4 marzo

A tanti il 4 marzo fa venire in mente il grande cantautore Lucio Dalla, a me il padre dei miei figli.  Apparsi in questa temporalità lo stesso giorno, emigrati da essa improvvisamente allo stesso modo,  magnificamente sintetizzato nei versi di Lucio:

“È l’ora dei miracoli che mi confonde

mi sembra di sentire il rumore di una nave sulle onde.

Si muove la città con le piazze e i giardini e la gente nei bar

galleggia e se ne va, anche senza corrente camminerà

ma questa sera vola, le sue vele sulle case sono mille lenzuola

Ci sono anche i delinquenti
non bisogna avere paura ma soltanto stare un poco attenti”

Lucio nell’ora dei miracoli partiva lasciando orfani sbalorditi milioni di fans frutto del suo talento musicale. Mio  marito lasciando inebetiti solo i fans frutto  del suo indiscutibile entusiasmo  per la vita e l’ amore.

Vero è che la ” gente” anche senza “corrente” camminerà e porterà avanti le ” due” storie in modo differente. La gente di Lucio attraverso le emozioni delle sue note e dei suoi versi, la gente di mio marito attraverso le emozioni della vita che si rinnova e si ripete nell’amore.

Due persone  speciali,  libere, anticonformiste, sensibili e originali sconosciute a se stesse ma non al rumore delle onde del mare. Oggi, per motivi diversi, nuotano nella mia memoria in um modo:

“che scioglie il sangue dint’e vene sai”

emozioni,sentimenti,ricordo,dalla

Un salutissimo a tutti

Dif

 

 

4 marzoultima modifica: 2013-03-04T11:16:00+01:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “4 marzo

  1. Ciao DIF.
    Sinceramente ci ho capito poco del tuo post, sara la vechiaia, sara l’influenza, sara che mi sto un pò rincojionendo per l’età, boh? Hehehehehehehe
    Da come ne parli non ho capito se sei separta oppure vedova.
    Concordo con la tua idea su Lucio Dalla, uno dei più grandi cantautori italiani dell’epoca moderna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *