NEL GIORNO DELLA MEMORIA POTREI

nel giorno della memoria potrei….

con le lacrime

dei vagoni della morte

 far scorrere un fiume all’infinito

con i sorrisi

ingoiati e i denti rosicchiati per fame

eruttare

 secoli e secoli di cenere e lapilli

con le parole

appese nei fili spinati dei lager 

scrivere una enciclopedia interminabile

con i pensieri

 viaggianti delle camere a gas

formare un arcobaleno fosforescente di sogni

con il sole

degli occhi vuoti dei bimbi

illuminare la terra accecando l’odio razziale

con i cuori

raccolti fra le rotaie dei treni

inondare il mondo di amore

con la rabbia

impotente di 10 milioni di innocenti

abbattere ogni pregiudizio infame e folle

con l’orrore

aspirato nei campi del massacro

alzare un grattacielo altissimo di angeli umani

potrei

piantare alberi in ogni angolo

di giustizia, diritto, libertà e onore

senza esitare 

potrei

imputridire

 te

caverna piena di vermi

che non hai memoria e neghi la shoah

pagina olocausto.jpg

Oggi è il giorno della shoah, memoria dello sterminio di milioni di persone, dovuto alla follia umana racchiusa in una ideologia distorta, turpe, criminale, antirazziale, antireligiosa, antietnica, di una  ferocia indegna al genere umano.Nessun uomo saggio, giusto, onesto, può dimenticare, nessuno deve dimenticare

IO NON DIMENTICO E VOI?

 SONO CERTA DI NO

dif

NEL GIORNO DELLA MEMORIA POTREIultima modifica: 2011-01-27T00:25:00+01:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “NEL GIORNO DELLA MEMORIA POTREI

  1. Cara Dif come si fa a dimenticare? Eppure c’è gente negazionista cui tutto sembra inventato. E pensare che ci sono luoghi,foto,testimonianze ancora di viventi che confermano l’olocausto, ma nella natura umana evidentemente ci sono irregolari semi di malvagità che portano a questi eccessi e che semrano indistruttibili. Bisognerebbe diffondere altrettanti semi di bontà.
    Corinina

  2. Ciao Dif. Ho ascoltato oggi, su una TV privata, l’intervista ad una sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti che provava a spiegare quanto fosse importante la “memoria” di quell’epoca, da tramandare ai posteri.

    Giustificava questa importanza, con una paura che mi ha provocato un brutto brivido: una volta scomparsi anche i sopravvissuti, lei temeva che i tentativi, già manifestati da più parti, di “revisionare” quel periodo storico, avrebbero avuto la meglio sui fatti realmente accaduti e la Storia, in un prossimo futuro, sarebbe stata stravolta.

    In particolare, indicava come possibili cause, la decadenza della cultura e certe forze politiche che, in Europa, sembrano voler cancellare quel periodo dai ricordi.

    Credo sia importante, oltre questa giornata, che singolarmente venga approfondita la conoscenza di quel periodo, non solo dai libri “di scuola” ma con le tante letture che è possibile fare, grazie a libri scritti dai testimoni “diretti”.

    Io, l’ho fatto appassionandomi ai racconti di Primo Levi, da “se questo è un uomo” a “la chiave a stella”, da “se non ora quando” a tanti altri attraverso i quali ho percepito anche la dimensione di quella tragedia, sull’individuo.

    Solamente in questo modo, credo sarà possibile scongiurare i pericoli espressi dall’intervistata (di cui non ricordo il nome).

    Credo, Dif, che sia necessario da parte di ognuno, al di là delle parole espresse in un post oppure nel corso di una manifestazione, dimostrare concretamente con FATTI il RISPETTO per quelle vittime, con FATTI il RISPETTO per la memoria dei sopravvissuti e CONDANNARE senza ipocrisie qualsiasi manifestazione che stravolga o non CONSIDERI SERIAMENTE il periodo storico più vergognoso per l’intera umanità.

    Ciao e buona serata a te.

  3. E’ importantissimo mantenere viva la memoria di ciò che è stato, e non solo per onorare le vittime della barbarie, ma perchè le giovani generazioni sappiano, non dimentichino e si adoprino affinché simili orrori non abbiano mai più a ripetersi.

    Un abbraccio Lyly e buon fine settimana!

    PS-Si la piattafoirma in questo periodo sta facendo un pò le bizze e non pubblica tutti i commenti lasciati, è capitato anche a me.

  4. morale antica discussione sui questa cosa, spesso confusa con etica, etica di governo dicono, allora se di etica dei governi si parla l’etica diventa “visione di una società” cioè i govrni fanno una legge sulla sicurezza stradale? l’etica è l’impedire il succedersi di incidenti, e cosi via per il restante delle cose, se di morale si parla allora l’etica diventa “astrazione di un pensiero che deriva da comportamenti” cioè se io mi comporto in u determinato modo a casa mia è etica o morale? morale e perciò soggetta a un principio di privacy determinato dal fatto che sto nella mia casa, in altri termini non è un etica ma un comportamento, che può essere più o meno biasimevole ma comunque lecito finchè non riguarda comportamenti criminogeni, il che tradotto vuol dire il sesso è comportamento criminogeno? ecco ciò che fanno e la cosa li porterà alla rovina, perchè la gente capisce che l’opposizione più che processare un etica di governo processa un comportamento sessuale senza dare altre formne di etica più o meno credibili

  5. già! la memoria, pesante fardello se andiamo a ben vedere, ci son stati precedenti forse peggiori ma a quei tempi non esisteva l’informazione, bsterebbe poco da ricordare, che dovremmo essre umanini! nel senso migliore del suo significato, bah non voglio tediarti aggiungo una foto al post, forse potrai fare un paragone, buon fine settimana, un abbraccio e un bacio cgdg……e…………..ogni tanto datti una pettinataaaa! :-)))) ♥

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *