COME UN FIORE

 

Ieri sono andata a fare un giro e ho incontrato una vecchia amica.

Sono rimasta impressionata tanto era diversa da come la ricordavo.

Era così smortaccina da toglierti il fiato!

Per nascondere l’imbarazzo ho buttato lì qualche cavolata sui vecchi

tempi e l’ho invitata a prendere un caffè. Non sono brava a

mascherare le sensazioni immediate e ha compreso il mio

sbalordimento. In mezzo a una bolgia assordante, si è ingoiata in

fretta il suo caffè ha farfugliato qualcosa su una rottura sentimentale

che non riusciva a metabolizzare poi se l’he squagliata di tutta fretta

lasciandomi una sensazione di melanconia e di disagio incredibili.

Ho continuato il mio giro cercando di smaltire l’impatto visivo

concentrandomi sulle vetrine che esponevano la nuova moda

autunno inverno. Ero ancora troppo intorpidita, niente di ciò che

vedevo mi attraeva, anzi in ogni vetrina al posto di scarpe, borsette

e maglioni mi sembrava di vedere il viso luttuoso della Ceci.

Ad un certo punto mi si para davanti uno di quei sud americani che

sbarca il lunario vendendo fiori ai passanti. Di solito ringrazio

dell’offerta e tiro dritto, ieri, con somma gioia del venditore, ben tre

mazzi di fiori mi son presa, mi sembrava che quelle macchie di

colore vivaci scacciassero dal mio pensiero l’ impressione mesta

dipinta sul volto della mia amica.

Arrivata a casa senza aver concluso nulla di utile, mentre disponevo

i fiori nei vasi per conservare il più a lungo possibile la freschezza e

la fragranza ho compreso il perchè la Ceci era l’opposto di come la

ricordavo.

L’ho riassunto così :

 un fiore sboccia

è un miracolo d’ armonia

bellezza

fragrante emanazione

stupore colorato

 

Un fiore muore

è profonda tristezza

delusione

insipìa

di vita e impressioni

 

Un amore nasce

è grandiosa gioia

furore passionale

luminia negli occhi

dolce morbidezza

splendore

che riempie l’anima

 

Un amore muore

smarrisci la spinta motrice

la speranza

i sogni

ti assale la tristezza

l’inerzia

il buio

svuoti la ragione

Muori come fiore

incolore

 ger.jpg

COME UN FIOREultima modifica: 2010-09-14T14:02:04+02:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

36 pensieri su “COME UN FIORE

  1. un fiore reciso resta tale, anche se lo metti in un vaso pieno d’acqua per farlo durare il più possibile. Sai già che fine farà. Auguro alla tua amica di essere solo un fiore estirpato, ma di aver conservato la sua radice, nella speranza che trovi nuovamente un terreno fertile sul quale attecchire e riprendere il suo colore.
    Buona giornata, diffie!

  2. Un incontro che ha toccato la sensibilità del tuo buon cuore,un’amica in difficoltà.
    Solo il tempo e la fede può guarire queste ferite.
    Auguro alla tua amica di superare questo momento e trovare la via giusta per ricominciare
    un abbraccio dif
    Elena

  3. caspita! ho letto il tuo post e… sono rimasta senza parole.
    è vero ogni donna è come un fiore che sboccia di vita luminosa, ma se perde il suo nutrimento diventa opaco, si spegne e muore..
    molto triste, ma reale

    :::
    bella la riflessione di Fox, un saluto
    :::
    per quanto hai scritto da me:
    ciao Lyly.. beh, i bravi pittori saremmo io e mio figlio?? lo spero proprio per mia mamma
    comunque sabato facciamo la parte restante, almeno completiamo la prima stanza e poi passiamo alle altre.. quando saremo alla fine, vedremo
    concordo sul silenzio.. e sulla speranza.. grazie di esserti fermata
    ti auguro un’ottima giornata
    ciaooo
    :::::::::::::::::::::::::::::::::
    e un saluto anche agli altri frequentatori del tuo blog.. con alcuni è un bel pò che non ci si incrocia, però è sempre un piacere
    buona giornata a tutti
    elle

  4. si, ogni tanto prendono qualcuno a caso e lo coccardano! 🙂 Credo sia la quarta o quinta volta che mi capita. Forse lo fanno per l’anzianità! 🙂
    Buongiorno a te, diffie!

  5. non sappiamo esattamente quanti anni ha la Ceci nè cosa le è successo ma … è la vita … quel che conta è il dentro … e tu hai riassunto proprio nella prima riga la situazione … l’hai chiamata “vecchia amica” !! va bè … per quanto riguarda il nostro post … non ti preoccupare … si vive anche senza sapere di cosa parlava … però è davvero utile saperle certe cose … vero amici che verrte a leggere il post del Ceo ???
    buona giornata !!!

  6. Ciao Dif e buon pomeriggio. Credo che la tua amica stia passando proprio un brutto momento. Mi ha colpito molto quella parte della tua poesia in cui scrivi “…un amore muore, smarrisci la spinta motrice…” Credo sia qualcosa che ho provato tantissimi anni fa… e non ho mai più voluto ripetere!

    So che potrà sembrere incomprensibile quanto sto per affermare, perché è già stato motivo di discussioni tra amici: l’amore è importante ma, per me, non è l’unica “spinta motrice” della mia esistenza. Ripeto, è importante, molto importante… ma le “spinte” che cerco nella vita, altrettanto importanti, sono molteplici e tutte desiderabili come l’amore!

    Forse, il mio, è un tentativo di difesa per non “soffrire” eppure, se qualche volta una “storia” è finita, non ho rivissuto l’esperienza della prima volta: il vuoto, dentro e fuori di me, lo smarrimento, l’angoscia! Ho perso qualcosa, sicuramente ho perso qualcosa… ma non tutto ciò che costituisce la “spinta motrice” della mia vita! Quel tutto che mi consente di “andare avanti”, senza troppi “danni”!!

    Inoltre, forse sono anche un po fatalista e, conseguentemente, anche una storia d’amore penso che, come tutte le cose in questo mondo, ha una fine. Sapendolo, sono già “preparato” all’inevitabile! Non è detto che esso si avveri… ma un giorno in cui la fine dovrà comunque arrivare, è già stato deciso! Se si è consapevolil di questo, credo si soffra meno!

    Meglio vivere ogni momento della propria esistenza come fosse l’ultimo (per carità, questa non è una mia frase, però è ciò in cui credo!!!) e godere ciò che la vita ti riserva momento per momento! Anche nell’amore!

    Spero che quanto affermato non susciti troppe perplessità e ti auguro un sereno pomeriggio!! Ciao!!

  7. Ciao Mia carissima amica dall’anima!

    Triste questo che racconti della tua amica.
    A volte è meglio essere rimasta con dei ricordi più belli…
    Ci sono momenti senza luce nel cammino… preghiamo che il tempo porte luce che ci vuole per guarire il suo cuore.
    Spero che Ceci possa ritrovare il colore della vita.

    A te cosa posso dirti cara mia…
    Tu sei per me una torcia accesa che illumina con parole e con le vibrazioni del cuore la mia anima.

    Ti voglio un mare di bene!

  8. Ciao carissima…
    grazie per l’accoglienza.
    Hai fatto felice il venditore, benissimo.
    Brutta faccenda la tristezza, quando è immensa trasforma tutto e svilisce ogni cosa bella.
    Un filino invece la trovo necessaria e interessante…ma è una cosa complicata di cui occuparsi.
    Un saluto, a presto.

  9. Ciao Dif, si vede che hai un’anima molto sensibile ed altruista, molti altri al tuo posto una volta che l’amica si era allontanta avebbero data una sgrullata di spalle ed avrebbero pensato ma chi se ne frega ed avrebbero dimenticato tutto dopo 10 secondi.

  10. Cara Diffy, leggo sul tuo blog:
    “Quelli che non sperano in un’altra vita sono morti perfino in questa”
    Wolfgang Goethe
    Mi è venuto in mente che forse si può mettere in relazione questo pensiero con i versi intensi e tragici che hai scritto. Una forte speranza in un’altra vita può far sì che l’amore non muoia.

    Ho letto e poi riletto il commento che mi hai mandato: l’ho apprezzato molto e mi ha particolarmente colpito per la sua sincera verità questo punto: “so benissimo che in ogni settore ciò succede…e non da ora….ma è un malcostume di entrambi i sessi….tanti uomini usano scorciatoie…simili…comunque di dubbia etica…”. E’ vero, è un malcostume di entrambi i sessi.

    Grazie per i tuoi gentili apprezzamenti sulla poesia dedicata a Laura; ho proprio cercato di descrivere l’emozione che suscita la sua grazia. Di lei, se mi permetti, potrei ripetere (ma forse, anzi meglio senza forse, sto esagerando) i tuoi bellissimi versi:
    “è un miracolo d’ armonia
    bellezza
    fragrante emanazione
    stupore colorato”
    L’ho scritta su richiesta di sua madre, penso che a me autonomamente non mi sarebbe venuto in mente.
    Ciao, buona domenica

  11. Fiori, colore, amore che fa sbocciare i fiori … poesia

    Ma Tu come sei? La giovane in mini al Pc in testa al tuo blog è una sciccheria. Roba da leccarsi i baffi (se li avessi). Ma non ho i baffi e non ho più l’età.
    Vabbé. Un abbraccio.

    banzai43

  12. Ciao diffy,no,x quanto riguarda la loro esistenza ma nel 1981 gli ho visti veramente,vivono sempre sopra gli alberi dove fanno nidi simili agli uccelli,una cosa sinistra ci tiravano le pigne addosso passandosele fra di loro tipo pallanuoto con le finte,sembravano una specie molto strana,ad un mio amico distrussero mezza macchina….Lucente giornata da roma e speriamo che ranieri non ce dia ‘sta sola ahhahaha(n.d.r. sola =fregatura)

  13. E’ successo anche a me rivedere un amico
    di vecchia data e non trovarlo più com’era
    ma invecchiato tantissimo e la mia unica
    riflessione è stata… che il tempo
    passa per tutti.

    Buona domenica Dif, qui sembra
    una piena giornata d’autunno.

    Ciao da pulvigiu

  14. Ciao dif,
    come ti capisco!!
    é una sensazione strana quando l’ amica che vedi dopo tanto non la riconosci più;
    Stai vicino alla tua amica, falla partecipe di giornate con te, solevale il morale ecc…
    Fammi sapere come stai e come sta la tua amica.
    Un grande abbraccio e tanti bacioni a te e alla tua amica.

  15. Ciao dif, leggendo la tua poesia mi accorgo di quanto siamo uguali, noi esseri umani, nel nostro amare e poi…soffrire….così come i fiori illuuminano i giardini, così noi col nostro essere brillanti illuminiamo la nostra vita…..mi son ritrovata nei tuoi versi e ho provato l’amore…ho provato la delusione..è proprio così, come la descrivi tu. Ma ti deve aver colpito molto il viso della tua amica, per continuare così a pensarci…chissà quanta sofferenza dentro di lei, e la posso immaginare perchè l’ho provata anche io. C’è poco da fare..siamo fatti per amare, e quando non si riesce a dare ciò che si può dare, si sta solo male…. più sai dare e meno ti permettono di farlo…come vorrei che ogni amore che nasce fosse per sempre!! Ma … io sono convinta che niente sia un caso, e forse un domani lei si accorgerà che oggi è meglio così..con l’augurio che questo malessere passi veloce e lei possa tornare presto a risplendere di gioia.
    …Buonanotte, carissima..e buona settimana ..ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *