Il sibillo pensier dice a… (p. 2)

23-Immagine-300x170

Nel ricordar che nell’umano mondo tutto è perfettibile e soggetto a modifiche e mutazioni il sibillo pensier dice…a Scorpione; Acquario; Vergine;Pesci; Sagittario; Bilancia; Cancro:

8 scorp

Scorpione caro il mio scorpione quest’anno hai tutto l’appoggio delle stelle per compiere l’impresa titanica e realizzare i desideri degli ideali perciò abbassa le difese, inizia a dar fondo alle energie pratiche e progetta in grande dove come e perché “ costruire” quel mondo adatto alle aspirazioni in cui vibrano all’unisono successi e soddisfazioni. Dici che è utopico. Macchè. hai spirito e potenzialità giuste per spostare una montagna, figurati se hai difficoltà a rimuovere una pagliuzza! Eppoi non è da te arrendersi. Lo sai meglio di me che la sfida complicata ti eccita e ti stimola a lottare per arrivare dove gli altri non osano pensare. Quindi cogli l’occasione come una manna straordinaria per arrivare alle finalità dall’ego ambite e lascia star il rimuginar ostile. Semmai, quel che t’è utile per avviare il cimento ed evitar intoppi alla spinta “rivoluzionaria” è scrollar quel senso di sottile scontento interiore che causa un alternar di stati emotivi conflittuali che intasano l’azione operativa e di attivar a pieno ritmo lo spirito individualista grintoso e libertario. Se hai compreso il 2021 è un anno positivo importante, di prospettive di successo, di progresso professionale, risultati efficaci a migliorar carriera e posizione personale. Inoltre, attraverso avvenimenti positivi e incontri costruttivi con personalità che sanno apprezzar competenza e abilità, offre l’opportunità di intraprendere un percorso di carriera anche diverso da quello attualmente in progetto, di più sicura gratificazione al consueto operar quotidiano nonché di maggiore compenso utile a stabilizzar il settore economico. Per cui scorpioncino se nell’orizzonte annuale lavorativo o in quello dei rapporti sociali compare qualche imprevisto tieni a bada l’emotività e l’impulso al provocare e punzecchiare chi ti capita a tiro e concentrati con saggio raziocinio sulle novità che ti appronta il destino. Dal punto di vista economico l’anno è senz’altro migliorativo, piuttosto benigno a favorir la situazione patrimoniale, anzi c’è caso di una maggiore disponibilità finanziaria che spinge a soddisfar qualche capriccio, però fai attenzione alle speculazioni, vabbè il rischio ma la cautela aiuta meglio a valutare la perdita. Invece nei rapporti interpersonali prospetta ottime interazioni socio-professionali ma con qualche insofferenza alle limitazioni che possono indurre a scioglier società, invece in quelli sentimentali avanza idee riflessive di una svolta. Comunque un anno strutturale, di favorevole ascesa personale e progresso anche spirituale, in cui la tarda primavera sarà rivelatrice di tutto lo sviluppar di bene e male. Ovviamente scorpioncino quella parte sensibile introspettiva ogni tanto farà capolino, in specie nel settore affettivo ti aumenterà il bisogno di riferimento solido, tant’è che può suggerire all’interno e all’esterno del “nido, soluzioni alternative sia in senso di atteggiamento e responsabilità che in senso di cambio di residenza. Le stelle, data l’innata esigenza di avere un luogo a tua misura in cui sentirti protetto, non fanno mistero di supportar quest’ultima ipotesi aumentando la possibilità di un evoluzione decisiva, direi radicale da trasformar rapporti precari in stabili e viceversa. Il saggio dice ” l’imprevisto affascina più dell’abituale”. Eh , eh buone stelle buona vita!

11 acquar

Aquario: caro acquario quest’anno il cielo ti mette nel mirino del primo in classifica. Di fatto quel che ti riserva è un trattamento speciale in cui puoi sbizzarrir l’originale iniziativa per originar una nuova vita. Chiaramente il recente passato ti ha un po’ ammaccato con una serie di eventi che ora meglio ora peggio pazientando hai supportato tanto da dubitare se eri più tu o qualcun altro a farlo. Per cui uscir dall’impasse e ripartir a tutta ti parrà poco veritiero o ragionevole. Ebbene, non nego che ci vuol di credere che finalmente puoi tornare ad elaborar progetti, concluderli e goderti i successi. Ma tu, oltrechè dotato di grinta, sei campione di pragmatismo, maestro di azione avanguardista e fine costruttor di tattica politica, per cui hai tutti i talenti che servono a imbroccar la nuova via e sfruttar senza alcuna difficoltà quel che ti offre la buona sorte. Chiaramente, se l’accogli con spirito ottimista che ti cambia modulo di vita, ti carica di quella euforia necessaria ad affrontare tutte le questioni, che tengono i nervi in tensione, con maggiore disponibilità a sdrammatizzare le situazioni aperte, a escogitare e proporre soluzioni razionali, a interloquire con sicurezza evitando di farsi sottovalutare o trattare con indifferenza. D’altronde il treno della fortuna mica passa quando si vuole, passa quando gli pare e chi al volo non sale, beh al minimo si morde le mani. Capito l’antifona non resta che metter in moto la determinazione del fare iniziando a cogliere tutte le nuove possibilità che giorno dopo giorno s’approcciano sul lavoro, professione, vita pratica. Logicamente quest’onda positiva, influisce beneficamente sull’ego, spostando le priorità esistenziali dal se all’altro. In particolare, libera la ristrettezza accentratrice a sentirsi parte dell’umanità con tutti i limiti e difetti, a interessarsi in modo profondo della collettività, all’agire solidale migliorando assai il rapportarsi e conseguentemente attirare consensi e giudizi positivi utili alla carriera professionale, alla realizzazione concreta che gratifica, nonché convenienti al progresso del settore socio-economico. Inoltre migliora la resistenza a supportar ritmi intensi, a mantenere l’autocontrollo in situazioni emergenziali, a prender coscienza e reagire con prontezza agli eventi improvvisi. Operativamente parlando, può essere che talvolta aumenti l’eccentricità e la bizzarria suscitando un certo sconcerto in colleghi conformisti, tuttavia sarà la molla rigeneratrice dello spirito originale fruttuosa a far cambiare sistemi o spingere a modifiche essenziali a trarre vantaggi finanziari. C’è da annotare anche un sottile senso di ribellione al tran tran che agisce nel profondo e spinge a cercar inedite esperienze, risveglia la voglia di conoscenze evolutive anche legate al mistero, alla fede, all’occulto. Al dunque acquario ti aspetta un anno fantastico poiché rispecchia le innate virtù, ed è specifico a rivitalizzare tutto quanto a causa di trasformazioni più o meno volontarie ti ha frenato il successo e frustrato l’ambizione libertaria. Oh, oh le stelle dicon ” i compromessi aiutano a svicolar i tormenti, i cambiamenti a vivere bellissimi momenti”. Eh, eh buone stelle buona vita!

6 vergVergine: Cara vergine quest’anno dovrai deciderti su quali obiettivi spostare il da fare poiché le stelle dicono che a continuare con un po’ di questo e un po’ di quello, vero che non scomodi nessuno a giocarti un brutto tiro ma nemmeno tu fai quel canestro da godersi un plauso, al massimo un canestrello che non rende onore al merito. Quindi, siccome hai talento e destrezza per vincere e occupare un posto rispondente alle tue qualità, oltrechè di giusta ricompensa alla disponibile operatività, è giunto il momento di pensarla in modo assai diverso, sintonizzar logica, energia, tempo a un cambiamento che concretizzi progetti e aspirazioni e renda economiche soddisfazioni. Le stelle suggeriscono di puntare a obiettivi precisi, magari pochi ma che gratificano e non demoralizzano. Inoltre, in professione e affetti, di smetterla di dedicar tempo a dialogar con chi non ha voglia di ascoltar e impiegarlo negli hobby personali o ad elaborare strategie diversificate utili al vivere pratico. Aggiungono che semmai parrà poco ortodosso sbarazzarsi di un interpersonale rapporto per dedicarsi ad altro, che sia di lavoro, professione, socio- affettivo, di non perder tempo a puntigliare se è un agire da induavidualista egoista, e forse era meglio seguitare, a tutto c’è un limite a cui nessuno deve sottostare se non vuol schiavizzare il proprio benessere intellettivo. Per le stelle, mia cara vergine, il 2021 è favorevole alle ambizioni individuali e al raggiungimento dei traguardi progettuali in ogni settore esistenziale purché non fuorviati dall’incoerenza, o dal timore di un agire drastico. Pertanto bando alle ciance e agisci con prontezza nello sbarazzarti di quello che ti intoppa o disordina l’azione costruttiva dell’intelligenza, altrimenti invece che ottenere quel che conviene al tuo interesse basilare e raccogliere frutti buoni all’avvenire, ti procrastini equivoci e attiri eventi contrari. Dal punto di vista economico dicono che convien essere flessibile e adeguarsi al momento storico più favorevole ai guadagni fissi che quelli di attività indipendenti, tuttavia ci sono opportunità da prendere al volo per migliorare le condizioni ambientali sul lavoro ed anche per valutare modifiche contrattuali per equilibrare il rapporto tra il dare e il ricevere. Piuttosto, tra il 10 e il 20 giugno e sul finir di luglio, stai accorto a non esporti a critiche di troppo da fornire a sleali soci o colleghi motivo di scardinare la favorevole opinione con insinuazioni da mettere a rischio il tuo buon nome. Invece , verso natale, non perdere il pallino riflessivo e accogli un offerta anche se comporta un trasferimento, oltre che ottima per stanarti dal solito angolino è eccellente per “rinfrescare” il borsellino. Quel che è certo, l’anno incita a riflettere che è ora di dare una svolta all’occupazione, in primis rivoluzionando gli obiettivi sintonizzandoli alle reali ambizioni attitudinali, di seguito personalizzando l’agire pratico delle competenze . Oltre ciò, mette sull’avviso di intraprendere la strada della chiarezza nei rapporti interpersonali, cioè resettare pro e contro di eventuali conflitti vis à vis. In quelli sociali poco gli importa se lo fai o no, bensì in quelli sentimentali assai, per cui difficilmente puoi rimandare o traccheggiare un confronto decisivo. Come dire, valutar se dall’altra parte c’è corrispondenza a soddisfar le esigenze di spirito e cuore. Non c’è, allora saluta e così sia. Il saggio dice ” il tacere per comodo scomoda più che un gran parlare “ Eh, eh buone stelle buona vita!

12 pesc

Pesci: caro pesciolino l’anno parte in sordina ma ben presto arriva l’ispirazione a suonar la trombetta svegliarina che ti fa guizzar come un soldatino in vedetta attento a scrutar l’intorno ben deciso a scovare e liberarsi del “nemico” che da un po’ lo molesta. Eh, si, quest’anno Le stelle informano che ormai lo sai con certezza come nella realtà funzionano le cose, per cui non puoi rimandare, devi in assoluto sbarazzarti di fobie e “fantasmi” che opprimono l’azione e vincolano la logica a soffocar gli impulsi percettivi a “sguazzar” nel mondo liberi. Il messaggio è chiaro, non c’è da aspettare il “miracolo”, hai mezzi intelletivi e opportunità creative per autoprodurlo e tornare a vivere in una dimensione di ben altra prospettiva che non è il sopravvivere. Dunque cambiare è la parola d’ordine del 2021, ergo recupera velocemente la fiducia e riprogramma i progetti professionali e personali sull’orizzonte innovativo volto al futuro, in modo da chiudere gli aspetti negativi accumulati, un po’ per avversi eventi, un po’ per confusione nella direzione degli obiettivi prioritari e di conseguenza nella scelta delle soluzioni adottate. D’altronde pesciolino la metamorfosi evolutiva continua a lavorar sottotraccia e non puoi esonerarla. Allor, allor vediamo in dettglio cosa suggeriscono le stelle per arrivare alle mete in modo costruttivo nonché soddisfacente a spirito e borsellino. In primis togli l’ansia di arrivare e punta progressivamente a migliorare valutando le azioni senza lasciarsi coinvolgere ne dagli altri ne dall’emozione. Di seguito, impronta l’atteggiamento e l’idealismo sulla convinzione che quest’anno vai nella giusta direzione e tutto gira per agevolar la realizzazione programmata con attenta precisione a tempi e persone, e pure di come sfruttare esperienza e qualità sul lavoro, in professione e in qualsiasi attività ti si para l’occasione ad articolar fattivamente la determinazione. Nel criterio operativo attinente le questioni, sian di routine lavorativa, economica o di quotidiana necessità, l’unica attenzione, la devi riservar alla socializzazione, nonché rapporti di interazione, onde evitar di urtar le persone e tirarti dietro qualche malintenzione, da fossare la concretezza dell’esito perseguito come t’arrivasse un pietrone. Nel mentre, per quanta riguarda il fattore economico, da un lato la sorte sostiene ogni possibile fonte di profitto, anche di origine ingegnosa, dall’altra mette a dura prova il sistema nervoso a reggere a un altalena di ricavi e spese. Tuttavia annota che adattandosi a un po’ di sacrificio ed eliminando incoerenza e generosità, specie se esagerata, non mette a rischio il patrimonio, qualora ci sia, intralcia solo di accumularne altro o la possibilità di aumentare il guadagno. A livello interpersonale, si registra una svolta innovativa nel modo di porsi e comunicare, maggiore predisposizione a muoversi, spostarsi, coltivare interessi originali, che vanno in direzione artistica o del sociale avanguardista. Meno movimentato invece l’interagire nel settore dell’amicizia, anzi direi che è in corso una trasformazione nei contatti stretti per cui taluni finiscono altri nascono. A tal proposito, l’anno evidenzia un evoluzione intima che tende a distaccarsi dal contesto abitudinario, ad isolarsi da amici e pure nemici, si potrebbe dire quasi a rinunziare a priori a partecipare alla “vita” reale per immergersi in quella misteriosa e surreale, più collegata al senso mistico, alla ricerca profonda di un conforto ideale. Non si esclude una protezione speciale, ovvero un evento fortunato che solleva da preoccupazioni dovute a slealtà o di difficoltà d’altrui causa. Beh, dice il saggio stellar ”talvolta un sorriso sdrammatizza una tensione e frutta una buona occasione”. Eh, eh buone stelle buona vita!

9 sag

Sagittario: caro sagittario col “cielo”del 2021 non hai scampo, è arrivato il tempo di cambiare sinfonia al tran tran e tradurre in realtà le aspirazioni che nel profondo covi. Bensì, non star li a pensare come puoi fare senza subire il solito smacco di veder vanificare, il tanto impegnarsi e lavorare, da qualche sleale sgambetto o evento sgradito, fai un bel respiro e galoppa con entusiasmo da sera a mattina verso un nuovo orizzonte migliorativo . Ebbene si, quest’anno non rimarrai deluso in nessuna aspettativa poiché le stelle forniscono scioltezza e coraggio per scendere a tutto campo, intuito e acume per agire costruttivamente in ogni problematica, ispirazione e saggia comunicativa per correre in tutta sicurezza verso i traguardi auspicati e afferrare la coppa della riuscita. Per partire senza affanno suggeriscono di sfruttare l’esuberanza, rifidarsi della propria intraprendenza e caricar d’ottimismo la ragione in tutte le situazioni. In men che non si dica puoi liberarti di legacci e intralci che da tre anni frenano il progresso in professione e appesantiscono assai l’azione emancipativa alla iniziativa. Oltrechè ritrovar la gioia dinamica della cordial socievolezza indispensabile ad agevolar il complesso della vita, attiri un flusso benefico ad allargar la visuale del mondo, aumentar gli interessi culturali, usufruir dell’intelligenza fantasiosa a spaziar nel circostante per cogliere con acume dove e come inserirti costruttivamente. Anche perché le influenze stellari indiziano ottime opportunità di migliorar lo status sociale attraverso comunicativa e ispirazione unite a una efficace concentrazione e buona dose di saggia amministrazione dei rapporti interpersonali. Ma l’anno non rinfresca solo l’energia briosa per profittar a vantaggio le azioni quotidiane, alleggerisce il clima di ogni importante iniziativa lavorativa e offre l’occasione straordinaria di rigenerar contatti e trasformar prospettiva economica agli eventuali contratti, nonché esortare nuove offerte. In particolare ristabilisce l’equilibrio intimo necessario a volger al positivo eventi e personali interventi solutivi, che a dirla tutta, nel remoto passato, proprio quest’ultimi han più ingarbugliato che sbrogliato le avverse circostanze. Si potrebbe dire che il 2021 porge la mano a riparar qualche error di troppo e al contempo concede un sostanzioso indennizzo a diverssi anni di tante preoccupazioni. Finanziariamente parlando l’anno si rivela abbastanza significativo sia per stabilizzare le entrate che incrementare variando gli attuali guadagni. Tuttavia evidenzia di non prendere iniziative speculative e usare un atteggiamento cauto in questioni di investimenti o interessi economici collegati all’ambiente. Nel quotidiano, il settore a cui il 2021 riserva maggior influenza è quello dell’attività pubblica, con aumento di serietà e attenzione interpersonale, creando condizioni di movimento e spostamenti peraltro fortunati a soddisfare desideri di nuove conoscenze. A tal proposito suggerisce di non dare giudizi affrettati e ponderare ciò che avviene prima di prendere la tangente dell’euforia, in specie in quelli attinenti i rapporti familiari onde evitar poi attriti e caotiche conclusioni. A livello intimo si riscontra una certa tranquillità, bensì discontinua, in quanto c’è da annotare un sottile senso di ribellione al tran tran che spinge a cercar inedite esperienze, incrementa la voglia di conoscenze evolutive anche legate al mistero, alla fede, all’occulto, nonché novità anche di radicale cambiamento nello stile di impegnarsi nella realtà pratica di lavoro e di vissuto quotidiano. Dunque sagittario tante frecce all’attivo per scagliarle in qualunque obiettivo ti vien voglia di progettare, realizzare, centrare il bersaglio appagare mente e animo. Il saggio stellar dice “sognare di cambiare è bello, realizzarlo concretamente è meglio”. Eh, eh buone stelle buona vita!

7 bilanc

Bilancia: wow bilancia puoi ben festeggiare se ti senti più entusiasta e vitale, col vento buono del 2021 torni in pista alla grande da sbaragliare i vecchi e nuovi avversari. Eh, si, la ruota del destino gira e gira e fa aspettare e sospirare ma prima o poi si ferma nella casella giusta e si torna in scena da protagonista. Tuttavia non basta risalir sul palco per meritarsi l’oscar d’attore dell’anno, le stelle dicon che ci vuol altro per batter gli altri competitor. Consigliano che per usufruire al meglio dell’influenza positiva e non perdersi l’opportunità che c’è nel piatto, per prima cosa convien scrutar attentamente chi intorno agogna a far fallir già la partenza e briga e contesta da farti spazientir e sbagliar ogni mossa. Di seguito sbarazzarsi dei fronzoli accessori che zavorrano intuito e intelligenza, quelli inutili al contesto che stan li solo da paravento a chi campa coi frutti dell’altrui abilità. Poi, per sfrecciare dritto dritto sulla via del successo, e conquistar onore, denaro e popolarità segui l’ispirazione che ti vien dall’ambizione e concentra tutta l’energia per captare in anticipo ogni eventuale ostacolo che puoi trovar in modo da superarlo in tutta sicurezza. In qualche caso l’imprevisto può sembrarti ostico o alquanto scomodo da dribblare beh, nel tuo caso è ovvio, hai sempre l’arma della diplomazia per spianarti la via. In fondo, chi meglio di te può farlo. Chiaro bilancino, un anno di ottima opportunità a 360°da mettersi in moto di volata e sfruttare con destrezza razionale per ribaltare la sorte da mediocre ad appagante nonché basilare al futuro progresso. Per quanto riguarda il lato strettamente finanziario puoi azzardare a pretendere di più, ne hai tutto il diritto vista la precedente fatica a mantenerti in bilico, tuttavia se hai un lavoro o un attività autonoma dovrai essere abile a schivare qualche imprevisto affrontandolo senza tentenni altrimenti c’è rischio che cincischi, perdi credibilità e non rifornisci adeguatamente di contante le aziendali casse. Dal punto di vista interpersonale socio-affettivo, il 2021 non ti fa mancare proprio nulla, anzi ti regala occasioni per stringere importanti relazioni, ma in amore ti avverte di non bruciarle per troppa passione e in amicizia di usare la raffinata tecnica del conversare per farsi apprezzare e perché no, anche adorare. Le stelle dicon che devi osare, i primi mesi andran lenti ma da metà aprile promettono un radicale cambiamento di passo, tuttavia a metà giugno e a fine settembre di far molta attenzione. Il saggio dice“ quando tutto al meglio fila un colpo di vento non fa paura”. Eh, eh, buone stelle buona vita!

4 cancer

Cancro: mio bel cancerino preparati a trasformarti in ballerino perché dovrai danzare a tutto ritmo. Eh, si le stelle accellerano la marcia del destino e t’approntano un anno evolutivo con nuove sfide, eventi belli e brutti ma nessun inutile al tuo terren cammino. Ovviamente dovrai uscir dal guscio per affrontare a viso aperto chi intralciava il percorso o da 3 anni ti teneva sotto tiro da intimorir anche un cecchino a starsene nella sabbia bonino bonino. Tranquillo, non sarà traumatico ne sconvolgente uscire allo scoperto, solo un tantino imperativo da impedirti che tentenni con la scusa che non sei pronto a riveder la luce del giorno. Beh, le stelle dicon che di ragioni ne hai per esseer restio ma…Ma con la corazza che ti sei fatto con lotte e lotte a guardarti intorno a perdita di forze, avanzare e indietreggiare senza nulla o quasi ricavare, saltar e far capriole per farsi vedere e ascoltare per poi ritrovarti solo soletto a dialogare con te stesso, combattere e combattere con la fissa che chi non molla alla fine vince e invece si ritrova a ingoiar la sconfitta. Ciononostante , insistino, altro che pronto, sei prontissimo a rimetterti in pista e dimostrare, prima a te e poi a chi vien, che non sei un timido e pauroso gamberetto ma un bel gamberone sensibile e combattivo che sa come controbattere le questioni spinose sul lavoro e nella vita agire e trovare adeguate soluzioni all’ evento imprevisto. Anzi , anzi, sei maestro a sbrogliare le situazioni e cavarsela in ogni dove. Quindi cancerino inutile schivare convien dar di lena e iniziare a progettare tutto quello che ti pare perché il tempo dice che ce la puoi fare a cambiare in meglio in primis la situazione lavorativa in secundis quella socio-familiare. Eppoi le stelle ti sorreggono caricando l’autostima a ritrovar la sicurezza intellettuale e l’entusiasmo morale a riavvolgere la bobina del passato per avviare un processo di rigenerazione totale che passo dopo passo pilota ogni settore vitale nel “mondo” della gratificazione personale. Economicamente parlando l’anno rimane prudente in quanto alleggerisce gli oneri in dare ma ancora non garantisce flussi in entrata costanti, bensì fa trapelare che può arrivare una eredità inaspettata o un recupero da una socio-attività. Comunque maggio e dicembre giugno saran mesi importanti in tutto e possono spalancarti le porte per nuovi percorsi, specie se hai già contatti con l’estero o professioni a carattere intellettuale, tuttavia a giugno, tra il 2 e il 10, stai attento all’emotività e non perdere il controllo nel confrontarti con la realtà, un autorità o un socio. Può essere che innovando innovando anche i rapporti interpersonali cambiano e se quelli stanchi finiranno non perder tempo a rimpiangerli ci sarà più posto per intrecciarne altri di migliore qualità e pure utilità. Piuttosto, nelle relazioni sentimentali stai accorto, frena l’entusiasmo o con le novità primaverili a settembre ti ritrovi all’altar. Insomma cancerino, un 2021 evolutivo in cui abbandoni la paura e attivi la sicurezza all’ego, tantè che puoi concludere assai con successo gli obiettivi prioritari, gestire tranquillamente gli eventi improvvisi e trarti brillantemente d’impaccio in qualunque sgradita situazione pubblica e privata. Al motto stellare ”se la sorte ti spiana la strada avanza e non pensare a quanto manca per arrivare al traguardo” . Eh, eh buone stelle buona vita!

0 page

Con un saluto galattico e un augurio stratosferico, al motto stellar la parola passo “La fortuna gira dove uno la mulina” eh,eh buone stelle buona vita. 

bydif

……prossimamente il prevedere dell’anno cinese

Il sibillo pensier dice che…

0 page

Argomentando sul generale, il sibillo pensier dice che..il 2021 schematizza un vivacità elettromagnetica e una serie continua di cambiamenti e attriti con molti eventi imprevisti, dalle conseguenze molto forti, incisive all’equilibrio globale. Per cui, senza dubbio, un anno, volatile, di svolta, per certi versi memorabile, assai scombussolante la stabilità mondiale nonché la vita delle persone. Difatto, dalle posizioni astrali c’è da aspettarsi un clima di trasformazione generale sovreccitato, esasperato da spinte realizzatrici innovative di sistema e criteri. Ciò favorirà un rivoluzionarismo polifunzionale al mutamento, per taluni aspetti concentrato al “risorgimento”umanista, per altri di ripartenza singolare e con risvolti di bramosie solutrici di stampo despota che cagioneranno l’impeto di ribellioni tutt’altro che concilianti e di facile epilogo. Quindi un anno particolarmente dinamico, attivo, ricco di originalità creativa e fattiva alquanto grintosa e eccessiva nell’esternazione, aperto a scenari di ogni genere compreso un ribaltamento rivoluzionario con consolidamento di una autorità mondiale, determinante il futuro globale. Tuttavia, come suggerisce il detto del popolo “non tutti i mali vengono per nuocere” poiché al contempo con le sue dinamiche ristrutturanti l’anno costringerà tutti, ma proprio tutti a vedere e considerare le cose in altro modo. Esorterà a mutare stile di vita, di lavoro, di concetto solidale, ad essere più concreti, presserà a una vera esplosione sociale di riappropriazione della autosufficienza collettiva, per certi versi irreversibile e assai prometeica. Ovviamente le influenze cosmiche delineano un anno diverso dal precedente assai rigido e monopolista oltreché costellato di vicende piuttosto tristi e sconvolgenti destabilizzanti l’andamento quotidiano. Ciononostante, inutile illudersi e sperare che annuncino questo sia un affabile interventista dalla bacchetta magica che cancella l’attuale situazione, anzi… c’è da aspettarsi, purtroppo, tutto il contrario. Non è per gufare ma mentre nel precedente l’elemento terra era frenante, moderato negli effetti, di graduale sviluppo quindi tutto sommato rendeva le situazioni temporali più controllabili (che ci crediate o no,anche quella pandemica). Nell’anno attuale, l’elemento aria per sua natura propulsiva, veloce ed espansiva, maggiormente veicolante e predisposta a caricare, diffondere, produrre contraccolpi, per conseguenza può rivelare lati sfuggenti che complicano vicende e soluzioni agli eventi avversi. A tal proposito già dai primi di gennaio darà accenni di una forte carica impulsiva, in particolare tra il 5 gennaio e il 24 marzo paventa un periodo critico, con avvenimenti turbativi, anche collettivi dovuti a mancanza di autocontrollo, aumento dell’egocentrismo, reazioni abnormi a fatti non aderenti alla realtà, e, a meno che non si stia accorti e si intervenga tempestivamente, con senso critico su tutti i fronti, con azioni adeguate, sarà molto difficile arginare gli accadimenti. Addirittura v’è pericolo che la criticità se non si stempera con un fare avveduto, tra il 15 aprile e il 20 giugno, si gonfi e provochi cortocircuiti comportamentali e trasformi il pianeta in una polveriera di bollenti spiriti con un susseguirsi di vicissitudini ostiche, che prima di trovare soluzioni unitarie radicali terranno sulla corda e metteranno a dura prova nervi e cervelli su scala mondiale. Comunque, virus a parte, il 2021 apparecchia un alternare di eventi particolarmente dinamici volti a scuotere l’andazzo non più compatibile alle contingenze, a sollecitare una brusca svolta di percorso di vita nel singolo e nel collettivo. Pertanto, a chi coltiva l’idea e invoca come panacea ai “mali” che assillano la società, un ritorno alla normalità basandosi che sia come prima, meglio se lo scordi. Si, se lo scordi perché dal 2021 la normalità prenderà una via nuova e sarà completamente diversa. A livello pratico, chiaramente questa gran ventata di cambiamento è di insidia e rischio di rimaner travolti e non riuscire a reagire positivamente. In particolare lo è per stati a politiche conservatrici o ancorate a filosofie di metodo consolidato, l’economia basata sulla sicurezza, il lavoro con mansioni fisse, gli abitudinari e gli abbarbicati allo status quo oltreché gli individui con percezione ristretta della realtà corrente. Al contrario è fausta e di stimolo positivo a cogliere i vantaggi e sfruttare le opportunità che offre per i governi e stati retti con criteri e programmi evolutivi, filosofie riformatrici, la comunicazione a interscambio culturale, le società aperte alla solidarietà e familiarità interpersonale, la ricerca eccezionale e la divulgazione rapida, l’economia fluente su binari audaci, il lavoro provvisorio, gli individui disponibili a osare, l’esistenza precaria, i desiderosi di variare orizzonti, i giovani, la vitalità fresca sintonizzata sulla logica malleabile e ottimista che a questo mondo tutto è convertibile. Sul piano finanziario in linea generale, l’anno si palesa confuso e traballante, con un economia nebulosa, a flussi alternati, insufficiente per risolvere tanto le questioni urgenti quanto quelle ordinarie. Tuttavia, c’è da puntualizzare che non ovunque andrà così, in quanto, se in certe zone le vicissitudini temporali aumentano la decrescita e diminuiscono la possibilità di flussi costanti, nelle casse pubbliche e private, in altre, al contrario, gli stessi avvenimenti assecondano una crescita economica, anche smisurata, che sbilancia l’economia mondiale e accentua il divario di sostentamento . Sinteticamente è un anno con l’idea nobile dell’insieme compartecipe però carente nel tenerlo sotto controllo!

Considerando l’azione delle influenze annuali sul piano individuale, migliorano: la capacità di colloquiare, di condividere ideali ed esperienza; aumenta l’entusiasmo, il desiderio di amicizia, il senso d’appartenenza a una comunità; l’interesse alle scienze umane e di avanguardia al bene collettivo. Allargano gli orizzonti intellettuali, la comprensione ai problemi esistenziali, facilitano la creatività a modernizzare ed esaltano il concetto di chiarezza morale e spirituale. Peggiorano: l’orgoglio, la adattabilità, il senso della dimensione realistica in progetti e comportamenti, accentuano la tensione, l’ impulsività aggressiva, l’ambizione egoista, esasperano l’animosità e la volontà di libertà sfrenata, aizzano a rifiutare la tradizione, la limitazione nelle idee e nei costumi. Naturalmente più l’individuo sarà evoluto più felpata sarà l’assimilazione e meno efficacia avrà l’influenza negativa. Come dire: l’aria gonfia le vele ma la barca procede a seconda del timoniere” .

Giungendo al complesso zodiacale, annota che… I primi a usufruire degli influssi al cambiamento, nel bene o nel male, sono i nati nei segni di elemento aria e per affinità accompagnati da quelli di fuoco, nel mentre quelli di elemento terra o di acqua saran costretti a soddisfarsi confidando sull’intervento di tutt’altri influssi, assai meno aggressivi tuttavia non meno significativi all’ avventura annuale. Per tutti sarà fondamentale non dimenticare che gli astri emettono impulsi che fanno scattare possibilità e eventi più o meno benefici ma a far la differenza sulla sorte a livello individuale e collettivo è sempre il singolo nel modo d’approcciare la vita, di dirigere, agire e reagire agli avvenimenti che ne conseguono. Eh, eh come dice il saggio stellare ” l’uomo per fantasticare guarda le stelle ma per campare dove in terra infila i piedi ”. Come solito,  nel dir il  “voler” delle stelle ai singoli segni, procederà in ordine sparso. Al momento  ricorda che il motto stellare  è  sempre valido, ossia: “se  il fato da noi pronosticato  non aggrada, tutto no, ma in gran parte ognuno può a suo piacere ritoccarlo” e vi lascia con ariete, leone, capricorno, gemelli, toro …

1 ariet

Ariete:caro arietino c’è vento favorevole a una svolta del destino, bensì dovrai trovare tutta la forza che ti è rimasta se vuoi che non ti travolga e tutto va a pallino. Le stelle suggeriscono che per ripartire alla grande per prima cosa devi lasciarti alle spalle il precedente mentale assai pesante da sopportare anche per un coriaceo battagliero come te. Come? Iniziando a osare senza prima domandare al fato se andrà bene o male ma cogliendo al volo le nuove occasioni che stai certo saranno ottime per rimettere in moto la tua capacità individuale di temerario lottatore. Se fiuti bene, già ci sono e altre arriveranno presto per offrirti l’opportunità concreta di rimetterti in proficua carreggiata nella vita e sul lavoro. Nota bene, in professione per riappropriarti del ruolo ambito in primis sarà meglio frenare l’irruenza testona d’arrivare all’obiettivo e puntare sull’abilità intuitiva dell’anticipare chi o che cosa devi sgombrare. A frenar l’impazienza ci guadagni assai perché avrai il tempo per comprendere ogni eventuale intralcio e adottare la strategia positiva per agevolmente giungere indenne alla meta desiderata e da tempo progettata. Inoltre ti sarà proficuo a valutar la possibilità di ogni offerta, metter sul piatto l’esperienza, ottimizzare a vantaggio ogni proposta per accrescere il guadagno. In amicizia e in amore fidarsi di quel che suggerisce il cuore evita di perdere faccia e onore, per cui veleggiar in autonomia per quest’anno è la miglore diplomazia. In conclusione arietino puoi ben sorridere, il cielo, al motto “ l’unica agitazione da evitare è quella di aver fretta di scalpitare” ti garantisce un anno in cui puoi giocartela alla grande in ogni campo. Un bel sollievo. Eh eh, buone stelle buona vita!

3 gemini

Gemelli: caspita gemellino quest’anno mica puoi lamentarti di aver a che fare con la solita zuppa nel piatto degli astri c’è un bel liberi tutti che ti solleverà da una marea d’intralci che hanno ostacolato il successo nei desiderati traguardi o perlomeno rallentato il cammino da farti sospirare un miglior destino. Finalmente un aria nuova ti farà riemergere dalle sabbie mobili con un bel bottino di idee e progetti innovativi da mettere in campo e farti brillare sulla scena lavorativa e ottenere i meritati riconoscimenti. Certo all’inizio ci vorrà tatto e intelligenza per sbaragliare la concorrenza e pure modificare tattica d’azione operativa e raffinare l’elaborato professionale di partenza ma poi arrivare all’obiettivo ambito e raccogliere ciò che ti spetta sarà come fare una divertente corsetta. Chiaramente per sfruttare al meglio un annata positiva e non perdersi in quisquilie sarà utile e necessario mantenere in ogni imprevisto sempre l’equilibrio, soprattutto evitare affrettate conclusioni di giudizio sarà provvidenziale a trovare soluzioni tempestive e conservare un clima di fiducia fattivo. Inoltre, a metà anno rivedere tutto il sistema organizzativo nel vivere il quotidiano sarà una eccellente mossa per esser pronti ad affrontare una decisiva svolta del destino che potrà condurvi professionalmente assai lontano o indurre a scegliere di seguire l’istinto e abbracciare una nuova prospettiva di vita meno impegnativa sul piano del dispendio di energia e di investimento a sostegno dell’economia. Comunque sia gemellino, nel 2021 il vento buono spira per abbandonare senza timore la vecchia via e incamminarsi in un percorso maggiormente corrispondente alla ideale iniziativa. Sul piano economico la situazione nel complesso migliora, tuttavia per incrementare l’entrate finanziarie e godere della stabilità desiderata ci vorrà di temporeggiare. Invece a livello affettivo-sentimentale non ci sarà d’aspettare semmai da viaggiare e pure in tempo frenare per non impelagarsi in flirt e avventure gratificanti la vanità ma complicate da gestire per convivere. meglio va a dare spazio all’amicizia e coltivare le conoscenze intellettuali e perchè no anche quelle socialmente solidali. Al motto “ se il cielo cambia musica chi sa ascoltare con astuzia ne profitta” se hai compreso il 2021 ti rinnova la vita. Eh , eh buone stelle buona vita!

10 capric

Capricorno: caro capricorno quest’anno son tante le probabilità concrete che hai di farcela a vincere la tua estrema battaglia e allentare lo stress che da abbastanza ti tiene in ansia ..le stelle suggeriscono di non perdere un minuto a pensare al futuro, se ce la farai a sfangare o a forza di lottare senza ricavare gran soddisfazione economica e morale ti lasci affondare senza protestare. Eppoi, non è da te bel capricorno abbandonare il campo a sollucchero di chi non aspetta altro. Dai, rilassati e concentrati sul presente perché tutt’altro del passato c’è in arrivo. Ma se ti par di non fidarti che la sorte cambi parere, tieni a mente che combattendo senza mai arrenderti a costo di rimetterci la “pelle” ti sei fatto una corazza che niente più ti spiazza e, giorno dopo giorno, stringendo cinghia e denti accumulato una esperienza che nessuno ti può battere in destrezza e competenza. Dunque hai le armi giuste per mirare, colpire e sbarazzarti chi ti intralcia e un bel bottino di talento certosino per affrontare e superare tutti gli ostacoli. Quindi, sia in professione che in ogni altra questione, ti conviene tenerti saldo sulla roccia e scrutare bene ciò che intorno si approccia, da cogliere il momento opportuno per afferrare quel che la fortuna ti approssima per fare quel balzo di qualità che ti ripaga con abbondanza gli anni magri di dura costanza. Eh, si nel 2021 son tante le probabilità che hai di farcela a vincere su tutti i fronti e goderti con gran soddisfazione la vittoria Non solo. L’anno premia anche tutto il lavorio svolto nel cercare, costantemente, vie alternative, valutare attentamente realtà e prospettive, puntare su nuove strategie, arrovellarsi quotidianamente sul come agire per arrivare alla meta ambita, mettersi in discussione per migliorare le condizioni professionali, oltrechè economiche. Decisamente un anno di svolta positiva, di maggiore consistenza per entrate, guadagno, rapporti interpersonali, vita sociale e affettiva, gratificante, che ricarica le batterie e da una bella sterzata evolutiva all’esistenza. Ovviamente per mantenersi sui binari del successo servirà lungimiranza, abilità intellettuale e anche duro lavoro che in certi momenti potrà essere pure frenetico e richiedere strategie operative eccezionali stancanti. Comunque capricorno con talento e intuizione e un minimo di attenzione le stelle dicon che tutto gioca a tuo favore puoi benissimo avanzare senza timore tanto indietro non torni. Aggiungono:” a volte l’ambizione di un soldato salva la vita a un battaglione Eh,eh buone stelle buona vita

5 leo

Leone: caro leoncino nel 2021 dovrai assai meditare se quel che vuoi è in sintonia con quel che fai; dovrai valutare attentamente le scelte fatte e decidere in quali obiettivi vuoi ancor ruggire con tutta l’energia e in qual’altri lasciar che il sonno se li porti via. Se vuoi saperlo, per le stelle, quest’anno è di sfida, in ogni campo per farti valere e primeggiare ti convien assai abbandonare la fissa da “re” sapientone e un tantino dittatore e concentrare ogni desiderio sul comune senso pratico. Suggeriscono che per soddisfare l’ambizione, avanzare con sapienza senza perdersi nella giungla delle situazioni esistenziali e arrivare con successo a qualunque concreto risultato, per quest’anno, in ogni ruolo sarà vitale accendere il fuoco bollente all’intelligenza da si cambiare l’impostazione d’opinione nell’agire. Insomma leoncino il 2021 per te si fa competitivo e di lotta dura e cruda su vari fronti, in parte per rimediare a scelte del passato in parte per eventi contingenti improvvisi che modificano percorso e sorti del presente. Difatto, per emergere a livello economico, contrattuale, di ruolo professionale, nonché affettivo, sociale familiare e ottenere riconoscimenti, per tutto l’anno è necessario mettere a frutto tutto l’ingegno e dar vigore alla vitalità d’azione, in certi casi camminare sul filo del rasoio senza paura sarà l’unico modo per spuntarla a vicissitudini temporali e sbarazzarsi di sleali e iettatori. In professione, ma anche nella vita socio-affettiva, per mantenere lo scettro o riaverlo sarà d’obbligo puntare alla revisione dei progetti e pianificare con attenzione le future mosse operative, in certi casi cambiare completamente rotta sarà di assoluta salvezza economica. Comunque se la fortuna ti guarda da lontano e poco interviene, il “vecchio saggio”per prudenza ti tiene sotto tiro e l’irruente “rottamatore” di strategie superate ti pressa per variare filosofia e stile nel lavoro e nella privata vita, tutto non andrà storto, ad alterni tempi, da influssi transitori avrai soccorso per aggiustare le precarietà incidenti sull’andamento quotidiano e opportunità per saltar fuori dall’oscurità della giungla corale. Ti lascio col motto stellare: “per salire non guardare dall’alto al basso, guarda dal basso all’alto e tutto andrà al meglio in cima.” Eh, eh, con buone stelle buona vita!

2 tarus

Toro: caro Torello il cielo dice che s’appressa un anno bello in cui ti farà fare un balzo sbalorditivo in ogni campo. Tuttavia siccome tutto e subito non si può ottenere prima devi decidere quale priorità dare alla vita perché altrimenti rischi di crear confusione e squilibrar la buona occasione della annual sorte. Ad ogni modo intanto che chiarisci l’ambizione, dice che il lavoro di solito occupa il posto d’onore per cui il progetto è quello di farti migliorare l’attuale posizione, offrendoti l’oppotunità di una svolta importante sotto forma di promozione, di cambio gestione, di incarico in altra sede o anche di stabile trasferimento sul suolo estero. Poi, quando ti sarai convinto di ciò che conta per sentirsi soddisfatto viene la svolta decisiva a tutto il resto. E siccome per te la sicurezza materiale è come il pane con una bella ventata aumenterà l’introito quotidiano e con una sferzata decisiva a metà anno cambierà la rotta anche al futuro guadagno. Certo l’aumento del reddito chiederà qualcosa in contraccambio, ma stai sereno, dovrai solo applicarti con maggior costanza e stare in guardia a chi sul lavoro e in famiglia ara il campo al contrario. Inoltre, nei momenti di bassa energia per recuperare l’ottimismo necessario ti basterà stare un tantino in compagnia, per cui anche nei sentimenti il fato t’appronta novità eccellenti. Soprattutto specifica che nuovi incontri di amicizia o di comune relazione in società, saranno la molla per avviare progetti professionali innovativi che nel tempo troveranno la giusta via collaborativa per diventare una fonte economica di notevole soddisfazione personale oltrechè di aumento di prestigio gratificante la pur sempre vanità che non ti manca. In definitiva torello, preparati, il 2021 è essenziale a una decisiva svolta esistenziale ed ogni vicenda, nel bene e nel male non puoi evitare ma sarai costretto ad affrontarla senza scalpitare perché è conseguenziale a farti arrivare con successo al traguardo. Col motto” chi lavora sodo prima o poi si siede sul trono” t’avverte che è venuto il momento di realizzare e non di sognare. Eh, eh, buone stelle buona vita!

23-Immagine-300x170

Auguro a tutti un  anno proficuo!

tornerò con gli altri segni…intanto convien saper che:

Ognuno osando migliora il fato dell’anno!

bydif

 

Arriva messer 5 e…

Citazione

il 5 2

Arriva messer 5 e ...e ogni questione traballa e va in palla!

Eh si, messer 5 è un dinamico signorotto mutevole ed estroverso allergico alla noia a cui la statica va assai stretta nel mentre la “rivoluzione” è musa assicurata per ogni fisica e mentale scorrazzata. Da eccellente avventuriero dotato di uno spiccato senso della libertà quel che gli confà al piacere è ribaltar logica e mestiere, prospettiva, cambiare modi e maniere, garreggiar con la vita su ogni possibile via. Da cui la prima regola per godersi la sua annata e convivere in fortunosa armonia è abbandonare la retrovia e buttarsi disinvoltamente in avanti a sfidare la sorte checchesia. Dunque un messer dalla filosofia da attacco che propizia la fortuna col cimento attivo del coraggio. Wow, par provvidenziale dopo l’impasse imposto da messer 4 ! Allor…allor meglio approfondir chi è questo nuovo messer alquanto friccicariello da far scattare sull’attenti un colonnello… 

Ad osservar la cifra distintiva, 5 , vien da dire che è un semplice numero primo, maschile, dispari, che nella scala numerica da 1 a 9 occupa il posto centrale. Ma…ma a considerare la posizione a metà della scala balza all’occhio che non è solo un numero comune bensì una “potenza” numerica speciale tantè che i pitagorici gli tributavano un gran onore. Dunque una cifra“spartiacque” protagonista con funzioni e contenuti inequivocabilmente da stratega ciclica fluttuante con un occhio indietro e uno in avanti, i piedi nel presente e l’alternativa verso l’alto e verso il basso. Caspiterina un messer un tantinello stravagante. Però…però a indagar l’origine della cifra è lampante che messer 5 è anche altro. Difatto “nasce” dalla somma della frequenza numerica di 2+0+2+1, identitaria dell’anno temporale, per cui ogni singola cifra concorre al suo formarsi e aggiunge specifiche e sfumature che varian taluni aspetti concettuali e pratici alla cifra distintiva. In assunto si può dire che messer 5, o messer 2021, è un tipetto carismatico dalla personalità versatile, complessa, ad alto potenziale vibratorio catalizzante persone e fatti. Con un carattere alquanto esplosivo difficilmente assoggetabile all’altrui volere e al conformismo. L ‘ indole curiosa, aperta e disponibile al rischio. Una mentalità da leader egocentrico con spiccato senso di libertà di parola e azione, attitudine a sperimentare, vocazione a superare i limiti, innato interesse per ogni dottrina ed etnia; versatilità al piacere immediato corroborata da molteplici pulsioni interiori che turbano e frastornano dinamismo e determinazione e talvolta provocano confusione e sconcerto, nonché stati di cedevolezza e incertezza operativa.

Al dunque che si ricava? In primis il 2021 messaggia tutt’altri influssi destinici del precedente in quanto è un messer anno disinvolto, interventista con la fissa del cambiare, variegare l’esistenza con nuove strade ed esperienze. Da buon intuitivo e materialista che viaggia, promuove, rischia, socializza, attira le folle, concentra la logica ad agir e goder con naturalezza la vita sfruttando tutti i 5 sensi. Essenzialmete imprevedibile nei fini e nelle vicende se necessario, per giungere all’obiettivo, da sfacciato sovverte anche l’establishment. Aggressivo e ardente si entusiasma e accende facilmente ma altrettanto facilmente si brucia le tappe e muta opportunità e occasioni in fuochi di paglia. Di certo con lui non è “era” di pecoroni che zitti seguono le dritte del pastore, è l’era di greggi che capiscono l’antifona e in autonomia decidono, in quale pascolo brilla il sole e non il nebbione.

Ah…se è così… che profezia? Profezia che conviene accaparrarsi del suo credo poiché nello spazio temporale che presiede si ottiene il massimo ricavato in tutte le nuove esperienze, con l’ essere malleabili ai cambiamenti repentini, adattabili ai saliscendi della vita reale, soprattutto a non indietreggiare a un continuum di fatti e vicende per lo più oscillanti, ora in meglio ora in peggio, nel lavoro, l’economia, gli affetti, la società e la politica.

E sul collettivo che quota? Quota che è anno della resa dei conti con quanto fatto nel precedente nel pubblico e nel privato. Genericamente quota un anno universale di trasformazione e d’espansione dell’uomo in tutti i settori. Favorisce le relazioni internazionali, i viaggi, gli affari, la speculazione, i contratti di ogni tipo ma in specie quelli commerciali. Aumenta l’indipendenza, la dinamicità fisica e intellettiva della comunità, la voglia di prese di posizione politiche, nella lotta del vivere e convivere civile a ogni latitudine. Introduce novità beneauguranti il futuro umano, la natura, l’economia, la scienza e la tecnica. Apporta un clima d’entusiasmo di gioia di vivere, apparire e godere i piaceri offerti dall’esistenza. Velocizza contatti e rapporti interpersonali, il desiderio di esplorare di tuffarsi in avventure insolite. Tuttavia quota anche inquietudine e nervosismo, aumento di litigi, reazioni esagerate, turbolenze collettive, consumo di alcool e droga, incidenti sulle strade. Tra maggio e settembre quota pericolose tensioni con mutamenti allo status consolidato tutt’altro che desiderabili.

A chi più giova Messer 5 ? In generale a tutti emana influssi positivi con percezione di risveglio, vitale, come dire di ritorno alla vita con quel naturale ottimismo per gioire e godersi i piaceri dell’esistenza. In particolare giova agli ardimentosi che si tuffano a spron battuto in avventure insolite, gli sperimentatori, i fantasisti e i factotum. Bensì, dispensa favori e successo anche a intellettuali, scienziati, avvocati, studiosi, teologi, a chi ha rapporti con la gente. Ai professionisti in attività di azione e movimento come detectiv, reporter, danzatori, venditori, promotori. Nonché a chi commercia con l’estero, dirige aziende di mezzi di trasporto terra area. Di contro intralcia gli abitudinari, gli attaccati allo status quo e i restii al cambiamento, in ogni ambito.

In conclusione messer 5 che pronostica? Pronostica che…se l’anno di messer 4, o 2020, come suo costume è stato ostico e frenante, quasi di impalamento generale, quello di messer 2021 mette il turbo a dinamismo e fantasia e vibra all’insegna della novità e del cambiamento da far girar il boccino al singolo e al collettivo. Di primo impatto messaggia che non è messer anno da calma piatta per nessuno ma anno di svegliarina generale, per cui nel lavoro e nella vita non convien nicchiare e starsene ad aspettare tanto con uno scrollone cambia l’ andazzo e fa mutar subito opinione. Comunque, col suo potere magnetico attrattivo di tutto ciò che è singolare ad ognuno fornirà la filosofia per giocarsi le sue carte come gli pare, usare l’intelligenza e l’ardire per svicolarsi da pastoie, freni e imboccare la via del proficuo agire. Inoltre, col suo influsso, chi più chi meno avvertirà un maggiore senso di indipendenza, di bisogno di libertà e autonomia che spinge a osare, in determinati casi anche a rischiare il tutto per tutto da abbracciare l’ipotesi di impegnarsi in una nuova occupazione del tutto diversa, quasi impensabile rispetto a idee e competenza precedente ma di notevole stuzzichio all’ambizione, l’espressività creativa, il profitto, l’evoluzione personale. Avverte che con messer 5 spirerà un vento impetuoso in cui è impossibile annoiarsi o adagiarsi sul divano ad aspettar la manna dal cielo ma ad andar di lena a procacciarsi opportunità e foraggi, “correr” verso obiettivi e traguardi, acquisire successo con le armi del talento e il proprio coraggio. Di fatto enuncia un anno di espansione e progressi nelle attività lavorative e nei settori vitali impegnativi del quotidiano. Movimento finanziario, speculativo e di guadagno alternativo, concrete possibilità di aumento del capitale attraverso vie inaspettate. Tuttavia non senza richiedere trasformazioni e repentini cambi di rotta operativi, contrattuali, di comportamento, comunicazione, intendimento relazionale sociale. Sul generico messer 2021 messaggia pure tutt’altri influssi destinici del precedente e rivela d’esser un efficiente catalizzatore di vicende e avvenimenti repentini, talvolta spiazzanti, bensì con tempi di soluzione quasi sempre breve e difficilmente che oltrepassano il suo anno. Pertanto nelle vicende sgradite non mette alla corda anima e ragione, piuttosto benigna una occasione da prendere al volo per sbarazzarsi di vincoli e condizioni. Dice che è l’anno ideale per sfruttare al massimo l’estro e il talento, fare un grande viaggio, allargare i contatti interpersonali, stringere relazioni socio-affettive e rischiare in nuove imprese commerciali. Dal lato sentimentale promette folgoranti amori,intense emozioni, momenti di magnetica armonia di coppia ma come sua natura ad effetti passeggeri è meglio viverli a tutta senza l’ideuzza che siano eterni. Per contro in amicizia è meno provvisorio specie se strette con persone stravaganti nei modi e originali d’intelletto, in quanto compatibili al suo relazional concetto, promette sviluppi di reciproco sostegno e vantaggi a lungo raggio. In definitiva messaggia di aspettarsi l’inaspettato e accoglierlo con entusiasmo per ottenere tanta fortuna in contraccambio.

E, se fin qui non si è compreso, con messer 5 si viaggia sui fili ad alta tensione, quindi non v’è tempo da perdere a cercare l’ago nel pagliaio, il perfezionismo, la posizione sicura. V’è tempo di profittare del suo carisma per spenderlo a migliorare il giornaliero guadagno, evolver la filosofia, cambiare strategia, vivere la vita con migliore consapevolezza e  maggiore leggerezza di spirito.

Per messer 5, il bello non viene dal rimanere fisso a guardar le stelle ma nell’andar a passo col rischio. Ovviamente senza esagerar .

il 5

Prima di lasciarvi ci tengo a dir che messer 5 è simbolo dell’uomo universale. Per, memora il Vitruviano di Leonardo da Vinci.

Ed anche, forse perché le dita sono 5, i sensi percettivi son 5, come 5 sono i pilastri della fede, o poichè Platone aggiunse l’etere ai 4 elementi naturali per averne 5, i romani lo rappresentavano con la V di vittoria, il suo simbolo è una stella a 5 punte fiammeggiante ed è la quintessenza di luce e buio, ma è storia, in tutte le culture, il 5 è davvero un numeretto speciale.

il 5 4

Auguro a tutti un anno in compagnia di messer 5 strepitoso e ricco di bizzaria creativa,  opportunità di progresso e di buona sorte in tutto.

by dif …..

a presto le previsioni del sibillo pensier segno per segno  

Mettetevi a posto la testa e poi…

par1

Mettetevi a posto la testa e poi…e poi potrete dire quello che posso e non posso fare, dove e con chi andare, se ospitare o sbarrare la porta, a che ora andare a messa, a pranzo e a dormire, portare il cagnetto a far pipì e cosa rischio se mi tolgo la mascherina e canto una canzoncina o non mi distanzio a sufficienza dalla vicina.

Mettetevi a posto la capoccia, così non funziona. La vostra diktat sapiens è squilibrata, alienante, non districa la questione dell’utilità del rigore, punto cardinale della drammatica contingenza  ma l’arruffa in modo assurdo e crea un caos irritante.  Mettetevi a posto la capocchia perchè Il continuo dire a sparpaglio discorde, ambiguo e talvolta del tutto opposto nello specifico proietta un disorientamento che incoraggia la riottosità alle norme, a misconoscere il pericolo, a comportarsi come aggrada e non come è idoneo, cioè a fregarsene dei pareri più o meno acculturati e di tutto l’ambaradan informativo luminare sul virus.

Mettetevi tutti quanti a posto la zucca perché i vostri farnetichi un giorno da spargi terrore e murare in casa e l’altro da “Tout va très bien, Madame la Marquise” con tanto di cashback per lo shopping, complicano assai la già difficile esistenza in tempi normali, figurarsi in quelli con un “covidmostro” che tampina.

Eh si, urge che cambiate testa. Il perchè? Giravolte e “spettacolini” poco confortanti non rassicurano sia a posto! Per esempio? Beh fra i tanti..? Vi sembra una congettura normale allettare a tuffarsi nello shopping mentre il virus imperversa e fa continua strage di anime?. È o non è  un impulso al circolare piuttosto che a starsene buoni buoni tappati in casa? In quale modo si concilia con la strombazzata  logica dei contagi, distanziamenti, gli innumerevoli ammennicoli ammonitori scampa insidia? Comunque lo analizzo io non lo concilio! D’altronde come posso pacificare due criteri antitetici per lo più se già sperimentato controproducenti al contenimento del contagio pandemico? Boooh….! Ad essere moderata mi sovviene che manco uno squilibrato seriale prima induce le persone a spaparazzarsi per vie e spiagge poi se ci sono andate, inveisce, incolpa e minaccia che le confina e addirittura mette in campo droni e migliaia di “sbirri” per sorvegliare a Natale chi mette piede fuori dal portone e perfino concerta bestialità da guardoni idioti come spiare casa per casa chi c’è e sanziona se a tavola qualcuno è di troppo.
Mettetevi a posto la capa perchè al momento l’unica cosa certa e chiara  che ho per superare l’ angoscia che provocate con i vostri balletti di si, no, forse, può darsi ecc. è  basarmi sul mio buonsenso. Ossia, ogni volta che metto il naso fuori di casa per necessità affidarmi alle mie norme igieniche e sfruttare al massimo la consapevolezza del pericolo invisibile per essere più che prudente, più che attenta a non sottovalutare  ogni sorta di possibile rischio.  Di risvolto non vado a girare per strade o piazze, non mi ammucchio al bar o al ristorante e  neppure a fare la scriteriata cashbackshopping per poi fungere da scarica barile a decisioni folli. E’ condizionante assai rinunciare alla solita vita e mantenere un livello di guardia costante, ma checchè voi  dite la cognizione che mettere un piede fuori casa è come metterlo su un terreno minato e ogni passo che fai  può essere fatale è assai più convincente.

Quindi..quindi .mettetevi a posto la capa e poi… e poi  si che potete pianificare ogni attimo di vita mea e altrui fuori e dentro casa senza cagionare un caos venefico. Erudire con coerenza su regole e comportamenti; esporre finalmente con chiarezza punto per punto il perché e il percome di sacrifici, divieti; zonare l’italica terra a colori, imporre clausure, coartare la vita. Così com’è è difettosa, quello che riesce a “partorire” è preservare la propria  zona comfort ben poggiata su belle sediole imbottite di cospicuo foraggio mensile, oltre non produce genera equivoci, provoca incertezza, solleva insofferenza, è nociva a qualsiasi stabilità mentale. Eppoi se contiene un minimo di decenza lo dove ai tantissimi morti che non sono numeri da propinare tanto per aggiornare la cifra, sono drammi umani, sono storie familiari, sono persone a cui per rispetto civico va garantita la dignità.test 2

Ovviamente cambiare testa serve sempre a tutti. Nello specifico uh quanto a mettere fine agli svariati teatrini indecenti, di attori scadenti, convinti che gli spettatori son cretini e  applaudono entusiasti qualsiasi balordaggine.

teste3Bydif

Er compagno scompagno

gatti amici

Un Gatto, che faceva er socialista

solo a lo scopo d’arivà in un posto,

se stava lavoranno un pollo arosto

ne la cucina d’un capitalista.

Quanno da un finestrino su per aria

s’affacciò un antro Gatto: – Amico mio,

pensa – je disse – che ce sò pur’io

ch’appartengo a la classe proletaria!

Io che conosco bene l’idee tue

sò certo che quer pollo che te magni,

se vengo giù, sarà diviso in due:

mezzo a te, mezzo a me… Semo compagni!

– No, no: – rispose er Gatto senza core

io nun divido gnente cò nessuno:

fo er socialista quanno sto a diggiuno,

ma quanno magno sò conservatore!

Trilussa

gatto

Eh eh…Quando se tratta de spartì…nun c’è ciccia pe’ gatti!

bydif

Vola via, vola via…

vola via

“vola via, vola via, dalla testa mia” è il ritornello che da qualche tempo ogni giorno mi fa compagnia !  Eh si, in questi tempi così scombussolati dal covid e da tutto un dire e contraddire, ammettere e smentire, dicere e rimbeccare, sminuire e impaurire , rintuzzare e stordire, senza volere ma probabilmente in associazione interpretativa non so se difensiva, auspicante o sbolognativa del bailamme, la memoria l’ha ripescato dai cassettini per utilizzaro a mo di scaccia incubo. Incubo. da che? Beh dalla fissa della pandemia e da tutto il contorno spettrale depressivo con notizie e contronotizie, indicazioni e controindicazioni! Non è poi così strano se la memoria ha ripescato questo ritornello che a rigor del vero fa parte di un bellissimo canto, scritto da Italo Calvino intorno agli anni sessanta, e ogni giorno se lo ripeteva come un mantra. Basta leggerlo per cogliere le molte simiglianze simboliche come la paura, i problemi legati alla realtà, al clima generale dall’erta pesante e confusionario. Unica differenza è il tipo di paura che il ritornello cerca di far “volare” lontano dal cervello per non rimanerne succube inerte. Ma … ma poco cambia la causa della paura che alimenta la “guerra” emotiva da affrontare ogni mattina. In entrambi i casi il martellamento sul cervello è aspro e il combattimento “ difensivo”, per non lasciarsi risucchiare dal vortice della paura, veramente duro in specie se subissato da una serie infinita di dicere contradditorio e spesso talmente utopico nel modo di informare, intervenire e rassicurare, da amplificare la percezione di insicurezza e sconforto da trasformare la paura in un incombente corvo affamato. Un corvaccio che svolacchia e svolacchia e il cui presagio divoratore espone a una guerra di nervi giornaliera assai stressante. Per non cedere al panico del corvo-paura incosciamente la mente s è trovata un rimedio esorcizzante, quello di ripetersi vola via, vola via …soprattutto vola via dalla testa mia. In fondo per crearsi il diversivo è bastato poco, sostituire una paroletta nella domanda, cioè invece di dire : “dove vola l’avvoltoio? “ Dove vola il covid? E poi …“vola via, vola via dalla terra mia, dalla testa mia! Non me ne voglia Calvino se mi son presa questa libertà, non è stato per stravolgere, per necessità adattativa al momento, in quanto ho considerato il suo canto un vero amico giornaliero che mi aiutava e ancora mi aiuta tantissimo a scacciare dall’orizzonte “l’avvoltoio” predatore di anima e corpo. D’altronde la similitudine delle cause dello svolacchiare nefasto dell’avvoltoio di ieri, e lo svolacchiare del corvo di oggi è consistente. Non è forse vero che la “bomba” covid è scoppiata con virulenza, scatenato in terra un deserto di tristezza e terrore oltre una lunga scia di anime morte chi in corpo e chi in spirito e levato in volo una infinità di avvoltoi ? Quindi…se c’è il nesso…ci sta pure il ripeter “vola via, vola via dalla testa mia” per combattere paura e incubo dell’invisibile mostriciattolo! Eppoi guerra fredda e guerra di nervi…sempre guerra è. Comunque sia, il ritornello del grande Calvino è stato e ancora è un modo efficace, almeno per me, sia per  scacciare con tutte le forze il “corvo” pandemico dalle mie giornate da viverle con meno ansia e maggiore serenità di testa e spirito, sia per allontanare gli “avvoltoi” che al solito si son messi subito in volo per profittare delle “carcasse” di paure e sconquasso.

avvoltoio

A questo punto mi par logico e doveroso postare di seguito il canto scritto da Italo Calvino a cui ho attinto il mio scacciapaure “Dove vola l’avvoltoio “ :

Un giorno nel mondo

finita fu l’ultima guerra,

il cupo cannone si tacque

e più non sparò,

e privo del t

Un giorno nel mondo

finita fu l’ultima guerra,

il cupo cannone si tacque

e più non sparò,

e privo del tristo suo cibo

dall’arida terra,

un branco di neri avvoltoi

si levò.

Dove vola l’avvoltoio?

avvoltoio vola via,

vola via dalla terra mia,

che è la terra dell’amor.

L’avvoltoio andò dal fiume

ed il fiume disse: “No,

avvoltoio vola via,

avvoltoio vola via.

Nella limpida corrente

ora scendon carpe e trote

non più i corpi dei soldati

che la fanno insanguinar”.

Dove vola l’avvoltoio?

avvoltoio vola via,

vola via dalla terra mia,

che è la terra dell’amor.

L’avvoltoio andò dal bosco

ed il bosco disse: No

avvoltoio vola via,

avvoltoio vola via.

Tra le foglie in mezzo ai rami

passan sol raggi di sole

gli scoiattoli e le rane

non più i colpi del fucil.

Dove vola l’avvoltoio?

l’avvoltoio vola via,

vola via dalla terra mia,

che è la terra dell’amor.

L’avvoltoio andò dall’eco

e anche l’eco disse No

avvoltoio vola via,

avvoltoio vola via.

Sono canti che io porto

sono i tonfi delle zappe,

girotondi e ninnenanne,

non più il rombo del cannon.

Dove vola l’avvoltoio?

avvoltoio vola via,

vola via dalla terra mia,

che è la terra dell’amor.

L’avvoltoio andò ai tedeschi

e i tedeschi disse: No

avvoltoio vola via,

avvoltoio vola via.

Non vogliam mangiar più fango,

odio e piombo nelle guerre,

pane e case in terra altrui

non vogliamo più rubar.

Dove vola l’avvoltoio?

avvoltoio vola via,

vola via dalla terra mia,

che è la terra dell’amor.

L’avvoltoio andò alla madre

e la madre disse: No

avvoltoio vola via,

avvoltoio vola via.

I miei figli li dò solo

a una bella fidanzata

che li porti nel suo letto

non li mando più a ammazzar.

Dove vola l’avvoltoio

avvoltoio vola via,

vola via dalla terra mia,

che è la terra dell’amor.

L’avvoltoio andò all’uranio

e l’uranio disse: No,

avvoltoio vola via,

avvoltoio vola via.

La mia forza nucleare

farà andare sulla luna,

non deflagrerà infuocata

distruggendo le città.

Dove vola l’avvoltoio?

avvoltoio vola via,

vola via dalla terra mia,

che è la terra dell’amor.

Ma chi delle guerre quel giorno

aveva il rimpianto

in un luogo deserto a complotto

si radunò

e vide nel cielo arrivare

girando quel branco

e scendere scendere finché

qualcuno gridò:

Dove vola l’avvoltoio

avvoltoio vola via,

vola via dalla testa mia…

ma il rapace li sbranò.

avvol

Oh, se poi il corvaccio volesse papparsi tutti gli avvoltoi diceri… sarebbe un

sullecchero, nonchè un grandissimo beneficio per l’eco-sistema dell’udito! 

bydif

Day mamme

cuore

Day mamme! Un giorno in cui il pensiero di solito avvolto dal calore di due braccia solide fugge lontano. Fino alle stelle dove il cuore inizia a battere all’unisono con un altro e gli occhi si riempono di quella lucente tenerezza che solo l’amore senza riserve fa rifulgere in un volto. Volto di una madre. Volto di una mamma. La tua. Ma anche quello di milioni di altre madri. Madri che ancor ci sono e a cui ogni figlio può manifestare gioia e affetto e madri che materialmente non ci sono ma ogni figlio sa che c’è. C’è perché l’amore mai stacca l’uno dall’altro. Cambia solo apparenza,giammai la sostanza. Quest’anno, ancor più il pensiero vola oltre, vola fino alle stelle, in quelle stelle lucenti che alzando lo sguardo ti riempono gli occhi di energia illimitata, l’anima di chiarore vitale che sorregge il coraggio e ristora ogni umana sofferenza. Quest’anno sono tante, tantissime le stelle che dall’infinito brillano sui volti di figli e figlie. Troppe le stelle che dal cielo scintillano per asciugare lacrime, sollevare dal dolore immenso che squarcia i petti di tanti cuori. Cuori di figli a cui quelle stelle specchiano volti di madri. Mamme strappate al loro affetto violentemente,crudelmente, inaspettatamente da un invisibile “mostro”. Un infinitesimo “mostro” di nome covid-19 venuto chissà da dove chissà per quale motivo a rapire con virulenza inaudita tante mamme ai loro partoriti. Figli che nemmeno hanno potuto difenderle, fargli un gesto , una carezza,fissare il pensiero grato con lo sguardo, oggi possono solo guardare in alto, laddove son quelle stelle-mamme, per collegarsi almeno per un attimo e dire sommessamente ad ognuna:mamma t’amo tanto, sei la mia luminosa stella che mai nessuno rapirà dal cuore.

Nulla può consolare un così grande e sconvolgente dolore mai. Seppoi consumato nella brutale impassibilità delle istituzioni che quel “microbo mostro” agiva all’improvviso si ma rapiva, quasi esclusivamente, anime vecchie, madri out, cenci col piede nella fossa, con sfilata inesorabile di camion con su ammassate bare come fossero vuote, prive d’ogni riferimento individuale, di vite vissute, lotte, forza morale, affetti dedizione sociale,storie belle e meno, beh …giammai nessuna lacrima potrà lavare lo struggimento di un cuore filiale. Ma neppure potrà farle scomparire da mente e cuore di quella parte di collettività che sa andare oltre un imbalsamato conteggio, oltre un dato anagrafico, sa vedere oltre l’età un essere umano. In specie un essere che proprio per gli anni accumulati su questa terra ha dato tanto in braccia e cuore per ricostruire una nazione disorientata dalla guerra,creare un futuro libero e migliore per se, la famiglia la comunità, lasciare un esempio costruttivo a tutte le generazioni. Malgrado ciò, laddove brillano le stelle-mamme, per mediazione dell”inaccessibile mistero Divino brilla anche una enorme stella-mamma piena di sfolgorante Grazia consolatrice. Una Mamma senza tempo che son sicura che almeno Lei,eletta Madre Celeste, priva di cinismo selvaggio, diatribe quanto mai zoticone che deprivano di valore un essere in base agli anni terrestri, ha accolto con tutti gli onori le mamme vittime del “mostro”, e ha accarezzato con illimitata dolce tenerezza ogni ruga, ogni cuore arrivato su, su su fra le stelle in grandissimo abbandono affettivo da farlo risplendere intensamente da poter continuare a far luce al cammino di ogni amato, da così pian piano lenire lo sconforto e togliere da mente e vista il crudele drammatico distacco, dovuto al “mostro”covid-19” e in parte anche delle miserrime stime dei bollettini, nonché cretinismo di una logica ripetitiva rassicurante l’opinione comune instillando l’idea che solo avere tanti anni è sinonimo di aggressione fatale dell’invisibile mostriciattolo covid, per il resto della popolazione basta star in casa a ballare, cantare, fare un po’ di ginnastica e tutto procede al solito. Gente che come Maria, la Madre celeste che ama ed ha considerazione e rispetto di ogni essere che popola questo pianeta. Grazie MADRE divina di aver ridato dignità alle tantissime mamme arrivate su, in luoghi di bellezza amena e armonia di spirito. Grazie mamma per avermi insegnato ad andare oltre il supporre che se il fato si porta via una mamma anziana, il dramma è quasi inesistente o vale meno di un altro.

IMG-20190330-WA0000

Un saluto a tutte le mamme del mondo e un abbraccio a tutti i figli che hanno una mamma-stella!

bydif

“lodato sii” dei due Franceschi

eart day

La terra è la nostra bella casa…e

A proposito di casa e terra…ne scrisse lodando Dio nel 1226 San Francesco D’assisi che nella sua semplicità di fraticello teso verso l’infinito mistero del cielo,  concentrato a lodare Dio  con tutta la sua gratitudine di creatura vivente compose  “il cantico delle creature”.  Una poesia di tale grazia espressiva verso il Creatore e il creato nel suo insieme, di tanta intensità interiore  verso la bellezza che lo circondava nelle valli umbre, nelle notti solitarie di preghiera fra gli olivi, nelle albe di risveglio al canto degli uccellini,  che oltre un inno di lode  a Dio è un inno di magnificenza della natura, la vita, la bellezza in tutta la sua complessità. Soprattutto un vero canto d’amore e di meraviglia per tutto ciò che  il creato  ci dona che se gli uomini, nel corso dei secoli,  lo avessero un po’ assimilato forse si sarebbero comportati meno egoisticamente e avrebbero  avuto più cura di questo pianeta, di questa terra su cui nascono, crescono, si sfamano, amano, gioiscono,  sfruttano ogni bellezza  finchè evaporano.

A distanza di secoli, proprio ispirandosi a Francesco D’Assisi, Suo Santo guida scelto per il pontificato, per richiamare l’attenzione del mondo umano su questa bella “casa” che ci ospita tutti, il 24 maggio 2015 ne ha  scritto il Santo Padre Francesco I nell’ enciclica LAUDATO SI’  : “Laudato si’, mi’ Signore “, cantava san Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia: “Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba “. ” Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c’è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi. Per questo, fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c’è la nostra oppressa e devastata terra, che ” geme e soffre le doglie del parto” -Rm 8,2-). Dimentichiamo che noi stessi siamo terra – Gen 2,7-. Il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà il respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora. “ 

Due Franceschi: Uno Santo, noto a tutto il mondo per la sua umiltà, umanità e semplicità di messaggio di a lode a Dio e a tutte le sue meraviglie; l’altro Papa, noto a tutti per la sua umiltà di vita, di loquace semplicità nell’esprimere concetti,  con grande richiamo alla fratellanza universale.  Distanti di secoli per tempo ma… per fede e spirito di amore per il creato e tutte le Sue creature contemporanei. 

francesco ber
Per la cronaca:

Earth day nacque ufficialmente il 22 aprile 1970 da una mobilitazione di studenti di duemila università e circa diecimila scuole primarie e secondarie degli Stati Uniti. Su input dell’attivista John McConnell, il senatore del Wisconsin Gaylord Nelson e lo studente universitario Denis Hayes, in massa gli studenti americani scesero in piazza per manifestare il loro dissenso contro i disastri ambientali provocati dall’uomo per scopi egoistici e chiedere una riforma delle norme ambientali. In particolare, lacontestazione nasceva a rammento del disastro prodotto dalle trivellazioni dell’UNION OIL PLATFORM A che un anno prima con una mostruosa fuoriuscita di petrolio aveva causato la morte di più di diecimila animali. Da allora l’appuntamento in difesa dei diritti della terra si è ripetuto ed ha preso sempre più consistenza tanto che a distanza di 50 anni la giornata della terra non solo non ha perso il suo richiamo collettivo ma è entrata nelle coscienze globale dei giovani e meno giovani, soprattutto ha posto l’accento sull’indispensabilità di tutelare con leggi sempre più ad hoc questo meraviglioso pianeta in cui viviamo insieme ad innumerevoli altre specie.

eart

E noi? “La cura per la natura è parte di uno stile di vita che implica capacità di vivere insieme e di comunione” quindi, Se tutti amiamo e rispettiamo la terra come ha concluso papa Francesco poi tutti vi ” Camminiamo cantando!

Un saluto di buona serata a tutti

bydif

 

Stavolta è…?

c

Il 1 settembre 2009 pubblicai questo post: Sarà o non Sarà ???

Da quando ho sentito parlare di influenza pandemica ho un dubbio atroce che mi assilla e tormenta notte e giorno creandomi un disagio e un’irritazione profonda. Sarà questa oppure no? Ma se è questa significa che anche l’altra parte del messaggio …. Possibile? Sarebbe veramente triste e sconvolgente.

Il dubbio deriva dalle “reminiscenze scomode”poiché ce ne è una che tamburella nei meandri del mio cervello e strimpella senza sosta pressappoco cosi:

Ai primi del nuovo millennio  prima di ……. una nuova peste invaderà il mondo, sarà ben peggiore di quelle verificatesi precedentemente. La sua diffusione sarà favorita da assuefazione, maggiore facilità a spostarsi ed a trapiantarsi. Le sue cagioni scaturiranno da manipolazione mutante di un focolaio infettivo virulento con trasmigrazione degenerativa, simile a quello che causò vittime ai primi del novecento ma assai diverso nel percorso endemico. A mano a mano che dilagherà aumenterà la sua potenza aggressiva e maligna provocando una “pestilenza” mondiale. Sarà difficile individuare la vera origine trasmutativa e ripercorrere i cambiamenti sia per la velocità di propagazione sia per le reazioni diverse delle difese immunologiche dell’uomo, proprio quest’ultime saranno responsabili della sua imprevedibile variabilità. Prima che l’uomo trova il rimedio per debellarla migliaia e migliaia di vite umane andranno perse”

Pensabile che una delle rivelazioni che mi arrivarono per vie traverse si riferisca all’influenza che sta girando? Spero proprio di no. Anzi mi auguro che il termine peste sia stato metaforico, voglia indicare solo una grande facilità al contagio e non una diffusione infettiva di natura ostica.

Stando a quanto riferiscono le organizzazioni sanitarie questa influenza è blanda, inoltre sembra che le case farmaceutiche hanno già pronto il vaccino per cui i rischi di una “pestilenza” non sussistono. Allora perché non riesco ad essere ottimista e sotto sotto ho un po’ di fifa?

Cosa temo di più l’influenza pandemica ( ha già fatto vittime quindi c’è già del vero e non vorrei che fosse sottovalutata per tenerci tranquilli) o quello che viene dopo nel caso sia quella profetizzata?

Temo ambedue. Perché se è vero quanto qualcuno mi ha trasmesso si apre un periodo amaro per l’umanità, entrambe portano vittime, coinvolgono un gran numero di individui e ribaltano gli equilibri mondiali.

Purtroppo anche se mi sforzo di non dargli importanza la pandemia non passerà velocemente. Troppe volte i dubbi che mi hanno assillato perché razionalmente rifiutavo l’idea di un condizionamento paranormale, si sono trasformati in realtà per scartare l’ipotesi che stavolta sia diverso, tanto più considerando che mai erano in ballo tante vite umane come in questo caso.

Non voglio essere allarmista ma non posso fare a meno di nutrire il sospetto che l’influenza attraverso i vari contagi inevitabilmente diventa pericolosa. Anzi da quello che mi risulta “subisce una metamorfosi, si frastaglia, diventa come un albero con tanti rami ibridi germogliati per un insieme di concause dovute a luogo, clima, abitudini e caratteristiche etniche dei soggetti coinvolti. Ovviamente la varietà dei rami eterogenei impedirà di isolare il germe patogeno che l’ha prolificati, sarà difficile distinguere tutti i virus espansi e produrre un antidoto immunizzante unico. “

Oggettivamente mi preoccupano due cose: i tempi della disponibilità  del vaccino perché se superano una certa soglia il contagio assumerà proporzioni gigantesche; l’efficacia del vaccino messo a punto in base agli studi del ceppo iniziale e attualmente in produzione. In base alle “conoscenze scomode” appare parziale, idoneo per estirpare quella parte di pandemia che mantiene le caratteristiche di partenza ma sicuramente insufficiente ad immunizzare le variabili. Serviranno antidoti diversi per coprire la dilatazione veicolata dagli innesti evolutivi del virus per evitare una massiccia e pericolosa diffusione dell’influenza definita A/H1N1 ( Veramente analizzando la sigla dal punto di vista teosofico, o per meglio dire in modo insolito, si individua un elemento di disturbo capace di sorprese impensabili. Se non fosse stata precisata dai virologi si potrebbe pensare che non è un caso!! )

Mi auspico per il bene del mondo intero che ricercatori e scienziati del settore non tralasciano di considerare che il virus può comportarsi in modo bislacco, attecchire nell’uomo in modo diversificato, in tal modo potranno anticipare vaccini correttivi. Inoltre che il governo adotti misure cautelative, si adoperi per anticipare i tempi e disponga  la vaccinazione di  tutta la popolazione.

Le notizie che circolano mi atterriscono. Per l’influenza forse la scienza è in grado di scongiurare la calamità comunque la si definisca mettendo a punto, il prima possibile, vari antidoti, dato il progresso scientifico e la capacità di alcuni studiosi di andare “oltre” Ma per il resto? Non esiste vaccino.

Allora? Allora con tutte le mie forze faccio i debiti scongiuri per allontanare il pericolo di una pandemia perché contemporaneamente scongiuro anche l’altra parte cruenta del messaggio, benché in certe notizie ravviso presupposti che non lasciano alternative

 Ad ogni buon conto, nel dubbio  sarà o non sarà pestilenza,  il miglior rito scaramantico è farsi vaccinare!!! 

Perchè lo ripropongo? Perchè

Allora il pericolo fu circoscritto altrimenti come commentò un amico

No, io penso che sarà un’influenza come tutte le altre, altrimenti sarebbe già partito un piano di emergenza sanitario, avrebbero chiuso le scuole… Dai stiamo tranquilli!

Oggi le scuole son chiuse! L’emergenza sanitaria è scattata. Gran parte delle attività produttive sospese. La gente chiusa in casa.

Quindi…???

Quindi allora c’era già il vaccino pronto. Oggi…oggi no! Perché no? Beh per le varie motivazioni esposte sopra….

Quindi…???

Quindi…Stavolta è...? E se è…allora…

Allora verrà anche il resto... Cioè l’altra parte del messaggio che allora non ho rivelato? Ancora una volta mi auguro con tutto il cuore di no! Perchè La “pandemia” covid 19, come anticipò la vergine Maria “Signora di tutti i Popoli” nel 1946, si sta dimostrando “infernale” per modo di contagio, difficoltà a combatterla e trovare un rimedio debellatorio in tempi rapidi, grandissima desolazione umana per numero di vittime, angoscia, incertezza nei tempi ecc… ma…ma il resto…il resto un ….brrr…e il 4 aprile prossimo è il giorno cruciale per averne barlume se…

Intanto…Il dubbio rimane e come allora…

signora popoli

intanto #iopregolasignoradituttiipopoli...prego che da “avvocata” di tutto il genere umano sostenga tutti quelli impegnati a combattere questa “guerra” epidimiologica e aiuti la scienza, illuminando la mente di qualche ricercatore, a trovare il rimedio alla pandemia e di ripercussione al resto del dopo.

Bydif

…metterò preghiera p post

Europa ed America unite nel pericolo chimico-batteriologico ?

le due

Europa ed America unite nel pericolo  chimico-batteriologico ? Mah… c’è un messaggio della Madonna “Signora di tutti Popoli” del 26 dicembre del 1947 a Ida Peenderman di Amsterdam che in proposito da da pensare…

Ida racconta: “…vedo l’America e l’Europa, l’una accanto all’altra. Poi vedo scritto: ‘Guerra economica, boicottaggio, crisi valutarie, calamità’. In seguito vedo davanti a me immagini di persone. Vedo volti, grandi volti, coperti di terribili ulcere; sembra una specie di lebbra. Poi risento in me terribili malattie mortali: colera, lebbra, tutto ciò che questi uomini devono sopportare. Poi di nuovo va bene, e vedo attorno a me librarsi piccoli oggetti neri. Cerco di capire che cosa siano, ma non mi è possibile. Mi sembra che sia una stoffa molto delicata. Non riesco a distinguere con gli occhi cosa sia. È come se debba guardare attraverso qualche cosa. Di sotto vedo ora magnifici campi visivi bianchi e su questi vedo i piccoli oggetti neri, ora però ingranditi e mi sembra che siano viventi. Non mi riesce di descriverlo bene. Chiedo alla Signora: ‘Sono bacilli?’ Lei risponde con espressione molto seria: ‘È infernale’. Poi sento il mio viso e tutto il mio corpo gonfiarsi. Ho l’impressione di avere un viso molto grosso, e tutto è rigido e gonfio. Non posso muovermi. Odo la Signora dire ‘E stanno per inventarlo’, poi sommessamente: ‘Il russo, ma anche gli altri’. Poi la Signora dice: ‘Popoli siete avvertiti!’”.

Alla luce di  quanto sta accadendo il messaggio della Madonna   appare più attuale che mai… Europa e America sono unite da un pericolo.

Quindi… la domanda è: il pericolo è voluto o casuale?

Mah…girano un sacco di voci sulla “provenienza” del micidiale virus che è difficile stabilire quale sia la verità.

L’unico dato certo è che il pericolo c’è. Per ambedue è reale. Ed è tanto veloce e subdolo nel contagiare da potersi definire “infernale”.  Combatterlo e annientarlo  #solounitisipuòfare!

Immagine

Intanto che si chiarisca se la minaccia che sta sconvolgendo le vite  è dovuta a uso  di “arma batteriologica ” o da  causa naturale e le intelligenze mondiali mettano a punto una controarma per debellarla, cioè un  vaccino  #difendiamocistandoincasa.

bydif