Capodanno lunare: Arriva la tigre!

tig

Il prossimo 1 febbraio nei paesi orientali si festeggia il capodanno lunare, o “festa di primavera”, e nel brindare all’anno nuovo si brinda all’animaletto simbolo dell’anno. Quest’anno il cin cin augurale è riservato alla tigre bensì non a una qualunque, ma alla tigre d’elemento acqua. Ebbene si, dopo 60 anni è lei, la tigre di elemento acqua energia yang, natura solare a prendere lo scettro e rimpiazzare sul trono annuale il bue d’elemento metallo, energia yin, natura lunare. Due nature opposte che si alternano. Al che già questo tutt’altro modo di regnare segnala…al che tutt’altro prospetta sulla scena mondiale e individuale del 2022.

Al dunque che anno propone questa tigre d’acqua?

Beh, di per se la tigre non è certo animale flemmatico o docile, per natura è un felino d’attacco, predatore, selvatico e solitario, quindi più indomabile che arrendevole, più introverso che comunicativo. Ergo difficilmente associabile a un anno passivo, pacato e dialogante. Al dunque, stando alle caratteristiche dell’animale a grandi linee abbozza un anno dinamico, grintoso e piuttosto ricco di colpi di scena, avvenimenti fulminei, o quantomeno fatti sorprendenti intrisi di egocentrica ribellione, sfida, conquista tout court. E poco cambia riferito all’animale allegorico. Poco cambia in quanto nello specifico del simbolismo orientale la tigre personifica un animale dal fascino magnetico e grintoso, di innata autorità, potenza, ardimento e impulsività, difficile da reprimere e da rendere inoffensiva. Caratteristiche che poco si discostano dal su considerare e che secondo il pensiero filosofico orientale, la tigre esplicita nell’anno. In conseguenza ergo che delineano l’andazzo generale del suo regno. In risvolto si può dire che l’anno dominato dalla tigre si profila un anno movimentato, carico di energia, di azioni singole e collettive vigorose, di circostanze per così dire ardenti e quantomai veloci nell’esplodere fatti e avvenimenti di rilievo e decisamente condizionanti lo status in corso. Si può tranquillamente definire un anno di “o la va o la spacca”, cioè senza vie di mezzo, conciliazioni, passi indietro. Benché anche di quel che in bene e in male accade è risolvibile. Per certi aspetti è un anno abbondante di eventi che facilitano mutamenti, espansione di domini, nuove metodologie d’azione, conquiste sorprendenti; prospero per difendere interessi propri, convinzioni, leadership, nonché principi, territori o posizioni. Andando al sodo, la regina dello zodiaco, così appellano la tigre i cinesi, non ipotizza un anno banale o di solita routine, in un modo o nell’altro rilevante e connesso alle sue prerogative nei fini e nei modi imprevedibile. D’altronde, secondo la tradizione del pensiero cinese, tutto ciò che è cambiamento, inaspettato, innovazione, rivoluzione la tigre alimenta e sostiene per cui sarebbe astruso immaginare che nel 2022 le questioni scottanti le mette al palo, più probabile che tiri fuori grinta e unghioni e laddove vuole azzannare interviene con impeto scatenando azioni “caldissime” o avvenimenti singolari, talvolta con sviluppi assai incredibili, direi esplosivi sia in senso positivo che negativo.

In pratica che succede?

Evidente che con tale caratterino da leader a livello pratico la tigre mette al bando noia e incertezza e stimola padronanza decisionale, ardimento nell’azione pratica, chiarezza negli scopi e obiettivi, ambizione al successo prestigioso, al comando indiscusso, alla legittimazione dei meriti, al trionfo individuale, all’astuto sfruttamento delle doti intellettive e operative. Di contro, emargina cavilli, giochetti e furberie sabbiose, indolenza, negligenza mentale e fisica, l’attesa snervante, arrendersi, i compromessi, le trattative nebulose, le guerriglie illogiche, l’ immobilità, i limiti personali e collettivi, inoltre non essendo quasi per niente diplomatica azzanna le manovre per conservare potere o quant’altro, la spartizione accomodante, i giri di parole o i preamboli che mirano a paralizzare fatti e avvenimenti.

Quindi?

Quindi, a livello generico l’anno della tigre accresce la risolutezza nel risolvere situazioni stagnanti, la tenacia negli obiettivi di supremazia, il desiderio di imporre logiche autocratiche, le mire a scopi specifici. Accelera l’azione diretta e immediata, qualsiasi progetto d’autonomia, le sfide coraggiose, le prestazioni intellettive progressiste, le scoperte, i progetti all’avanguardia, le rivendicazioni, sociali, la passione per sovvertire il sistema presente nel proprio e altrui territorio. Accende i malumori che covano nella popolazione e nei luoghi oppressi, amplia la volontà di lotta per l’indipendenza, l’azione dei movimenti ribelli e rivoluzionari. Difficilmente rende disponibili al compromesso, l’accomodamento, le trattative tortuose, le strategie approssimative istituzionali, societarie, finanziarie.

A chi fa pro o che vantaggia ?

Fa pro a tutti coloro che si impegnano in prima persona. I “capi” carismatici, i leader, i soggetti impetuosi e combattivi. Vantaggia i progetti all’avanguardia; la ricerca di nuove forme di vita, il progresso delle attività produttive, i settori della sicurezza, della difesa, dei rapporti chiari e solidi, le azioni tempestive per ragioni eque, tutte le iniziative oneste volte al miglioramento della situazione pubblica e privata.

E come tigre di elemento acqua ?

Come tigre di elemento acqua conferisce a tutti una grande apertura mentale vivace e pronta per accogliere nuove idee, lanciarsi in esperienze di vario tipo, rompere schemi, convergere l’ interesse in ogni direzione stimoli le capacità, conduca a migliori profitti o ad eccellere nelle sfere vitali di competenza. Inoltre agevola a scovare nemici occulti, spaventa i fantasmi. Protegge gli amori, dai ladri, dal fuoco; rivitalizza le energie muscolari, migliora l’acutezza visiva, la rapidità intellettiva; potenzia i settori della ricerca avanzata, dell’industria innovativa o le professioni singolari. D’altro canto proprio per l’elemento che la contraddistingue al momento opportuno regala acutezza riflessiva, intuizione superiore alla media, psicologia comunicativa, disponibilità al dialogo franco, spirito umanitario di soccorso anche se maggiormente per le persone care o alle quali si è legati spiritualmente, comanche passione intensa e spiccata gelosia.

E i pericoli ?

Beh, la tigre è astuta, capace di sedurti e fulminarti con lo sguardo, se la provochi o a fai il contrario il men che t’accade è una unghiata che scatrafossa la faccia. Guai a stuzzicare la tigre o far sorgere sospetti di invasioni alla privacy, l’autonomia, il dominio personale. Qualsivoglia invadenza diviene la molla incontenibile di pericolo, per reazioni aggressive, attacchi violenti, ribellione singola e collegiale, incitamenti ostili verso il prossimo, un capo, una nazione.

In sintesi?

In sintesi il 2022 dominato dalla tigre è un anno per trarre profitto concreto, ottenere il massimo risultato, raggiungere le mete agognate, vincere avversità, superare antagonisti, tanto a livello individuale che comunitario. In particolare la tigre premia l’agire energico, la competizione, l’ oggettività, l’ esaltazione riformatrice, il rischiare senza paura. Vero è che all’osare estremo è possibile il grande “disastro” ma è altrettanto possibile il grande successo. È comunque essenziale per sistemare tutte quelle situazioni croniche che si trascinano per debolezza, ad esempio vecchie ideologie, amori in fase calante o addirittura finiti, aziende in crisi, guerre in stallo….

Il motto dell’anno?

Intervenire all’istante si rischia ma anche si ottiene ciò che intelligenza e acume richiede.

Il consiglio? Con la tigre non si può e non si deve rimanere attendisti e neutrali negli avvenimenti,

Perché? Perché le molteplici occasioni che la tigre generosamente offre sono veloci e i ritardatari non trovano niente.

Infatti, il principio della tigre è : “Chi aspetta per attaccare concede tempo e spazio all’avversario e soccombe”. Per cui…nell’augurare a tutti un buonissimo anno in compagnia della audace tigretta e un lieto weekend a prestissimo con le previsioni per ogni animaletto.

images (2)

Nell’augurare a tutti un buonissimo anno in compagnia della audace tigretta e un lieto weekend a prestissimo con le previsioni per ogni animaletto.

Bydif

……tanto per chiarire …

Perché il 1 febbraio e non il 1 gennaio ? Perché l’anno non inizia in un giorno fisso come nei paesi occidentali varia in quanto il suo computo deriva da quello dei cicli lunari, precisamente cade nel secondo novilunio dopo il solstizio d’inverno,comunque non prima del 20 gennaio e non oltre il19 febbraio del calendario gregoriano.

Perché dopo 60 anni ? Perché nel calendario lunare cinese si hanno: cinque cicli di 12 anni ciascuno, legati a un animale di diverso elemento: acqua, fuoco, terra, legno, metallo, per cui il ciclo completo dura 60 anni.

Quanti e quali sono gli animali simbolo dell’anno? Gli animali simbolici che compongono il ciclo primario sono 12 e si alternano seguendo il pensiero saggio orientale degli opposti e complementari, yin e yang, cioè del  “nulla può mai esistere senza la sua controparte”. I sei  animali   yinsono: bufalo, gatto, serpente, capra, gallo, cinghiale; i sei yang sono: topo, tigre, drago, cavallo, scimmia, il cane.

images (1)

 

 

 

è arrivato, ma con se cosa di bello o meno ha portato ?…

. cuor

Già, il 2022 è arrivato ma…ma con se cosa di  bello o meno ha portato ?

Beh, nel bagaglio del 2022 di bello c’è un tot di scombussolato euforico che rende l’aria frizzantina e l’ andar generale un gaio movimentato. Qualche buona novità che la vita di tutti in meglio può cambiar! In effetti, a livello universale porta in se uno spirito espansivo e dinamico evolutivo al criterio di reciproco interesse di tutela del bene comune; una presa di coscienza maggiore sui quesiti incentrati al progresso umanistico in senso lato, i principi etici, il credo, le differenze ideologiche e sociali; una spinta all’impegno concreto di governanti e capi su tematiche convergenti ai sistemi di solidarietà, economia, finanza, scienza, politica, settori strategici alla stabilità. Sul piano individuale, ciò detto, porta a un accentuazione dell’ottimismo, dell’argomentare entusiasta, dell’euforia che alza il livello dinamico del mirare ad obiettivi brillanti, di carriera, guadagno e prestigio. Una filosofia operosa pratica, partecipe, disponibile alla dedizione in interessi socio-ambientali. Nonché di ricerca relazionale edonistica, sensazioni fascinose, desiderio distensivo e di quiete spirituale.

Al che è un buon bagaglio positivo.

Di meno bello? Ambè… il bagaglio si fa peso e se uno s’aspetta di veder sbucare uno spazza dal mondo il “mostro virale” è dura dirlo ma è meglio che pensa ad altro di più reale! Stando al generico il 2022 porta tanti fatti e fatterelli esagerati da qualche parola di troppo o un difettoso comunicar che complica le questioni e stravolge le concrete soluzioni in ogni ambito d’interesse pubblico e privato. Un aumento di incertezze, attriti, impulsività, nervosismo, egoismo, senso di sfiducia, ambigui concertati diplomatici internazionali, cambi di intenzioni o voltafaccia con svolte inopportune nei rapporti, patti e trattati, esasperazione critica che mette a rischio l’andamento comune. Flessioni economiche, sociali e ideologiche. Estremismi decisionali e valutazioni squilibrate. Eventi nebulosi e quantomai nocivi al progresso umano. Al che individualmente significa indecisione, squilibri edonistici, amplificato materialismo, passività a subire gli eventi, complessità di lavoro, guadagno, disagio sociale, perdita del senso solidale, sfrenata ricerca del proibito o dell’eccezionale.

Al che è un bagaglio alquanto sbilanciato per l’agire e il reagire ai frangenti del consueto vivere.

Quindi, nel bagaglio del 2022 c’è un composito di influenze belle e meno alternato che avvicenda, intriga e fuorvia fatti e operato in modo piuttosto esagerato, quindi rende l’andar di tutti un tantino problematico, denso di incognite e sbilanciato. Tradotto un anno di vicende in cui or si va su e or si va giù. Uhm, speriamo di non scapicollarci!

Intanto di saper il finale, il Sibillo pensier, esprime a segno per segno l’idea delle stelle. Oh sempre in maniera sparpagliata, cioè a mo di come gli perviene. Il che significa un ordine casuale e non di sorte con più o meno fortuna annuale. In ogni caso, la ventura come solito andrà come deve andar o ognuno coi suoi modi di dire e far la fa andar e con questo al cosmo passo la parola…
11- 8 scorp

Scorpione: parola chiave ”talento”. Caro scorpioncino reggiti forte, le stelle dicon che t’aspetta un anno di ricco bottino e per realizzarlo offrono un sacco pieno di vantaggiose proposte innovative, in cui puoi pescare a tuo piacere e scegliere quelle più appetitose all’incremento di prestigio e finanze o che s’addicon meglio a stimolar dinamismo e fantasia , ad accendere la miccia del talento e stuzzicano l’ambizione ad affrontar ogni sfida, per approdare vincente su qualunque riva. Per partire alla grande verso i nuovi traguardi, suggeriscono, di non affilar i coltelli, per sgominare ostacoli e concorrenti quest’anno l’è meglio che affini l’acume intelligente e motorizzi le doti gentili della diplomazia, filerai così rapido che manco darai tempo di capire le tue mire figurati quello per colpire. Al dunque scorpioncino il 2022 è assai foriero di fortune da usufruire in ogni campo di cimento, il che vuol dire che il ciel non pone limiti all’agire ne a qualunque obiettivo aspiri, t’agevola a superar gli inconvenienti e a trovare brillanti soluzioni alternative ai progetti da farti giungere al traguardo da vincente. Tuttavia l’anno è assai più fecondo nei settori collegati a professione e carriera, per cui convergi ingegno ed energia a coglier l’occasione positiva. Le stelle promettono che se ci concentri l’iniziativa e sfrutti adeguatamente capacità, esperienza e tatto fai un balzo di qualità da compiacere anche la più esigente delle umane vanità. Inoltre, con qualche accortezza relazionale puoi aggiungere all’operar normale un bel pacchetto di idee lungimiranti da mettere in luce doti tattiche, abilità e competenza da accrescere stima, rispetto e profitti, nonché aprir le porte a novità prestigiose in ambito sociale e socio-finanziario. Ovviamente ci sono anche i sentimenti da considerare, beh col tuo caratterino è un bel problemino, ma in quest’anno se lasci da parte il pungiglione e sfoderi un bel sorriso effondi un fascino comunicativo da conquistare chiunque sia nel mirino e pure decidere di rischiare di convivere. Al motto Sibillo “ quel che la natura fornisce è un tesoro che non marcisce” t’auguro di utilizzare la determinazione e soddisfare l’ambizione, saluto e passo. Eh, eh, buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: coincidenza- colore vermiglio – numero 1

1 ariet

Ariete: parola chiave: risveglio, forse…

Forse cari arieti questo 2022 chiuderà il cerchio della sfiga, e in tarda primavera superate tutte le difficoltà potrete uscire a spaziare per finalmente avvistare, nell’orizzonte annuale, tante buone novità da sprigionare una carica di energia vitale da far riemergere dall’abisso l’ottimismo e risplendere il sorriso,bensì…Bensì, prima di scatenarvi ad afferrare tutte le opportunità delle stelle sarà bene frenare l’impulsività da vagliare attentamente quelle che specchiano i desideri da tanto ambiti ma anzitutto son le più appropriate per sfruttare al massimo talenti e acquisite competenze per giungere incolumi ai vertici e incassare lauti compensi. Al dunque, quest’anno la buona sorte vi assiste e da fine maggio a tutto dicembre,con un pizzico di audacia e tanta operosa energia, agevola a mettere in cantiere progetti alternativi da mutare completamente l’excursus professionale nonché sentimentale. A qualche aretino concede pure un extra fortuna da investire per rimediare antichi guai oltreché scrollare completamente di dosso seccanti malanni e incamerare vantaggiose vittorie finanziare. L’estate è il top per assemblare idee e ambizioni, attivarsi concretamente per incamerare tutti i successi e le gratificazioni. Inoltre, a tutti i single allerta cuore e ragione, agli accoppiati rinfocola ai partner la passione, agli amici salda le relazioni. Pertanto, se negli affari quotidiani il futuro splende come il sole, in quelli sentimentali segnala d’esser pronti a vivere una eccitante stagione e…e ai tepori autunnali pure a volare in altre direzioni, espandere la cerchia affettiva-sociale e arricchire il bagaglio espressivo-culturale. A conclusione cari aretini gli astri per quest’anno son di certo con voi, sostengono ogni iniziativa e migliorano la qualità della vita in ogni campo. Avvertono solo di non agitarsi, sprecare tempo e vigore a rimuginare se c’è qualche lentezza nel progredire professionale o qualche avvenimento impiglia gli obiettivi finanziari, tanto ciò che deve essere sarà e a ciò che non può è sterile badare. Quindi, al motto Sibillo ” l’audacia aiuta a cambiare ma la cautela a non fallire il bersaglio” godetevi l’anno senza interrogare. Vi auguro un 2022 di conferme, saluto e passo. Eh , eh con buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: tattica – il colore: arancio-Il numero:5

10 capric

Capricorno: parola chiave “eventualità”. Caro capricorno hai sulla strada un anno spettacolare, tutto da sfruttare per trasformare il precario in stabile, portare a compimento ogni impegno sospeso con tanto di sonante buonuscita e relativa soddisfazione per compiacersi. Ciò detto, quel che il 2022 t’appronta è un periodo di equilibrio e consapevolezza personale dei propri mezzi, da usufruire soprattutto nell’attività professionale ma è valida anche per la sfera privata, in quanto permette, di affrontar tutte le occasioni buone e qualche ostacolo provvisorio con la necessaria lucidità che, aggiunta a lungimiranza e competenza acquisita, consente una svolta essenziale positiva al prestigio e al fattore economico e contribuisce a dare impulso costruttivo ai rapporti interpersonali appianando situazioni dubbie, o quantomeno instabili, irritanti se non antitetiche . Oltre a ciò l’anno si rivela molto favorevole a risolvere a vantaggio anche imprevedibili avvenimenti, particolarmente se comportano: un cambio di passo nelle collaborazioni socio-lavorative; richiedono modifiche rapide della progettualità pianificata; variazioni strutturali finanziariamente impegnative, comanche importanti modifiche ai ritmi quotidiani. Quindi capricorno nel complesso un anno ricco di novità, di ottimi risultati auspicati e consapevolmente perseguiti con tenacia anche da tempo, nelle aree vitali di maggiore interesse, come lavoro, finanze, legami e famiglia, ma anche di occasioni extra per incrementare carriera e guadagno, ampliare conoscenze profittevoli al settore sociale e sentimentale. Le stelle dicono di non trascurare o sottovalutare quest’ultime se coinvolgono stranieri o persone d’oltre il proprio territorio, dacché sono l’asso nella manica per espandere il raggio d’azione lavorativo, ottimizzare credibilità e ruolo, mettere radici solide ad una posizione di qualità e maggiormente gratificante, magari vivere una avventura impensabile. Ovviamente in mezzo a tanta abbondanza fortunella l’anno riserva anche qualche aspetto diciamo meno simpatico che per lo più riguarda la tempistica. Ossia periodi di gran impegno senza tregua intervallato a momentanee pause. Un andamento a due velocità poco gradito alla tua filosofia organizzativa. Comunque bel capricorno non pregiudica quanto detto su, provoca solo piccoli stop che li per li allarmano ma poi esaminato l’insieme di quanto in corso d’opera si arguisce essere utile a non sbagliare ne direzione ne modus operandi. Al motto Sibillo “ l’imprevisto è la bellezza del vivere “ ti auguro di mantenere decisione nello scegliere e sensibilità nel pilotare le scelte, saluto e passo. Eh, eh, buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: disporre – il colore verde acqua- il numero 34

11- 7 bilanc

Bilancia: parola chiave” opportunità” caro bilancino l’anno ti prepara un bel piattino di novità ma come si sa nessuno ha in mano la verità su chi o che cosa porterà! Per cui le stelle dicon fidati dell’eventualità che sia propizia ma non avventurarti troppo presto nella mischia potrebbe spuntare un qui pro quo molesto all’autostima che tutto l’ambaradan a te giovevole modifica e farti consumare un sacco di energia per ribaltar da scarsa a eccellente una partita. Quel che conviene a non sbagliare il tempo e subire un contropiede imbarazzante gli astri suggeriscono di tirar a lucido l’intelligenza e dominar l’euforia, orientare l’attenzione su chicchessia ma la diplomazia a conversare solo col realista. Tante son le chance di progresso, riuscita e successo personale che offrono gli astri quest’anno e ognuna può far salir alle stelle morale e portafoglio. Bensì, bilancino, per cogliere quelle più opportune a scopi e progetti dell’ambizione professionale, economica o relazionale, e raggiungere la desiderata stabilità abbisogna mantener ferreo il principio che a tutto ci si adatta per utilità ma vendere l’anima per sfizio è stupidità, prima o poi qualcun altro lo scopre e ti ricatta. Quindi…quindi agisci con correttezza in ogni area vitale in quest’anno punti a raggiungere i traguardi prefissi da vincente. Gli astri dicon che l’avvio è lento e piuttosto controverso ma da marzo sei così abile e convincente che procedi lesto e uno tira l’altro riesci a collezionare ottimi risultati e conquistar traguardi prestigiosi da gongolar compiaciuto anche il prossimo. Però, avvertono che per spuntarla sul fato un tanto ballerino, in primis devi calcolar costi e benefici e le probabilità reali, in specie nell’attività professionale o nelle mire speculative e nuovi investimenti; poi adoperar al massimo tutti i talenti, e a disposizione ne hai tanti, utilizzar la specifica competenza e dove difetti o vuoi chiarir qualche aspetto affidarti a un esperto; evitar accuratamente impazienza, approssimazione, scatti nervosi e contemporanei carichi di responsabilità che pagheresti salati fisicamente. Inoltre in tutto ciò a cui aspiri di concreto nel relazionale, sia intimo o sociale, hai modo d’allargar l’orizzonte e procurarti alleati e inaspettati cambiamenti in meglio anche nel sentimentale consolidato. Al motto Sibillo “Tanto più acconcio l’è il pensier tanto più dalla sorte si ottien” ti auguro bilancino un anno di crescita e positivo cambiamento di rotta esistenziale, saluto e passo. Eh , eh buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: prevalere- il colore:cobalto- il numero:8

6 verg

Vergine: parola chiave “ collaborazione”. Caro il mio vergine l’anno appare assai complicato in quasi tutte le questioni che ti vorrà tutta la decisione, l’energia operativa e l’abile capacità pratica per sbrogliare e arrivare a concertare le soluzioni migliori. Eh, si, nel 2022 si ci son più gatte da pelare che gratificazioni. Tuttavia mai disperare c’è sempre l’incognita del fato che a suo gradire in un attimo può convertire il brutto in bello e viceversa. In effetti, le stelle annunciano, seppure l’anno non è brillante nel dare e in qualità con diversi ostacoli abbastanza ostici da superare mette a dura prova razionalità, resistenza e nervi, è comunque basilare per chiarir la direzione in cui intendi o vuoi andare, gli scopi da perseguire e gli obbiettivi essenziali a cui arrivare, in specie nell’attività professionale, risorse economiche e ambito socio-relazionale. Pertanto è l’anno per edificare il futuro, adeguarlo alle necessità che urgono ma anche a sviluppare quelle corrispondenti alle prerogative, le competenze acquisite, lo stile ideale di vita relazionale pubblica e privata, nonché esaudire l’ambizione e gli interessi personali. Al dunque caro vergine un anno impegnativo in cui per affermarti e ottenere risultati positivi devi lottare estremamente e da subito calcolare che tutto ciò che puoi attuare in concreto è solo con le tue forze. Detta come va detta in quest’anno è meglio che ti scordi di aver dai tuoi simili un benché minimo beneficio realistico. Poiché difficilmente intorno a te capti, ne a livello morale ne produttivo, riconoscenza, collaborazione e appoggio, ma intralci, confusione detrattori e, in ambito professional-lavorativo, persino oppositori a idee e cambiamenti di vantaggioso buonsenso utile al progresso economico collettivo. Bensì, le stelle dicono che quando ti ci metti di punta sei un osso duro da scalfire e in assoluto il più cinico nel cucinare un avversario che ti sottovaluta, ti basta applicare concentrazione, accortezza, intuito, coerenza operativa e relazionale tutto riesci a superare. Acciò detto gli astri aggiungono di procedere, tanto nell’impegno quanto nel far valere i propri punti di vista, in modo guardingo e sistematico, soprattutto di frenare l’impulso di mandare a quel paese chi si intromette a sproposito, rallenta, intrica provoca avvenimenti che deviano e rinviano i progetti prefissi, tanto, negli ultimi mesi dell’anno, con enorme soddisfazione d’esser riuscito, in barba a chi remava contro, a mettere nel carnet successi insperati e miglioramenti ambiti nelle aree prioritarie, cioè in lavoro, soldi e affetti, puoi goderti la vista di vederli colare a picco. A conclusione, un 2022 nonostante difficile nell’andare quotidiano, importante per porre un punto fermo decisivo al futuro in carriera, finanze, sentimenti rapporti socio-professionali. Al motto Sibillo “talvolta resistere è come dire vincere” ti auguro di sfruttarlo appieno e ti saluto e passo. Eh, eh buone stelle buona vita!

Il numero fortunello: competere- il colore grigio-il numero:14

3 gemini

Gemelli: parola chiave” varco”. Cari gemelli quel che gli astri hanno in serbo è cambiarvi le cose in meglio, ma per farlo avvertono che nuove sfide vi aspettano. Perciò non crogiolatevi a bramare soluzioni per risolvere vecchie questioni, in specie nella professione, oltre che perder tempo perdete pure la bussola per orientarvi sulla via che nel 2022 conduce ai traguardi vincenti. Piuttosto che star ad assillar il destino con mille dubbi che confondono e non producono alcun materiale aiuto, nei primi mesi spolverate ben bene la determinazione, rianimate le eccellenti qualità estroverse-comunicative e caricate d’energia l’ambizione, così, quando festeggiate l’anniversario siete prontissimi a cogliere nel lavoro, in amore, in famiglia e nei quattrini tutte le appetitose occasioni fornite dagli astri per destreggiarvi a ottenere in ognuna l’esito desiderato. Poiché, scaltro gemello quel che è certo per le stelle in quest’anno è la possibilità di trasformare in meglio l’andazzo generale della vita che al momento non è per niente adeguato a raccogliere soddisfacenti risultati in nessun campo e men che meno idoneo a tranquillizzar sul futuro agognato. Pertanto, suggeriscono che il metodo sostanziale per usufruire di tutti i benefici che auspicano e guadagnarsi l’entrata trionfale nel mondo delle gratificazioni è facilitare l’influsso positivo che evolve le situazioni. Vale a dire collaborando senza indugi e remore alle dinamiche che si presentano, ed a prescindere da avvenimenti più o meno graditi, impegnandosi al massimo. All’uopo puoi scoprire aspetti inconsueti della personalità adatte a proiettarsi verso innovative avventure lavorative oltreché elaborare mosse costruttive che potenziano relazioni e prestigio e di conseguenza i profitti. Quindi stai su di morale e pronto a fare. Può essere che per sbaragliare dal campo quello che è inutile e dannoso a realizzare il mutamento esistenziale a volte il ritmo sia sostenuto e ti venga la voglia di rilassarti coi soliti ghiribizzi sociali, beh non lo fare se proprio proprio non reggi la tensione scaricala inventando una professione o dedicati a cercare un hobby che incrementi la condivisione delle affinità elettive. A conclusione quel che posso ancor dire che l’anno gemello non è tutto piano, tuttavia qualunque fatica ti riserva in contropartita t’assicura di aprire la porta della fortuna in ogni area della vita. Al motto Sibillo “quando è facile ottenere il difficile è conservare” t’auguro di non sprecare un anno produttivo e ti saluto e passo. Eh, eh buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: arguziail colore: turchese -il numero :7

4 cancer

Cancro: parola chiave: “svincolare” . Caro cancerino con tanti astri ballerini l’anno inizia malino ma non ti sconcertare poiché dal ciel nulla vien senza un valido perché. In effetti ci son questioni conflittuali che rimorchi e rimorchi ma gli astri dicon che è venuto il momento di schiarir le idee e vis a vis affrontare. Capisco che non è facile smuovere le acque stagne e costa assai ammettere i torti e strappare i cerotti dalle ferite delle ragioni, tuttavia cancerino è basilare per far la differenza e afferrare senza esitazione imperdibili occasioni che nell’anno la sorte offre per realizzare scopi e obiettivi a te vitali. Se ti pare complicato o pensi che per far la differenza riesumi sofferenze che non vuoi, beh, l’importante è che non ti metti a fare il gambero ma ingrani la marcia in avanti e tutto il resto vien da solo. Tant’è che le stelle suggeriscono, in primis, starsene fino a marzo a guardare, ad aprile iniziare ad interagire per chiarire e far piazza pulita della zavorra, a giugno affrontar vis a vis le questioni, in estate caricar intelligenza e progetti, inquadrar le priorità e senza pesi e contrappesi andar a tutta verso l’avvenire. Strada facendo, tutto comincia a girar al meglio tanto da trasformar gli ipotetici progetti in lavoro, denaro e affetti in piacevole realtà da galvanizzare l’ inspirazione a riscoprir la fiducia e a mettere in moto le innate peculiarità , nonché capacità di pianificazione per realizzar anche quel cambio di vita da tanto perseguito e sempre all’ultimo sfuggito. Wow, con tanta sicurezza di potercela fare cancerino ti viene incontro la fortuna che appoggia l’ambito desiderio e…E, come mai hai presunto, in men che non si dica festeggi una evoluzione tale delle condizioni economiche-socio-lavorative con cambio radicale di prospettive proficue e conferme di riuscita, negli obiettivi professionali nonché di lavoro stabile, incremento negli affari e aumento di guadagni, soddisfazioni e gratificanti riconoscimenti personali, appianamento nei rapporti affettivi traballanti e soluzioni definitive nelle relazioni intime, da sognare d’esser approdato nel mondo delle favole. A conclusione, un 2022 che parte in sordina ma che nel passar dei mesi con un alternar di avvenimenti e occasioni concerta a tutto volume per cui cancerino nello scrutare il futuro sii meno scettico e pessimista. Al motto Sibillo “ quando il fato è con te il successo presto vien” t’auguro di aver pazienza e costanza per seguir i tempi della buona sorte, saluto e passo. Eh, eh buone stelle, buona vita!

Il dogma fortunello: confronto- il colore:argento- il numero 18

2 tarus

Toro – parola chiave: insistere. Caro torello, a ben scrutare il cosmo il 2022 un po è bello un po’ è bruttarello, per cui, per riuscire a conquistare onori e successo acciò che in concreto ambisci in professione, finanze e sentimenti, hai alquanto da balzellare e assai poco da sbuffare. Ebbene si, per ottenere risultati consistenti che in qualche modo compensano le delusioni e i sacrifici passati e aprono prospettive nuove e vantaggiose, in quest’anno non c’è altro da fare che esser abile a saltare uno ad uno tutti gli ostacoli senza lamentarsi. Benché ci sia da saltellare le stelle dicon che già a febbraio nel lavoro puoi ben recuperare poiché torello hai energie sufficienti per fare un salto di qualità e cogliere al volo una occasione d’oro per iniziare a modificare in meglio le prospettive economiche-ambientali. Cosicché , salto dopo salto, ormai superata l’instabilità, in autunno puoi espandere il raggio d’azione e a dicembre raccogliere gratificanti soddisfazioni, nonché riconoscimenti e cospicue entrate per far rotta verso l’avvenire con più certezza e meno ansia d’ imprevedibili avvenimenti contrari. Oltre a ciò detto, gli astri sottolineano di trovare un equilibrio al nervosismo che ostacola l’efficienza salutare e di coltivare con migliore disponibilità mentale gli affetti e l’amicizia. In particolare, da maggio in poi, di alimentare le relazioni sociali e di coppia, l’una per estendere l’edonismo comunicativo e favorire le opportunità professionali, l’altra per accrescere l’intesa sentimentale che crea quel caldo e tenero clima di collaborazione reciproca indispensabile alla serenità oltreché al benessere spirituale. Per concludere torello, quel che l’anno promette di bello è la possibilità di abolire dal panorama difficoltà e angustie per giungere ai desiderati traguardi, quel che annuncia di bruttarello è che per arrivare a riscuotere successo e soldi aumenta il carico di responsabilità e necessariamente l’ impegno a tutto campo. Tuttavia, nel piatto aggiunge un salto magico della buona sorte che inaspettatamente fa salire di livello nella scala sociale, si ma i torelli più svegli, ergo occhio a dormire troppo. Al motto Sibillo ” nella vita ogni promozione cammina a fianco del lottatore” t’auguro di utilizzar l’anno da combattente che non s’arrende e ti saluto e passo. Eh, eh buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: rinviare- il colore :verde -il numero: 4

9 sag

Sagittario: parola chiave “ fiducia” . Mio bel sagittario t’aspetta un anno un tantino incendiario, intendiamoci dal punto di vista metaforico. Eh, si, le stelle dicon che quest’anno hai tanta focosa energia da mettere in campo da carbonizzare gli ultimi intoppi, riaccendere brio ed entusiasmo e riconquistar lo spazio necessario a progetti e ambizioni per osare e concludere con successo. Chiaramente il 2022 è anno di ripartenza e in conseguenza latore di cambiamento del tran tran, particolarmente nelle aree della vita relative a professione, denaro e sentimenti. Vale a dire la possibilità, in tali ambiti di un mutamento delle condizioni attuali, se necessario anche radicale, comunque positivo e soprattutto idoneo per finalmente realizzare anche i sogni insperati. Il che, a livello concreto, significa un anno effervescente, di sollievo morale e fisico, vantaggioso per allargare gli orizzonti operativi e relazionali, fissar nuovi obiettivi, avanzare in carriera e migliorare la posizione finanziaria. Ovviamente c’è da dar tempo al tempo di poter agire. Quindi sagittario prima di far fuoco e fiamme il ciel consiglia di chiudere con dubbi e incertezze, stimolare intelletto e grinta, ai primi raggi caldi cogliere ogni segnale proficuo a mettersi in gioco e nel momento opportuno offerto dalla sorte andar spedito alla conquista di un nuovo status esistenziale più soddisfacente sotto ogni punto di vista. Certo scalare la montagna delle soddisfazioni all’inizio richiederà molta determinazione, tuttavia per natura sei incline all’avventura esaltante per cui, tolti i grattacapo fastidiosi che hanno complicato progetti, aspettative e risultati, hai disponibile tutta l’esuberanza per battere qualche attimo di panico e giungere in cima. Al dunque un anno di belle novità e ottime soluzioni evolutive per la posizione lavorativa, economica, rapporti di collaborazione e sentimentali, attività commerciali o di pianificazione di investimenti immobiliari, anche di premesse di fine di logoranti avvenimenti che offuscano libertà e lucidità, oltreché impedire stabilità e impegno. Al motto Sibillo” nulla v’è di più bello di un arcobaleno in un cielo limpido” t’auguro di saper accogliere con spirito brillante tutte le fauste occasioni degli astri e lasciar perdere le fugaci avverse inezie, saluto e passo. Eh, eh, buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello:scatto- il colore porpora – il numero 19

12 pesc

Pesci: parola chiave”malizia”. Bel pesciolino la metamorfosi continua e intanto di saper dove e come ti cambierà l’excursus di vita, conviene sfruttar tutte le appetitose occasioni stellari funzionali a ottimizzare la qualità del di venire esistenziale. Ebbene, si, le stelle son a favore per quasi tutto l’anno, al che sono collaborative al progredire e appoggiano la riuscita proficua di qualsiasi iniziativa operativa in ogni sfera della vita. Per cui, pesciolino, è chiaro, è l’ anno per aprire i rubinetti dell’autonomia decisionale e riconvertire l’andazzo deludente in brillante riuscita. Come dire vai oltre, è acqua passata. l’anno è giusto per osare, guizzar nelle opportunità benigne senza star li a nicchiare con arzigogoli di bersagli genialoidi o paure fallimentari di idee e operati. Infatti il ciel dice di pacificar animo e testa, questo non è anno di delusioni ma di raccolti di fatiche e privazioni, cioè di gratificanti conclusioni di progetti e ambizioni. Al dunque è assai, assai vantaggioso bandir l’inerzia e agir di lena propositiva, nel mentre dannoso al recriminare sulle cose che non sono andate. Tant’è che il fato cosmico t’esorta tutto l’anno a impegnar le energie fisiche e mentali, a impiegar bene il tempo favorevole in modo da intervenire con tempestività in fatti e opportunità in modo pratico e fattivo da ricavare concretamente un esito positivo, ottenere ciò a cui da tanto miri, di nuovo aspiri realizzare o vuoi risolvere per toglier dal quotidiano vecchi impicci. Da buon amico, suggerisce che per usufruire al massimo delle probabilità fortunate che nel 2022 offre in primis c’è da esaminare le problematiche esistenti, dimodochè attivando decisione e intelligenza in gran parte le risolvi e per sempre te ne sbarazzi. Sottolinea che se in qualcuna troppo caotica subito non riesci a giungere a un risultato esaustivo, di non perdere la bussola cinguettando il solito ritornello pessimista, tanto, con un fatto inaspettato e un intuizione, trovi uno escamotage per rinviare la soluzione ad altri tempi migliori a sbrogliare i qui pro quo impederecci. Così, nel frattempo pesciolino, libero da pesi introspettivi cogli facilmente le occasioni evolutive all’attuale situazione, agisci e ti assicuri quelle con garanzia di gratificante successo. D’altronde l’anno è fruttuoso per organizzare al top tutte le questioni esistenziali. In particolare è alquanto giovevole al progresso professional- economico e in relazione alla sistemazione dell’attività se instabile o precaria. Inoltre è conveniente per business, negoziare accordi socio-azionari, migliorare rapporti interpersonali con superiori o colleghi, stringere alleanze commerciali, consolidare la posizione complessiva. Pertanto in ambito lavorativo, oltre volontà, costanza e competenza è fondamentale mantener vigili le antenne captative della sensibilità per allentare tensioni, evitar malumori, cogliere al volo ogni segnale di potenziale miglioria delle condizioni produttive, ambientali, di guadagno. Anche efficace e costruttivo per la reputazione personale e l’incremento del potenziale contrattuale di guadagno. Specialmente tra fine settembre e metà novembre, benigno a cambi di ruolo e in conseguenza di posizione sociale. Un anno davvero rivitalizzante pesciolino e globalmente ricco di fortunate possibilità migliorative all’esistenza e con qualche cautela in più nei rapporti affettivi tutto da vivere con slancio perspicacia e fiducia. Ciononostante gli astri avvertono che sei tu pesciolino l’artefice, in bene e in male, del risultato finale, il che vuol dire che l’essenziale del come andrà sta tutto nel modo di operar, tanto più si rivela pratico e aderente alla realtà oggettiva, tanto più fruttuoso a incanalar circostanze e eventi su terreni fertili e tanto maggiore è l’intascar la conclusione sperata. Ergo resta sempre concentrato sugli obiettivi, lascia star l’estro soggettivo e tutto di sicuro come la sorte vuole gira. Al motto Sibillo” ogni cambiamento piccolo o grande che sia necessita di un via” ti auguro di aver in ogni occorrenza vitale genialità espressiva, idee brillanti e attiva volontà per farle fiorire, saluto e passo. Eh eh, buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: ordine- colore: argento- numero 31

5 leo

Leone: parola chiave “ semplificare” caro leoncino puoi ben sperare che la sorte cambi in meglio il tuo annual cammino bensì non illuderti che da subito il periodaccio sia tutto finito, c’è ancora da tirar fuori il coraggio per lottare e la prudenza per non errare. Eh si, il 2022 non s’annuncia anno agevole e nemmeno, col suo fluttuare ostacoli e fortune semplice da decifrare da agire in sintonia per riconquistare la decisional autonomia indispensabile a realizzare tutti i progetti che le forti ambizioni inseguono ogni dì. In effetti, leoncini, il panorama astrale è ancor abbastanza agitato per far girar le cose in terra in modo facile il che a livello pratico le controversie del ciel impegola le dinamiche quotidiane e complica il gestire degli eventi in maniera vantaggiosa e lineare. Ovviamente hai compreso che quest’anno per realizzare progetti e raggiungere traguardi in qualunque settore non c’è spazio per lassismo e sviste, c’è per fermezza e solerte impegno. Al dunque significa che la riuscita in bene e in male sul lavoro, in economia, vita privata e sociale in gran parte dipende da come te la cavi nell’affrontare le questioni nuove che t’approccia e come t’applichi nell’elaborare soluzioni definitive a quelle che ti stanno sulla groppa. Tuttavia l’anno ti concede assai più di quel che sembra poiché, nello sbarcare il lunario quando è troppo complicato ti soccorre con qualche brillante idea creativa che apporta originali soluzioni, in specie per aumentare le possibilità di guadagno per risollevar l’economia in professione o in famiglia, e… e mai fa mancare una buona dose di adrenalina per oliare gli ingranaggi dello scatto fulmineo per battere la concorrenza e avanzare in carriera lavorativa in tempi da far invidia. Comunque ti avverte che per recuperare gli svantaggi accumulati per errori e sfortune e arrivare al successo desiderato, rinforzare il lato economico, ridare smalto alle relazioni socio-affettive e riottenere il prestigio offuscato e un soddisfacente status, c’è da combattere con testa e cuore. Soprattutto dalla tarda primavera è essenziale rimanere concentrato sugli obiettivi più importanti dimodochè l’operatività non si inquini con fatti e fatterelli che mandano a quarantotto il risultato. In conclusione un anno dinamico di cambiamento, particolarmente favorevole sul piano professionale ed economico, ma in cui serve lucidità e abilità, disponibilità ad accettare tempi e modi, controllare nervi e passione per non lasciarsi coinvolgere e travolgere. Al motto “ tutto al sol d’agosto brilla ma è con l’autunno che il destino in ciel sfavilla” t’auguro leoncino un 2022 di buon raccolto in ogni campo, ti saluto e passo. Eh, eh buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: equivoco -il colore cobalto -il numero: 15

11- 11 acquar

Acquario: parola chiave “ rivoluzione “. Mio bell’acquario con te concludo la carrellata dei segni non è perchè sei il tapino dell’anno, anzi, anzi sol che lestelle ci hanno messo un po a farmi pervenire il loro pensier di cosa han riservato per quest’anno a te.  Come accennato se in fondo ma non per il fato infatti  preparati ad un anno progressista che cambia cuore e punti di vista e spalanca le porte a una nuova filosofia, forse con meno libertaria decisione ma di sicuro con maggiore oggettiva considerazione. Ebbene si, il ciel dice che son tempi mutativi di intenzioni e desideri in ogni sfera della vita e in relazione di modifica di stile nell’attivar azioni e obiettivi. Al che un anno impegnativo e finalizzato a realizzar un modus vivendi diversificato dal recente passato che a dirla tutta non è stato prodigo di soddisfazioni e in certi momenti alquanto granitico nel contrastare favorevoli conclusioni di progetti e aspirazioni. Ovviamente per raggiungere la meta essenziale auspicata dall’anno, che palesemente non è una gitarella di svago ma un processo dinamico continuo, caro acquario c’è da scendere in campo con determinazione, idee progettuali chiare, un attivarsi mirato ai propositi, un impegno per attuarli e, poiché nessun risultato di successo si consegue con un batter di ciglia per realizzarli in concreto c’è da procedere per gradi, tanta pratica pazienza. Andando nello specifico, per giungere agli scopi prefissi nel modo ambito, in primis occorre un ripulisti razionale di concetti e progetti obsoleti che assorbono energie preziose a portare avanti e concludere positivamente i traguardi in programma nei settori di maggiore coinvolgimento, ossia lavoro, finanze, rapporti interpersonali. Dopodiché si che puoi dar spazio agli esordienti propositi, tuttavia procedendo con cautela da tenere sotto controllo situazioni e miglioramenti e valutare se tutto va secondo il previsto oppure occorre qualche correzione per superare con agilità qualche scoglio operativo-ambientale, per meglio adeguare il congetturato alle possibilità reali di riuscita o per ottimizzare impegno, obiettivi, relax. La sorte suggerisce di concentrar al massimo sforzi e attenzione da fine maggio in avanti, in quanto è il periodo in cui fornisce tutte le opportunità utili ai progetti. Per conseguenza da sfruttare con maggiore intensità per progredire e concludere nel modo più soddisfacente ogni ambito traguardo evolutivo allo status quo, soprattutto se riferente la sfera professionale, economica, sentimentale o rapporti privati, nonché socio-affettivi. Insomma acquario un 2022 veramente vantaggioso a risollevar il morale e ricaricar la spontanea inventiva progressista, si potrebbe dire di rinascimento delle originali doti avanguardiste che convergono l’operatività sui bisogni attuali della personalità, quindi rilevante dal punto di vista dell’autonomia e stabilizzazione materiale. Inoltre, molto adatto per rispolverare hobby e passioni creative, perfezionare l’attività professionale, instaurare rapporti collaborativi, sistemare problematiche finanziarie, gratificare l’amor proprio, avventurarsi in nuove imprese commerciali o sentimentali, cambiare habitat. Bensì inadatto ai colpi di testa, prese di posizione ostinate, drastiche o eccessivamente irritanti l’altrui sensibilità. Al motto Sibillo “ Abilità e competenza sono armi potenti per annientare ogni tipo di contrattempi” ti auguro di cogliere l’opportunità innovatrice del fato annuale con spirito raggiante, saluto e passo. Eh, eh, buone stelle buona vita!

Il dogma fortunello: alleggerire – il colore fulvo- il numero 48

page 2022

Augurando a tutti un anno di sollievo, di profittevole progettualità di vita e proficua attività pratica in ogni area della vita, memoro che il fato suggerisce ma è la propria intelligenza e volontà  che eseguisce. Per cui….

Bydif
………………………

tanto per chiarire…

la parola chiave – è il domini annuale dell’influenza cosmica. Come dire la password che apre la porta dell’annuale successo.

Il motto : è l’avvertimento da interpretare per schivare le insidie di persone, avvenimenti o da utilizzare per migliorare le prestazioni annuali.

Il dogma fortunello: è il principio imprescindibile su cui si basa il destino

il colore: è la nuance del benessere intimo o intellettuale.

Il numero: è il portafortuna. In caso di numero doppio, sommando le cifre si può ridurre a singolo.

bye bye arrivederci prossimamente al capodanno cinese

.

Alei alei arriva messer 6!

2

Alei alei arriva messer 6…

una manciata di ore e..alei alei arriva Messer 6! eh si, tutto il mondo sè già agghindato per accogliere il nuovo Messer anno e, solo o in compagnia, ognuno con il suo desiderio in cuore è pronto al brindisi augurale. Eggià, tutti pronti a festeggiar larrivo del nuovo anno con la domanda che di solito preme: che profeta di buono o di cattivo? Bensì ora con quella che più che mai in ogni testa impelle: sto messer ci libera dallincubo e ridà la libertà di fare e andare dove ci pare o prosegue ad angustiare e farci impazzire con varianti e variatine? Beh, una risposta al 100% non cè in quanto quel che è buono per uno può essere cattivo per un altro, e ciò che per uno è libertà per un altro può risultare costrizione, -vs novaccini, nopass, nomask-, tuttavia qualcosina a livello generale si può indiziare attraverso la cifra distintiva che questanno sommando la sequenza numerica corrisponde a 6 -2+0+2+2+= 6.

Premesso che tutti i numeri sono speciali, hanno una struttura grafica, un valore proprio che li distingue e un significato simbolico peculiare, indagando un po vediamo di scoprire cosa ha di intrinseco messer 6 e se e come può influire in bene o no sulla sorte annuale.

Partendo dalla cifra distintiva 6 rivela che pur essendo numero pari e di natura femminile, energia passiva e contenuta vibrazione, è matematicamente cifra perfetta per cui è numero armonico, equilibrato, ben integrato e non turbato da conflitti interni che interagisce e si accorda con tutti gli altri numeri. Di conseguenza esplica ch’è un messer 6 positivo, a nessuno ostico o di intralcio ai progetti, il conseguimento dei traguardi ambiti, la routine pratica e relazionale od è latore di avvenimenti sconvolgenti, circostanze particolarmente avverse al vivere individuale e comunitario. Anzi…anzi è messer particolarmente protettivo e nessuno leguaglia nel correggere, assistere e difendere gli altri. Per cui, ogni agire in tal senso nel corso dellanno, individuale o collettivo che sia non solo l’agevola e semplifica ma lo rende assai proficuo materialmente e spiritualmente. Attesta che nello spazio temporale rappresenta ladattamento, quindi la fine dell’attività dinamica scomposta e scriteriata, quindi sul piano reale, in ottimo bilanciamento tra desideri e possibilità effettive, profeta di favorire a tutti le mire di abbondanza e accrescimento del benessere, dei profitti e del guadagno, i legami personali e di affari, gli accordi privati e pubblici, ed in caso di contrasti tra persone, stati, diplomazie internazionali, facilita intesa e accomodamento,  premia il talento e gli interessi creativi. Dichiara che la sua immagine, graficamente corrisponde alla stella a sei punte o stella di Davide,  simbolo di ambivalenza, stabilità, perfetta fusione dei 4 elementi fondamentali della natura: fuoco, aria, terra, acqua. Il che sul piano pratico nell’anno tende ad indirizzare e stimolare al pensare e all’agire in sintonia con il creato, in tutte le sue accezioni, e per raggiungere fini e traguardi si impegna a far  usufruire  tutte le doti naturali linguaggio, concretezza, azione, sensibilità oltrechè utilizzare espressività, modi e mezzi disponibili, soprattutto a mantenere equilibrio e atteggiamento positivo anche nelle piccole avversità quotidiane. Specifica d’esser anche un messer profondamente mistico e durante il suo dominio ad ognuno promuove e avvalora l’importanza di connettere il lato spirituale allazione materiale dimodochè evolva le condizioni esistenziali in sintonia effettiva col se, l’ambiente e gli altri evitando attriti deleteri all’armonia, l’ordine e il progresso socio- personale.  Per le sue qualità luminose,  in numerologia, è rappresentativo dell’ordine naturale, l’armonia familiare, l’amore e la realizzazione dell’unione legittima. Significativo della responsabilità condivisa, la equità sociale, la giustizia, la sanità pubblica, il dovere civico. In conseguenza nell’anno questi sono tutti i temi caldi  sui quali sposta l’attenzione e fa in modo di modificare gli svarioni procurati da cattiva volontà o interpretazione soggettiva precedente. Sottolinea che è un diplomatico nato, campione di negoziati, trattative riservate e sistemi morbidi nel convergere principi e interessi. Perciò, in linea di principio nel suo panorama concettuale sono esclusi atti ribelli, impulsivi e azioni violente, tuttavia a casi estremi estremi rimedi, qualora per concludere acciò a cui secondo l’universale crono-movimento è preposto in qualsiasi momento è pronto a mettere in campo ferree regole, rigidi protocolli o durissime avversità. In conclusione considerando la cifra distintiva 6, messer 2022 si annuncia anno benefico  per tutti e privo di velleità che scompigliano singoli e collettivi. Tuttalpiù, succedendo al dinamico messer 5, in senso spazio-temporale può condizionare i i ritmi  e demarcare il 2022 come anno di placido accomodamento. Però…

C’è un però a quanto su detto! Perchè? Perchè se si osserva la sequenza numerica che elabora la cifra distintiva 6, ovvero 2+0+2+2+=6, allora  vale in teoria ma in pratica… in pratica quel numero 2 che per tre volte si ripete uhm…niente di buono promette e tutto complica a livello effettivo. Vale a dire spiazza completamente la positività di messer 6, in quanto essendo sinonimo di equilibrio e armonia si ritrova tra i piedi non una ma ben 3 volte  un numero simbolo dell’esatto contrario. Cioè un numero di energia passiva incerto, divisivo,  duale, vessillo della separazione, dei poli opposti, il su e il giù, il chiaro e lo scuro, la forza Yin contrapposta a quella yang. Chiaramente un numero destabilizzante il carisma di messer 6 e sul piano pratico inficia i buoni presupposti e di risvolto ben altro fato annuale articola nel 2022. Il che vale a dire che molte difficoltà sorgono nel corso dell’anno a complicare o accentuare le problematiche delicate, sia in senso individuale che universale. Nello specifico la sorte di quelle tematiche care a messer 6 si  fa complessa e…e per  ben che vada incide  solo un po’ sulla tempistica, rendendo, con un sovraccarico di  impegni e responsabilità, squilibrato e graduale il concretizzarsi di quanto in progetto e ambito ottenere.  Altresì, apporta assai  flemma e disarmonia,  complica i fatti e sviscera avvenimenti sgradevoli nella routine, anche di tipo economico-depressivo, innesca meccanismi conflittuali pronunciati nelle trattative e negli accordi diplomatici, rende tutto più enigmatico, precario e sensibilmente illusorio il reale realizzarsi di mete e obiettivi perseguiti.  A livello generale messer 6 – 2022- può essere un anno fatidico o vetta o abisso, in specie per le super potenze, l’alta finanza, il potere di governi e governanti ma anche per carismi  con aspirazioni di elevazione dominante, oltrechè per questioni materia-spirito, divino-profano. Nel particolare:  dal 20 gennaio al 22 febbraio  può scaturire di tutto e il contrario di tutto con conseguenze e ripercussioni che si accentuano su scala nazionale e mondiale;  dal 6 giugno al 2 luglio eventi nebulosi in accordi politico-economico, ideologici-legislativi o socio-sanitario possono bloccare il sistema diplomatico mondiale e le attività  delle grosse industre, mentre a livello individuale  dal 6 settembre al 20 settembre può emergere  un periodo piuttosto duro che richiede saldezza ferrea per non arrendersi e mandare a quarantotto l’esito dei traguardi prefissi.   

In conclusione il 2022, è un messer anno molto molto particolare e completamente diverso dal predecessore sia nel determinare gli eventi che nell’intervenire nella soluzione. In specifico è un “signorotto” ambasciatore di regole mete e obiettivi precisi finalizzati agli argomenti di cui è emblema. Quindi si prodigherà con tutta la sua potenza vibrazionale per allineare il pensiero dell’umano ai suoi concetti di giustizia, famiglia, dovere civico, equità sociale, affinché elabori strumenti legislativi, economici e politici correttivi dell’attuale sistema. Dunque nel suo complesso non è un anno cattivo, richiede moltissimo equilibrio logico, tatto, pazienza, responsabilità sotto ogni aspetto e soprattutto diplomazi diplomazia diplomazia in ogni area dell’esistenza. A fine anno  a chi avrà mantenuto nervi saldi e un pizzico di ottimismo riscuoterà il successo e andrà tutto bene nei rapporti socio-relazionali.

messer 6

alei alei è in arrivo messer 6 … sarà un po’ buono e un po meno ma sicuramente essenziale al movimento del crono universale… val la pena dare il benvenuto e brindare. 

   Buon capodanno a tutti!

BYDIF

…a poco le previsioni sibille segno per segno

..

Assì assì sefà appresto addì….

stranieri550

..addì acc’è loweekkeblaccke andua saffanno affari colossali!  Aqquando…

Ar venerdì…woo.. acc’è erweekkeblaccke… addevo annà.. amò addico a Cecco simmafa compagna…Cecco? vengiù, c’iemo affà no giro al weekkeblaccke. Ciassò li sconti abbomba attù lo sacci c’accumprà  arrisparmià me friccica assai.

mm??!!?

Addai, nun t’affà pregà accome no santino, vengiù c’assèfa tardi, naposso perde l’ ultra sconti dacumprà a spenne na cicca de sghei.

Mmx …

Atte spicci avvenì iù o addevo sonà la tromba saltarella? Lo assai c’ numme apposso essime de gì al mondayblaccke addove se po’ avè ogni assorta de frivoli arzigogoli a straccio .

Mmux.. mmux.

Essù ven iù che iemo a coiece l’occaparro de no mucchio de cosette hi-tecche ch’attanto t’appiacciono.

Uff … nu m’affrenesà co sto blaccke, enustatte a imbellettatte comme a reginetta de Scomignola  ammanco t’attirà fora lo borsone d’ attrascinà tanto seappò accompra tutto infad.

Acchè medì d’accompra infad? Eccheie po’ sto fad, na formula straluna pe facce arrinuncià a cumprà !

Mannò sequoia..iè no modo d’accomprà acciò chette sfrulla pea capezza sensa scomodasse!

Amme cumprà nu me scommoda pe gnente…appoi se arrisparmio la gambetta me sfrigola aggirà a scapitozza d’ apparemme degi in carrozza…apperciò spicciati nume fa spettà chamme ven l’uggia eassalgo a sgomberatte dassediola.

Uff… te converge statte bona… gi a girà numme sfrissica…apperciò nun cevengo… appoia manco attu ce po’ annà.

Accome accome nun ce posso annà.. ammica c’è lo locckedane ?

Ia detto la Giully canonsappò

Ambeh..die ala Giully s’affacesse li affaracci soi.. io ce avvado eccome!

Aho te vò arragionà o te avvoi empuntatte accome na scervella…la Giully nu ia detto pe amprigionatte la brama de gitte a spenne..ia detto pe ascansà el cassino d’annovax, innopasse, innomask, elli innoiasse c’ intrallano le piazze  empericolano chiaccircola c’amasche, ie approvvax e iseè appunturà p’ammortà lo sciaguro d’accoviddà assè elli compaesà.

Mea empunto essì de andacce…e noaddi noapposso usce p’accerti scalmanuzzi sensa u cervelluzzi ocacerti ambecillotti c’ sabbevono le scorbellerie de sfasulli sputaracci de meio ammorì cappunturasse chemme avvene l’uggia claustroaffobica. Eappoi, sanoseppo’ annà aggirà addove sta erbello dellosraddayblaccke?

Ambè.. lo bello accè eccome!

Assarà manno concerto.

Concerta, concerta.. attu appensa a aqquanto ie bello cliccà e cliccà e attogliese lo sfizzo de caparratte acchè te pare ar meio de contentà lattù saccoccia .

Assarà bello peattè..ammè sensa avvedè numme pare defà n’affare. Eppoia a stassene a cliccà na sfilza de alletti d’aqquesto aquello e queialtro pe accapì e addecide c’accomprà meavviene lo crampo da tristizia.

Addai ..nunfa la puntuta anvece appensa acchè t’appiace et’avvoi cumprà.

Accussì gnente me sfrigola la voia.. 

Assè approprio de coccio..appensa aqquanto cese spassa  attovrà chettavvoi avè appoco astà commodo sollo divano eiavvedrai c’avvoia t’ avviene.

Assarà come addici commodo…manumme sfinfera comprà a ceca…senno posso arrimirà e attoccà co mi mani ce o caso me traviso e m’ arritrovo scuntenta appoia addevo arregalà a Cesaretta pesbazzì dala mi furia.

Ammisà catteaddevi affà sfinferà de comprà accussi.

T’ho detto canno accompro sensa avvedè se mappiace o iè accome sballottano suie enviti degi aprofittà deieprezzi asbalordo attanto sonno d’arrigalati…addai annamo cassèaffà tardi annoi n’attrovamo appiù gnente.

Iuffà… ia detto la Giully nonseappuò gi.. accè lo appericolo de contesti appiù coaqquarta de acoviddi c’avviaggia  ell’è meio sta a ca’!

Affigurati se arrinuncio…Attè se avvoi venì veni assennò astatte appure a cirullà c’smartphonne, ammi cotutti l’anviti deia affari affavolosi me bardo c’ assuper maska e avvado.

N’taccapisco apperchè attèpunti agì a girà quanno se appò fa tutto conno clic.

Apperchè m’appiace gi aggirà, vedè, toccà e se me aggradisca de spenne li sghei ascimunito addivertimme accomprà.

Assepo’ assapè addòvai addivertitte a spenne?

Accome duanvado… duaceassò l’annegozi co abbombasconti da spenne na sbazzecola!

Eacchè t’accompri coa bazzecola? 

D’assicurro me caparro la tivvù chea quilla c’acciò nu me ciappa manco no canale cavvoio agguardà, lo cashimino d’arriscaldo chemme friccica d’avè pe abbellamme easse me sfinfera de spenne accompro iancoatte e lialtri, assomma aggio  svoiamme d’apprendeme no sacco de cosette c’anno sto addì.

Ioccapì… l’ammundayblaccke tacitrullà…s’avvoi annà  vacce assinnò me rintroni…apperò sa Giully seccapriccia marchiudo neo studio eattè teaspicci li assù amproperi.

Noaffa a filippica… se assuccede c’ asse rabbia apperchè so iuta emme accolma d’amproperi measpiccio dammè .

Seatte vo’ gì… ammì accompro collo clic.

Anverso le addieci affelice so iuta all’erweekkeblaccke dassola.

Uh aqquanta aggente accera n’to la piazza ento lo corso ammucchià addavanti allineggozi sensa maska maia nopocouggià..attuttavia avvolevo prendeme lasmartivvù emme.ssògita agiramme. Attepareva,  addovunque me sfinferava d’acompramme nacosetta accera nop putiferio canno s’appotea avvedè manco nacicca affigurasse appotè  caparrasse acchè avvolevo. Aggira aggira messò assolo appirulata de scontento  aqquanto addove noccera gnente cassino noccera gnente chattè aggradava, saccera c’attappiaceva accostava nafolleria d’ addovella lasciasse duera. Oh iopassà tutto lo iorno a correme  aggirà, a correme aggirà colmi borsone sensa arriuscì amettece gnente  eassera sonnoarrivà accasa moscia moscia coapoccia a trottola dallo tanto giramme. Ammanco iavevo cavato le scarpe e poggià la schena chemme arribolliva d’accallore d’aggiramento sotutti niuti giùavvedè lemmispese. Accome messò ditta..apprima n’ avvolevano c’andassi appoi sonno aspettà acchè acciò da mostrà? Amò acchegnente degnente acciò cheienarro sensa famme accogliona? M’addevo attrovà nafakke….Addoponopo cannoavevo fatto nofrizzo quilli, c’accerte facce asserie dafamme scorpaccià daride s’esplodono addìmme

“embè se appò sapè cattesei comprà allo blaccke” 

Asiccome n’assapeano caprimma addoeo arrinvenimme d’attanta curbelleria desseme strascicata agì c’allusoria d’affavolosi caparri assensa acconclude gnente arrisponde meassòpresa commoda commoda. Ammentre quilli t’aspettavano colli occhi a strabuzzo de avvedè l’affavolosi caparri delloweekkeblaccke  all’invece gnente de gnente ciavvevo dammostrà  p’affalli schiattà d’anvidia… c’andifferensa aggiotirato fori dalla saccoccia no pacchetto d’ annoci pecamme. 

 Acchesò ???

Annò avvedete? Sonno nocci damagnasse! 

Ciavvoi coglionà o aggirà tuttoiorno t’ assei svalvolata…

Coglionà avvoi? ammai! ecchè  accera attanto accasino camanco accapì addove ierano li commerci…all’unica appoteo capparamme le pecamme.

Ammò voiece dì c’attai arrinuncià apprendete quillo c’attappiacea dagì a empericolatte neoaccasino dannovaxxe? 

coafacce de bronzo iosfinferà.. arrinuncià io? aqquandomai! Ecchè  accera attanto ammucchio dagente  camanco accapì addove ierano li commerci…all’unica appoteo capparamme le pecamme!

Oh…nun ce accredeano… eieson giti a rovistà ne aggarage apperfino agguardà neo sgabuzzo de chincaglie. Assiccome noccera gnente d’attrovà n’oattrovarono gnente. Addopo fattese n’arragione degnente ciavvevo da mostrà sesomisi a dimmene addogni. Sensa affiatà me sofatte asscivolà li improperi d’affalli gisse  tutti asbollì li vapori assù. Addopo n’po’ casennerano iuti sossalita affrescamme ammessomessa afischia eddì allosbrekkete c’arrivvado doman.

Ar Sabbato…Ar sabbato acconvinta d’appotè profittà d’àffaroni allosbrekke assò reuscita sensa avvisà. Aggiunta addove appotevo prendeme asmarttivvù coattanti ammassi decontesti cheattè acciurlicchiavano acchiunque se annava aggirà coabard ammanco so arriuscita a metterpiede n’to l’uscio derneggozio. Accussì me son aggita aggirà n’taltro paese d’avvedè addua appotessi acompramme nattivù a spenneappoco. Aggira, aggira… agguarda agguarda… gnente daffà. Addua appotevocontentà lamibrama accerano li scalmazzi cheattè appericolavano, addua noavvedevi ammanco no spillo t’appoteo comprà aqquanti sghei accostavano. Aribolle deppiedi messòaddovuta assedè a interrogamme apperché iero asecco d’acconclusione.  Assò accosì assofistica danoattrovà acciò chemme aggarba Accussì allusa d’scapricciamme assensa avecce naiddea dacciò chesceie d’apperdeme l’affare, accusì scalogna d’attrovà sempre niuno c’tassoffia l’affare attetallascia abeccosciutto? Addopo n‘oretta d’elucubra apperché noievo speso manco nosgheo mess’appalugina acchiaro acchiaro. Lo fattaccio iera cheaddopo attantogirà, giràagguardà n’avvevo avvisto anniente deappotè accompramme assensa affamme avvoltolà iacchè… iacchè  appiùt’aggiri  appiùtarrendi conto caqqueio arprezzo abbomba chette sfrigolava l’addesiderio d’sgancià lo sgheo noattrovi essè acchiedi apperchè noattrovi achissàapperchè assonfiniti eccessò armasti queie assensasconto. Peessece  cessò apperò assalati so.  Acussì attù aggiri eagguardi  appo t’atteconverti  c’asseavvoi compratte lasmarte addevi sgancià namannata de sghei dafatte s’panazzà la voia attanto t’asvota la saccoccia. Arragionamme messò acconvinta chera meio gi accasa a prenneme impropreri castamme ampericolamme ammezzo innoscassa tanto assì assì sefà appresto addì venì… veni ascapricciatte allosbrekke cattè accompri ennospenni aqquasignente,  aqquanno ciavvai t’artrovi  cannoevvero aqquasi gnente.  Aggiunta accà commè commè,  nisciuno seffatto vedè emmeso potuta gi a sbollome arabbia d’esseme attrascinata aqquà eallà annagiornata.

Addomenica…messò sveiata cuntenta quanno Cecco me strilla

“S’avvai allosbrecchetesfriddai vegno cottè aggiò apprendeme una cosetta hitechete” 

iorrisposto “se vo annà vacci dassolo oggi ammì sto a ca”

Apperchè?

Anummeva deusce iorrisposto.  Ammica iepotevo addì aggià amme enna corbella appotevo accapì acchè lo strombazzo de assuper assuper affaroni dell’ambreccke erap’affrenesà la cucuzza annà de fretta a prennese na scoppola!  Appotevo accapì c’assensa gi a scapicollamme affasse accoglionà ativvù er cashimino ascontosuper appotevo prenne  addietro l’angolo!

stranieri550

Bydif

 

Giornata internazionale antiviolenza donne

vis

Giornata internazionale antiviolenza donne: 25 novembre 1981- 25 novembre 2021 boh… La carneficina continua !

Eh si, da quel 25 novembre 1981 in cui nell’incontro di Bogotà, le donne latinoamericane, in memoria della strage delle sorelle Mirabal, decisero di solennizzare quel giorno come la Giornata internazionale della violenza contro le donne, non si può certo dire che 40 anni dopo la violenza sulle donne è un brutto ricordo, purtroppo è una dura realtà che giorno dopo giorno gran parte delle donne inevitabilmente subisce, spesso, troppo spesso con crudele ferocia le porta all’obitorio. Tant’è che anche in quest’anno, solo in Italia e al momento che scrivo le  donne ammazzate son 103. Chi sono? Sono:  sharon vittoria roberta tiziana teodora, a gennaio; sonia ilenia piera luljeta lidia chiara deborah rossella a febbraio; edith ornella a marzo; dorina elena tina annamaria, ad aprile; saman silvia elena ylenia angela tunde maria pereria donashantini, a maggio; bruna alessandra sharon silvia chiara, a giugno; ginetta lorenza vincenza, a luglio; marylin silvia shegushe catherine stefania vanessa, ad agosto; chiara ada angelica rita giuseppina sonia alessandra doriana anna, a settembre; carmen giuseppa cristine elena, a ottobre; elisa simonetta juana, a novembre.  Una strage inaccettabile.  Tanta sanguinaria violenza esula da ogni livello di comprensione giustificativa del perchè queste 103 donne dovevano sparire dal mondo dei vivi. Se poi si considera da chi sono state condannate a morte e volontariamente con ferocia e senza alcun sentimento di umano rispetto  ammazzate è disgustoso, vengono i brividi al solo pensarci. Perchè? Il perchè è da chi sono state falcidiate senza pietà! Come da noti studi, la mano omicida di queste 103 donne, ma di quasi tutte le donne trucidate in ogni parte del mondo, è quella di partner, ex compagni, parenti o amici. Quindi proprio di chi  si fidavano,  credevano le amasse o avevano condiviso tempo, pensieri, desideri. Ma  la violenza sulle donne non finisce con le 103 barbaramente  trucidate.  Tantissime altre ne vanno aggiunte. Perchè? Perchè oltre alla violenza fisica con epilogo tragico, le donne subiscono anche tante altre forme di  violenza che rendono la loro vita un inferno. Tipo?  Beh, pugni, calci, percosse, umiliazioni,  svalorizzazione di genere, soverchie psicologiche, intimidazioni, abusi sessuali,  limitazioni personali, ricatti economici,  atti persecutori e…e…

augur Forse la giornata internazionale antiviolenza sulle donne è giusta poichè ogni anno rimemora ad ognuno che abbia un minimo di ragione di rigettare ogni tipo di violenza e di combattere con ogni mezzo culturale, legislativo, educativo per porre fine a questo obbrobrio femminicida. Però…però se ogni anno le donne continuano ad essere ammazzate..allora… la domanda di ogni donna oggi è: perchè non si riesce a mettere fine a omicidi o vessazioni ? Cosa o chi impedisce una svolta definitiva a tale assurdità che celebrazione, dopo celebrazione, stando alle cronache, invece che cessare sembra diventi più violenta e insensata? mah…

E provare con meno ciance, nastrini e vuote scarpette rosse e con qualche riflessione in più sulla pari dignità, il rispetto dell’altro, l’educazione relazionale e scelte politiche diverse?

vis

…mah…

bydif

Il tempo del tempo non tempo

import 247

Il tempo del tempo non tempo ? Un tempo magico di immemore memoria in cui non esiste frontiera e le essenze, corporee e incorporee, possono uscire dalla propria dimensione e liberamente “transumare” gli uni agli altri ! Ovvero? Ovvero, un crono tempo annuale che non appartiene a nessuno! E poiché non appartiene a nessuno è millenaria convinzione che le barriere che separano i vari mondi dell’universo sono temporaneamente rimosse e le entità, di qualunque natura, sono libere di “ viaggiare” senza trasgredire le norme che regolano l’equilibrio cosmico.

Vale a dire? Un tempo cosmico sospeso da vincoli divisivi, nel quale tutte le entità, in spirito o materia, che dimorano in regni separati hanno libero accesso nel reame del mistero universale! facoltà di spostarsi. Al che, questa facoltà, secondo la secolare narrazione, rende a tutto e a tutti tutto possibile, anche varcare il limite tra il mondo dei vivi e quello dei morti e, all’uno e all’altro che ne fa parte reso fattibile mescolarsi, incontrarsi , comunicare. Per tradizione, in questo tempo del tempo non tempo, gli esseri extracorporei possono materializzarsi e diventare visibili a quelli del mondo fisico, acciò la motivazione è per rendere tangibile l’esistenza nell’oltre, comunicare una “vicinanza”, offrire una possibilità di chiarire un dubbio animico, ma soprattutto per affrancare la loro memoria a percorrere il temporale secolare agganciato alla dimensione successiva, in quanto inconfutabile catarsi per evitare il buio e inoltrarsi nella luce pura della beatitudine. Viceversa, chi è nel mondo terreno ha l’opportunità di smaterializzarsi, per entrare in contatto con entità spirituali semplicemente per un esperienza extramateria o reincontrare qualcuno per dire quello che non gli si era avuto il coraggio di dire, esprimere un rammarico affettivo o riparare a un torto, tuttavia la motivazione specifica di ciò è quella di incontrare i propri avi, in specie quelli ancora in purificazione dimodochè cogliere ed esaudire le loro necessità e finalmente farli uscire dalle tenebre.

Questo tempo universale di indivisione cielo-terra, nonché spirito-materia, nell’immaginario tribale corrispondeva a quello degli elfi bianchi e neri che personificavano il bene e il male. Pertanto equivaleva alla transumanza degli esseri di luce, positivi e benefici, e degli esseri negativi e malvagi . Ovviamente, gli elfi neri erano sinonimo di spaventevoli esseri infernali, premonitori di pericoli imminenti ed eventi negativi per lo più collegati ai raccolti, mentre gli elfi bianchi quello di esseri buoni, messaggeri di eventi favorevoli e copiosi raccolti. Implicito da ciò lo scatenarsi della fantasia collettiva a trovare ogni sorta di modi per attirare e ingraziarsi il più possibile le “creature bianche” e lo scervellarsi a escogitare una varietà infinita di espedienti per sfuggire alle grinfie delle “creature nere” . Per i primi fu tutto un fiorire di formule, preghiere, rituali, offerte, luci e segni ad hoc nei campi e in prossimità dei villaggi per accoglierli. Per i secondi tutto un proliferare di esorcismi con enormi fuochi, danze suoni e segni strani, fracassi e lancio di oggetti, danze, suoni e segni strani, fracassi e lancio di oggetti, maschere e mascheramenti ingannevoli, quest’ultimi oggi come oggi, ancora molto in voga e da raggiungere proporzioni macabre squilibrate, in certi casi parossistiche, torbide e sgradevoli.

Indirettamente, gli elfi chiari e scuri sono evocativi di demoni e santi, di angeli e diavoli. Per cui, relativamente l’uomo, fin dai suoi albori ha sempre avuto l’incoscia consapevolezza di forze contrapposte, benefiche e malefiche. Pertanto, prodigarsi in svariate maniere per attirare le potenze angeliche e allontanare il più possibile quelle diaboliche rimarca un bisogno naturale.

Da allora, questo tempo di transumanza, intra- extra corporeo, chiaramente ha determinato il nascer di molteplici narrazioni con sfondi più o meno accentuati su fantasmi, scheletri, demoni, creature orripilanti e maligne ecc. fino ad arrivare a generare paure terrificanti come l’essere posseduti da spiriti diabolici, o rimanere vittime di sventure e nefandi sortilegi. Per contrasto suggerito in ogni epoca e civiltà di ricorrere a una infinità di esorcismi e “trucchi” per ingannarli.

In senso traslato, invero questo tempo aperto a 360° a qualsiasi entità dell’universo, in cui è possibilissimo uscire dalla propria dimensione, entrare in contatto con “anime erranti” comunicare e vivere esperienze straordinarie , è uno spazio –tempo carico di eccezionale energia offerto per riequilibrare il rapporto tra basso e alto, tra materia e spirito. É quindi un tempo dato per entrare in contatto con il se, sfrondare incongruenze, paure, distorsioni, sovrastrutture e condizionamenti , sopratutto per armonizzare reale e astratto, se si vuole sintonizzare i piedi con la terra la testa con il cielo.

In definitiva, il tempo del tempo non tempo, non è uno crono-spazio che da campo libero a zombie, vampiri , streghe, spettri , distorte fantasie horror sul soprannaturale. Essenzialmente è l’ occasione per estirpare paure ataviche e tramandi negativi dello sconosciuto, riconciliare il rapporto uomo, natura e forze interstellari a quando era diretto, leale e privo di orpelli negativi frutto di soggettività interpretativa del mistero, superstizione, o perpetuata credenza folkloristica, nonché di volute tattiche di umanoidi senza scrupoli per assoggettare i simili ai propri speculativi fini.

Comunque sia è un tempo che stigmatizza l’attenzione tanto laica che di fede su chi ancora c’è e chi non c’è più. Però non v’è motivo di averne paura ed esorcizzarlo con feste, mascheramenti e ammennicoli per attrarre o respingere una entità spirituale, perché se è vero che gli spiriti hanno libertà di “viaggiare” materializzarsi e apparire ai vivi, è altrettanto vero da vox populi consolidata che a nessuno spirito, ne buono ne cattivo, conviene farlo . Perché? Mah semplice, come asseriva mia nonna,perde il posto e si frega da solo “ tradotto, se va in terra un’altro gli ruba il posto “ per meglio dire per apparire rinuncia allo status acquisito e finisce nel nulla”. Perciò … se chi fu è in un posto di sofferenza forse rischia ma se è in quello paradisiaco… beh solo se gli fosse comandato dal Supremo lo farebbe. ”! Per cui tranquilli …incontrare un fantasma è rarissimo. Ed è pure rarissimo che uno spirito incontri chi ancora ha uno status fisico poiché oltre che avere un motivo sublime per smaterializzarsi deve aver raggiunto un livello spirituale di grazia, come dire essere più santo che peccatore, il che anche in tale caso è difficilissimo . Inoltre questi incontri “ravvicinati” se avvengono per lo più avvengono in forma subcosciente, in sogno, qualora nella vita reale la corporeità assunta dallo spirito annullerebbe l’effetto di plasma

Concludendo, il tempo, del tempo non tempo è anche accreditata credenza che sia una specie di capodanno delle anime. Cioè, per le anime eteree riparte l’iter purificativo che le avvicina sempre più alla perfetta beatitudine, mentre per le anime fisiche quello del cammino sulla strada del perfettibile. personalmente sono molto in sintonia con questa popolar ipotesi la trovo maggiormente corrispondente alla verità sul mistero della vita e della morte.
febb 087 ombre

bydif

ops…Qual’è questo crono tempo di sconfino , che si può definire di sospensione di appartenenza   all’ E’ o al Fu  ?  Ovvio è il tempo spartiacque chiaro-scuro- luce-buio che va da samhain ai morti , da mezzanotte del 31 ottobre a mezzanotte del 2 novembre!

 

 

World’s Teacher Day

Immagine

Il World’s Teacher Day, istituito dall’UNESCO nel 1994. è il giorno dedicato a chi si occupa di istruzione e crescita formativa dei ragazzi con l’obiettivo fondamentale dei diritti e le responsabilità dei docenti su scala mondiale, nonchè suscitare riflessioni sulle sfide didattico-pedagociche che quotidianamente affrontano. Sfide veramente ostiche a cui, oggi come oggi, per vincerle ai docenti non basta passione, metodo e ottima preparazione nella materia di competenza, esigono tutto un complesso organizzativo e di conoscenze accessorie e talvolta, doti di abnegazione stoica. Ebbene si. Perchè se insegnare non è mai stato un “mestiere” facile, attualmente, per svariati motivi, è complicatissimo e, per non capitolare e condurre in porto il progetto formativo ed ottenere i risultati prefissi al singolo e al collettivo, ogni insegnante deve munirsi di una determinazione ferrea e una resistenza certosina. Quindi, ben venga una giornata celebrativa che accentra l’attenzione di studenti, genitori e società civile sugli insegnanti purchè non resti sterile come tante altre ma serva a sottolineare il delicato ruolo professionale che svolgono, l’importanza che rivestono sulla crescita dei giovani e il futuro generazionale di tutta la comunità. Il meno che nel World’s Teacher Day, si possa auspicare per questi operatori che sia un giorno efficace a farli ritornare protagonisti dei saperi e dell’educazione. Soprattutto a far comprendere che per agire al meglio in ambito educativo necessitano di solidarietà, stima, interazione, dialogo strutture e risorse adeguate ai fini e ai tempi, eliminare la precarietà e gli ammassi che non permettono una attenzione personalizzata ai discenti. Nondimeno di dignità. Ne hanno una necesssità vitale. Troppe viene oltraggiata in aula e fuori, troppe volte debbono subire attacchi assurdi e ricorrere al coraggio e al senso della responsabilità per continuare a svolgere la “missione di capitani” formativi della futura società.

giornata mond inseg )

Un grandissimo augurio di malleabilità umana, sensibilità didattica e

veloce adattamento ai cambiamenti sociali a tutti gli insegnanti!

bydif

scuola

per la cronaca:
La Festa delle insegnanti in Italia , Azerbaigian, Bulgaria, Camerun, Germania, Lituania, Paesi Bassi, Russia, Romania, Serbia e Regno Unito si festeggia il 5 ottobre.
Negli altri paesi ?
In Polonia il 14 ottobre. Brasile il 15 ottobre. L’Australia l’ultimo giovedì di ottobre. In Cina il 10 settembre a Taiwan il 28 settembre per commemorare la nascita di Confucio. In Argentina l’11 settembre, giorno della morte del grande propugnatore dell’istruzione pubblica Domingo Faustino Sarmiento. In India il 5 settembre, giorno di nascita di Sarvepalli Radhakrishnan. Repubblica Ceca e Slovacchia il 28 marzo, giorno della nascita di Jan Ámos Komenský , o Comenio considerato il padre dell’educazione moderna. Colombia, Corea del Sud e Messico il 15 maggio . Spagna il 29 gennaio. l’Albania il 7 marzo perché il 7 del 1887 nacque la prima scuola.

Natività della Piena di grazia

madonna

In tutto il mondo l’8 Settembre e in particolare a Gerusalemme, si celebra la venuta al mondo della  Bambina piena di ogni grazia. Chi é? È Maria la santissima Vergine senza macchia originale, destinata a portare in grembo Gesù, il figlio di Dio oltreché personificare la donna del riscatto che  schiaccerà il capo al serpente, promessa all’umanità all’inizio dei tempi. Ovvio dire che la Sua venuta nella scena dell’uman viaggio terreno segna l’ istante in cui prende forma il grembo dell’incarnazione del Verbo, di Colui che da crocifisso delinea la “via nuova” della storia degli uomini, e, in sincrono vagisce la donna “ vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle“.

Eh si la bambina di cui la chiesa cattolica e quella ortodossa oggi celebrano la venuta al mondo è la madre del Cristo salvifico nonché la donna dell’apocalisse. Dunque La Maria della stirpe di Davide, nata per volere dell’Onnipotente dall’anziana e sterile Anna e dal devoto Gioacchino per realizzare il progetto di Dio e che pura e sacrale, fin dal primo istante di vita, corrispose con candida dedizione a tutti i benefici ultraterreni ed usò con umiltà le qualità che le erano state elargite. Perché Maria è nata pura e sacrale? Beh, era basilare alla dignità eccelsa a cui Dio l’aveva destinata! Quindi, a ben ragione che Dio, per assurgerLa ad astro nascente dell’infinità procellosa del mondo, preservasse la sua integrità, l’adornasse di virtù preziose e doti superiori a quelle delle altre creature. Tanto più che Maria, in quanto madre dell’Unigenito Figlio, oltre che essere la riparatrice dell’umanità prescelta ed eletta dal Padre era anche la designata avvocata di tutte le grazie elargite al mondo e la mediatrice di pace tra gli uomini e Dio.

Perché Dio scelse Maria, come madre di Suo figlio e donna del riscatto? Beh..il perché è e rimarrà sempre un mistero!

In conclusione la bambina di cui già dal IV sec. in specie in oriente, oggi si rammenta la nascita è anche l’immagine della nuova umanità che segue la Via del suo Figlio Divino in cui verità, amore, fede, e perdono sono pietre miliari del cammino. Ma …Ma come si sa ogni umano è libero di scegliere… in conseguenza infiniti sono i sentieri da imbroccare e facile per ognun smarrir la Via cardine .

bydif

giotto-nascita-della-vergine-cappella scrovegni

Per la cronaca:

La festa liturgica della nascita della Beata Vergine Maria, ufficialmente fu introdotta dal papa Sergio I.

Insieme a Gesù e Giovanni battista è l’unica di cui si celebra nascita e morte.

Non sono i Vangeli canonici ma è il Protovangelo di Giacomo che racconta la nascita di Maria.

San Bernardino da Siena

San-Bernardino-da-Siena-696x406

Oggi è San Bernardino Da Siena. Sono molto legata a questa figura di Santo in quanto mi ricorda tutto il periodo degli studi quando, ogni mattina, prima di entrare in classe mi soffermavo un momento nella chiesetta dell’oratorio  di  San Bernardino la cui facciata è uno dei più significativi esempi di arte rinascimentale ad opera del Beato Angelico, al sec. Agostino di Duccio, in cui il santo, pacificatore delle contese, è rappresentato nella mandorla al centro dell’arco trionfante nell’ascesa in cielo tra angeli musicanti e cherubini e porta il trigramma JHS, inserito in un sole sinonimo di luce.

oratorio s bern

Ma chi è questo Santo ? Un Sacerdote dell’ordine francescano, nato a Massa Marittima nel 1380, rimasto orfano e cresciuto a Siena dalle zie che a 22 anni, divenuto sacerdote  iniziò a predicare in tutta Italia. settentrionale e il suo operato fu un vero rinnovamento per la Chiesa cattolica e per il movimento francescano.

In effetti, S. Bernardino spiccò su tutti gli evangelizzatori del XV sec sia per il linguaggio disinvolto e sagace che affascinavagli ascoltatori , sia per come si informava su usi, costumi e pure fatti di cronaca dei luoghi in cui approdava a predicare. Tanto che Roberto Caracciolo da Lecce, lo definì “principe dei predicatori del nostro tempo” . Nel mentre fra Sante Boncor esagerò definendolo “como novo Elia e Moisê resusitato, e uno novello Battista e uno altro Paulo”. Tutta la sua vita fu incentrata sulla predicazione, la lotta contro gli usurai e l’insegnamento dell’etica del commercio, oltrechè la vita spirituale e gli aspetti pratici della vita dei fedeli.  . Nelle sue prediche puntava molto sulla devozione al Santissimo Nome di Gesù e faceva baciare ai fedeli il monogramma JHS sormontato da una croce, all’interno di un sole d’oro in campo azzurro che simboleggiava la divinità in mezzo all’umanità. grazie a questo, il Cristogramma “JHS” – Jesus Hominum Salvator- entrò velocemente nell’iconografia comune.

Divenuto  molto popolare ai suoi tempi e in seguito assai  amato per i prodigi intercessori,  San Bernardino, fu grande maestro divulgatore, organizzatore di consenso. Mai cercò il suo interesse personale o mostrò di mirare al prestigio. Di certo non era un carrierista,  tant’è che pur accettando incarichi di vario tipo, all’interno della chiesa,  per ben tre volte rifiutò il vescovado per dedicarsi alla sua vocazione di missionario evangelizzatore.

Morì il 20 maggio 1444, a L’Aquila, dove si trovava per tentare di riconciliare due fazioni bellicose della città. Acciò si narra che dopo la “dipartita” la sua barba continuò a sgocciolare sangue finché le due fazioni non si furono riappacificate. Canonizzato nel 1450 da papa Nicolò V riposa a L’Aquila nella basilica a lui dedicata.

In conclusione, San Bernardino, fu grande maestro divulgatore, organizzatore di consenso e mai cercò il suo interesse personale o mostrò di mirare alla carriera. 

s. bernardino carpi

busto reliquiario di San Bernardino da Siena, del duomo di Carpi.

per la cronaca:

San Bernardino da Siena è legato a Carpi per avervi soggiornato, predicato e, secondo la tradizione, compiuto un prodigio. Si racconta che proprio mentre si trovava nella cittadina carpigiana, il santo di Siena con una nebbia densissima la rese invisibile salvandola dai nemici che minacciavano di invaderla. Per questo, appena canonizzato fu scelto come patrono. Oltre a ciò il santo di Siena è legato a Carpi anche per un’altra storia, cioè quella di San Bernardino Realino, nato nella piccola cittadina 86 anni dopo la sua morte e al quale per devozione gli fu dato lo stesso nome.

Simbologia dei dodici raggi del trigramma JHS: 

Rifugio dei peccatori, Vessillo dei combattenti, Medicina degli infermi, Sollievo dei sofferenti, Onore dei credenti, Splendore degli evangelizzanti,  Mercede degli operanti, Soccorso dei deboli, Sospiro di quelli che meditano,  Aiuto dei supplicanti,  Debolezza di chi contempla, Gloria dei trionfanti.

Curiosità: 

A SAN BERNARDINO DA SIENA vengono attribuite anche delle “novelle” a sfondo etico-riflessivo che usava inserire durante le sue prediche. Eccone una… 

Lo Spaventapasseri.

Avete mai veduto quando si seminano e’ poponi; meglio quando si semina il grano: o ora al tempo de’ fichi, che vi si pongono gli sparavicchi? Sai, colà in sul campo del grano elli pigliano un sacco e lo empiono di paglia, perché non vi vadano le cornacchie. E su questo sacco si pone una zucca, che paia la testa d’uno uomo, e fasseli le braccia, e pongonli uno balestro in mano, teso che par che voglia balestrare a le cornacchie. E le cornacchie son maliziose, e vanno volando in qua e in là; e vedendo questo uomo, temono di esser morte, e così stanno tutto il dì senza pizzicare. Tornanvi poi l’altro dì, e veggonlo a quello medesimo modo che gli altri dì; anco stanno così insino a la sera, senza arrischiarsi a pizzicare nel seminato; e anco pur volendo pizzicare, vi tornano l’altra mattina e trovanlo a quel medesimo modo; e vedendo che elli non si muove punto, cominciano a volare in terra pur di longa, e a poco a poco si cominciano approssimare a questa zucca, e talvolta gli vanno appresso appresso, pur con paura però. Talvolta, quando sono così appresso, elli trarrà un poco di vento che lo farà rimovere; come il veggono così muovere, tutte fuggono via per paura. Poi vedendo che egli non fa altro atto, pur ritornano a mangiare, e vannogli poi anco più presso che avevano fatto prima. Avviene talvolta, come son una più ardita che un’altra, che gli vanno insino appresso appresso, e una vedendo che non si muove lui e non scrocca il balestro, non ha paura di nulla; e così assicurata gli va in sul capo… Sai che vo’ dire? Io vo’ dire che talvolta fa così uno rettore, il quale va a fare l’uffizio nel quale elli è eletto, e non è atto, che è uno zero. ”

Eh, eh,una  assai contemporanea!

ihs

Augurando a tutti una lieta giornata di gioia e grazia divina ad opera di San Bernardino

BYDIF

 

 

Anno del Bufalotto o Bue per…

per tutti i 12 animaletti dello zodiaco cinese!

zod cinese

L’anno del bufalotto o bue, come già accennato nel post precedente, è foriero di novità positive per tutti i segni zodiacali, seppur per certuni con migliore agevolazioni della sorte e per altri un tantino di meno. Ma vediamo in sintesi e in ordine di sequenza ciclica come andranno le cose ai 12 animaletti celesti, cioè a : Topo, Bufalo o bue, Tigre, Coniglio o gatto, Drago, Serpente, Cavallo, Capra, Scimmia, Gallo, Cane, Maiale o cinghiale.

Topo: per il topolino il bufalotto appronta un anno abbastanza favorevole per consolidare le posizioni professionali già raggiunte ma anche per aprire opportunità nuove di lavoro, in specie tra luglio e ottobre. Ma avverte che deve agire in concreto, mettersi in prima linea con obiettivi precisi, sia per capitalizzare gli sforzi e affermarsi senza spreco di energie, sia per afferrare le opportunità favorevoli in eventi  improvvisi.  In autunno, molto possibile una svolta economica positiva, con incarichi di responsabilità, gravosi sul piano pratico ambientale che potrà creare ai topolini attimi di tensione, comunque tutti brillantemente superabili con l’interlocuzione diplomatica intelligentemente persuasiva. Molto generoso negli affetti e nei rapporti interpersonali di amicizia e lavoro, tantè che non farà mancare soddisfazioni e aiuti, ottime chance per assestamenti di posizioni instabili o provvisorie. 

Bufalo o Bue: caro bufalotto in compagnia del tuo simile è il tuo anno favorevole sotto tutti gli aspetti, soprattutto benefico per combattere con energia logica in ciò che aspiri, concludere nuovi accordi di lavoro, d’affari o di interesse socio-affermativo personale, aprire nuove vie per attività affini al talento connaturato, progettare e pianificare interventi migliorativi al guadagno.   Molte novità positive ti attendono tanto negli affetti quanto a carattere sociale e professionale. Inoltre, di buone opportunità per programmare il futuro in direzione di migliore aspirazione gratificante il morale e l’economia, sposarsi o mettere in cantiere l’aumento familiare. Qualche evento di slealtà può scuoterti spiritualmente ma in compenso ci ricaverai enormi vantaggi a livello di reputazione.

Tigre: per i tigrotti quello del bufalotto è un anno carico di energia vitale volta alla conquista del successo. Tuttavia non sarà facile tagliare i nastri dei traguardi ambiti. Infatti, per raggiungere gli obiettivi desiderati il bufalotto avverte che in primis i tigrotti devono dosare l’iniziativa e porre molta attenzione a bilanciare i programmi, professionali o di altra mira affermativa, su tempistiche operative molto, molto pazienti. Di seguito, impegnarsi costantemente, con calma e con avveduta concretezza collaborativa al risultato perseguito. Evitare scatti e reazioni aggressive affrettate a lentezze e ritardi di altrui contingenze o di sporadici eventi temporali. Inoltre, mantenere un atteggiamento stabile e comprensivo in tutti i rapporti interpersonali. Il che è piuttosto ostico all’irruenza dei tigrotti, nondimeno necessario per assicurarsi il favore benigno della sorte e concludere l’ anno da vittoriosi in ogni ambito. 

Coniglo o Gatto: a coniglietti o gattini, l’anno del bufalotto risulta un po’ indigesto in quanto, in ogni settore su cui puntano l’obiettivo e mirano a risultati finali gratificanti, chiede tantissimo sforzo applicativo, e in termini di soddisfazione, concede poco. O comunque, tutti i risultati raggiunti dai coniglietti alla fine seppur positivi non  equiparati alla mole di incessante e paziente lavoro supportata. Per cui, per quest’anno, in specie in professione o sul lavoro, devono sfoderare tutto lo spirito combattivo e l’abilità razionale per non arrendersi a qualche contrarietà o delusione. Inoltre, è essenziale e  accorto  evitare di mettere in cantiere programmi troppo ambiziosi o complicati nella gestione logistica, nonché pianificare svolte importanti o ulteriori sobbarcamenti programmatici, volti sia a un maggiore guadagno che a una diversa visione socio-esistenziale. Comunque, anche se l’anno è impegnativo,  il bufalotto garantisce molta energia e altrettanta furbizia per contrastare i contrattempi temporali, in più tranquillizza i coniglietti che nulla di quanto fatto in concreto, sul lavoro, socialmente, affettivamente, o sopportato moralmente, andrà perduto ma restituito abbondantemente in seguito. 

Drago: per i draghetti l’anno del bufalotto non è un tranquillo escurs in compagnia della buona sorte. Per realizzare obiettivi e portare a termine progetti, ci vuole tutta la tenacia della forte ambizione per resistere ai continui contraccolpi di eventi avversi ad un proficuo procedere. Di fatto, il bufalotto annuncia che per raggiungere i traguardi pianificati, in specie mirati a conquistarsi ruoli di primo piano o socialmente elevati, è essenziale  una costante attenzione a non commettere passi falsi. in particolare, deve essere molto, molto attento nei contatti interpersonali al modo di rapportarsi da evitare attriti o inimicarsi il prossimo a remare contro e così vanificare  le aspettative ambiziose, nonchè il successo finale di ogni intrapresa.  Tuttavia, il bufalotto promette  aiuto nelle scelte professionali coraggiose e direzionate a un lento e graduale miglioramento di stima nell’ambiente lavorativo e di progresso economico. Inoltre, supporto per realizzare sia le brame di prestigio personale che monetario, attraverso opportunità, li per li non eclatanti e appetibili bensì piuttosto proficue nel tempo.  Comunque, i draghetti,  se tengono a freno irruenza e modi di procedere prepotenti, nel complesso chiudono l’anno del bufalotto con un bilancio attivo. Nondimeno, assai di vantaggio all’evoluzione dello status quo per abilità diplomatica messa in campo ed esperienza professionale acquisita con spirito perseverante.

Serpente: per i serpentelli l’anno del bufalotto si profila all’insegna di calma e riflessione ma anche di tanti stimoli combattivi per uscire allo scoperto, porsi sotto i riflettori e  ricevere conferme positive a quanto avviato in progetti e scopi in campo lavorativo, affettivo e sociale l’anno precedente. Quindi un anno che non regala successi improvvisati ma attesta su posizioni vantaggiose quanto ponderato attentamente e già in essere. Nondimeno  che mette in prima fila per competere e conquistarsi altri traguardi ambiti. Inoltre, di sicuro beneficio all’ esperienza persuasiva  accumulata  da permettere ai serpentelli di osare senza rifugiarsi in ritrosie e rimandi, convincere e vincere, superare agevolmente resistenze  ed eventuali ostacoli che a volte insorgono senza preavviso,  nonchè appropriarsi di una espressività personale incisiva  in tutti i settori della vita. 

Cavallo: per gli sbrigliati cavallini quello del bufalotto si annuncia un anno fattivo, in cui, sebbene a un prezzo di duro lavoro, possono realizzare con successo tutti i progetti pianificati o desiderati, in ogni ambito esistenziale. In effetti, è un anno che non presenta particolari contrarietà o periodi di intralci, anzi agevola gli obiettivi a scorrere sui binari della buona sorte temporale che conduce i cavallini dritti dritti ai traguardi gratificanti le aspettative morali, di attività operative, socio-affettive. Inoltre, vantaggioso anche per la ripresa economica, stabilizzare le entrate finanziarie, o concordare migliori condizioni di guadagni. Insomma un anno  da festeggiare. L’unico neo può spuntare da un surplus di lavoro quotidiano che sbilancia un po’ la ricarica energetica e causare insonnia, instabilità nervosa e di concentrazione. Comunque, niente di impeditivo ai risultati. Ai cavallini  basterà rallentare un po’ i ritmi e cercare di rilassarsi in piacevole compagnia di amici o partner e  tutto torna nella norma.  

Capra: per le caprette nell’anno del bufalotto tutto concorda per farle procedere al massimo, su tutti i fronti, e finalmente centrare con soddisfazione gli obiettivi in progetto e da tempo perseguiti, in vari settori vitali, con enorme dispendio di energia. Per cui, in compagnia del bufalotto, possono tranquillamente pascolare senza timore di trabocchetti per arrivare ai traguardi desiderati o penuria di gratificazioni personali. Anzi, hanno ottime opportunità di mettere in campo fantasia e gentilezza per accaparrarsi un posto di prestigio in ambito socio-lavorativo e pure attirarsi il favore di qualche autorevole personalità per competere con rivali e scommettere di sbaragliarli senza sforzo. L’unica cosa che il bufalotto chiede in cambio di tanta generosità  è quello della parsimonia nello spendere e di gestire con pazienza affetti e situazioni familiari complicate. 

Scimmia: alle scimmiette, il bufalotto appronta un anno di rafforzamento del se e offre ampie possibilità, di sfruttare le innate potenzialità, per un miglioramento personale utile al rapportarsi in ogni ambito esistenziale. Ma anche un anno i cui risultati effettivi, dei progetti, delle ambizioni più agognate, delle soddisfazioni sul lavoro e dei ricavi finanziari del proprio impegno, sono affidati alla sorte. Pertanto, nei momenti diciamo scomodi che la sorte metterà in campo, in specie sul lavoro, nei confronti, nei rapporti socio-affettivi, sarà intelligente, nonché loro necessario, ricorrere all’entusiasmo e alla proverbiale destrezza diplomatica, sia per superarli agevolmente che per allontanare i pericoli di scatti nervosi, controproducenti al buon andamento interlocutorio oltrechè al ricavo di vantaggi in carriera. Oltre a ciò, il mantenere un atteggiamento positivo sarà utilissimo a non interrompere trattative di affari o eventuali opportunità professionali atte a modificare in senso migliorativo i guadagni e la stabilità economica.  Comunque frenando gli impulsi di reazioni affrettate il bufalotto alle scimmiette, tra alti e bassi, alla fine regala un anno buono, soprattutto di preparazione per svolte future importanti.

Gallo: per i galletti l’anno del bufalotto è di ripresa e miglioramento in tutti i settori della vita. Bensì, sul lavoro, in società e negli affetti, per cogliere al volo le opportunità offerte della buona sorte, devono fare molta attenzione, agli eventi e al modo di rapportarsi con gli altri. In quanto ciò, utilissimo per mettere in luce le qualità positive, farsi apprezzare, per capacità, abilità, sensibilità e raccogliere consensi, per avanzamenti professionali, ricavare gratificanti soddisfazioni economiche-morali, seppur quale frutto maturato di progetti e operato precedente rimasto sopeso a causa di eventi negativi. Inoltre, qualora galletti durante l’anno siete in difficoltà, per situazioni complicate, col bufalotto, potete contare su aiuti fortunosi e il supporto concreto di amici, soci o conviventi da risolvere tutto agevolmente. Quindi un anno emotivamente più stabile e rassicurante a livello di equilibrio  tra impegno e ricavi reali.

Cane: per i cagnolini il bufalotto è un po’ birichino in quanto li tiene tutto l’anno in tensione con qualche intralcio alle mire e ai progetti a cui tengono particolarmente. Cosicchè per giungere al successo pianificato nei vari settori esistenziali, i cagnolini dovranno ricorrere a tutte le doti razionali, costanza, ambizione fermezza. Nonchè autocontrollo per evitare scontri diretti, incomprensioni o divergenze di vedute nocive al successo finale. Tuttavia, seppur col bufalotto devono contare poco sulla fortuna e molto sulle loro energie, la passione per cui credono e un continuato impegno operativo, alla fin fine non incontrano difficoltà tali da mettere a rischio i propositi o l’arrivo ai traguardi desiderati. Anzi, hanno ampie chance per posizionarsi in modo eccellente in ogni ambito e ottenere ottimi risultati migliorativi e stabilizzanti la situazione professionale ed economica, affettiva e interpersonale complessiva. Per cui, un anno, si faticoso per i cagnolini, ma di progresso lavorativo, finanziario e anche socio-affettivo.

Cinghiale o Maialino: per i maialini o cinghialetti, l’anno del bufalo è molto proficuo all’affermazione personale e al successo socio-professionale. Il bufalotto supporta concretamente in ogni iniziativa progettuale in essere che richiede ai maialini abilità operativa, franchezza collaborativa e un minimo di imperiosità interlocutoria. Non fa mancare sostegno pure in quelle iniziative che emergono in base agli eventi o a sviluppi di situazioni temporali. Quindi maialini, è un anno di molto adatto per scendere in campo e utilizzare al meglio le qualità, attestarsi su posizioni lavorative ed economiche desiderate ma con qualche attenzione alle speculazioni azzardate, affermarsi nella collettività. Nondimeno anche per contraddistinguersi onorevolmente in ambienti culturali, approfondire tematiche sociali e di carattere evolutivo al progresso industriale. L’unico neo dell’annata può delinearsi nelle relazioni, nei sentimenti passionali, negli affetti stretti, comunque non inficerà il successo, le gratificazioni e i riconoscimenti che l’anno promette a livello generale, in taluni casi come all’improvviso appare allo stesso modo sparisce o  si risolve da se. 

2 bufalo

Per tutti …

Col bufalotto, in ogni trattativa è proficuo sfruttare i giorni di martedì, giovedì e venerdì.

Il 6, il 12 e il 23 sono i giorni migliori per dare il la un lavoro, avviare un progetto, incontrarsi e relazionare su questioni legali, di interesse o sentimentali.

Il corallo rosa, lo zaffiro e la giada chiara, sono pietre che preservano da nervosismi, e impediscono passi falsi, in specie comunicativi nell’ambiente di lavoro

un pezzetto di metallo rafforza la costanza, i rapporti d’amicizia e sentimentali.

zodiaco-cinese

A tutti un grandissimo augurio di un anno migliore e adeguato alle  necessità spirituali e materiali. Bydif