione per canalizzare le energie in progetti aggregativi mirati a realizzare obiettivi comunitari produttivi o per acquisire maggiore perizia tecnica-comunicativa nel trattare questioni e affari extraterritoriali e di riscontro aggiungere valore al proprio status di competenze da poi ricavare soddisfazioni morali e finanziarie. Eh, eh buone stelle buona vita!

11- 8 scorp

Scorpione: al motto “lucidità razionale e passione calamitano le gratificazioni” caro scorpioncino quel che dal ciel posso farti arrivare che nell’anno hai tutte le chance per oltrepassare i limiti che ostruiscono il tragitto verso la conquista ragionata dell’autonomia desiderata. Però fino a maggio vai cauto, scruta ciò che non vuoi o vuoi cambiare sia nell’attività che nella vita privata, bandisci dal quotidiano l’impulso combattivo, l’irrequietezza emotiva e quel senso claustrofobico ai paletti imposti dalle necessità del vivere e convivere. Inoltre, in ambito professionale, per contrasto a qualche tensione umorale, nel relazionarti affidati all’intuito, la conoscenza specifica e assumi un atteggiamento lungimirante e pacato, ti agevolerà a ristabilire una clima quieto e farà risaltare qualità inaspettate che ti valorizzeranno sia nel diretto contesto lavorativo sia di riflesso in quello socio-reputativo. Da maggio in avanti invece, dai fondo alle tue risorse intellettuali e alle capacità percettive ti frutteranno un bel cambiamento positivo che farà balzare la carriera verso traguardi di maggior prestigio e acquisire quella sicurezza utile ad agire con determinazione operativa, rapportarsi con equilibrio e osare in più nelle trattative economiche. In conseguenza capitalizzare riconoscimenti impegnativi ma molto molto remunerativi e gratificanti finanziariamente oltreché vantaggiosi alla sfera socio-ambientale. Al dunque scorpioncino quel che posso dire che l’anno non farà piovere la fortuna ma seppur con qualche ritardo per eventi contraddittori t’è amico e redditizio. Di fatto appoggerà ogni iniziativa per realizzare i progetti ambiti, premierà l’impegno e la costanza e nel salutarlo esulterai di soddisfazione per i risultati raggiunti in campo lavorativo, economico e interpersonale, la serenità raggiunta in quello affettivo, il che non vuol dire necessariamente in coppia, bensì di mutamento profondo nel relazionarsi e nel coinvolgimento emotivo. Eh, eh buone stelle buona vita!

1 ariet

Ariete: caro aretino al motto: “son vincente” se vuoi essere in quest’anno dal ciel premiato le stelle consiglian di lasciar stare il passato. Infatti il sibillo ti preannuncia una rigenerata che ti rimetterà in sesto e farà volare volontà ed impeto oltre i limiti dell’impensato. Pertanto fino a maggio metti in funzione l’ardore e l’entusiasmo e dai sfogo alle idee, poi dal 5 giugno concentrati sugli obiettivi operativi e agevolmente vedrai fiorir la carriera su stimolanti e vantaggiosi giardini competitivi. In estate coltiva le relazioni e sii disponibile a guardare oltre il solito clan, avvisterai l’occasione di incontrare chi ti può aiutare in trattative per prosperare ancor più sul lavoro  nonché migliorare le condizioni di status  generali. Da settembre, in ogni occasione sii amabile, pratico ed equilibrato  da avere l’opportunità di farti apprezzare e di seguito ottenere appoggio e consenso per raggiungere quei traguardi agognati e appagare l’ambizione in ogni vitale questione. Insomma arietino il messaggio che t’arriva dal cosmo è lampante,  quest’anno è eccellente a tutti i fini agognati in particolare ancor più lo in ambito professionale e socio-sentimentale, bensì il successo  è con la calma e la chiarezza di intenti che  passo dopo passo si conquista. Al dunque se comprendi bene il messaggio interstellare non hai tempo da perdere in agoni aggressivi  o in remore  retroattive di torti e tempeste subite, di impegnarlo a tutto campo. Quindi, impiegalo  al massimo per concentrarti  a far funzionare al meglio le mentali rotelline per sfruttarlo a cogliere con rapidità le eventuali mosse da perseguire per giungere difilato a centrare gli obiettivi pianificati e  mettere in attivo  gratificanti risultati. Tuttavia non dimenticare che hai anche talento per svicolare da qualche fortuito inconveniente come farlo fruttificare finanziariamente anche nelle sgradite faccende. Eh, eh, buone stelle buona vita!

4 cancer

Cancro: olà cancerino al motto” logica e fantasia agevolano il marciar in qualunque via” potrai finalmente ritrovare chiarezza riflessiva per armonizzare con la realtà pratica e recuperare energia vitale per inoltrarti senza timore a concretizzare i desideri professionali e conquistare mete socio-relazionali ambiziose. Eh, si, quest’anno dal ciel spira un venticello a favore carico di opportunità eccellenti a variar il vecchio tran tran. Pertanto sollecita la fiducia e il buonumore, tira il freno delle emozioni e affronta con la massima razionalità cambiamenti e novità che il ciel nel 2024 elargirà. Tuttavia non dimenticare di utilizzare intuito e sensibilità, son doti preziose per cogliere quei segnali che vantaggiano a migliorare la reattività oggettiva nella quotidiana attività operativa. Dimodoché agire con abile perspicacia nei modi e nei tempi ottimali sia per sbaragliare competitor, rischi e intralci, sia per incrementare le possibilità di successo ai fini di mire progettuali professionali, prestigio sociale e progresso finanziario, quanto nel relazionarsi con maggior acume con soci, amici, collaboratori, partner affettivi. Se comprendi bene il messaggio è l’anno giusto per uscire dal guscio sconsolante e rituffarti con coraggio nella mischia, reimpostare l’esistenza su un piano valoriale fertile, carico di possibilità per comunicare con scioltezza, dare impulso a iniziative e desideri, mettersi in azione, affermarsi, raccogliere plausi e apprezzamenti, stabilizzare lo status su un piano di maggior prestigio e soddisfazione in ogni ambito esistenziale: lavorativo, economico, relazionale affettivo. Quindi cancerino al primo sole marzolino se vuoi trarre profitto dalla buona sorte spaziale, metti una pietra allo ieri, con pragmatismo lungimirante apri mente e cuore al domani. In luglio apri il cassetto dei sogni, in settembre scruta l’orizzonte e acchiappa al volo una opportunità, in dicembre raccogli un bel profitto e con amici e famiglia brinda la realizzazione del tuo sogno.  Eh, eh, buone stelle buona vita!

2 tarus

Toro: al motto “avanza avanza che la buona stella dal ciel ti guarda” il sibillo dal cosmo narra che in ogni settore in cui t’applichi quest’anno puoi farcela a migliorare o stabilizzare quel che ti garba. Suggerisce che per raggiungere gli obiettivi con deciso successo in ogni ambito che ambisci, è bene continuare ad utilizzare la costanza con destrezza performante. Bensì raccomanda di non trascurare l’intuito che hai in abbondanza, poiché è il mezzo che ti può pilotare a conquistare traguardi ancor più di prestigio oltreché ottimizzare la posizione socio-professionale. Inoltre se a ciò aggiungi un po’ di elasticità mentale, coltivi l’ottimismo e ti lasci un tantino guidare dal vento che spira da vicino ma anche da lontano puoi cogliere delle appetitose opportunità per cambiare quel che in economia e in amore non va. Se hai compreso torello le stelle dicon che il 2024 è un anno piuttosto favorevole e da vivere a tutto campo senza rigidità e ansia. Per cui bando a pigrizia e incertezza e accoglienza tempestiva a procedere con convinzione a raccogliere tutte quelle soddisfazioni che da tempo aspetti. Può essere che qualche nube in luglio e dicembre offuschi la ragione, niente panico, basterà un po’ d’empatia per spazzarle via e goder di un bel panorama di ampio apprezzamento, sostegno e collaborazione in famiglia, amicizia e lavoro, non solo, ti attirerà il favore della sorte da conquistare quei traguardi prefissi e concludere tutto quel che aspiri all’insegna del buon umore. In definitiva torello quest’anno hai sol d’agire con gentilezza per connetterti al meglio che in ogni settore esistenziale gira e mese per mese far progressi e raccogliere risultati risolutivi di eventi passati nonché eccellenti indizi prosperi di quelli futuri. Eh, eh, buone stelle buona vita!

12 pesc

Pesci: ola, bel pesciolino al motto ”chi si lamenta senza motivo s’intruppa sul primo scalino” quel che per te miro tra stella e stella è un anno ricco di prospettive per trasformare il terren cammino da accidentale a spianato. Quel che il ciel propone pesciolini è un anno di riequilibrio intimo che permette di sintonizzare l’intuito alla realtà, accoppiare l’efficienza alla determinazione, la creatività all’azione pratica, insomma riacquistare solidità razionale in ogni settore esistenziale. Per orientarti a non confondere il lor parere la prima mossa che faran sarà di buttare nel cestino dell’usato le condizioni scomode del recente e lontano passato e aprire i rubinetti dell’astuzia e del coraggio. Acciò per ricollegare l’arguire al realismo e finalmente ritrovare fiuto per coordinare quello spirito espressivo libero e un tantino eccessivo nei suoi voli fantasiosi al raziocinio coerente e funzionale a districare gli accadimenti che inevitabilmente implica il vivere quotidiano. Di seguito, fornirti l’antidoto all’ansia procurandoti ogni tanto il pretesto di un viaggio di affari all’estero o un momento propizio per partire, solo o in in comitiva, per una rilassante vacanza. Quindi nel 2024, guarda con ottimismo oltre lo steccato ti si aprirà un mondo di opportunità da sfruttare in campo professionale, sociale e sentimentale. Seppoi in maggio dai una spinta all’ingranaggio progettuale in campo socio- lavorativo verso nuove mete, avrai l’opportunità di spazzare il rusco che ancor ti impiccia e centrare l’obiettivo di espanderti e raggiungere traguardi gratificanti. Inoltre, di seguito cogliere l’occasione di un mutamento delle condizioni attuali nello stile di vita operativo che nel medio lungo termine ti riempirà un canestro di soddisfazioni morali e finanziarie. Al dunque tieni a mente che marzo e maggio saran d’oro per spaziare in tutto il territorio, ossia lavoro, amici, affetti, attività economiche-professionali oltreché, gettare le reti per proficue pesche occasionali estive, come stringere rapporti associativi inerenti business o relazioni confidenziali. In settembre e ottobre però in qualsiasi rapporto interpersonale usa un tantino d’attenzione, ti eviterà di non confondere l’ambiguo col corretto e dissociarti da soggetti non proprio di specchiata reputazione o comunque incompatibili con le tue filosofie di vita attiva sia privata che collettiva. Eh, eh buone stelle buona vita!

3 gemini

Gemelli: al motto” naviga con ironia e segui il vento che dal colle spira” il sibillo dal cosmo rivela che quest’anno gemello conviene sdrammatizzare quel che accade e sfruttare al massimo il tuo talento naturale di svicolare con brillante accortezza i piccoli e grandi guai dell’esistenza. T’assicura se così farai avanzerai sulla scena della vita da attore principale raccogliendo un bottino di consensi professionali e sonanti denari da sbalordire pure gli astri. Però non gongolare, piuttosto concentrati e perfeziona i progetti di cambiamento in quei settori vitali che ti procurano disagi e scandaglia bene mezzi, rischi, possibilità e chi o cosa si contrappone ai traguardi di trasformazione, poi con determinazione scavalca gli ostacoli e avanza senza preamboli. Tuttavia nell’intraprendere il percorso innovativo, stai accorto, non lasciarti prendere dalla frenesia di arrivare in tempi brevi ai traguardi, inoltre non fissarti a perseguire ideali di successo grandeur o vanitosi, potrebbero risultare esaltanti ma impossibili da impelagarti e spendere preziose energie psico-fisiche essenziali a raggiungere le mete e dimostrare quanto vali. Soprattutto rischieresti di trascurare quei dettagli determinanti a incassare soddisfazioni economiche e morali. Comunque gemello il 2024 è un anno di buone prospettive in ogni campo: lavoro, relazioni, affetti, prestigio, finanze. Sta a te sfruttarlo con brillante intelligenza da maggio in avanti.  Eh, eh, buone stelle buona vita!

5 leo

Leone: oplà, al motto” la fortuna è ballerina mai l’acchiappa chi non danza” quel che le stelle mettono in palio bel leoncino è un tantino a balzoncello per cui con intelligente agilità sii pronto a saltellar e tra una frenata e una corsetta te la potrai cavar. Certo non con la solita brillantezza e neppur con plausi che tanto appagano la tua ambizione di primeggiare ma neppure in modo da fossar la criniera. Tuttavia se anche il percorso annuale non sarà splendido splendente le stelle fan sapere che mettendo in campo dinamismo, ardimento, intelligenza e un pochetto di umiltà e autocontrollo nervoso t’offriranno la possibilità di ottenere risultati quasi quasi da applausi. Bensì sarà sostanziale in primis correggere la direzione dei propositi e delle aspettative, nonché mutare l’atteggiamento verso i prossimi, sian essi colleghi, subalterni, soci, amici, concorrenti, e, tra stop e ripartenze, verificare il conveniente e l’avventato in ogni settore esistenziale. In risolutivo leoncino quel che il ciel nel 2024 concede non è di scorrevole brio operativo ma di continua pianificazione delle strade da perseguire e dei modi e maniere a cui strategicamente ricorrere per giungere ai traguardi con il successo auspicato, o, quantomeno, temporaneamente, realizzabile in professione, guadagno, finanze, sentimenti, rapporti socio-ambientali. In ogni caso la primavera e l’autunno sono periodi nei quali concentrando al massimo energia e prontezza decisionale operativa apportano sostanziosi vantaggi in termini di soddisfazione del congenito orgoglio a dominare sulla scena pubblica e privata. L’estate invece all’inizio batterà la grancassa per un cambiamento decisivo a rimettere in seguito la carriera su un gradino di maggior prestigio e al solleone ecciterà l’ottimismo . Nel concludere t’avverto che dal punto di vista economico per assicurarsi benefiche opportunità, in ogni ambito vitale, di progressivo aumento del potere personale, sarà necessario ridimensionare investimenti e spese grandeur. Mentre rapportarsi con simpatia e amabilità sarà un criterio assai valido per evitare conflitti inutili, urti filosofici o sgradevoli intoppi ai propri desideri progettuali. D’altro canto relazionarsi con eleganza è un valore aggiunto sempre fertile per attrarsi collaborazione e opinione favorevole specie di partner, amici, superiori, persone influenti. Eh, eh buone stelle buona vita!

7 bilanc

Bilancia: oh, oh al motto ” non c’è tempesta senza arcobaleno” nel ciel stellare bilancino brilla un bel sereno che suggerisce di mettere in cantiere tutto quanto, credi o pensi, converge a realizzare i desideri fondamentali a gratificare le ambizioni nonché migliorare il benessere delle fin qui condizioni esistenziali. Eh, si nel 2024 non c’è da tentennare o perdersi in qui pro qua ma da approfittare della generosità stellare e sbilanciarsi con brillante sicurezza in ogni direzione per afferrare le ottime opportunità di crescita personale, sociale, economica e professionale. Nell’iniziare il cammin programmatico verso i traguardi agognati però convien avere una chiara percezione oggettiva del proprio status complessivo, come dire individuare le priorità di dove, come e perché agire. Quindi fare il punto della situazione, settore per settore, sarà l’essenza per pianificare con criterio gli obiettivi, organizzare le azioni operative, calcolare i rischi progettuali e gli interventi alle possibili variabili ambientali che potrebbero interferire per arrivare alla mete prefisse con successo. Altresì bilancino, sarà altrettanto essenziale alla riuscita sbarazzarsi delle foschie che impediscono la distinzione a impegnarsi con chirurgica precisione nei propositi o, in qualche modo, confondono la visuale a lungo raggio che permette di centrare il punto focale dell’arrivo al proprio traguardo e, se non tentenni, anche garantire di giungere ben oltre le mire iniziali. In ogni campo sarà basilare al successo delle mete da conquistare: apprendere e mettere in atto le innovazioni tecniche, scientifiche o di indicazione specifica allo sviluppo del proprio settore professionale; non trascurare i rapporti interpersonali in essere ma anche le opportunità di nuove relazioni, stringere amicizie; inoltre, in ogni evenienza comunicare con sicurezza e adottando una dialettica empatica e in casi estremi diplomatica.  Al dunque gli astri lasciano campo libero all’iniziativa e appoggiano le decisioni pratiche utili a progredire. Per cui   fino a maggio spingono a superare le scorie del passato e a scrutare verso il futuro con maggiore disponibilità collaborativa. In estate offrono chance di cambiamenti stabili e decisivi all’avvenire lavorativo, finanziario e sentimentale. Forse a pensarla anche diversamente nei rapporti con partner e familiari.  In autunno confermeranno il ritorno alla prosperità economica e apriranno le porte per  nuovi guadagni e investimenti .   Eh, eh, buone stelle buona vita!

9 sag

Sagittario: oplà al motto “ quando non sai dove pescare segui la corrente” mi sa mi sa, bel sagittario, che dal ciel fluiscono venti assai imprevedibili che spirano in tutte le direzioni, per cui aggrappati ai tuoi innati talenti per non farti scardinare e volare in un mare di incertezze. In primis sarà fondamentale la prontezza nell’afferrare al volo ogni circostanza utile a cambiare la panoramica generale. Di seguito, per trasformare la sfida della sorte in opportunità propizia all’espansione del tuo raggio d’azione, lo sarà studiare con calma gli obiettivi da mettere con precisione nel mirino delle aspirazioni e chiarire bene tutte le sospese questioni. Dappoi, carica l’entusiasmo, dai fondo alla saggezza introspettiva, cambia quei punti di riferimento idealmente allettanti ma non più convenienti al tuo benessere essenziale nè stimolanti l’incremento evolutivo socio-professionale. Nondimeno sostanziale al cammin annuale è la concretezza nel trattare tematiche di lavoro, economia e sentimenti. Di fatto è il perno sul quale gira la garanzia del successo di ogni iniziativa, il premio alla dura fatica intellettuale e fisica, nonché il  ricavato pratico  in termini di prosperità monetaria, soddisfazione morale e consolidamento dello status quo. Al dunque sagittario il ciel non è poi così contrario, anzi, anzi propositivo di inedite vicende e buone novelle, tant’è che da metà maggio tutto può accadere. Ma quel che le stelle fan sapere sii ottimista e non temere, potrai sbizzarrirti a cambiar scenario alla routine, impadronirti della situazione professionale e farti valere con maggior facilità anche in famiglia e società. In più magari trovare un partner fisso o far fiorire un già rapporto d’amore, come anche concederti, ma senza strafare, qualche capriccio extra-relazionale. Inoltre sbarazzarti di vecchie pastoie legali o controversie sia d’affari che familiari. Per concludere, un anno un tantino ventoso che metterà a dura prova l’equilibrio energetico, bensì fiorente di prospettive fortunate che agevoleranno una strutturale rigenerata in ogni campo esistenziale. Eh , eh buone stelle buona vita!

6 verg

Vergine : urca, al motto” nessuno è perfetto ma ci può arrivar” da quel che le stelle mormorano, cara vergine, in quest’anno non potrai tergiversar e nemmeno rinviare le decisioni socio-professionali che da un po ti pressano il groppone e intralciano l’ arrivo verso i traguardi programmati con precisa deliberazione di gratificante successo. Oltre ciò, messaggiano che se vorrai continuar a progredire e migliorare la posizione lavorativa, economica e sentimentale, dovrai pure scrollarti qualche responsabilità, magari delegandola a chi ritieni opportuno, soprattutto di liberarti da certi attaccamenti feticci o assai indeterminanti ad apportare vantaggi nel contesto pratico. D’altronde non è una novità, sai già che stressano mente e fisico e non fruttano né dal lato finanziario né da quello professionale e nemmeno giovano ai progetti di reputazione o d’affetto, quindi …Quindi afferra l’occasione che il ciel t’offre di poter volger altrove lo sguardo e captare ottime possibilità di variare completamente stile di vita, intraprendere percorsi socio-lavorativi maggiormente idonei alle tue doti e competenze oltreché di superiore beneficio al prestigio e al benessere finanziario e psico-fisico. T’annoto anche di non sottovalutare il dedicarsi a qualche distrazione per scaricare le tensioni, ma anche intrecciare nuove amicizie e relazioni o ampliare le proprie cognizioni culturali e specialistiche, poiché, l’una e l’altra, son mezzi di dialettica formativa efficaci alla crescita personale, in specie a incanalare idonee alternative a scopi e obiettivi da conquistare. Comunque, quel che realisticamente ti conviene nel 2024 è di esaurire entro febbraio i progetti, in marzo analizzare e decidere in che direzione vuoi andare, mentre in aprile sarà fondamentale mettere in moto, in ogni settore, l’intelligente azione di mutamento delle attuali condizioni. A Maggio è sostanziale perseguire con determinazione la sfida di ristrutturazione dell’operatività quotidiana, giugno e luglio son buoni per chiarire le motivazioni, tenere sotto controllo le reazioni emotive e attrarre la sorte per lanciarsi, senza preoccupazione, verso la realizzazione dei fini ambiti. Novembre sarà adatto a stare in guardia da possibili avversari e non dare fiducia d’impulso ma valutando attentamente. In conclusione caro vergine il ciel quest’anno ti chiama ad affrontar ciò che ti è limitativo, scomodo e ti impedisce di progredire sia nella sfera privata che pubblica, cogliere le nuove possibilità per modificare l’itinerario vitale, gareggiar con sicurezza e raziocinio e inoltrarti a passo spedito in un futuro assai più consono all’indole, alle intrinseche capacità, ai desideri intimi, al prestigio sociale, economico e sentimentale, ma innanzi tutto vantaggioso allo sviluppo concreto del modo di essere in ogni ambito e sotto tutti i punti di vista. Eh, eh buone stelle buona vita!

11 acquar

Acquario: occhio, al motto “l’avventura è stimolante, la saggezza artista di vita” quel che il ciel quest’anno propina è senz’altro allettante, carico di energia e potenza indotta a rimodulare l’esistenza in filosofie di vita, dissimili dal recente passato, bensì maggiormente idonee alle insite caratteristiche, un tantino rivoluzionarie, del temperamento. In particolare coi suoi influssi cambierà passo all’attendismo e strutturerà le azioni quotidiane su tempi rapidi e metodi operativi più appropriati a captare e risolvere con prontezza i problemi reali. Ovviamente, tale metamorfosi, inizialmente procurerà irrequietudine che si rifletterà negativamente in ambito lavorativo e nella gestione finanziaria-amministrativa. Dopodiché, scatterà la sorte favorevole e progressivamente al nervosismo subentrerà un senso di equilibrio e entusiasmo fattivo rasserenante e il tutto volgerà a garantire, prima la soluzione delle problematiche vecchie, eppoi, con un consistente appoggio, ad aprire la strada alla realizzazione concreta dei progetti evolutivi personali in ogni sfera dell’esistenza. Al dunque, acquario, un anno vivace, con qualche incognita da affrontare e qualche resistenza intima da superare. Tuttavia nel complesso eccellente, ricco di risultati di successo professionale, di piena coscienza gestionale nei rapporti socio-relazionali, di energia per pianificare vantaggiose trattative per avanzamenti in carriera e accrescimento dei guadagni e di risvolto consolidare autonomia deliberativa e risorse monetarie. Ma anche da fine maggio in poi carico di premesse per recuperare originalità creativa e quella libertà di osare e andare oltre nel comunicare col prossimo, relazionarsi sentimentalmente, aprirsi alla leggerezza e all’avventura, regalarsi qualche momento di svago in compagnia, coltivare interessi innovativi per sfruttare i propri talenti. Eh, eh, buone stelle buona vita!

1 ariete-horz

Conclusa la carrellata delle deduzioni annuali per l’ognun sentier il sibillo pensier dalle stelle saluta e precisa che l’ordine non è significativo di privilegio e quanto espresso è solo orientativo e : la fortuna ama giocare e danzare e per attrarla bisogna ballare e rischiare. Per cui ognun si adegui. Può essere che talvolta c’è ma non la si incontra per distrazione o divergenze filosofiche. Tuttavia ognun ha in se potenza e doti appropriate per farne a meno.

Bye bye

Oggi è il giorno della memoria.

shoa

Un giorno di Memoria che mai dovrebbe dissolversi, essere distorto, alterato, messo in dubbio o negato. Perché? Perché è memoria inconfutabile di quel 27 gennaio 1945 quando le truppe russe entrando nei campi di concentramento di Auschwitz scoprirono l’orrore dei forni crematori e rivelarono al mondo intero il più orribile eccidio di massa che memoria d’uomo ricordi. E, si! Quei soldati sovietici liberando i pochi sopravvissuti svelarono alla collettività l’agghiacciante sorte di altri milioni di esseri umani, in tutta la orribile verità consumata in quei campi: il genocidio nazista, o olocausto.

Già l’olocausto, il cui termine significa “bruciato interamente” e oggi identificato con il termine ebraico Shoah.  Una pagina di storia terrificante che nessuna memoria umana, degna di appartenere al genere, doveva, dovrebbe mai registrare. Una orribile pagina di odio cieco, di atroce barbarie, di inammissibile perversità in cui milioni di uomini donne bambini ebrei, furono  gasati e arsi mediante un’accurata pianificazione che i nazisti denominarono “ soluzione finale della questione ebraica”.

Quello di oggi è un giorno di memoria istituito dagli stati membri dell’Onu per non dimenticare quei milioni di vite “ incenerite ” con metodi simili a quelli di una efficiente fabbrica o distrutte con il concorso di numerosi specialisti dello sterminio. Veri sanguinari depravati e maniaci che con scuse banali e assurde uccisero con una freddezza cinica e sprezzante esseri umani incolpevoli se non d’esser ritenuti indesiderabili. Un giorno di memoria per riflettere e soprattutto per restituire dignità a quei 15 milioni di uomini donne bambini, ebrei sinti e rom, religiosi, comunisti, omosessuali, disabili mentali, portatori di handicap ecc.

Per me è un giorno di memoria di insegnamento basilare, per scongiurare di ripetere un simile orrore doveroso per tutti e tutto il mondo anche se… Anche se purtroppo, la memoria di siffatti crimini umani non mi sembra che ha quell’effetto di mai più sulle coscienze o ha raggiunto la memoria di tutti se, per una infinità di motivi che definirli pazzeschi è un eufemismo, in ogni parte del pianeta, seppure non in quel modo o in quella maniera massiccia di milioni di vite rubate a un popolo il cui unico torto era quello di essere ebreo o di minoranza, si continua a epurare, bruciare, sgozzare, torturare, respingere, discriminare esseri umani.

Credo, e mi spiace moltissimo ammetterlo, che nessuna memoria per quanto drammatica e sconvolgente riesce a sconfiggere le idee balzane e tramutare la vanagloriosa follia dell’inumano in umano. Anzi, anzi  alla luce di quanto è avvenuto e sta avvenendo ultimamente in certe zone del mondo, credo che ne l’antisemitismo ne il nazismo  siano concetti superati.

bydif

Immagine 2

Ocio, arriva messer otto!

ann 2024

Per la regola della crono legge dell’universo anche messer 7, 2023, volente o nolente cederà l’annual trono al suo susseguente. Cosicché, chi prima o chi dopo, in ogni parte del pianeta con botti e fracassi ai rintocchi del tempo darà il benvenuto a messer otto, 2024. Al che occio! Perché al solo guardallo l’è un tipetto che comunica d’esser piuttosto complesso nel suo interagir terrestre. Di fatto valutando la sua “mise” numerica 2+0+2+4 appare evidente che è tutta “stoffa” valoriale passivo-ricettiva. Vale a dire a bassa vibrazione dinamica autonoma e alta assimilazione di stimoli e fattori esterni. Per cui riflettente scarso spirito di creatività indipendente e alquanta sensibilità ricettiva a esortazioni di eventi fortuiti. Dopodiché osservando la cifra della somma teosofica( 2+0+2+4=8 ) chiaramente l’aspetto 8 riconferma tutte le proprietà motivazionali basiche ma al contempo il suo costrutto complessivo evidenzia un carisma magnetico, una predisposizione organizzativa energica e un carattere che abbonda di ambizione, forte carica realizzatrice, abilità a concentrare le energie alla ricerca di denaro e gratificazione materiale. Al che si può affermare che l’è proprio un messer anno ben equipaggiato di doti vantaggiose da elargire per cui è vitale avere occio da cogliere le circostanze positive che dispensa e profittarne. Detto ciò va da se che il quesito è: vabbè… bensì in concreto l’anno del suo regnar cosa potrà mutar nel panorama singolo o global? O: “ co’ sto messer 8 sarà in meglio o in peggio l’andar di ogni uman”? Beh, di sicuro il cambio di messer cambia le vibrazioni e in conseguenza gli influssi che irradia nel singolo e nel collettivo. In meglio o in peggio…è un dilemma scespiriano! Difficile asserire in toto se la sua influenza sarà a pro o contro. Tanto più che a volte può essere assai soggettivo cogliere la differenza nell’uno o nell’altro senso. Comunque a livello sintetico un regnante con caratteristiche 8 non può esimersi dal promuovere interessi monetari, impegnarsi al massimo nelle vicende materiali, rimarcare l’importanza ai massimi livelli della reputazione e posizione sociale. Per cui è messaggero di influssi fortunati, di obiettivi concreti, soprattutto di fervore emotivo per le questioni meramente vantaggiose al progresso finanziario nonché di controllo vigile delle risorse economiche.

Premesso ciò, quel che il pensier può esprimere di messer Otto, 2024, nel generale previsionale complessivo, che l’annata del suo regnar verte tutto sulla materia, intesa come traguardo di progresso e agiatezza terrena. Tant’è che i suoi dogmi sono danaro, potere, seduzione. Per cui sprigiona impulsi a concentrare desideri e sforzi, singoli e collettivi, a tutto ciò che porta benefici, vantaggi, successo, opulenza. Con le sue vibrazioni indirizza a cimentarsi in imprese di rilievo e intraprendere percorsi di maggiore appagamento economico, nonché di prestigio. Influenza atti e intenzioni ad allargare gli orizzonti di dominio, di comando, di capitali, di profitto. Offre abbondanti prospettive di conseguire traguardi autorevoli, accedere a posizioni professionali, di commercio, finanziarie, sociali prestigiose. All’uopo incrementa a relazionarsi con personaggi influenti o persone di ottima onorabilità pubblicamente riconosciuta. Agevola a sfruttare gli stimoli del contesto per elevarsi in carriera, ottimizzare le condizioni esistenti e i guadagni, accrescere il prestigio socio-economico, concentrare l’attenzione sul business e stabilizzare le situazioni precarie. Avvantaggia tutte le professioni, le questioni amministrative e qualsiasi genere di affari e contratti. Facilita le realizzazioni ambiziose e importanti. Asseconda il successo costante delle attività produttive. Aumenta l’abilità pratica, la capacità di guadagno e amplia le possibilità di crescita patrimoniali. Benefica qualunque operosità tenda all’arricchimento ma in particolar modo privilegia chi punta in alto o a risollevarsi da crisi economiche. Inoltre oratori, medici e medicina, psicologi, scritti e scrittori, editori. Esperti di marketing, consulenti di società, banche, risorse, trasporti marittimi. Industriali, capi di enti, politici impegnati in campo monetario e territoriale.

Pertanto con messer otto per aver successo e arricchire il portafoglio è fondamentale non circoscrivere il proprio raggio d’azione ma andare oltre, guardarsi attorno e attivarsi a recepire in qualunque circostanza la possibilità propizia, finanziaria, professionale, di commercio. Soprattutto l’occasione di incamerare introiti, osare e approdare ai traguardi ambiti. Insomma con messer otto è obbligo porre l’attenzione sul denaro, gli affari, l’attività, ogni tipo di guadagno, non porsi confini progettuali di acquisizione di benessere e agire con ottimismo e senso di responsabilità. Tuttavia senza bleffare, travalicare i limiti della correttezza. Perché? Perché ogni imprudenza fallosa di minimo può costare solo la stima tanto personale quanto collettiva se riferita a capi di governo, stati, dirigenti, ma di anche ben altro di più pericoloso se agisce di massima. Di fatto sotto la sua influenza non è raro per chi agisce in modo scorretto, smodato o ingiusto incappare in capovolgimenti di vita, di inversione di tendenza decisionali nei posti di comando. Come dire “chi troppo vuole nulla stringe” e… il ricco si può ritrovare povero, quanto un capo di governo spodestato. Quindi ocio !Anche perché, nel simbolismo numerologico il messer otto è quotato cifra di passaggio di influenza karmica, di elaborazione di esperienze attuali e passate debitorie da assolvere. In conseguenza ogni insolvenza o reiterazione può amplificare il debito karmico da pagare e condizionare negativamente le aspirazioni annuali.

Comunque, messer 8 nel suo insieme è generoso tutto l’anno con tutti e in ogni settore vitale, lavoro, soldi, amore, benessere fisico. Nei suoi giorni di dominio sui terrestri benefica qualunque impegno e operosità, ovviamente purché sottintenda i suoi principi fondamentali di accumulo e gratificazione materiale. Aprile, Giugno e Agosto sono mesi fondamentali a cui porre molta attenzione sia per evitare di esasperare le situazioni con le proprie mire, sia di perdere di vista le occasioni proficue che elargisce. Va anche detto che nel suo essere rivela motivazioni inconsce che inducono a subire gli avvenimenti, lentezza reattiva, diffidenza, suscettibilità e scarsa fiducia, mancanza di fantasia nel reagire ad eventi inconsueti, per cui talvolta istiga ad isolarsi, allontanare gli altri comanche ad alterare opinioni e avvenimenti, palesarsi tirchio, avido possessivamente esagerato.

A chi fa pro? A oratori, medici e medicina, psicologi, scritti e scrittori, editori. Esperti di marketing, consulenti di società, banche, risorse, trasporti marittimi. Industriali, capi di enti, politici impegnati in campo monetario e territoriale. In particolar modo privilegia chiunque punta al massimo.

A chi va contro? Autoritari e tiranni, avidi, dominatori smodati, corrotti, vendicativi, a chi ha mire esagerate di potere in senso lato, soldi, cose terre, persone, fannulloni, parassiti, strozzini.

Che pronostica?

Beh…Seppure qualche aspetto negativo prodotto dal regnar di messer 7 nei primi 3 mesi può perdurare e causare qualche sconcerto, di non allarmarsi, dacché poi messer otto agirà e tutto cambia, gli affari iniziano a prosperare e, forse sul finire dell’anno concede anche di cavarsi qualche capriccio, magari di sperperare qualche euro in beni voluttuari. Di fatto avverte che il 2024 è l’anno adatto, per migliorare le condizioni economiche, e di lavoro. Fare strada, avanzare di grado e assumere il potere che ne deriva. Organizzare il tempo. Sistemare il sospeso, latente o inconcluso nei mesi o anni precedenti. Consolidare la posizione in ambito lavorativa-socio-economica. Al proposito raccomanda di frequentare ambienti diversi dai propri, stringere amicizia e relazionarsi con soggetti influenti o perlomeno che possono appoggiare le iniziative e i progetti a cui si aspira, soprattutto in caso di necessità di apportare cambiamenti o risolvere problematiche di rivolgersi sempre ai vertici. Ovviamente annuncia che lascia poco spazio al relax, ai flirt, e tutto ciò che non porta profitti concreti. Tuttavia aumenta l’attrazione, il potere seduttivo, la fermezza nelle relazioni sentimentali, tanto per stabilizzarle quanto per interromperle allorquando percepisce scarsa lealtà o collaborazione. Data la sua indole di logica favorisce le unioni per interesse, per reputazione e per consociazione collaborativa. Assicura che premia chi si attiva per migliorare le proprie e altrui condizioni, ambisce ad essere un valido componente della comunità, si dimostra equilibrato nel dare e avere dell’esistenza. Però punisce chi spende male le proprie energie e risorse, esagera, abusa del suo potere, progetta di arricchirsi in fretta o fa tutto esclusivamente per soldi. Vale a dire con lui sul trono annuale fatalità o ricompensa son sempre in agguato, per cui ribadisco al piccolo e al grande ocio alle azioni e alle decisioni. In conclusione, l’anno di messer 8, 2024, è l’anno in cui recepire ogni indizio fortunoso in quanto è quello nel quale possono svilupparsi tutte le migliori prospettive economiche e fruttare notevoli possibilità di avanzamento nella scala socio-professionale. Inoltre portare alla luce e maturare tutto il lavoro svolto con fatica nei 7 anni precedenti e dirigere con perizia su strade nuove con svolte di successi persino impensabili. Al che si potrebbe definire un anno da vivere col massimo di intensità fisica e mentale.

Che dire in più su messer otto? Probabilmente che è poco spirituale, mistico o teorico e per niente diplomatico. Che universalmente è considerato il numero dell’equilibrio cosmico ed è la chiave per accedere ai segreti dell’infinito. Che incarna il benessere materiale a cui l’uomo tanto ambisce. O che induce gli individui ad incrementare l’ ambizione a raggiungere traguardi ai massimi livelli e che nell’incrementare la corsa al podio bramato c’è rischio che incrementa la frequenza di fatti e avvenimenti non proprio rassicuranti. Che nel suo anno sia nel panorama mondiale che in quello individuale ci saranno fluttuazioni e scelte difficili che richiederanno equilibrio nel valutare alternative e soluzioni decretando ai fini conclusivi successo o fallimento. Che nello scenario mondiale coi suoi input può scatenare nei capoccioni la cupidigia d’accaparramento da vederne delle belle. O che tra rischi e prove al suo sparire può consegnare ai mortali conclusioni straordinarie Oppure che l’avvenire di tutti dipende da una persona molto influente. Di certo v’è che, nel bene e nel male, è un anno in cui, denaro e potere sono i focus di ogni scenario terrestre. Quindi meglio accogliere la sua venuta col sorriso da ingraziarsi i suoi influssi benefici e magari metter nel forziere del destino un avvincente avventura.

Immagine 1

Nel puntualizzare che messer Otto incarna la quintessenza del benessere materiale a cui ogni umano tanto ambisce, auguro a tutti di passare in sua compagnia giorni piacevoli e proficui. Particolarmente che metta nella bisaccia di ognuno quello che desidera o con i suoi prosperi influssi realizzi ciò che gli è più conveniente nell’esistenza. Buonissimo 2024!

bydif 2 - Copia         Dalla galassia stellare di messer 8 una pioggia di auguri

di un  Buonissimo 2024!

qualche curiosità sul numero otto:
la sua forma è ottagonale
il colore il blu
nella cultura cinese è numero fortunato
è numero razionale
8 è simbolo dell’Infinito
l’8 appartiene al gruppo dei numeri primari
è il numero della rosa dei venti,
dei petali del loto,
esotericamente è considerato simbolo dell’equilibrio cosmico.
nel linguaggio dei nummeri significa la vittoria,il karma, il denaro inteso come energia propulsiva.
nell’umano l’8 incoraggia a prendere il controllo del destino
nella simbologia cristiana esprime un nuovo iniziodi creazione e la resurrezione
l’8 è il numero di Gesù Cristo
In greco, il nome di Gesù equivale a 888.
nel buddismo è le otto vie

nei tarocchi otto è la carta della giustizia

otto

….a presto le previsioni sibille

Orazione contadina a santa Lucia

s luce

O luce dell’eterna bellezza del creato, splendente martire di fede, dono incondizionato d’amore a Cristo, aiuta questa umanità smarrita, brancolante nel buio spiralidoso della violenza, dell’odio, della vendetta, disorientata dai richiami della fugacità del se annaspa nei meandri dell’illusione temporale.
O beatissima luce virtuosa dello sconfinato, illumina il cammino di ogni esssere umano confuso, debole, incerto, vagante nei mille e mille rivoli oscuri, solleticanti la vanità, l’egoismo, l’inganno, la sopraffazione, la voluttà dei beni transitori da vedere la strada chiara del bene supremo.
O iridescente fiore del giardino celeste, fulgido esempio di volontà , supporta questa umanità a trovare la via della nobiltà del cuore che allontana la mente dalle debolezze nefande e inonda lo spirito di lodevoli positive qualità.
O glorificata fanciulla luce viva del cielo che non conosce calar del sole volgi i tuoi occhi fulgidi e belli sul mondo e guida ognuno che vi coesiste a vedere il sentiero della verità, dell’equa comunanza, del reciproco rispetto, del pacifico dialogo.
O amatissima Santa lucia innocente vergine di altruismo, i cui occhi oltrepassano l’usura del tempo, dona all’umano la saggezza di saper guardare oltre il proprio naso da scorgere gli spiragli per abbattere i muri, i fili spinati, le intolleranze, gli estremismi, i malversi ispiratori di stoltezze antiumane, soprattutto a riconoscere i negatori dei valori del Cristo a cui Tu donasti la vita.

O Santissima lampada universale del Cristo Salvatore,  con cuore de fiamma e  spirito de fede  alla Tua divina luce el popolo de campi, de semina e de fatica ora, ringrazia e se raccomanda ”  Santa Lucia mia apre la porta de casa mia faie entrà luce pane e cortesia ma siccome el fredo strussia, la neve è pla via, prima di chioviri sui campi e la capa mia lampìa” empiù cunserva la vista, chè a smia  l’aptit no  manca mia”

santalucia

per la cronaca:Si narra che a Siracusa viveva con la madre una nobile fanciulla di nome Lucia, cristiana di fede profonda, già da piccola, in segreto, in cuor suo votò la  vita a seguire e amare Gesù. Bellissima e amorevole verso tutti e caritatevole con i meno fortunati attrasse un giovane pagano al quale fu promessa . Però, Lucia, essendosi consacrata totalmente al Signore, prima rinuncia al patrimonio donandolo tutto ai poveri poi nell’anno 304 al matrimonio. Al che il promesso sposo irato e furente per il rifiuto la denuncia. Cosicchè per le leggi imposte da Diocleziano il governatore Pascasio la fa arrestare proponendole in cambio della libertà di rinnegare il suo credo e omaggiare gli dei pagani. Bensì Lucia forte di fede, volontà e coraggio senza esitazioni gli rispose:” Sono la serva del Dio eterno, il quale ha detto: quando sarete trascinati dai giudici, non preoccupatevi di cosa dire, perché non sarete voi a parlare, ma parlerà in voi lo Spirito Santo”. Acciò di tanta temerareità Pascasio la condanna ad essere esposta nel lupanare, cioè essere rinchiusa nel bordello. Un oltraggio gravissimo per una vergine. Ma si racconta che quando i soldati arrivano alla sua casa e provano a portarla in quel luogo della vergogna, l’esile e delicata fanciulla sprigiona una forza miracolosa e né uomini, né buoi, né il fuoco, né la pece bollente riescono a smuoverla. Così Lucia condannata a morte dai soldati viene brutalmente sfregiata e oltraggiata nel corpo e nello spirito, sgozzata e cavati i bellissimi occhi al che si dice che il Signore subito glielì rimise a posto. é da questo atto barbaro che nelle tante iconografie scaturisce l’immagine della santa con in mano un piattino su cui mostra gli occhi. Ciò detto si memora che durante il martirio predisse la fine di Diocleziano. Nella tradizione popolare è leggendaria una frase da lei pronunciata durante le torture: “Farò vedere ai credenti in Cristo la virtù del martirio e ai non credenti toglierò l’accecamento della loro superbia”.

Il nome Lucia  deriva dal greco lyke e dal latino lux, lucis, che significano entrambi luce.Simbolicamente luce estesa anche al valore di via Lucis, cioè cammino di luce.

Santa Lucia morì martire perchè cristiana sotto la persecuzione di Diocleziano il 13 dicembre del 304 a Siracusa per ordine del console Pascasio.

Le fonti più antiche e attendibili su Santa Lucia sono gli atti greci e latini degli inizi del V secolo.
Le sue spoglie riposano nella chiesa dei SS. Geremia a Venezia.
Il culto a Santa Lucia si diffuse quasi subito in tutta la Sicilia, poi nel Nord Italia in particolar modo Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, e paesi nordici.
In Svezia, la festa di Santa Lucia è tra le più attese del periodo natalizio. Le ragazze si vestono di bianco e si adornano il capo con una corona di sette candele.
Da generazioni i bambini le scrivono una letterina poichè è tradizione che ogni 13 dicembre la lucente e dolce fanciulla, coperta da un candido velo, accompagnata da un asinello e dal suono di una campanella viaggi in terra e lasci loro caramelle, dolci e giocattoli.

La santa é molto venerata anche nell’Oriente ortodosso

Santa Lucia è patrona di Siracusa e di Venezia insieme a San Marco; dei fidanzati, dell’Amore Vero, quello che resiste e supera le prove della convivenza esistenziale, degli oculisti, ciechi, elettricisti e tutte le malattie degli occhi.
Per tradizione nella mia terra chi cerca qualcosa e non la vede, pur avendola davanti, esclama: “Santa Lucia mia dammi li occhi pe vedè chaccè in su la via!”

II 13 dicembre molti fedeli si recano nelle chiese dedicate a santa Lucia per chiederle di vegliare sulla loro vista.

In Sicilia la si invoca in diverse pratiche magiche, accompagnate dalla recita di particolari scongiuri.

Secondo la sapienza popolare il 13 dicembre festa celebrativa della sua morte è “lo giorno più curto che ce sia”. La scienza lo smentisce ma il detto resiste.

Tanti i proverbi dedicati a Santa Lucia: “Santa Lucia, sàlveme j’occhi!”;“Da Santa Lucia il freddo si mette in via”; “Per Santa Lucia il giorno corre via”; “Santa Lucia con il fango, Natale all’asciutto”; “Per Santa Lucia e per Natale, il contadino ammazza il maiale”; “Santa Lucia vorrei del pane ma pane non ho, digiuno mi sto”;Santa Lucia, cu l’ucchji pizzuti fami truvà ‘na cosa pirduta””Pe’ Santa Luzì la fira i fa, e al ragàzi ai raghéz la piè a gli dà; “santa Lucia fami artruvà ‘na cosa mia”; “Pe santa lux cui ti accarezza cchiù di quantu soli o t’ha ‘ngannatu o ngannari ti voli.”

Bydif

ps:l‘orazione non l’ho scritta in gerco antico delle campagne umbro per facilitare la lettura a chi passa.

I Santi

10

Il giorno di Ognissanti mi suscita sempre grandi emozioni, in quanto nel diario mnemonico si è cristallizzato in quello spirito di festa gioioso e al tempo stesso carico di significati mistici che né il tempo né le vicissitudini mondane scardinano. Quest’anno però l’impatto emotivo è molto, molto, molto intenso poiché, considerate le cronache horror, il mondo, sembra più stimare i “diavoli” che i Santi. Tuttavia e per fortuna mi basta richiamare il pensiero alla mia terra di origine, terra di grandi Santi, umili e carichi di fede che hanno lasciato segni tangibili della loro umana storia di uomini e donne, volta si al cielo ma soprattutto aperta all’amore, alla carità, alla pace, alla indulgenza, alla reciprocità nell’ascolto e al rispetto nella coesistenza civile. Particolarmente a quel santo poverello di Assisi, che mai perse la convinzione che fosse possibile mutare il sentimento di violenta intolleranza fra uomini di opposte fedi in pacifica convivenza. Infatti, basterebbe applicare un po’ del pensiero di san Francesco per annientare tanti satanassi scatenati in guerre e guerriglie e imbecilli contrapposizioni del nulla : “Dove è odio, fa’ che io porti l’amore. Dove è offesa, che io porti il perdono. Dove è discordia, che io porti l’unione. Dove è dubbio, che io porti la fede. Dove è errore, che io porti la verità. Dove è disperazione, che io porti la speranza. Dove è tristezza, che io porti la gioia. Dove sono le tenebre, che io porti la luce” . Comanche a san Benedetto da Norcia per ritrovare una speranza che viene dal grido silenzioso delle macerie prodotte da infernali aggressività inumane camuffate da difesa di diritti e altre discolpe. E si, perchè san Benedetto mi porta il pensiero a cosa sarebbe stato dell’Europa, dopo il crollo dell’impero romano d’occidente senza di Lui, se “armato” di croce, libro, aratro non fosse partito e  al motto di “ora et labora” insieme ai suoi confratelli dedicare la sua vita  a ricostruire il tessuto civile europeo da far rifiorire, fortificare e ampliare il suo ruolo valoriale nel mondo. Già, proprio  quell’Europa che lo ha eletto protettore che  smemorata nega le radici cristiane. A parte questi due santi che per ovvie ragioni di conterraneità, insieme a san Antonio da Padova per altre più intime, sono nel mio cuore, nel mondo celeste ci sono tanti altri Santi esempio di elevazione nel trascente, alcuni a noi sconosciuti però non a Dio. Persone semplici e virtuose o complesse e tormentose che non si sono comunque adagiate, arrese, assuefatte all’evidente del male terreno ma hanno cercato chi prima chi dopo di volgere lo sguardo in alto, all’altrove, meditare, ascoltare, sacrificarsi e mettere in pratica gli insegnamenti etici silenziosi del mondo trascente. Talvolta che hanno scelto il martirio piuttosto che l’adattarsi alla doppiezza, all’odio, al rinnegamento degli ideali; altra  cercato e trovato risposte a un esigenza di spirito ascetico, seminato integrità, giustizia, misericordia; altra ancora errato ma in silenzio trovato animo e forza e umilmente riscattarsi attraverso la dedizione al sollievo del prossimo. In ogni caso tutta quell’umanità che nella società del materiale egoismo temporale fittizio, ieri come oggi, appare una nullità perdente e invece nel trascendente è vincente. Per cui credo fermamente che onorare almeno col pensiero quella schiera di umani che o per elezione divina, per fede indomita nel cuore, equità di ispirazionesilenziosa dedizione altruisticasopportazione coraggiosa di oltraggi, volontà perfezionistica, coscienza di mettere al centro di tutto il celestiale, sia un mezzo efficace per ritrovare un tanto di mistico di quell’immensità eccezionale che ci sovrasta. Altresì intimamente  che la santità è frutto di lealtà a un ideale perfetto che fa operare senza tante chiacchiere per un fine comune e che tutti si può superare le debolezze e esser piccoli Santi. 

 Quello che oggi mi auguro che i Santi celebri e anonimi tutti che hanno e continuano a operare nell’umano ancor più contribuiscano. In particolare li scongiuro di aiutare la gente di questo mondo a trovare la strada della luce positiva che va oltre nel confrontarsi, dona saggezza per convivere pacificamente nelle diversitàscarta l’odio, esula la bassezza profittatrice degli egoismi nonchè le premesse dei funamboli guerrafondai, sfratta dagli animi l’indifferenza a procurare abomini ai propri simili. Soprattutto, pregandoli con fede, aiutino a risollevarsi dal dolore, la sofferenza alle tante tragedie con cause naturali e non che costellano il pianeta e ogni giorno fanno inorridire, impaurire, disorientare, da poi, consapevoli delle fragilità, camminare, nel giusto, rispettoso sempre e comunque della natura e dell’altro. Penso che dai cieli nessun santo mancherà di farlo. Anche che dovranno mettercela tutta per riallineare questo pianeta al senso del reciproco coesistere  perché in quei tanti volti sconvolti che oltrepassano schermi di tv , forano pagine di giornali e media da cui affiora un grido di pacificazione ma con un se di equivoco che pericola ogni futuro. Benché noto anche tanti “piccoli e grandi santi e sante” nel cui cuore intrepido alberga forza, coraggio, fede e attaccamento a quei valori umani radicati capaci di scavalcare qualunque marchingegno o qualsiasi rancore  impedisca di elevare mente e spirito al bene affratellante che un po mi rincuora.

Per Concludere, per me il giorno che glorifica la  Santità umana  è portatore di gioia, di fiducia, di auspicio, di insegnamento che non è mai troppo tardi e impossibile intraprendere un luminoso cammino verso l’oltre, che anche se non porta a essere Santificati di sicuro evita di precipitare negli abissi infernali. Dunque, un giorno rischiaratore, illuminante da vivere in sintonia animica con ciò che vibra nell’ultra. 

i santiCon la certezza che i già Santi e Beati  aiutino a mantenere un saggio equilibrio tra sacro e profano, tra bene e male,  auguro a tutti attraverso protezione e soccorso nelle necessità di godere dbenessere fisico e spirituale.

By dif

per la cronaca:

La festa di Ognissanti, ha origini molto antiche. Nata come festa pagana agricola, sembra celtica, per celebrare la separazione della natura dal periodo di crescita e rigoglio a quello di stallo e inerzia, nel tempo ha subito un processo storico-culturale- religioso passando nel 1475 in tutto l’occidente da ricorrenza profana a sacra. Tuttavia mai si sono spente le sue origini pagane. Negli ultimi anni in tanti paesi di cultura prevalente anglosassone da sotto le sue ceneri è scaturita l’usanza di halloween che con le sue “mostruosità” è tutt’altro che celebrativa di vite e testimoni santifichi. Purtroppo ha preso  piede anche nelle nostre tradizioni cancellando tanti valori legati non solo alla fede religiosa ma a quella etica e sociale. Capisco di arricchire le usanze originarie di Ognissanti con qualche tocco di “modernità” quello che non comprendo è sostituirle con zucche vuote, o cancellarle con vampiri, feticci e mascheramenti horror. Non sarà che con le zucche svuotate si cerca di svuotare pure la sapienza e con i mascheramenti orripilanti di creare un mondo di mostri.? Sarebbe uno scherzetto tutt’altro che dolcetto per la civiltà.

Vetrina

vetrina

Vita, vita, vita

dove m’hai sbalzata?

In vetrina

mi sento schiacciata

Apri

maledetta

la porta barrata

Fammi uscire

nel reame incantato

Dove

io possa giocare

beata

Abbandonarmi

all’abbraccio assolato

Altalenar

sulla falce lunata

Vagabondar

fra grattacieli e piedi

Dormire

vinghiata al marciapiede

Destarmi

ammaccata da pedata

Vita, vita, vita

sii generosa

Spalanca la porta

vetrosa

Lascia ch’io vada

leggera

Danzi e volteggi

rotoli sudata

tra i fili

ingarbugliati della strada

Vita, vita, vita

in vetrina mi sento fessa

Rompi i vetri

maledetta!

e.r.

vetrina

Forse per un bel sole che entrando dalla finestra spalancata stamattina mi è venuta una riflessione spontanea di un tipo di lavoro che obbliga alla visibilità esterna. Direi un parallelo costrittivo imposto dell’essere in vetrina che rende merce convincente per persuadere che il contenuto vale. Uno stereotipo trend efficiente privo di ariosa gaiezza e libertà al pari degli oggetti taroccati in mostra dietro dei lustri cristalli. È stancante e avvilente. Ogni tanto vien la voglia di battersela. Si resiste per necessità. Ma a un sole verace che ti entra dentro e mette in luce ciò che sei e non puoi essere, non si resiste. Senza tanti preamboli si frantuma il vetro e si corre a rotta di collo scapigliati, scalzi, struccati nel prato dietro casa ad assaporarsi la gioia di farsi apprezzare senza sovrastrutture che  regolate dal sistema dell’apparenza spiaccicano  l’anima.
... claretta 2

 Bydif