ARRIVA L’ANNO DEL CONIGLIO o GATTO

coniglio (2).jpg

A mezzanotte in quasi tutti i paesi orientali si festeggia il capodanno cinese” o “festa di primavera”. Com’è nella regola di rotazione al “trono” zodiacale la tigre, passa lo scettro al coniglio, gatto o lepre che dir si voglia che cambierà assai il modo di “regnare” adattandolo alla sua natura yin,  femminile, lunare, legata al buio, la quiete, le manifestazioni della natura opposta allo yang solare e maschile. Siccome a nessuno piace rinunciare al potere senza lottare all’ultimo sangue, anche la tigre si è inferocita. Prima di sgombrare, da vera fiera  libertaria, senza paura di osare per cambiare lo status quo, si è data un gran da fare affondando gli unghioni taglienti con veemente aggressività in certi fatti nostrani e in varie parti del mondo, tanto da sconvolgere gli equilibri geo politici di una parte sensibile del pianeta, lasciando al succedente coniglio parecchi grattacapi. Ovviamente, nell’ordine dell’assetto del creato, è l’alternanza binaria di forze contrapposte che mantiene l’equilibrio. Per cui dopo una tigre yang che doveva, con buone e cattive maniere, “rimuovere” i ristagni con violenza repentina insedia una figura di transizione yin, forte e determinata ma che agisce con meno scalpore, si tiene lontano dai riflettori procede con modi felpati e discreti “rosica” in mezzo alle vicende in maniera garbata, dipana idee, consolida le meritevoli e proficue al processo ciclico del tempo, accantona quelle in contrasto e senza un vantaggio. Tradizione vuole che il più adatto al ruolo di subentro sia il coniglio, in quanto ha la capacità, senza essere eclatante, di mediare l’onda d’urto provocata dagli input tigreschi, riconducendo eventi, idee e modi su un terreno calmo e realistico, abbandonando al suo destino progetti e metodi ribelli e bellicosi, incompatibili all’indole schiva, pacifica, amante dell’armonia e del bello. In conseguenza quiete, riservatezza, osservazione, prudente valutazione, sensibile cortesia verso il prossimo, eleganza e moderazione nei toni sono le nuove linee guida dell’anno nascente cinese, oltrechè le doti da privilegiare dal 3 febbraio 2011 al 23 gennaio 2012 per essere in sintonia con le qualità del “re” annuale, assorbire appieno il suo significato, renderlo amico profittevole in ogni occasione e situazione che ci coinvolge direttamente, attirare gli influssi fortunati che ha in uso dall’ordine cosmico. In linea teorica si potrebbe enunciare un anno tranquillo e sereno, quasi statico per far riprendere fiato al pianeta e al genere umano. In realtà, osservando l’elemento metallico e le qualità di cui è dotato non sarà così. Il coniglio, gatto o lepre, secondo i luoghi, personalmente preferisco riferirmi al gatto, tuttavia per evitare confusione lo chiamerò anno coniglio-gatto ,è tutt’altro che docile e non si esprime con caratteristiche univoche ma polimorfe e un po’ sfuggenti, direi trasmutativa delle peculiarità degli animali. Veloce e astuto come una lepre, conciliante e timido come un coniglio, scaltro, fantasioso e sornione come un gattone. Tant’è che i cinesi che basano sempre le loro previsioni politico-economiche-monetarie sul significato dell’animale annuale, quando cade sotto il coniglio preferiscono star nel vago. Cosa c‘è da aspettarsi dunque da quest’anno? Tanto dietro le quinte meno sul palcoscenico. Quindi un anno rilevante dai contorni sfumati. Rilevante in quanto fortunato simbolo di dolce affettuosità, pacifismo, amante della comodità, del quieto vivere in armonia con la natura, evita l’attacco se non vi è costretto. Ha uno spiccato senso degli affari maturati attraverso l’intuizione e con sofisticati metodi da broker aiuta a rimettere tutti in pista. Riporta su un piano ragionevole contestazioni, insofferenze, malesseri sistemici nei settori vitali dell’esistenza.  Elimina intralci e incertezza, facilita l’esito positivo di quanto si intraprende, ridona opportunità di crescita professionale e finanziaria, supporta le società e la conciliazione fra individui, distende il clima sociale generale, migliora la qualità della vita e le condizioni ambientali. Un anno nel quale si può ottenere tutto senza grande sforzo, ricorrere a maniere forti, perdere sonno e rinunciare ai piccoli e grandi piaceri. Indistinto poiché molto ambizioso, magnetico e dotato di vari talenti agisce in sordina, lontano dal clamore che ritiene inappropriato a un essere elegante, colto e raffinato, si potrebbe dire: ti frega sotto gli occhi come un arsenio lupin. Di conseguenza nulla è come appare, alle tue spalle succede di tutto e di più, anzi è dietro le quinte che gli attori che concorrono alla routine quotidiana, collaboratori, amici e quant’altro agiscono, si muovono decidono in autonomia, e se devono favorire un cambiamento che non gradiscono si danno un gran da fare per paralizzarlo. E’ necessario perciò non sottovalutare la sostanza delle persone e dei fatti, trarre conclusioni dai dati che sembrano inoppugnabili, vigilare e mettere in conto che qualcosa  sfugge per non oscurarci il cammino in un anno promettente sotto ogni punto di vista. Nel singolo favorisce l’immagine personale, il privato, la pace, la pacatezza familiare, il lavoro, lo studio, l’arte, il commercio, le relazioni sociali, l’economia, il guadagno, i legami d’amore profondi, le affinità spirituali, le amicizie riservate, lo svago salubre, la fertilità, la donna e i suoi diritti.  Chiarirò meglio postando successivamente gli effetti  positivi e negativi segno per segno. 

 Buon capodanno cinese a tutti !!!

dif

continua…..

ARRIVA L’ANNO DEL CONIGLIO o GATTOultima modifica: 2011-02-02T17:50:00+01:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *