AVREI PREFERITO CHE…

 Mi rincresce tanto, tantissimo dirlo ma con quello che è successo l’altroieri adesso so che non sono matta. Le risposte razionali che cercavo e mi hanno spinto, per trovarle, ad aprire questo blog non le ho avute, però almeno sono certa che non sono visionaria, mi sono tolta anni di assillo, anche se, sul perchè e il percome sono entrata in possesso di notizie, diciamo anticipatorie? mi resta un mistero e a questo punto credo tale debba restare finchè “qualcuno” non riterrà io sia pronta per saperlo. Tuttavia avrei preferito diversamente. Era meglio che ancor avessi mille dubbi, continuavo a tormentarmi e pormi centomila domande sulla mia logica/ illogica piuttosto che avere una consapevolezza. Voleva dire che oggi nulla di atipico era alle porte di casa nostra e in tanti altri paesi, nulla di pericoloso o capace di sconvolgere gli equilibri precari del mondo era nell’aria. Voleva dire che quanto scritto in altri post era dovuto a una sensazione o una utopia fomentata dalla mia fervida fantasia e non una palese crudezza circolante, e, oggi non avrei…

 uno sconvolgimento intimo macerante mille volte peggiore di quello dei dubbi che mi impedisce di assaporare l’ingresso della primavera, una stagione che di solito mi rigenera e predispone al pensiero luminoso e positivo. Al momento mi astengo dal dire il perchè dico solo: “Dio mio, ti scongiuro, fa che non sia vero!” Per meglio dire mi auspico con tutte le forze di avere torto, che abbiano ragione i trionfalismi di certuni convinti come sono che tutto si risolve con sanzioni, una -no fly zone- e qualche raid aereo sui cieli libici, sia per far fuori gheddafi che tutto il malessere circolante che cova in quell’area geopolitica e non solo. Ma purtroppo il mio auspicio temo sia una flebile speranza alla quale voglio aggrapparmi, tale resterà perchè la risposta di un successo se la sono scritta da soli nel momento che hanno battezzato la “missione” Odyssey dawn. Sembra una beffa del destino. Se non sapessi che ha risvolti indescrivibili, che ci sono in ballo tante vite umane perchè il male non è concentrato tutto in un uomo o in una zona, mi farei una gran risata sul come quelli che pensano di saperla lunga, credono di conoscere come e quando poter controllare l’umano e gli avvenimenti temporali con azioni di forza, sono in realtà omettucoli ipocriti all’alba di una impresa piena di tranelli e incognite. Omettucoli così menzogneri e in malafede che non si meritano neppure un barlume di giustificazioni. Vero è che al comportamento folle e irresponsabile umano non c’è limite quando si tratta di volere a tutti i costi il potere, mantenere una superiorità politica, distorcere per egoismo e scopi poco nobili i dati oggettivi; come altrettanto vero è che a nulla vale la storia maestra per evitare madornali errori di valutazioni, pericolose distorsioni che portano a collassi umani. Quando nella mente di qualcuno alligna la scelleratezza, prevalgono ragioni che ragioni non sono se non quelle fruttificate dall’albero della insania mania di potenza materiale, tutti i ragionamenti per farli rinsavire vengono polverizzati.  Mi verrebbe da dire che l’ alba e il  modo di pensare mi ricorda la frase sibillina delle tre sorelle fatali, nella tragedia del macbhet“ Per noi il bello è brutto, il brutto è bello” fra la nebbia planiamo e l’aer fello. Non so perchè mi è sovvenuta alla memoria. Considerato che è di un dramma ritenuto porta sfiga e tutti gli artisti evitano di pronunciare in quanto trasforma un annunciato trionfo in un terrbile fiasco è proprio strano. Mah, al momento concludo qui, ci tornerò sopra poiché c’è altro da dire. Intanto prego, imploro colui che tutto può, che a chi ha preso con tanta fretta delle decisioni belligeranti con l’illusione di liberarsi da uno scomodissimo dittatore gli torni un pizzico di buonsenso, almeno non canti vittoria sugli ipotetici successi, si accerti cosa c’è nel pentolone delle rivolte e chi ha in mano l’attizzatoio delle braci. Gli torni un briciolino di vera onestà che induca a non mascherare una sete di accaparramento egoistico con una esigenza di soccorso altruista a un popolo tiranneggiato. Altrimenti dovrebbe spiegare perchè un principio tanto giusto e magnanimo ha richiesto più di 40 anni di pensamento, perchè l’intervento umanitario vale solo per alcuni territori e non per tutti quelli che si trovano in condizioni estreme, è interventista solutivo con una velocità da primato solo dove c’è possibilità di un tornaconto e va come una lumaca o un ibrido congelato dove non c’è nulla di appetibile. Questo poi sarebbe il meno. Ciò che ha fugato la mia “odissea” con anni di ricerca a mie perplessità dice altro. Dice che gli omettucoli già sordi in quanto non hanno sentito le voci di chi aveva maggior senso di responsabilità, pure talpette cecate da smanie predatrici pretestuose enfatizzeranno qualche risvolto a loro favore e sbrodolandosi in giuggiole saranno ignari di sguazzare in un pantano di acque bollenti a spese di esseri umani che altrettanto ignari li accolgono con inni e gesta di gioia. Specifico che quanto detto sopra non è riferito  alle profezie della fine del mondo.

pesco.jpg
Voglio comunque non lasciarmi sopraffare,  essere positiva e rimanere ottimista sapendo che c’è  una possibilità che niente di tragico succederà a una parte di umanità.

Vi lascio un rametto di pesco di buon  presagio

  auguro  a tutti  una  ottima settimana

d’inizio primavera

dif

AVREI PREFERITO CHE…ultima modifica: 2011-03-21T10:36:00+01:00da difda4
Reposta per primo quest’articolo

44 pensieri su “AVREI PREFERITO CHE…

  1. Grazie dell’augurio primaverile. Purtroppo il momento non è propizio a coltivare sogni aurei. C’è una guerra che non è un gioco come potrebbe sembrare ,ma strazio di corpi e di anime.Sono per una campagna di pace,però talvolta ci deve pur essere un freno allo sterminio d’un popolo.Speriamo che si arrivi presto ad una soluzione concordata.
    Un grande saluto.
    Corinina

  2. le strane storie della vita che poi … tanto strane non sono. Ultimamente c’è un sentire nell’aria che è eloquente di qualcosa in cantiere che oltrepassa la dimensione nazionale per porsi in modo trasversale inglobando confini e governi e interessi economici e di potere colonialistico, il tutto sotteso e subdolamente ordito per l’espansione geografica come ai tempi delle conquiste dell’impero romano, e c’è qualcuno che addirittura parla della rinascita e della riproposizione dell’antico impero con un governo centrale prima europeo e poi a livello extranazionale. Ma c’è chi governa sui governatori e chi gestisce le passioni della gente e chi determina gli inverni e le primavere quando noi crediamo che siano solo una successione naturale di eventi. Ogni evento è ben preordinato da un governo di oligarchi i quali detengono un potere al servizio delle nazioni per il tornaconto delle nazioni, una sorta di mercenari dell’ideologia che non ha alcuna remora a provocare i cosiddetti ‘effetti collaterali’ quando sappiamo che per questo si intende in caso di guerra, morte di civili e di stranieri coinvolti accidentalmente. Ho scritto qualcosa anch’io su questo argomento e il discordo continuerà su uno dei prossimi post perché è importante parlarne anche quando è l’unica cosa che possiamo fare e che riusciamo a fare. Il tuo sfogo non è soltanto il tuo perché è generalizzato soprattutto considerando proprio quei paradossi di cui citi alcuni ed ai quali aggiungo che alcune case farmaceutiche hanno venduto in africa e quindi in zone poverissime dei medicinali ad un prezzo molto più alto rispetto a quello normalmente posto in comercio per qualunque altra nazione al mondo. Ranto per citarne solo un’altro il costo del denaro in sicilia è molto più alto che se richiedi il medesimo prestito in lombardia, non è assurdo? E poi si sbandiera che vogliono aiutare la sicilia e la sua emancipazione. C’è una serie di notizie simili che poi ti danno il senso delle cose e solo se pensi per un pò e ti dai retta è facile notare le incongruenze presenti in ogni campo, basta solo scoprirle.
    Vogliamo essere positivi….lo voglio essere anch’io per quanto difficile possa risultare.

    buona giornata

    …………Uomo

    .

  3. Cara dif,
    con un sorriso triste ti auguro buona primavera.
    Devo dire come sto io, HO PAURAAAAA TANTAA!!!!!!!
    Gheddafi ha detto ( sentito al tg) che a noi italiani siamo traditori e che ce la farà pagare. Bacioni mia carissima.

  4. Quest’anno la primavera è stata foriera di tragiche notizie, come il terremoto e il violento tsunami che oltre alle tante vittime hanno sprigionato, dalla centrale nucleare di Fukushima, questa nube tossica che circola sulle nostre teste, alla guerra in Libia e alle sommosse dei vari paesi arabi e medio asiatici, che certo non ci tengono allegri…anzi… ma io voglio essere positiva e come tutti gli anni voglio sorridere anche a questa primavera.

    Un abbraccio Dif e buon fine settimana!

  5. Ciao Dif e buona serata.

    Non so perché ti sei sentita “matta” ma, per me, i pazzi sono riconoscibili in tutt’altre persone. Sono tra coloro che chiamano “missione di pace”, una guerra! Sono coloro che hanno attribuito un “Premio Nobel per la Pace” a colui che guida eserciti in Iran, Afghanistan e, oggi, anche in Libia. E’ quello stesso “premio nobel per la pace” che si chiama Obama! E’ quel ministro, nostro purtroppo, che definisce “utopia” i proponimenti di pace di uno come Gino Strada.

    Questi, sono pazzi, questa è pazzia! Si, il mondo sta impazzendo. Credo di aver sempre dimostrato di essere uno che “reagisce”, protesta, combatte! Eppure, Dif, credo sia la prima volta, in vita mia, che comincio a disperare che l’umanità possa salvarsi! Forse, e mi riterrò fortunato se sarà così, non saremo noi a vedere la distruzione ma in me è sempre più forte la sensazione che l’umanità intera, ridendo e cantando, sta andando incontro alla catastrofe!… e non ci sarà alcun “dio” a salvarla! Perché io che non credo (nel senso classico del termine), penso che qualunque “dio” di fronte ad un errore come quello di aver “creato” un’umanità come questa, si rifiuterebbe di salvarla! Un’umanità che, come un virus, sta distruggendo se stessa ed il mondo in cui vive!

    Buon fine settimana e ciao!

  6. Ciao mia carissima amica dall’anima!
    Non sai quanto capisco il tuo sentire…
    Prego Dio illumine a questi uomini che fanno qualcosa per avere il potere supra tutto e tutti noi.
    Doviamo avere la speranza e dare il meglio di noi. Ci siamo tanti che vogliamo il bene e la pace per questo nostro povero mondo!
    Sognamo un mondo diverso,un mondo più giusto per i nostri figli Dio non ci può abbandonare.
    Pensa in possitivo perchè la paura è la mancanza della fede.
    Che i raggi di sole della tua primavera illuminino il tuo grande grande cuore!!!!!!!!

    Ti voglio un mare di bene.

  7. Io certe volte non capisco fino a dove può arrivare
    la pazzia umana, di guerre inventate che poi alla fine ci rimette
    il povero onesto che scappa in cerca di aiuto per fame e pace.

    Spero tanto che la Libia torni un paese libero e democratico.

    Buona domenica… Ciao da Giuseppe.

  8. Carissima dif,
    …..in quel prato di fiori gialli mi verrebbe voglia di fare le capriole come si faceva da bambini/e che meraviglia!!!!
    Pensiamo e godiamoci questi piccoli momenti con un pizzico di gioia e dolcezza.
    Buon inizio settimana bacioniiiiiiii.

  9. non so cosa sia successo, ma mi par di capire che ci siano stati dei “fraintesi” con qualcuno… purtroppo è un periodo in cui son sempre di corsa e non ce la faccio a soffermarmi a leggere, per cui ti lascio il mio augurio di buona giornata, nella speranza di rileggerci presto! 🙂

  10. E’ difficile dire se il post è dedicato a qualcuno e sinceramente non era quello lo scopo o forse si…mi riesce difficile spiegare quelle parole,sono state dentro la mente per parecchio tempo e non ho potuto più trattenerle…credo…anzi sono sicuro che non c’è qualcuno che mi ama,quindi quelle parole sono in astratto 🙂

  11. non ero ancora venuto e tantomeno letto, vedo che qualcosa spinge anche sul tuo essere, abbi fiducia come avrai letto avevo già realizzato il sogno prima degli eventi, quando sento o vedo, scrivo, la tecnologia mi offre quest’opportunità, ho sempre avuto fiducia nel domani e anche ora non mi manca, non mi ha mai tradito, purtroppo sono pressochè l’ultimo della discendenza, questo mi dà pace, per il momento…nulla di nuovo il bene e il male continuano ad essere un’unica cosa, l’universo, un bacio con affetto da un normalmente folle cgdg

  12. Ancora violenza e scorrerie belliche e sangue. Poi arriveremo alla fine come sempre. Chi se ne andrà chi resterà lordo di sangue e tanti che non troveranno mai il cicatrizzante per le loro ferite. Madri, sorelle e figli che pur non spiegandosi il perchè non rimarrà che foto e un po’ di terra su cui piangere. Democrazia che parola odiosa mai usata più a caso e con finta ragione. la storia deve finire di essere scritta solo da violenza e guerra.

  13. E la foresta di Birna si mosse…
    chi l’avrebbe mai detto possibile

    Ma non potrebbe essere che si usino le profezie
    per demoralizzare i nemici e indebolirne la difesa
    e quindi seguirle come un copione scritto
    per poi trarre consenso in altre situazioni…

    Nel mondo erano all’attivo circa quaranta guerre
    e una di queste solo per il litio…
    che si debba tornare ai segnali di fumo
    e abbandonare i telefonini
    oppure trovare una nuova politica
    in cui sia al centro l’interesse dell’uomo
    ma forse per questo…
    bisognerebbe reinventarlo… l’uomo

    Grazie della tua presenza Dif e…
    che sia una buona primavera!
    BriCciole……………………………

  14. Gli uomini sono incapaci di stare in pace. Non gli appartiene come pensiero. Sono nati per la lotta, per sopraffarsi, per vincere. Dessero potere vero alle donne allora si che qualcosa potrebbe cambiare e ricomincerei a sperare.

  15. Per come stanno andando le cose le tue considerazioni e riflessioni risultano proprio centrate.
    Ma quello che più mi colpito positivamente nel tuo post è la forte personalità che manifesti: dopo aver constato e detto che “al comportamento folle e irresponsabile umano non c’è limite quando si tratta di volere a tutti i costi il potere”, concludi con luminose parole di ottimismo rivestite di color fucsia pieno di primavera: “Voglio comunque non lasciarmi sopraffare, essere positiva e rimanere ottimista” .
    Voglio anch’io far mia la tua conclusione e sperare contro ogni speranza.

    Buona fine settimana e buona domenica.

  16. Ciao Dif e buona serata. Rileggendo questo tuo post, mi è tornato a mente anche un commento lasciato da me pochi giorni fa, nel quale l’autore conclude affermando “…continuiamo a seminare la pianta del rispetto, dell’affetto e della libertà…”

    Ecco, nonostante lo sconforto e le sconfitte, credo sia questo che è necessario perseguire perché sarà questo che un giorno lontano, forse e purtroppo non lo vedremo, riuscirà a contaminare fin nelle fondamenta questo sistema orribile in cui viviamo ed a farlo crollare!

  17. ahi ahi ahi! sai come la penso, ci sono ormai corazzato ma sò che può far male, intuire, sapere, comunque un almeno discreto fine settimana senza tormenti, nulla a noi è possibile, se questo è il percorso del tuo tempo non sarà mai diverso, dovresti essere su un altro ma ci è solo possibile vederlo alle volte! chiao! cgdg

  18. Ciao Mia Carissima Amica dall’Anima!!!!!!!!

    Spero tu stia bene, grazie sempre per le tue parole che mi arrivano sempre al cuore.
    Adesso le rileggo e sono proprie carezze per la mia anima.
    Come sono i giorni di primavera lì? Sono belli?

    Quì fa caldo ancora…. e los jacarandà comienzan a renacer.

    Ti invio una abbraccio attraverso l’inmenso mare che ci unisce.
    Bacione :))))))))))))))))

  19. Un piccolo ramo d’ulivo
    portato con gioia leggera,
    come una bandiera,
    da un bimbo innocente,
    è la più bella preghiera di pace.

    Buona domenica delle Palme.
    Ciao da Giuseppe.

  20. Ciao Dif, che te la prendi a fare, come si diveva a Roma, morto un papa se ne fa un altro. Via Geddafi ne arrivera un altro, speriamo solo che non sia peggiore.
    Ciao e buona settimana.

  21. Ciao mia cara stella splendente!!!
    Stai bene? Spero di si, perchè tu sei per me come la sorella che non c’è l’ho.
    Mi manchi!
    Che il Signore illumine te ed ai tuoi cari.

    Un abbraccio forte forte con tutto il mio cuore.

  22. DOLCE DIF,
    è da un po’ che nn ci si sente ….spero tu stia bene …e che scriva presto …comprendo le tue parole ma….
    è che abbiamo bisogno di un po’ di PACE …abbiamo bisogno di sentirci FRATELLI uniti da un unico spirito, che sia la speranza, che catastrofi, alluvioni di pianti isterici, non ci facciano soccombere in un amareggiante guerra d’anime, che lottano senza un vero e proprio motivo, spinti dall’insoddisfazione d’una terra che non ci vuole più….
    così anche la primavera stenta ad arrivare e fa i capricci, e lotta contra le tenebre per poter varcare quel confine di dolore ….
    E’ così breve la vita a questo mondo, ed io purtroppo ultimante ne ho avuta conferma ;-(.
    godiamo di quel che abbiamo e gridiamo con tutto noi stessi il nostro sentire, uniti dalla gioia di poterlo fare e non da un domani incerto …
    VIVIAMO …
    perché la VITA è un DONO MERAVIGLIOSO …peccato che pochi ci credano realmente!!!
    CHRΊSTOS ANЀSTI DIF
    A presto un forte abbraccio
    Imma & Salv

  23. Ciao Mia Carissima Amica dall’Anima!!!!

    Mi manchi!
    Tanti auguri di Buona Pasqua per te ed i tuoi cari.

    Rivestiti della luce di Dio, del suo amore e la sua gloria!
    Gesù non smetterà di dar luce ai tuoi occhi, anche quando non vorrai vedere nulla con gioia e gratitudine.
    Gesù risorto non smetterà di darti le mani per camminare nella vita.

    Ti voglio un mare di bene!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    FELICES PASCUAS!

  24. Ciao dif,
    riflessione più che giusta la tua, ma purtroppo, cosa si può fare, come si può reagire a questa come ad altre tragedie, a questa come ad altre violenze?

    Che il buon presagio del rametto di pesco valga appieno per te, e che tu sia capace di non lasciarti sopraffare, come speri, come speriamo.
    Buona giornata. Un caro saluto.

  25. Ciao Dif, grazie per gli auguri.
    Dalle mie parti si dice, nemmeno il cane muove la coda senza motivo.
    Su Gheddafi, su come si sono comportati quelli e quelli altri e su come si e comportata la nostra nazione soprattutto in passato ci sarebbe da scrivere pagine intere, un esempio per tutti, chi si ricorda della cacciata degli italiani dalla Libia?, e in quell’occasione la nostra nazione non ha mosso un dito.
    Meglio finirla qui va………… Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *