E’ ARRIVATO! COME SARA’….?

anno 4.png

Tra brindisi, musica, botti e follie d’ogni genere, in tutto il mondo si è festeggiato l’arrivo di messer 2011. Ma come sarà questo signore che dal 1/1/11 inesorabilmente girerà, per un anno, la ruota del tempo facendo scorrere in avanti, attimo dopo attimo la nostra vita ? Ho già anticipato che sarà il pragmatico 4 a guidare gli imput di questo corrente anno e siccome nella struttura dell’assoluto, incarna la materia solida ( risparmio i significati ermetici e mistici) e in quella umana il piano della situazione ricorrente con le variabili a volte spietate e devastanti, è quindi funzionale per rendere la materia tangibile e resistente. Ovviamente in coerenza stimola obiettivi fattibili, orienta a lavorare sodo il proprio “territorio” per renderlo fertile e stabile. Esorta il raggiungimento dei traguardi nel grande e nel piccolo attraverso metodi sistemici e razionali, la costanza, il sacrificio e una condotta irreprensibile. In primis sarà un anno dall’ influsso riorganizzativo, positivo all’azione basata sulla competenza specifica, sul calcolo pianificato del tempo e del rischio, il ritmo regolare e gli obiettivi chiari, il lavoro onesto e tenace, la moralità, l’autocontrollo, la solidità e la realtà dei fatti senza fronzoli. Premia chi mira a sistemare, consolidare e stabilizzare senza fretta ma in modo incessante. Punisce chi rimanda e si adagia immobilizzando le posizioni incerte e prive di logica ordinata. Esclude qualunque abitudine passi per la via della spettacolarizzazione, l’approssimazione, le chiacchiere, i giri viziosi della mente e dei comportamenti, l’illegalità il disordine a ogni livello. Volenti o nolenti messer 4 emetterà i suoi imput, e obbligherà a ragionare e agire in armonia con la sua filosofia, perciò chi si adatta attira la sua positività realistica , velocizza i risultati e si agevola il successo in ogni campo.

 Da lui non c’è da aspettarsi innovazioni e cose strabiliante, messer 4 non promuove nuove iniziative, anzi le blocca, in quanto nell’assetto del creato ogni progresso è concepibile solo dopo aver consolidato il precedente. Difatti è preposto ad aiutare la sistemazione di quanto abbozzato, messo in opera discusso e progettato in forma empirea e poco ortodossa nei “ tre fratelli “ precedenti, rendere stabile il realistico, silurare il balordo o esoso. Conseguentemente, chi ha in testa che in quest’anno potrà continuare ad agire con i soliti sistemi arraffonati o affidati al caso e alla fortuna è meglio se lo scordi! Il 2011 non è un anno di semina ma di raccolto e assestamento, di consolidamento di quanto fatto in precedenza, di routine quotidiana e di applicazione seria volta al buon funzionamento in ogni ambito. E’ ideale per mettere su famiglia, comprarsi una casa o ristrutturarla, rasserenare e pacificare gli animi, ristabilire in ogni sfera esistenziale un clima quieto e fattivo. Difficilmente chi ha un lavoro stabile lo perderà se l’azienda è sana, come altrettanto difficile sarà ottenere un lavoro nuovo o cambiarlo se scontenti, invece chi è precario o in posizione incerta da aprile avrà l’appoggio necessario per sistemarsi. Il 2011 incoraggia il lavoro, la tecnica applicata, le imprese serie e la crescita lenta e regolare, con poco rischio, il riassetto della giustizia e il riordino dei sistemi di sicurezza, sanitari e per estensione assicurativi. Quindi avvantaggia tutti coloro che sono impegnati o lavorano in tali settori. Sarà un anno importante all’avanzamento di specificità e di studio coscenzioso. In ogni scienza ratificata, dirà la sua, non su scoperte improvvise ma portando la soluzione certa a quelle in fase sperimentale, attraverso l’esatta comprensione dei dati teorici in possesso. In matematica pura, tramite il suo appoggio, si raggiungeranno traguardi importanti, come in meccanica e in campo astronomico, in quest’ultimo confermerà alcune ipotesi obbligando a ridisegnare molte mappe e ricredersi su talune “certezze”  A tutte le aziende traballanti apporterà suggerimenti pratici per puntellarsi ma se non riescono a farlo entro novembre saranno costrette a chiudere. Invece, proprio per l’influsso volto a costruire il solido del 4, il settore delle costruzioni subirà un notevole incremento. Da luglio in poi faciliterà la ripresa nei settori affini o collegati, tipo mobilifici, arredamento, restauro, mediazione immobiliare; negozi, imprese, agenzie settoriali, che hanno retto all’urto, potranno rimettersi lentamente incarreggiata, come anche gli albergatori, i cuochi e le aziende agricole a impresa familiare, se organizzati a culture stagionali o conserviere. E’ l’anno giusto per poggiare ogni impresa su fondamenta essenziali, metterle “quattro solide gambe ” per  sostenere oneri e onori senza risparmiarsi in fatche; è l’occasione temporale per riorganizzare l’esistenza individuale, statale, industriale, finanziaria con rigore logico, per affrontare e trovare soluzioni realistiche a problemi difficili. Messer 4 ama la tranquillità e la sobrietà pertanto tende a collassare tutto ciò che è irragionevole e non basato su dati e fatti certi, entro marzo porrà fine ai tanti schiamazzi del 2010. Quasi sempre sbarra la via al lavoro senza specificità, i valori effimeri, superflui, astratti per cui i settori attinenti, se non si riorganizzeranno, entro ottobre rischiano consistenti flessioni. Favorisce le attività commerciali ma non promette una espansione celere, piuttosto aiuta a far “quadrare” i conti, i bilanci di qualunque azienda compresa quella familiare. E’ un calcolatore avaro che aborrisce lo spreco e ama il risparmio tanto che suggerisce di non prestare soldi perchè difficilmente si riavranno indietro. Tramite la sua azione nel 2011 in campo nazionale e internazionali si prenderanno decisioni importanti mirate a riassestare e puntualizzare normative e zone d’influenza. Non è aggressivo, quindi di principio non istiga alla violenza e alla lotta armata ma essendo civico, cittadino modello e maniaco dell’ordine basta un niente per farlo esplodere e diventare irremovibile a soluzioni alternative, infatti le guerre che iniziano sotto il suo dominio durano decenni, di conseguenza è meglio evitare gli attriti. Nei primi sei mesi è favorevole alla donna, nei seguenti all’uomo e alle donne di stampo autoritario, tanto che possono addivenire fanatiche stakanoviste surclassando qualunque maschio e impossessandosi di posti chiave.

In amore, il 4, ha un comportamento logico e conservatore, cementa tutte le relazioni esistenti, stabilizza quelle incerte convincendole, se i sentimenti sono sinceri, che un tetto è meglio di due. Non esce di casa per cercare un’avventura, sprecarsi in flirt da perbenista tradizionale “costruisce” gli affetti, aspetta con pazienza e nel frattempo lavora, viaggia, approfondisce le sue conoscenze culturali esaurisce la voglia di conquista basata sull’attrazione curando il corpo e la mente, consolidando le amicizie. Ovvio che limita le speranze degli irriducibili, ostacola i colpi di fulmine, le fughe precipitose, tuttavia da buon calcolatore per convenienza può infognarsi in una relazione.

Il 4, essendo il quaternario sacro e rappresentando la terra in senso cosmico è la chiave per aprire le porte chiuse all’uomo comune, sia elevando la filosofia di idee e concetti spirituali, sia aprendo vie alla comprensione della divisione tra materia e spirito. Presentandosi con un 1.1.11 messer 4 ha imperiosamente precisato di avere un’ energia occulta potente, luminosa, insolitamente attiva, in quanto duplicato dalla somma di:1+ 1+1+1 (4). Quindi ha un ascendente superiore al solito che trascende i confini della mentalità umana e lo attivano tanto a far scattare avvenimenti che rivelano enigmi insoluti utili all’umanità, quanto carismi “ispirati”- pericolosi individui visionari trascinatori di masse. In sintesi postula avvenimenti sconvolgenti, in cui la terra rischia di essere messa a soqquadro da un eccentrico, una idea, o qualcosa di atipico come una crociata ideologica originata da ragioni mistico-religiose. A tal proposito, non va dimenticato che è l’anno della casa e dell’ordine, anche il tempio simbolo della fede professata è la casa di Dio, subirà le stesse pressioni mirate a edificare, ristrutturare, riordinare idee e ideali.

Anche se positivo, non si può affermare che l’ anno appena iniziato sarà fortunato e facile in senso lato, però la sua vibrazione crea ordine in mente, spirito, corpo. Invero stimola a curare la mente con la quiete e la riflessione, lo spirito con il silenzio e la lettura di testi ad hoc, il corpo con attività motoria, i famosi quattro passi salutari…Naturalmente come tutti anche messer 4 ha lati negativi, emette vibrazioni a bassa frequenza che possono renderlo noioso, apatico, casalingo, pedante, pessimista, invidioso e rinunciatario in tutto, viceversa estremista e catalizzare avvenimenti impensabili. Comunque sia, Il nostro anno 4 diventerà basilare per assicurarci la riuscita del presente e del futuro se in ogni ambito pubblico e privato si agirà in sintonia con le sue dieci regolette: Ordine, Etica, Programmazione, Organizzazione, Pianificazione, Gestione, Fermezza, Specializzazione,Serietà,Controllo.

Concludendo e per dirla con Sat’Agostino:

” I numeri sono il linguaggio universale offerto dalle divinità agli umani come riconferma della verità”.

Meglio mettersi al lavoro allora…io inizio dai cassetti e voi….?

felice anno 4 a tutti !!!

e… stanotte  la befana  metta nelle  calzette  qualcosina di “solido “di questo anno 4….. 

befana.jpg

dif

continua……. alla prossima le previsioni segno per segno

NUMERO ANNUALE

091.jpg

Ogni anno nuovo trasmette una vibrazione numerica che qualifica l’andamento dei 365 giorni che lo compongono sia delle vicende globali umane sia della nostra vita individuale. Seppure lo stimolo agisca indipendentemente dalla volontà di ciascuno, come asseriva Pitagora i numeri “possiedono più realtà delle cose tangibili” quindi se noi conosciamo il numero annuale entriamo in sintonia con il significato che esprime e non solo miglioriamo l’andamento del nostro anno ma possiamo sfruttare la potenza del suo contenuto per dirigere i nostri obiettivi nella direzione specifica, ancor meglio se sapremo adeguarci ai suoi parametri

Al contrario, se ostacoliamo il flusso delle sue vibrazioni, ponendoci mentalmente in dissonanza, l’anno sarà pieno di intralci, potremo trasformarlo in un vero e proprio calvario nel quale siamo costretti a rimettere tutto in discussione: idee, progetti, famiglia, sentimenti, professione. Voglio dire che ogni anno emette dei segnali ben precisi, questi indicano i settori che il numero regola e il metodo con il quale dobbiamo agire per essere irradiati dai suoi effetti benevoli per cui se noi li captiamo e affrontiamo le vicende con il suo spirito, saremo maggiormente favoriti dalla sorte tanto in un determinato settore professionale, anche se non svolgiamo un’attività attinente al suo valore, quanto nella vita privata ed ogni nostro impegno quotidiano sarà agevolato se ci appropriamo della sua peculiarità.

Quest’anno siamo sotto l’influenza del numero tre. ( somma teosofica 2+0+1+0= 3 )

Il 3 è numero di luce, sacro e potente, positivo, magnetico, brillante, dinamico, ambizioso, spontaneo, proiettato nel futuro, creativo, comunicativo, promotore, libertario, artista, ottimista, divertente. Direi un po’ gigolò spregiudicato affascinato dalla vita e dai piaceri e un po’esteta, predicatore critico, interessato all’organizzazione socio- assistenziale. Vibra all’insegna del calore umano e della libera espressione, quindi è recettivo all’armonia collettiva, all’amicizia, all’adulazione, alla popolarità, al progresso, al guadagno, al vantaggio ottenuto sfruttando il proprio talento e il modo simpatico ed esuberante. Il suo motto è: prima lavora con alacre entusiasmo e poi rilassati svagandoti. Perciò rifiuta gli atteggiamenti passivi, moralmente disgregativi, l’isolamento, la meschinità, le atmosfere grevi, cariche di sfiducia e silenzio, la mancanza di movimento e di inventiva, tutto ciò che è statico, retrivo noioso e piatto.

A livello generale le caratteristiche sopra espresse enunciano che il 2010 delinea un anno ciclico di rigenerazione riformista brillante e concreta, è meno ambiguo e instabile dell’anno  precedente. La sua vibrazione, spinge al superamento della dualità in conflitti ideologici fra conterranei e popoli limitrofi, a comunicare in senso lato, a sviluppare iniziative politico-pubbliche volte al miglioramento sociale e al progresso collettivo, ad avanzare nelle trattative avviate mettendo da parte i pregiudizi d’ogni tipo. Favorisce la riunione di smembramenti universali, gli affari artistico – culturali, la mondanità, la propaganda e l’organizzazione di gruppi fondati precedentemente, i club, le congreghe, i movimenti globali di massa, la predicazione e la dilatazione dialettica, l’euforia assembleare, il commercio autonomo, l’aumento demografico giovanile e di conseguenza lo svecchiamento della popolazione. Naturalmente ogni medaglia ha il suo rovescio e in tutto esiste il pericolo dell’esagerazione per cui, da quanto detto, si può ben capire che taluni imput emessi dal numero tre possono attizzare fanatismi e distorsioni che favoriscono sì la malleabilità e l’affiatamento sociale ma con fini reconditi, bellicosi e personalistici che fomentano la rivendicazione sinergica della massa, caldeggiano gli strati sociali giovani a riappropriarsi di usurpamenti definiti indebiti o invasivi all’identità collettiva territoriale con pericolo di sovvertimento della stabilità globale.

A livello individuale il numero tre irradia energie positive per l’autospressione, specialmente artistico – comunicativa.  Facilita il progresso individuale attraverso variegati contatti umani, l’amicizia, la comitiva, la fraternità, il collettivo lavorativo, la coesione in imprese commerciali e professionali, la cooperazione assistenziale, ma soprattutto nel vedere il bicchiere sempre mezzo pieno, puntando sul sorriso, la conversazione, la partecipazione attiva, l’estroversione, la disponibilità di spirito e pensiero, bandendo dal proprio comportamento autoemarginazione, sfiducia in se e nella vita, egoismo asociale. Insomma il numero dell’anno, intermediario fra il piano visibile e quello astratto ci suggerisce: di essere “artisti, creativi e solari“ di affrontare la quotidianità con animo estroso e senza drammatizzare le seccature, di tollerare i fatti spiacevoli e le vicende sgradite con la grinta dell’autoironia, poiché sicuramente sarà il miglior modo per alleggerire le atmosfere e favorire le circostanze che portano alla soluzione dei nostri crucci.    

In coerenza con quanto detto se individualmente o globalmente accogliamo il messaggio metaforico contenuto nel numero 3 non solo armonizziamo con le energie che scandiscono il tempo e governano il suo flusso cosmico, fissiamo un contatto  diretto con la sua oggettività transitoria, vibriamo sulla stessa frequenza ritmica, assorbiamo con naturalezza gli influssi benefici che sprigiona.  Ogni azione singola o generale nel corso dell’anno ottimizzata dalla mediazione delle proprietà del numero ha più probabilità di successo e di riscontri vantaggiosi al progresso materiale proprio e collettivo.

In conclusione, le virtù del tre se fatte proprie come modus operandi favoriranno tutti aumentando la visibilità, la popolarità, l’avanzamento nei progetti e nella carriera, la creazione e la procreazione, l’arte di argomentare a proprio vantaggio, la simpatia e il fascino che attira il prossimo e la benevolenza del caso. Tuttavia coloro che già operano nel campo dell’informazione, gli scrittori specie di fantascienza, i ricercatori nel campo dell’oltre terrestre e di mondi alternativi, dell’arte, visiva, musicale, poetica, i giornalisti, coloro che svolgono attività di pubblica sussistenza, a contatto con la società specialmente multietnica e razziale avranno le maggiori chance di progresso specialmente se nati in marzo e in dicembre.

Allora che aspetto…la Befana per immedesimarmi nel tre? E’ bene che inizio a sorridere calorosamente al mio vicino e al collega indigesto…mi tuffo con allegria e spensieratezza nella mischia…. del simbolismo del 2010…captando il suo messaggio come assicurava Pitagora “ ciò che è armonia è numero” armonizzerò con tutti….se non altro nella società in cui transito… al momento  lascio a tutti   un tris sorriso di entusiasmo e una calzetta lunga quanto il creato di auguri …

 

befanac003m.jpg

PRESSIONI NUMERICHE

Scansione0009.JPG

 

L’espressione “dare i numeri” di solito viene usata per dire a qualcuno, in modo garbato, che i suoi ragionamenti sono “sballati”, illogici. Anch’io a volte do i numeri!!! Però non in tal senso, o almeno credo, ma…nel senso di dare dei numeri alle persone.
Numeri fortunati da mettere in gioco?? Spesso ma non sempre. Talvolta solo numeri che servono alla persona per indicargli un qualcosa che può essere una data, un giorno, comunque un’indicazione di un evento che potrà cambiargli la vita oppure servirgli da avvertimento per fare o non fare qualcosa come ad esempio concludere un affare, fare un investimento, prendere una decisione, partire per un viaggio ecc.
Di solito sono numeri che a cadenze irregolari percepisco con intensità, numeri che mi si presentano in vari modi, come se mi chiedessero di prendere consistenza ma si materializzano nel momento in cui avvicino una persona o sento pronunciare il suo nome. Insomma avverto delle vibrazioni con frequenza ritmica che aumenta di intensità in presenza di determinate persone che mi obbliga a scrivere o a dire una data o dei numeri.
Naturalmente la cosa a volte mi imbarazza, specie quando nel riferirli noto sul volto delle persone chiari segni di perplessità o…peggio! Però devo farlo. Infatti le sollecitazioni che avverto non mi abbandonano fin quando non ho scritto o comunicato quei dati numeri, anzi quando per pudore o per …altro mi rifiuto di “dare i numeri” subisco da parte “loro” ritorsioni negative. Per esempio se il numero 20 mi pressa e io non lo riferisco al destinatario qualunque questione abbia un riferimento 20 mi diventa contraria così capita che perdo 20 euro o il 20 del mese successivo la giornata a dir poco è assai difficile! Perciò, anche se non trovo il bandolo della matassa per spiegarmi la questione, a mie spese, ho afferrato che quando un numero mi “chiama” rispondo, me ne libero con velocità e senza tanti crucci.
Oggi 14 46 84 12 mi chiedono di darle visibilità, non so perché né per chi e neppure quale messaggio vogliono indicare tranne che le lettere M B E sono un riferimento.
Le vibrazioni sono fortissime, quindi sono certa che il messaggio cifrato arriverà a chi o a quanti è indirizzato e saprà cogliervi l’opportunità o il nesso che a me francamente sfugge.
I numeri in più “dicono” che i nati il 25 debbono osservare bene questa sequenza numerica 1180088155 perché vi troveranno la risposta di un quesito o vi estrapoleranno la radice che serve da moltiplicatore per un’equazione di enorme importanza per avanzare nei loro progetti.(???)
Ma… io riferisco…!!! In  questi giorni  tutti sono a caccia di numeri per una sestina vincente, sarei felice se qualcuno trovasse fra questi numeri  l’ispirazione  per azzeccarla. Purtroppo non sono destinati a me. Di  solito funziono solo da radar, divento un sensore rice- trasmettitore. Peccato…