25 Aprile: giorno della libertà. Ma

Milite-Ignoto

25 Aprile:giorno della libertà. Ma da dove viene? Viene, viene dalla…

Resistenza che non è una leggenda, un aneddoto, un vecchio fatterello di cronaca, un giorno festaiolo di sbandierata piazzaiola, un itinerario folcloristico o una cerimonia sfilareccia per vecchi nostalgici. Tantomeno ha un colore definito che può essere accaparramento di questa o quell’altra ideologia partitica, un esclusiva di memoria o di rivendicazione di valori a senso unico. È un realizzato libertario concreto di storia del nostro paese. Storia di lotta di uomini e donne che da nord a sud hanno combattuto con ogni mezzo per riprendersi dignità e libertà. La resistenza è rivelazione di ciò che donne e uomini possono fare quando non si sottomettono alla tirannide; quando non si arrendono alle difficoltà; quando rischiano il tutto per tutto, quando si espongono con idee e fatti; quando combattano per il bene comune senza distinguo; quando non temono per il loro oggi ma per il domani dei loro cari, per il futuro delle generazioni. È quando donne e uomini uniti prendono in mano il destino del loro paese. È un patrimonio di reazione alla paura e alla acquiescenza dispotica da tenere in bella vista ogni giorno per evitare che la “storia” si ripeta. Si dice sempre che la storia insegna. Attualmente però ne dubito. A quanto leggo o sento in giro per certe memorie corte o troppo impegnate a lustrarsi gli scarpini con la vita altrui non è poi così. Mi scappa da dire che non son certo memorie degne di cerimoniare quei tantissimi morti sui monti, nelle campagne, sulle rive di torrenti gelidi, ovunque c’era da opporsi e ricusare un sistema insopportabile, quei donne e uomini, che miravano al resistere e resistere non per incensarsi in sfilate ma “per vivere da uomini o da uomini morire”.

A 72 anni dall’anniversario della Liberazione c’è necessità di una memoria impellente condivisa da consegnare ai giovani, per scongiurare il ripetersi di un periodo disgraziato. Non di diatribe politiche o partigianerie sterili o, come ho appena ascoltato, discorsi retorici e stracarichi di parole che s’appendono alle bandierine senza lasciare traccia di insegnamento. Perché guerra non sempre è bomba. Angheria non sempre è ingerenza nemica. Conflitto non sempre è sparare con un fucile. Soprattutto Resistenza non è sinonimo di eterna pace, giustizia, libertà. É conseguimento di valori a prezzo di donazione straordinaria della vita di eroici uomini e donne da alimentare con tenacia tutti i giorni. Il 25 aprile è quindi una memoria di altruismo plurale, di volontà corale di uscire da una logica di indifferenza, di ingabbiamento drammatico, di buio e paura per ridar luce e produttività a una esistenza libera. È coraggio, immolazione, amore, aggregazione, identità, giustizia, educazione alla autonomia mentale, repulsa alla guerra, alla ghettizzazione, all’abominio. Trasformarlo in palcoscenico politico, divisioni, menzogne, rinfacci, polemiche e quant’altro la bassezza umana riesce a trovare per far emergere ragioni settarie è riammazzare quei coraggiosi donne e uomini che hanno determinato la libertà. Soprattutto è tradire lo spirito originario, quel sussulto spontaneo che ha unito aldilà di criteri egoisti per liberarsi da gioghi dittatoriali e guadagnare l’indipendenza. I diritti sanciti dalla Costituzione non provengono dal nulla ma dal sangue, da una cultura di solidarietà, di entusiasmo comunitario, di costruzione al dialogo, di partecipazione stimolante, di difesa quotidiana delle proprie radici! E, oggi più’ che mai ci sarebbe da riflettere per reagire a uno stato di fatto che giornata dopo giornata ci tiene prigionieri di paure, di angosce terroristiche.  Ci rende sempre più apatici spettatori di manovre e contromanovre in ragione di assurdi diktat, indiscutibilmente autoritari, impositivi e interessati a un profit individuale.

Per concludere, a rigor di logica il 25 Aprile, giorno commemorativo della Liberazione, dovrebbe essere la festa Nazionale che unisce tutti gli italiani. Invece..invece ha contorni strumentali indecorosi che disonorano proprio la Memoria di un giorno fondamentale della storia d’Italia. Un vero errore. Basterebbe aver chiaro che la Resistenza è una formula di Liberazione da ogni tipo di oppressione, valida per ieri, l’oggi e il domani, da memorizzare e tramandare senza se e senza ma. E son sicura che magicamente il giorno della Liberazione, prodotto generoso della Resistenza, finirebbe di essere il ricordino da tirar fuori dal baule per dargli una areata annuale  a rintuzzo di polemiche rivendicative. Anche perché è doveroso non scordar che : La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”

mano mano

Buona serata di felice libertà!

bydif

 

Ha vinto Raz !

images (3)

Ha vinto Raz Degan l’isola dei famosi ? E chi altro poteva vincere nel nulla che lo circondava! Tutti lo hanno accusato di fare strategie, dare spettacolo, giocare al naufrago con un ruolo studiato per accattivarsi il favore del pubblico. Chi più chi meno gliele ha dette di tutte e di più. Volutamente o incnsciamente tatticamente lo hanno isolato, accusato, spedito sempre al televoto, considerato asociale, simulatore, razzista ecc… In realtà quello che veniva fuori era lo specchio del gruppo, come se nello sparlare ognuno vi rifletteva la parte che nascondeva per opportunismo mediatico. In certi momenti è stato esilarante assistere alle loro corali o singole analisi anti Raz , che poi era solo un modo di influenzare per toglierselo di torno attraverso il televoto. Si son dati la zappa sui piedi. E che beffa gli ha rifilato il fato. Più insistevano con le strategie doppiogiochiste a loro somiglianza più Raz accumulava fan e più ognuno si autoescludeva dall’avventura naufraga appena finiva in nomination. Il pubblico dei reality che può essere spione, futile e un tantino gossipparo è tutt’altro che scemo tant’è che più i “Famosi ” ??? Boooh! Forse un po’ conosciuti, gli erano contro più i patiti realitary erano affascinati dal contegno anti ammasso concettuale di Raz e tifavano da sfegatati per la sua vittoria. In fondo che c’è da stupirsi. Era logico. Ha vinto perché ha fatto se stesso, un po’ ascetico, un po’ misterioso, un po’ ironico, un po triste, un po’ individualista, un po’ gentile, un po’ insolente, un po’ esteta, un po’ indifferente, un po’ delicato e un po’ materialista, bensì sempre diretto, fedele alle sue idee e coerente al suo stile esistenziale interiore. In tutta la permanenza ha recitato esclusivamente il suo personaggio a 360° senza mai cedere al perbenismo di facciata o piegarsi alla logica dell’ amicizia di ruolo strategica. In più era l’unico senza una diplomazia conquistatrice di favori e simpatie popolari. L’unica strategia che aveva in testa era quella di una lotta con se stesso. Sfidarsi, ingegnarsi a costruire, cacciare, pescare, combattere, confrontarsi con gli elementi della natura, assimilare energia e forza dai colori, dai profumi, dall’humus della terra, da qualsiasi cosa attraeva la sua sensibilità sono stati la sua fissa. Da subito è stato evidente che aveva un appeal attrattivo che lo separava dai naufraghi partecipanti e non aveva nulla in comune col modo di agire e pensare degli isolani spiaggiati per caso o scelta della produzione assieme. Troppo diversi nel modo di porsi ed esporsi agli altri, di argomentare per l’apparire pubblico piuttosto che per conformità individuale, di esibirsi adeguandosi a una realtà confezionata ad hoc per autopromuoversi anzichè misurarsi autenticamente con un esperienza survaival. Direi che il gruppo è apparso lontanissimo, quanto la galassia ignota, dal suo intimo elaborare il modo di essere e coesistere, certo assai ermetico e ritroso, talvolta assai selvaggio e anticonvenzionale, quindi per niente adatto a promuovere se stesso, ma sicuramente esclusivo e raffinato da affascinare la percezione collettiva.  Una scelta azzeccata a rilanciare gli ascolti. Senza Raz l’isola degli affamati di fama sarebbe sprofondata negli abissi  onduregni. Perchè? Perchè si è rivelato come un vero naufrago e ha ridato sprint  a un reality morituro. Raz si è comportato come se fosse approdato in un quegli isolotti honduregni spinto dalla corrente e non per partecipare a un reality in cui fingere di esserlo per assecondare gli scopi di audience del reality e accaparrarsi la visibilità per vincere. Se ha vinto tutti i duelli delle nomination e in quello finale, con lo sfidante bello e giovane Simone Susinna, con un favore di percentuale che non lascia dubbi, un 89% contro un 11% ..beh  la dice lunga su come il pubblico ragiona autonomamente sulle astuzie e sceglie i suoi beniamini. Non sono una patita di reality ma ogni tanto sbircio e confesso che Raz Degan era l’unico che si meritava il successo. Non è per niente come lo hanno percepito gli altri “naufraghi”. Ha un animo silenzioso, assai gentile e profondo, complesso e difficile. Entrare nella sua logica non è facile, tuttavia si avverte che ha un quid esclusivo da protagonista. Emergere sugli altri è una sua naturale qualità e non un arzigogolo di astuzie e strategie. Forse è per questo che tutti i naufraghi gli han dato contro? Può essere!

images (2)

Buon fine settimana

bydif

La Settimana Santa attraverso l’arte

Ecce-homo

Con la Domenica de Passione Domine, più conosciuta come Domenica delle Palme che rievoca l’ arrivo di Gesù a Gerusalemme accolto da una folla osannante che, agitando rami di palme e olivo, Lo acclama e poi, pochi giorni dopo, preferendo Barabba, LO rinnega e fa crocifiggere, è iniziata la Settimana Santa. Ovvero l’ultima settimana del cammino umano di Gesù su questa terra che va dal trionfo alla sconfitta. Chiaramente una sconfitta apparente. Crocifisso per odio, invidia, dabbenaggine, sconoscenza, paura, si grande paura per una proposta di nuova collettività, per il figlio di Dio così doveva essere perché Mandato dal Padre a immolarsi per la salvezza umana. Le vicende umane e divine di Cristo, rievocate nella Settimana santa, hanno ispirato numerosi artisti, pittori, scultori, scrittori e poeti, di ogni parte del mondo, ma anche di musicisti e architetti. Tante le opere d’arte, alcune famosissime, che trattano la Passione di Cristo, dal suo ingresso trionfale a Gerusalemme, alla morte in croce, alla sepoltura e alla resurrezione dai morti, un vero patrimonio culturale espressivo che va aldila della narrazione escatologica. Anche la letteratura ovviamente è ricca di opere ispirate ai Vangeli di autori sia noti sia anonimi, celebre è il Stabat Mater di Jacopone da Todi – XIII secolo- che ha ispirato tanti musicisti come pierluigi da palestrina scarlatti vivaldi rossini verdi. Ripercorrere , giorno dopo giorno, i passi di Gesù, dalle Palme alla Resurrezione attraverso immagini, colte e fissate in svariati modi compositivi e tecniche dagli artisti per me è un modo di seguire gli episodi caratterizzanti la Sua ultima settimana terrena ma anche un sistema per riscoprire opere d’arte di sommo valore artistico. Talvolta, nell’inoltrarsi figurativo percepire pensieri, respiri, dubbi e certezze, comprendere meglio gli sviluppi, le situazioni, afferrare il significato messianico della vita e della morte, la sacralità di gesti e parole; e vista la crudezza di accadimenti accettati e vissuti per amore e verità meditarci e perché no interrogarmi. Soprattutto per domandarmi: da che parte sto io, sto con Cristo o contro? Che personaggio interpreto nelle scene e che parte mi sobbarco nella Passione di Cristo? Quella dell’amica che l’accoglie in casa, lo onora e profuma, del mercante senza scrupoli che usa la Sua casa per trarre profitto, dell’ingannatrice disposta a cedere la sua esistenza per pochi spiccioli o un interprete che si batte per la salvezza, la giustizia e la verità? Sono Pilato che delega ad altri il Suo destino, il ladrone che supplica di salvargli l’anima, il soldato che gli trafigge il costato, l’impassibile indifferente che lascia che un innocente venga trucidato o l’aizzatore disumano assetato di sangue sparso per vacuità? Sono una figurante spettatrice passiva che arricchisce le scene o attiva partecipe dal volto triste di eventi della storia efferati e ingiusti? Sono Giuseppe da Arimatea che lo reclama, lo avvolge nel lenzuolo e lo depone nel suo sepolcro nuovo, una figurante qualsiasi o una che accoglie nel suo animo con tutti gli onori, gioia e convinzione di fede il Cristo della salvezza nel giorno del suo Risorgere? Difficile sempre mi è una risposta chiara. Forse perché, a volte, nella scena della vita tangibile so che potrei rappresentare un po’ tutti i protagonisti iconici

Ma vediamo un po i passi di Gesù, giorno dopo giorno, nella settimana santa e come gli artisti, ispirandosi ai vari episodi descritti nei evangelici, attraverso la loro sensibilità, tecnica  e epoca  li hanno interpretati e rappresentati:

Domenica Santa: giorno del trionfo .

1 Giotto_di_Bondone_-_No._26_Scenes_from_the_Life_of_Christ_-_10._Entry_into_Jerusalem_-cappella scrovegni2 maesta_duccio-ingresso_a_gerusalemme7 affresco xiI sec ingresso

Ed essi menarono il puledro a Gesù, e gettarono sopra quello le lor vesti; ed egli montò sopra esso. E molti distendevano le lor vesti nella via, ed altri tagliavan de’ rami dagli alberi, e li distendevano nella via. E coloro che andavan davanti, e coloro che venivan dietro, gridavano, dicendo: Osanna! Benedetto sia colui che viene nel nome del Signore! Benedetto sia il regno di Davide, nostro padre, il quale viene nel nome del Signore. Osanna ne’ luoghi altissimi! “Matteo 21

Lunedì Santo: giorno dell’amicizia, della speranza e della gioia.

8 Johannes_(Jan)_Vermeer_-_Christ_in_the_House_of_Martha_and_Mary9 Cristo_nella_casa_di_Marta_e_Maria_Diego_Vélazquez_National_Gallery_London12 betania_unzione10 Simon_house_Rubens unzione a betania

Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. 2 E qui gli fecero una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. 3 Maria allora, presa una libbra di olio profumato di vero nardo, assai prezioso, cosparse i piedi di Gesù e li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì del profumo dell’unguento”. Giovanni 12

Martedì Santo : giorno dello sdegno, della cacciata, della fragilità.

14 cacciata guercino15 rembrandt 1626 cacciata tempio

Andarono intanto a Gerusalemme. Ed entrato nel tempio, si mise a scacciare quelli che vendevano e comperavano nel tempio; rovesciò i tavoli dei cambiavalute e le sedie dei venditori di colombe e non permetteva che si portassero cose attraverso il tempio. Ed insegnava loro dicendo: Non sta forse scritto: La mia casa sarà chiamata casa di preghiera per tutte le genti? Voi invece ne avete fatto una spelonca di ladri!. “Marco 11

Mercoledì Santo: giorno del tradimento per avidità, della tristezza

21 Judas_being_paid_-_Capella_dei_Scrovegni_-_Padua_201619 duccio giuda e i 30 denari

Allora uno dei Dodici, chiamato Giuda Iscariota, andò dai sommi sacerdoti e disse: Quanto mi volete dare perché io ve lo consegni?. E quelli gli fissarono trenta monete d’argento. Da quel momento cercava l’occasione propizia per consegnarlo. Matteo 26

Giovedì Santo: giorno dell’ amore, dell’unità, dell’umiltà, del dono libero della vita. È dal tramonto che Gesù entra nel mistero centrale e ha inizio il triduo pasquale, quei giorni “santi”, della Sua passione, distinti dagli altri. Con l’ ultima cena svela il traditore, annuncia il rinnegamento di Pietro e la fuga di tutti gli altri, istituisce il sacerdozio e l’ Eucarestia, lava i piedi ai suoi apostoli.( Al mattino si usa consacrare gli oli santi)

24 bis ultima cena mosaico san marco xI XII25 bis Cenacolo_di_Fuligno,_pietro_perugino24 Leonardo_da_Vinci_(1452-1519)23 el greco ultima cena25 salvator dali ultima cena25 bis ultima-cena-sieger koder-

20256AMbeatoangelico istituzione_eucarestia_1450

“Quando fu l’ora, prese posto a tavola e gli apostoli con lui, 15 e disse: Ho desiderato ardentemente di mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione,  poiché vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio.  E preso un calice, rese grazie e disse: Prendetelo e distribuitelo tra voi,  poiché vi dico: da questo momento non berrò più del frutto della vite, finché non venga il regno di Dio. Poi, preso un pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: Questo è il mio corpo che è dato per voi; fate questo in memoria di me.  Allo stesso modo dopo aver cenato, prese il calice dicendo: Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che viene versato per voi.Luca 22

32 lavanda pidi basilica di san marco anonimo31 lavanda-piedi-icona

“Mentre cenavano, quando gia il diavolo aveva messo in cuore a Giuda Iscariota, figlio di Simone, di tradirlo, Gesù sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava, si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita. Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui si era cinto. “Giovanni 18, 19

veronese 1583 cristo orto getsemanibellini gesù nell'oto dei getsmani

Uscì e andò, come al solito, al monte degli Ulivi; anche i discepoli lo seguirono.  Giunto sul luogo, disse loro: “Pregate, per non entrare in tentazione”.  Poi si allontanò da loro circa un tiro di sasso, cadde in ginocchio e pregava dicendo:  “Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà”. Gli apparve allora un angelo dal cielo per confortarlo.

bacio_di_giuda_giotto_cappella_degli_scrovegniCaravaggio_baciodigiuda

 “Poi, rialzatosi dalla preghiera, andò dai discepoli e li trovò che dormivano per la tristezza.  E disse loro: “Perché dormite? Alzatevi e pregate, per non entrare in tentazione”. Mentre ancora egli parlava, ecco giungere una folla; colui che si chiamava Giuda, uno dei Dodici, li precedeva e si avvicinò a Gesù per baciarlo.  Gesù gli disse: “Giuda, con un bacio tu tradisci il Figlio dell’uomo?”

duccio07w3.-Cattura,-del-Sassetta

“Poi Gesù disse a coloro che erano venuti contro di lui, capi dei sacerdoti, capi delle guardie del tempio e anziani: “Come se fossi un ladro siete venuti con spade e bastoni.  Ogni giorno ero con voi nel tempio e non avete mai messo le mani su di me; ma questa è l’ora vostra e il potere delle tenebre”. Dopo averlo catturato, lo condussero via e lo fecero entrare nella casa del sommo sacerdote. Pietro lo seguiva da lontano.”  Luca

38 duccio rinnegamento san pietroAdam_de_Coster_-_The_Denial_of_Saint_Peter rinnegamento

” Pietro che stava a scaldarsi, lo fissò e gli disse: Anche tu eri con il Nazareno, con Gesù. Ma egli negò: Non so e non capisco quello che vuoi dire. Uscì quindi fuori del cortile e il gallo cantò. E la serva, vedendolo, ricominciò a dire ai presenti: Costui è di quelli. Ma egli negò di nuovo. Dopo un poco i presenti dissero di nuovo a Pietro: Tu sei certo di quelli, perché sei Galileo. Ma egli cominciò a imprecare e a giurare: Non conosco quell’uomo che voi dite. Per la seconda volta un gallo cantò. Allora Pietro si ricordò di quella parola che Gesù gli aveva detto: Prima che il gallo canti due volte, mi rinnegherai per tre” Marco 14

Venerdì Santo: giorno della sconfitta terrena, della via dolorosa. Giudizio e condanna, flagellazione e incoronazione di spine, caricamento della croce, salita al calvario, crocifissione e Morte.

41 hans multscher gesù da pilato42 duccio gesù da pilato120px-Mattias_Stom,_Christ_before_CaiaphasPontormo,_cristo_davanti_a_pilato,_certosa

Allora condussero Gesù dalla casa di Caifa nel pretorio. Era l’alba ed essi non vollero entrare nel pretorio per non contaminarsi e poter mangiare la Pasqua. Uscì dunque Pilato verso di loro e domandò: Che accusa portate contro quest’uomo?. Gli risposero: Se non fosse un malfattore, non te l’avremmo consegnato. Allora Pilato disse loro: Prendetelo voi e giudicatelo secondo la vostra legge!. Gli risposero i Giudei: «A noi non è consentito mettere a morte nessuno. Così si adempivano le parole che Gesù aveva detto indicando di quale morte doveva morire. 

giorgione flagellazionebotticelli flagellazione

Allora Pilato gli disse: Dunque tu sei re?. Rispose Gesù: Tu lo dici; io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per rendere testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce. Gli dice Pilato: Che cos’è la verità?. E detto questo uscì di nuovo verso i Giudei e disse loro: Io non trovo in lui nessuna colpa. Vi è tra voi l’usanza che io vi liberi uno per la Pasqua: volete dunque che io vi liberi il re dei Giudei?. Allora essi gridarono di nuovo: Non costui, ma Barabba!. Barabba era un brigante. Allora Pilato fece prendere Gesù e lo fece flagellare.”

anthony_van_dyck_025_incoronazione_di_spine_1620incoronazione-di-spine-di-Caravaggio

gesù deriso e picchiato Naigrawaniebotero

“E i soldati, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo e gli misero addosso un mantello di porpora; quindi gli venivano davanti e gli dicevano: «Salve, re dei Giudei!». E gli davano schiaffi. Poi presero a salutarlo: «Salve, re dei Giudei!». E gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, si prostravano davanti a lui. Dopo essersi fatti beffe di lui, lo spogliarono della porpora e gli fecero indossare le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo.”Marco 15

andata-al-calvario-giottoHieronymus_Bosch_salita al calvariouid_153b37a1228Botero_Via-Crucis-la-via-dei-lamenti

Costrinsero a portare la sua croce un tale che passava, un certo Simone di Cirene, che veniva dalla campagna, padre di Alessandro e di Rufo. Condussero Gesù al luogo del Gòlgota, che significa “Luogo del cranio” Marco 15

BRUgel _Calvariocristo-inchiodato-alla-croce-gerard-david

tomaso stenicocristo inchiodato sulla crocecrocifissione chagall

Poi lo crocifissero “marco 15

gauguingiotto

Mantegna_A_50396903_300prima croc scolpita porrtale s sabina 422 432CROCEFISSIONE (PARTICOLARE) guttusocrocifissione dalì

” Erano le nove del mattino quando lo crocifissero. La scritta con il motivo della sua condanna diceva: «Il re dei Giudei». Con lui crocifissero anche due ladroni, uno a destra e uno alla sua sinistra.Quando fu mezzogiorno, si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. Alle tre, Gesù gridò a gran voce: «Eloì, Eloì, lemà sabactàni?,  Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?””  Marco 15

50-caravaggio-deposizione_jpg-638x425deposizione-antelamifra-semplice-da-verona-gesù-deposto-dalla-croce,-la-madonna-e-s.-maria-maddalenaMantegna_Andrea_Dead_Christpietc3a0-di-michelangelorubens lamentazionitintorettoguayasamin-pieta2

“Venuta ormai la sera, poiché era la Parasceve, cioè la vigilia del sabato, Giuseppe d’Arimatea, membro autorevole del sinedrio, che aspettava anch’egli il regno di Dio, con coraggio andò da Pilato e chiese il corpo di Gesù. Pilato si meravigliò che fosse già morto e, chiamato il centurione, gli domandò se era morto da tempo. Informato dal centurione, concesse la salma a Giuseppe. Egli allora, comprato un lenzuolo, lo depose dalla croce, lo avvolse con il lenzuolo e lo mise in un sepolcro scavato nella roccia. Poi fece rotolare una pietra all’entrata del sepolcro.” Marco 15

Sabato Santo: giorno del silenzio 

Tiziano vecellio mater dolorosa el prado madrid

dali corpus hypercubus

Domenica di Pasqua: giorno della Vita, del riscatto, dell’amore della Resurrezione, 

le-tre-marieemile bernard resurrezione

Piero-Della-FrancescaRaffaello-Sanzio-Resurrezione-di-Cristo-1502TIZIANO - RESURREZIONE 1542-1544- Palazzo ducale di Urbinoel-greco-resurrezione

“Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.Dopo questo, apparve sotto altro aspetto a due di loro, mentre erano in cammino verso la campagna. Anch’essi ritornarono ad annunciarlo agli altri; ma non credettero neppure a loro. Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola” Marco 16

beato angelico ascensione di gesù al cielosalvator dali ascensionela-resurrezione-perugino-743806trasfigurazione bellini

“Il  Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio.” marco 16

483x309

by dif

…..

Nelle immagini utilizzate per accompagnare gli scritti evangelici dell’ultima Settimana di Gesù si  nota come  ogni composizione  mette in risalto l’evento centrale scelto attraverso una personalissima  espressività  che va da un linguaggio figurativo manierato a un vero avanguardismo; inoltre, come opere di stesso argomento mutano di forza simbolica attraverso luce, prospettiva, linea, colore, tecnica nonchè talento e periodo,  tuttavia sempre conservano il messaggio essenziale da far arrivare al fruitore.  Come dire, ogni artista col suo grande o piccolo valore intrinseco è riuscito a  trasfondere quel senso umano e al contempo spirituale  che rende leggibile a tutti i fatti emblematici di Cristo  a cui si è ispirato e ha voluto enfatizzare..

Grazie papà

photo

LASSÙ

DOVE VIVI TU

NON C’È FREDDO

FAME

CATTIVERIA

MA QUA

CI SI SCANNA

E CI SI ARROVELLA

PER FARE A TUTTI LA GUERRA

LASSÙ

SI RESPIRA ARIA FINA

NESSUNO TI INVIDIA

NESSUNO TI RAPINA

QUAGGIÙ

NON PUOI PASSEGGIARE

SENZA IL TIMORE

CHE QUALCUNO TI ASSALE

E TI GUARDA MALE

LASSÙ

I BIMBI SONO FELICI

IL VENTO LI CAREZZA

LA PIOGGIA LI RISTORA

LA GENTE LI CONSOLA

QUAGGIÙ

C’È CHI LI MASSACRA

RAPISCE

GLI RUBA LA VITA

LASSÙ

NESSUNO È SENZA LAVORO

SENZA PERDONO

QUAGGIÙ

TI INFANGANO

RESPINGONO

OPPRIMONO

LASSÙ

DOVE VIVI TU

GIUSTIZIA

DIRITTO

RISPETTO

NON SONO PAROLE

LASSÙ

AMORE

E LIBERTÀ

SONO FRATELLI

MA QUAGGIÙ

STRAVOLTI

DA POLITICI IMBELLI

SONO BALZELLI

PAPÀ

CAMMINARE È DIFFICILE

QUAGGIÙ

SOLO

LA TUA ONESTÀ

CHE C’È ATTECCHITA

NEL MIO CUORE

MI GUIDA OLTRE

GRAZIE PAPÀ

165921381-aa420a8b-0cac-4d6b-a855-6e7df14cccca

Faziosità

rimpalli

La faziosità

è un passatempo strano

maniaco e bislacco

S’appella a regole chiare

ma trucca i tavoli per giocare

Lava mentre infanga

infanga mentre lava

Attacca col diritto

poi ricorre al topspin

molla un rovescione

falla l’oppugnatore

riducendolo un coglione

Getta la palla nel fosso

dell’onestà intellettuale

la rimpalla a litania

ci insozza chiunque sia

Pianta il palo della pace

al centro del paese

s’arrampica a palla

rotea la linguaccia

ballotta e strambozza

la scambia in frottola

lancia e… ti spappola

La faziosità

è proprio un gioco atipico

di fulminia patacca

Incrimina

Denuncia

Scuote agita

per salvar la propria faccia

Acchiappa e spidocchia

Monta le polemiche pre partita

stracoce e riveste una notizia

ma dice che è nuda e cruda

come una vergine lenticchia

Per farti innervosir

stordisce allinguagratta e

con una gramola ti spiaccica

Per giocare a questo gioco

bisogna avere il pelo sullo stomaco

essere un atleta partigiano

da ping pong settario

allenato alla retorica d’assalto

da match pallottola:

rimanda e spara

acchiappa e assalta

assalta e ritira

lancia e spiaccica

arrotola a palla

parla e scambia

rimpalla

spidocchia

palleggia e caldeggia

maciulla l’avversario

Non c’è che dire

il fazioso

è un abile allround

Si muove felpato

come un tenero micione

Alterna difesa e intoppo

poi..

Poi svigliacco

per abbagliare la verità

usa l’effetto a specchio

 in un baleno ti sgrignaffa

senza lasciare traccia

e.r.

faziosità

La faziosità è un gioco che molti praticano  ma nessuno ammette di praticarlo

Perchè? Beh perchè è gioco da club privè!

bydif

I love you

rosso cuore

Ti amo come amo la luce, il mondo, la vita e tutto quanto vi scorre nel bene e nel male.

Ti amo nel grande e nel piccolo, nella montagna immobile, nel prato verde, nel grano maturo, nei frutti rosati del pesco, nella gemma verde d’una foglia, negli occhi d’un bimbo.

Ti amo nello scivolare delle acque limpide d’un torrente alpino, nel mare in burrasca, nel vento che fischia, nell’urlo di paura, nelle nuvole che oscurano il cielo, nella luna che sfiora le mie pupille sveglie, nel sole che sorge il sole o quando la tempesta infuria.

Ti amo nei sudici rigagnoli che scorrono all’angolo della via, nel rombo di un motore, nel fumo d’un falò estivo, nel tremolio di una stella, nel rumore dell’onda, nel tramonto lilla.

Ti amo nell’odio e nella vendetta come ti amo nel giglio puro, nella margherita appena sbocciata, nel gorgheggio d’un usignolo, nel fruscio del vento, nei veli della sera.

Ti amo con impeto, con gioia, con ardore e il cuore stretto nella morsa gelida dell’indifferenza

Ti amo ovunque, oltre il reale e possibile sempre ti cerco in ogni cosa, nell’umanità che incrocio e in tutto quello che nasconde e, ti amerò fin tanto l’amarti mi renderà combattiva, aggressiva, frenetica, senza equilibrio ma viva, guizzante piena di fremiti.

Ti amo perché il giorno mi sembra la notte senza te e la vita inerte.

Ti amo in modo limpido, incorruttibile, platonico, senza domande.

Ti amo qualunque cosa succeda, aldilà del tempo, degli uomini e della vita.

Ti amo con le catene, in schiavitù, liberamente, caparbiamente e insensatamente.

Ti amo nell’infelicità e nel dolore, nella crudeltà e nella tristezza.

Ti amo con la mente, lo sguardo, la disperazione.

Ti amo con il sorriso e gli occhi pieni di lacrime.

Ti amo senza ricevere affetto e gentilezza.

Ti amo perché voglio amarti, anche se non meriti un amore né grande né piccolo.

Anche se appartieni solo a te stesso.

Anche se sei un albero infruttifero.

Anche se detesti l’amore e cerchi l’apparenza, l’ipocrisia, l’inganno.

Anche se calpesti massacri e distruggi il sentimento.

Anche se per te è un gioco, un passatempo futile, una bestiale insipidezza, uno sciupio di tenerezza, un ingordo bottino, una ricca libagione.

I love you

perché…. non posso fare a meno di amarti

Ma….

Se non volessi amarti saresti già un niente, uno zero assoluto.

cuore in mano

 

ByDif

Buon San Valentino

Quale Big Trionferà a San Remo?

download (3)

Quale big  Trionferà a San Remo? Trionferà..trionferà..Beh, al verdetto manca poco!

Fra poche ore, infatti, anche il 67 ° festival della canzone italiana finirà nell’archivio polveroso dei ricordi insieme alle polemiche, ai gossip, agli ascolti, ai look, gli ospiti prestigiosi chiappa ascolti, le bellezze statuarie lustra occhi, i comici, i fiori, le storie lacrimogene, le canzoni che fanno rima con l’amore, quelle che fan rima con le lagne e pure con la socialsensibilizzazione, le scene e retroscene e quantal’altro la kermesse ha messo sul palco dell’Ariston per accendere la curiosità e far sorbire una maratona.

Nel frattempo, tra i fan e gli amanti del bel canto, ( Boh) sale la febbre da vincitore. Chi sarà il fortunato? Sarà quello annunciato che i bookmaker danno a poco e il big per scongiurar la iella da pronostico gli fa le corna, che vedi Al Bano, Ron, d’Alessio e Ferreri non sempre bastano, o l’improbabile super quotato che nell’ansia attendista scongiura la iella brookerista con una tisana all’aglio? Beh, al solito no! Fortunato vincitore sarà Il big e la canzone che dal palco dell’Ariston convincerà, piacerà o… o…comunque dai giurati verrà votato e si saprà se il favore della combinata di televoto, esperti e domoskopici sarà in linea con l’outsider dei brooker o sorprenderà con un vincitore sorpresa!

Al momento i vincitori della annuale festa sanremese dedicata alla canzone sono Carlo Conti e Maria de Filippi. Due grandi professionisti che pur essendo antagonisti, Rai- Mediaset, sul palco dell’Ariston hanno rivelato una complementarietà da sembrare simbiotici. Non c’è che dire son bravi davvero. Entrambi da standing ovation con lode.

Per più tardi invece…ecco i big rimasti in gara ( per alcuni si fa per dire) con le rispettive canzoni:
1 Elodie – “Tutta colpa mia”
2 Lodovica Comello – “Il cielo non mi basta”
3 Ermal Meta con – “Vietato morire”
4 Fiorella Mannoia con “Che sia benedetta”
5 Sergio Sylvestre con “Con Te”
6 Paola Turci con “Fatti bella per te”
7 Francesco Gabbani con “Occidentali’s Karma”
8 Marco Masini con “Spostato di un secondo
9 Michele Bravi con “Il diario degli errori”
10 Michele Zarrillo con “Mani nelle mani”
11 Chiara Galiazzo “Nessun posto è casa mia”
12 Samuel “Vedrai”
13 Alessio Bernabei “Nel bel mezzo di un applauso”
14 Bianca Atzei “Ora esisti solo tu”
15 Clementino “Ragazzi fuori”
16 Fabrizio Moro con “Portami via”

Finirà ….. ? Che importa come finirà sul palco dell’Ariston tanto le luci si spegneranno. Carlo e Maria a tutti sorrideranno. Le polemiche per un po’ gossipperranno.  Vincitori e vinti sulle strade della fama più o meno lunga se ne andranno. Solo le canzoni rimarranno.Quelle straordinarie e musicalmente belle vivranno per sempre, quelle brutte al primo sole di marzo nel nulla evaporeranno. Qualcuna ne bella ne brutta verrà da qualche cuore adottata e dal dimenticatoio salvata!

slide_515022_7242180_free
Buona serata festivaliera o di dolce far niente!
by dif

Capodanno cinese: é arrivato il GALLO!

gallo

E che gallo! Focoso è dir poco, deciso poi non dico…beh vediamo un po’ in pratica cosa indizia.

Come solito è arrivato con la luna nuova.  In tutti i paesi orientali, è quindi calato il sipario sul regno della Scimmia che a ben considerare tanto si è divertita a ribaltar le cose a suo gradimento stralunando un po’ il mondo -tanto per dire, senza la sua voglia di sorprendere e far clamore Trump mai si sarebbe seduto sulla poltrona e Renzi mai vi sarebbe sceso. – e con grandi festeggiamenti si è aperto quello del regno del Gallo. Da oggi, il Gallo, decimo animaletto dello zodiaco cinese, prende la parola per guidar la sorte e per tredici lune dominare sulla scena. Ahi, già mi immagino i suoi chicchirichi squillanti da fiero re di “pollaio” a dar la svegliarina! Mi sa che tante saran le levatacce per “gallinelle e capponcini” del suo regal pollaio e pure dell’altrui. Da focosetto com’è alzerà la cresta e a ribadire che lui è il re annuale e lui comanda e guai a chi sgarra. Uh che fracasso di chicchirichì s’annuncia. Mi par già di sentir galli e galletti in subbuglio ad arruolar galline per scalzarlo dal potere di dover sottostare al suo volere. Ma è un gallo che non si lascia intimorire e userà lo scettro di metallo per imperversare sugli avvenimenti con chicchirichi più duri dell’acciaio da flettere tutte le “creste” fanatiche e interessate al proprio tornaconto, senza cedere possibilità di scampar doveri e responsabilità. Con cipiglio inflessibile richiamerà chi aspetta e tergiversa a muoversi con destrezza per cercare, trovare e cogliere le occasioni che lui presenta. Stimolerà a lasciar lo stile di vita al passato per legarlo ad altro inedito. Chicchirichi dopo chicchirichi il Gallo di fuoco, elemento metallo, natura yin, da oggi apre la sfida a una fase evolutiva con nuove regole di filosofie di vita in cui creatività, produttività siano priorità, ottimismo e originalità cornice plateale al successo. A chi non ci sta avverte che li mazzia e li converte, a quelli dietro le quinte o restii ad agir al sole con un bel bagliore gli toglie creste e corone, o li spodesta riducendoli a capponi da boccone per scaltri mangioni. A chi invece intende imperversare come lui da re per profittar su la popolazione, con fatto dopo fatto revoca ogni potere di comando e azione. A quelli che hanno progetti di misurarsi con se stessi e gli altri a pari dignità promette sostegno, grinta e coraggio e sonoro successo di conquistar ogni traguardo. Chicchiricca che per un percorso nuovo di importante crescita individuale e collettiva nel suo regno energie e stimoli positivi non mancano, quindi invita a diventar duttili ai mutamenti, a stare all’erta e esser pronti a resistere a quelli fuori programma. Con la sua natura Yin la sensibilità non gli manca per bilanciare gli avvenimenti e scandire in ritmi naturali le fasi operative del costrutto attivo sulla scena individuale, collettiva e mondiale. Solo in casi eccezionali concede pause feriali. Altezzoso avverte che lavorando tutti insieme molto per tutti si ottiene e la pace regna nel “pollaio” internazionale. Eh, si con questo imperioso gallo conviene aver prudenza e lena. Dice che è re di anno essenziale per il futuro, e per realizzare le premesse c’è molto da raffinare in specie in organizzazione e modi di pensare e agire nel condurre l’ambizione ai traguardi. Pertanto per portare a compimento decisivo i programmi di rilancio e ridistribuzione dei “mangimi” sostanziale è pianificare e ancor più il pratico fare per riparare e risolvere problemi, ambigue condizioni, stagnanti magagne del sistema economico-finanziario-commerciale e pure diplomatico-relazionale. Il segreto per ingraziarselo sta nell’operatività concreta l’errore madornale nel lasciare che sia il vento del profitto personale a ispirare. L’egoismo non è suo concetto ancor meno l’ipocrisia per cui o ci si allinea o si va allo scontro cruento. Ritrovar le radici è vitale per agire con ideali inconfutabili, altrettanto lo è il selezionare le cose principali per scendere in campo. Con l’esser fattivi a chiunque aumenta vantaggi e guadagni, con l’inerzia rende polli da serraglio. Spavaldo precisa, per questo son solerte e do la sveglia. Tanti nel mondo ho da rintronar di chicchirichi, troppi i sordi che non sentono, innumerevoli poi quelli che se ne infischiano. Comunque son tenace e non li mollo, tuttavia non mi scompiglio certo a usar la forza, prima del prossimo capodanno e cedo il trono, loro malgrado son costretti a farlo. Giuro ho un chicchirichì a lungo raggio che se mi arrabbio da polo a polo scresta indolenti e cinici dogni loro crogiol vantaggio. Starà poi al Cane mio successore azzannare da lupo gli infingardi e gratificare abbondantemente la lealtà agli altri. Siccome mi piace lusso e comodità a nessuno confuto un po’ di abbondanza, anzi gli accendo la fiamma del facile guadagno purché spenga quella del rischio e dell’azzardo. Le critiche ingiustificate non gli garbano  tantomeno meno chi è disonesto. Quindi attento! Per oggi ho chicchirriccato abbastanza. Auguro a tutti un anno di crescita e vi lascio con qualche indizio di come a ogni animaletto zodiacale ho intenzione di concedere fortuna e agevolazioni o invece penso con qualche chicchirichì intralciar l’usufruir dei miei favori. Comunque a nessuno negherò un chicchirichì che gli possa all’esigenza veramente servì a svegliarsi e strappare all’occasione la fortuna per ogni tipo di soluzione.

Al topo prometto che consoliderò il sostegno concesso dalla scimmia verso i traguardi in progetto, col mio fuoco gli darò l’impulso per avventurarsi in nuovi orizzonti evitando le trappole e tanta passione convincente per le attività relazionali o legate al sociale. Nati: 2008, 1996, 1984, 1972, 1960, 1948, 1936

al bufalo o bue annuncio che son propizio a farlo navigar nel mondo e gli apro le pssibilità di impostare programmi a lunga scadenza. Tuttavia l’avverto che otterrà molto se si sbarazza e riorganizza ciò che ha in pendenza poco se aspetta e tergiversa. Nati: 2009, 1997, 1985, 1973, 1961, 1949, 1937

Alla tigre consiglio di tener a freno lingua, artigli e ansia se vuol posizionarsi sulla scena da principale attore del suo destino e assestare la sua condizione un po’ ballerina se no gli toccherà dal loggione guardà e rosicà chi lo scavalca. Nati: 2010, 1998, 1986, 1974, 1962, 1950, 1938

Al coniglio gatto o lepre dico sarò un po’ concitato e ti farò grattugiar coi denti ogni progetto e pure a lungo nuotar per non rimaner dai guai sommerso, bensì sarò onesto e prima di passar lo scettro ti darò il giusto compenso e anche un premio. nati 2011, 1999, 1987, 1975, 1963, 1951, 1939

Al drago gli favorisco con piacere eventi fortunati con successi economici importanti che non avrà bisogno di sputar vampate, un po’ d’amore extra per far sbollir la pressione dall’ansia compressa e se ha famiglia un cielo sereno per spassarsela.Nati: 2012, 2000, 1988, 1976, 1964, 1952, 1940

Al serpente concedo ancor di posizionarsi in tribuna a raccogliere i vantaggi conquistati in fatiche precedenti, risorse economiche per assestare tutte le questioni finanziarie. Se sul terreno lavorativo si muoverà con intelligenza e pazienza maggiori guadagni e rosee speranze di far fiorire durevoli affetti. Nati: 2013, 2001, 1989, 1977, 1965, 1953, 1941

Al cavallo dono forza per resistere a qualche contrattempo, iniziativa per trottare verso il cambiamento già in atto per un generale riequilibrio esistenziale, e se non scalpita concedo un ampia facilità di incremento in campo socio- economico. Nati: 2014, 2002, 1990, 1978, 1966, 1954, 1942

Alla capra la farò divertire più del solito, le offro tante buone opportunità da sfruttare con sensibilità e fantasia creativa per migliorar carriera e economia con ricco bottino da mettere via a patto che non beli d’ansia e spenda oltre il solito. Nati: 2015, 2003, 1991, 1979, 1967, 1955, 1943

Alla scimmia: lancio una sfida, se sarà meno bizzarra nell’agire quotidiano l’agevolerò a spaparazzare i suoi intelligenti lanci provocatori da scuotere la foresta in cui vive e in qualunque altra si sposterà tanto da cambiargli l’avvenire e almeno per 3 anni contenta farla vivere. Altrimenti con un chicchirichì anomalo la farò roteare come na trottola. Nati: 2016, 2004, 1992, 1980, 1968, 1956, 1944

Al galletto dedico tutto il mio fiato per annunciargli un anno di benefico travaglio in ogni campo in cui si muove e vantaggi pecuniari con cui risollevar il morale e mettersi tranquillo a dedicar tempo ai nuovi progetti che ha in concetto, ovviamente senza lesinare sulle entrate finanziarie ma dovrà evitar dispute e scontri. Stimolanti novità con eccezionali incontri l’aspettano, se poi è di elemento fuoco aggiungo buona sorte che accende l’entusiasmo a viaggiare in lungo e in largo e scoprire che oltre il se c’è qualcun altro.Nati 2005, 1993, 1981, 1969, 1957, 1945

Al cane non gli assicuro un anno d’esser certo che programmi e progetti andranno tutti facilmente a termine specialmente se ringhia e abbaia senza una precisa domanda, tuttavia se rimane calmo e porta pazienza gli assicuro che potrà chiarire i malintesi e sul finire giungere al successo mirato con gran soddisfazione e qualche denaro in più. Nati: 2006, 1994, 1982, 1970, 1958, 1946

Al cinghiale offro energia ferrea per sbaragliare gli avversari in ogni discussione e prevalere sulle avversità e uscire da vittorioso in tutte le vicende che gli stanno a cuore. Però, a volte sarò un tantino ostico, potrò sia frenar l’attività in corso che molestare col mio chicchiricare la tranquillità familiare. In ogni caso difficoltoso gli consiglio di non grugnare altrimenti lo dovrà lottare anche col Cane.Nati: 2007, 1995, 1983, 1971, 1959, 1947

singapore-

Nel salutarvi aggiungo, non son gallo capriccioso ma alquanto orgoglioso, gli avvenimenti raramente li rendo eclatanti o speculo sui dettagli a meno che i galli che circolano nei pollai del potere non stuzzicano la mia collera facendo gli spavaldi o polemizzando, in tal caso… beh tutto diventa complicato, col mio fuoco …il mio metallo… non garantisco un pacioso risultato!

Chicchirichì!! Buon capodanno e felice anno del gallo!

bydif

 

Il dire sibillo – p. 3

zodiaco

Rieccomi qua a postare altri segni del dire sibillo per questo anno. A tutti rinnovo i migliori auguri di viverlo alla grande, col sorriso e l’entusiasmo che mette una giornata di sole.

Qui trovi: Scorpione, Sagittario, Vergine, Pesci:

scorpio

Scorpione: segno acqua femminile fisso marte-plutone 22 carminio perla nera

bioritmo veloce azione frastagliata

Affascinante si presenta l’avventura di un anno all’insegna della buona fortuna per dar solidità alla vita futura..al pensier ci vorrà la bussola per orientarsi su ogni punto focale dell’ampia prospettiva di elevar le condizioni attuali in ogni settor esistenziale…non impressionarti del tanto da farsi che da subito avrai da sobbarcarti.. nell’oceano delle opportunità che la sorte t’organizza ci sarà da navigare prima per mantenere poi stabilizzare e raccogliere in abbondanza..quindi calamita il pungiglione sul percorso progettuale che ti par adatto a totalizzare il risultato massimo e fai salpare l’iniziativa con scelte accurate delle rotte da seguire.. faran la differenza per arrivare a un tranquillo successo e godersi un lungo sole splendente di ricche soddisfazioni in finanze e professione..però in acque agitate resta calmo e lascia che gli squaletti a vicenda si scannino…tu mantieni costante l’intraprendenza dell’ambizione in direzione degli obiettivi da conseguire e non sprecare energie in quisquilie… metti a fuoco in cui agire e dove colpire tanto invidie e gelosie fan parte della realtà quotidiana e l’incompatibilità è umana però spesso più che nociva è benefica reazione istintiva che suggerisce al pensiero di stare in guardia…magari nel muoverti dentro e fuori l’ufficio la casa l’azienda affidati al fiuto accumulato dall’esperienza.. fai il cane da tartufo per individuare i punti precisi in cui scavare e con fermezza intervenire.. in qualunque imprevisto la rapidità di reazione annulla il malumore stupisce gli scettici e annulla i molesti… soprattutto garantisce l’arrivo a destinazione con ingente ricavo in stima d’efficienza e scrupolosità operativa a mezza primavera il desiderio di ampi spazi per libero cimentarti sarà forte..frena l’impulso di sgombrar il campo e abbattere gli impacci con le ruspe…laddove c’è ressa che pressa l’attività lavorativa o l’ indipendenza emotiva..apri varchi e coordina l’azione..eviti di andar in confusione nel dare ordine all’attuazione pratica degli obiettivi e incappar in un pietrone che sul lavoro dipendente o indipendente o nella vita che sia limita la rapida espansione oltreché l’espressione creativa…..appena hai chiara visione di aver professionalmente campo libero analizza bene la nuova situazione..se hai risorse e sei in giusta direzione raffina la competenza pratica produttiva.. i traguardi sono ambiziosi e richiedono se non la perfezione almeno una precisa opinione..quindi non farti cogliere alla sprovvista...valuta con attenzione le reali possibilità di affermazione a cui l’ ambizione mira e senza errori e fatica ti attesti in prima linea e intaschi ottima reputazione con seguenti utili pecuniari…nel gustare il sapore dell’ eccezionale successo personale incassato non distogliere l’attenzione dall’interesse comunitario…i supporter servono sempre se non altro per cogliere insospettati particolari efficaci a sviluppare nuove teorie di progresso economico-professionale pertanto stai in rampa e attiva il sesto senso per comprendere di chi fidarti o con chi allearti e associarti senza rischi..nei dubbi fai il sub esplora i mari sotterranei ci son specie sconosciute da portare alla luce per impiegarle in sede operativa e dare una svolta significativa al fatturato personale da garantire al presente e al futuro moneta altisonante con straordinari effetti di notorietà da raccogliere in società soddisfazioni e vantaggi abbondanti….sii abile nel gestire il beneficio conquistato con l’impegno a largo raggio…esamina con diligenza le mosse da seguire in termini operativi per proseguire verso altri obiettivi e apportare alla vita e la carriera ulteriori migliorie…anche se nel 2017 le vette del successo son tutte raggiungibili nell’aria rarefatta il salir può essere un operazione azzardata.. allena sempre il fiato a tener ritmi costanti.. il salir sarà proporzionato all’impresa e facile la conquista d‘ogni vetta al dunque dai priorità alle esigenze impellenti e affronta gli eventi ordinari con padronanza e decisione e quelli insoliti con ottimismo e disinvoltura.. in ogni caso procedi sulla rotta che l’anno ti riserva con fantasia è la chiave che apre ogni porta a mire e desideri… l’ energia per superar brillantemente ogni anomalia ventosa si presenti sulla via del successo..se lo fai t’assicuro le finanze stabilizzerai e la carriera ai piani alti della società consoliderai..insomma molto più in ogni campo otterrai…. .in società sii brillante e comunicativo e non dar peso a qualche comportamento troppo osè di qualche amico…sarà illuminante per superare taluni ostacoli e aumentare i guadagni ma non fidarti dei sorrisi spesso son alleati di ottusi e insulsi personaggi…nelle contese metti lo scudo all’orgoglio e frecce alla ragione… rimandi al mittente gli strali da convincere qualunque legione avversa a ritirarsi con grande moral soddisfazione…e notevole occasione di elevar ragione ai tuoi diritti acquisiti con impegno tatto e educazione…quest’anno ti riserva un trattamento di favorein professione amore amicizia casa e famiglia rispetto e stima appronta una nuova ascesa per render più serena la vita…tuttavia per usufruire appieno del beneficio occorre cambiar struttura al pensieroin ottobre dagli un colpo da maestro e sbarazzati senza indugio di filosofie pessimistiche e sintonizzalo in quelle realistiche .e da novembre in avanti non sarà più un problema metterti in bella vista e contrattar con ambiziosi progetti con la sorte da lungo accompagnartiche altro dire…mi par che il fato non mancherà di starti accanto e di facilitar la soluzione a ogni grattacapo quotidiano con raggiungimento profittevole a cui aspiridinamico appar anche nel ciel del settore del guadagno..lavora e resta pacato e in autunno ti pioverà pecunia da rafforzar il patrimonio e pure le risorse liquide....dunque scorpioncino mi par che puoi frenar ansia e emotività perché la fortuna non mancherà comunque per emergere con eccellenza non piegarti mai alla brezza in specie se è solo una sporadica carezza che risveglia la determinazione...piuttosto viaggia e sfrutta l’onda magnetica per accattivar la vista a fissar in direzione ampia…facile sarà attirar chi ti può apprezzar senza contestar il modo d’esser e di pensar…inoltre con la logica ti sarà acconcia a dimostrar che sei un furbone esperto a scansar la provocazione e acciuffar l‘ appetitosa circostanzaanche negli affetti l’anno rivela d’esser prodigo e romantico.. tanto sfolgorante da riempir i cuori solitari di avventure esaltanti e quelli impegnati di calorosi slanci eccitanti..ricorda a chi va che non rischia nulla se mette su famiglia..a chi è perplesso meglio se prende tempo…a chi non va stelle eremite gli resta da guardàin breve il 2017 nei sentimenti a tutti concede una personale opportunità… ogni tanto qualche pungigliata assennata ci sta ma incaponir il tuo lato debole a reagir sempre a sproposito no…per comunicare quel che si ha in proposito assai più conveniente e efficace è mantener il controllo ponderato…a questo lascio meditare col saggio detto “ogni guerra si vince con le strategie intelligenti e si perde con l’irritazione”.. aggiungo in tutte le vicende applicarlo mi par sapiente tanto più che più son complessi i fatti e più sai muoverti come un gatto scaltro…nel salutarti preciso…sogna pure alla grande ma da sveglio scarta la tensione studia e progetta con cura ogni mossa e privilegia la diligenza…imprevedibile sarà l’ anno ma sorprese scintillanti ti riserva in ogni campo… in cambio di tante soddisfazioni ti chiede sol d’usar genialità e criterio e render indimenticabile la sua chiusura brindando in compagnia di chi ti da  entusiasmo..  sotto il vischio o un cielo di focose stelle illuminato poco varia… con buone stelle buona vita!  

sagitarius

Sagittario fuoco maschile mobile giove-nettuno 9 ametista bioritmo rapido azione dinamica Aziona il tasto che apre la diga e l’acqua mio bel sagittario ti scorrerà fino a valle senza far disastri confluendo nel tranquillo lago dei vantaggi da cui potrai pescare motivazioni che incoraggiano l’ottimismo e ridanno slancio al dinamismo produttivo utile per riaprire alla vita e alla carriera un nuovo capitolo…eh si… promette assai a te quest’anno…mi raccomando inquadra l’ esistenza in prospettiva futura e puntella la porta d’accesso al cuore e al pensiero per lasciar libero spazio alle novità che ha in serbo e in tutte le vicende bruci le tappe che recano a un decisivo importante personale successo…ma tra febbraio e marzo non delegare a nessuno di risolvere un quesito improvviso sai tu da cosa è scaturito e come agire per chiarire senza rinunciare a quanto il 2017 già t’ha messo in ballo…lo sai il tran tran e la normalità non è nelle tue corde..t’importuna lo spirito esuberante e ti fiacca la convinzione più di un fanfarone da quattro soldi.. per dare impulso alla corrente positiva di spirito e materia a te serve il convivere in bella sinfonia corale in cui poter interpretare i pezzi orchestrali del sapere con sincronismo magistrale fruttuoso a un risultato globale…quest’anno tu suona il tuo strumento con perizia e sensibilità interpretativa delle circostanze ….non rimarrai in ombra… eseguirai un pezzo singolare che qualcuno della platea professionale strabiliato da tanta maestria t’inquadrerà nel riflettore popolare da far volar assai lontano la qualifica di straordinario interventista che sarai chiamato a esibir la competenza specifica in ruoli in cui mai pensavi d’arrivare e offrirti un posto d’onore con sonante retribuzione…non dimostrar meraviglia e non fare il modesto..il posto d’eccellenza te lo sei guadagnato in campo mai mollando.. inoltre lavorando duramente hai composto uno spartito di abilità acutezza e esperienza da poter suonar in ogni occorrenza con ottima armonia esecutiva…perciò incassa il compenso sudato che la sorte ti regala e o ora o mai più prendi il viale che cambia in meglio tutta la tua esistenza.. piuttosto che domandarti se sogni o sei desto nel vederti riconoscere quanto vali… se hai da mettere in azione prospettive d’interesse generale che richiedono collaborazioni essenziali senza impulsivamente frecciare..argomenta e concentra l’attenzione sui benefici e sorvola sui rischi…è una tattica lo so ma assai conveniente a ricavar consensi e portare agevolmente gli obiettivi al fine conclusivo nel minor tempo e per tutti con notevole economico vantaggio..inoltre tieni vivo che nella vita pratica le azioni son tutte prioritarie ma alcune possono aspettare….quindi in avanzata primavera non sprecare energia fisica e cerebrale..esercita l’intelligenza a impegnarsi al massimo all’evidente urgenza e tutto procederà brillantemente da portare a compimento ogni obiettivo e desiderio..non stupire se le tue giornate saranno piene… sei alle prese con un anno da sorprese…sbalordire sarà il suo imperativo… continuare a salire salire sui gradini del prestigio professionale il tuo impegno tassativo..capisco che l’obbligo ti va storto però.. i benefici dove li metti…sembrar di vivere fra le nuvole mi pare il massimo…all’inizio un tantino stressante per adattarsi ma poi caro mio eccitante a più non posso..lo vorrei anch’io…allora rilassati progetta e agisci con fiducia e poi goditi le eccezionali gratificazioni che profitti…mica sempre le trovi sulle strade a rallegrar le finanze dell’animo e del portafoglio…verso la metà di giugno qualche nuvoletta dispettosa tenterà di intromettersi a macular il cielo limpido delle idee…mantieni il solar sorriso… al massimo confonderà ma con l’ingegno il cielo chiaro e luminoso tornerà.. per tutta l’estate un bel sole di sprint ti caricherà d’intraprendenza e in autunno sul lavoro e in società con una pioggia di frutti maturi carriera e esistenza ti muterà…e..e..con nuove responsabilità sulla scena pubblica da leader protagonista ti posizionerà…senza emozionarti esamina i pro e i connessi problemi e scendi in campo..procedi gradualmente nei cambiamenti ma senza mai retrocedere ne dai programmi ne dai concetti e tantomeno dal futuro presente e egregiamente tutto livelli e porti a termine…se t’assale qualche dubbio o inquadri un invidioso molesto..non dargli corda..una personalità o un amico ti darà un consiglio che con un agile gesto ambedue spariranno…ma non c’è mica sol la carriera nel mirino dell’anno…pure quella affettiva s’è messo in testa di cambiarti in meglio…per prima cosa ti risveglierà l’attenzione e l’entusiasmo…poi vi aggiungerà un pizzico di decisione.. miscelerà il tutto con la passione e voilà t’appronterà un cocktail che ti riempirà di intima soddisfazione..se sei in coppia con lieta armonia…se sei single con stellare conquista…insomma il 2017 a tutti l’amore sponsorizza…approfitta..segui la sua via…e il partner ideale di profondo futuro affettivo riempe la vita…se hai compreso neanche in economia ti lascia indietro…come..ovvio aumentando i guadagni ordinari..concedendo incassi straordinari…riducendo al minimo spese impreviste e aumentando i risparmi.. proteggendo gli investimenti finanziari i commerci e tutta la gestione economica privata o socio-professionale-aziendale..creando opportunità di recupero credito o di reddito a chi è senza…per alcuni c’è possibilità di capovolgere l’andamento quotidiano con incasso di sostanziose eredità ..che altro dire… neanche l’amicizia sarà priva di monotonia…è davvero un importante anno per rimettere in carreggiata l’esistenza privata e quella lavorativa senza eccessive complessità…ti basta lasciar scorrere gli eventi con leggerezza emotiva e aggredire con fermezza le opportunità…e come dice il cinese saggio “ più profondo è il solco, più fertile è il campo, più abbondante il raccolto” nel lasciarti aggiungo.. a te resta solo di raccogliere..l’ottimismo non ti manca..fallo sorridendo spensierato e il fato soddisferà un desiderio insperato..un viaggio aspetta che tu fai la valigia e parti..per dove..dove brilla l’astro del cuore e pure quello della ragione…con buone stelle buona vita!

vergine

Vergine: segno terra, femminile, mobile, mercurio, marrone, 7 malachite

bioritmo: lento azione avvolgente Centrale in quest’anno è mettersi in gioco senza risparmio…esser protagonista e salire sul podio per farsi applaudire…quindi butta la timidezza e compra l’intellettiva finezza da essere attore regista di iniziativa visiva e produttiva…darai un guizzo a carriera reputazione e personal rispetto da giovar a perizia umore e intelletto tanto da riscoprire risorse istintive per combattere impacci e traversie e dare una scossa al destino…non calcolare se c’è convenienza a mutare l’andazzo presente…tanto la parola d’ordine del 2017 è osa e per evocare agli stimoli di reazione ad agire con decisione e dar via libera alle aspirazioni che tieni chiusi nel contenitore dell’ ingenuità e pure in quelli del timore il fianco ti punzecchierà in ogni cosa costringendoti a farlo..chiedi perché ti scomoda..ovvio perché agire a tempo opportuno è diverso dall’aspettare nella muffa per sospetto di sconfitta… quasi sempre la volontaria mortificazione ammazza l’ambizione e interferisce sull’occasione di sfruttare l’immaginazione per risolvere ogni situazione e soprattutto conquistare ciò che spetta al sudore..inoltre frusta ogni possibilità d’affermarsi e di godersi piccole e grandi soddisfazioni di un cosmico favore.. se hai compreso la sorte annuale ti concede di elevarti dalla comune quotidianità e ammetterti ai piani alti in società..pacificamente ti chiede di alzare il livello di fiducia e in ogni campo dell’esistenza agire con fantasia e sveltezza…insomma di abbandonare la solita solfa che ci devi pensare valutare meditare prima di cambiare prospettiva e mettere in moto l’energia operativa e di smettere di attaccarti a inutili puntigli di alternativa per prorogare la chiusura definitiva di un periodo stantio della vita…ti ripeto il fato se non lo fai a tarda primavera o dopo ti metterà davanti il caso..per farti comprendere che nel lavoro affetti e famiglia la logica del ponderare conta poco vale assai invece quella del captare e agire rapido..e che nel fine pratico va ben il self control l’utilità e l’avvedutezza del risparmio ma con la spilorceria si rischia di aver cumuli di rimpianto..eppoi verso se stessi e gli altri si ha doveri di generosità che non si possono alienare con la scusa di essere realistici e pratici..lo so che sei condizionato e per te inconsciamente è più importante avere una sicurezza materiale che una vittoria psico-spirituale ma il prezzo da pagare non può sempre essere rinunciare a sfruttare le doti naturali per convenienza materiale..lo sai da tempo appurato che prima o poi l’ imprevedibile interviene in malo modo a ricordare che a nessuno è permesso rinunciare all’utilizzo delle attitudini senza incassare danni gravi…dunque non essere avaro con te stesso accogli l’invito al cambiamento…non sarà radicale solo d’assestamento migliorativo del menage quotidiano…ergo è doveroso recepire lo stimolo emancipativo dell’anno..confida spontaneo.. ti offrirà costanza e sostegno per farlo con abbondante profitto e accumulare vantaggio in ogni vital campo.. tra febbraio e marzo in ogni situazione in cui ti rapporti o sei coinvolto scruta dove alligna il difetto e spendi con fiducia ciò che hai accumulato in termini di conoscenza abilità e esperienza e ritocca in ognuno l’ iniziale progetto a cui aspiri…poi ammira la mappa globale e per non sbagliare metti il mattone dove s’apre una porta in direzione sostanziale per giungere sicuro all’obiettivo da realizzare e..e dal tuo compleanno tutto salperà per lidi evolutivi in cui prestigio gratificazioni e guadagni saranno un evento normale dell’andamento ordinario….orsù mio bel verginello ascolta l’appello che l’anno ti fa..ti calza a pennello per riprendersi una considerevole rivalutativa rivincita pubblica … sfrutta a 360 gradi le tue capacità.. utilizza la curiosità per inoltrarti in settori innovativi tecno-finanziari commerciali… il fascino sottile delle buone maniere in quelli professionali lavorativi-relazionali..e la scaltra sistematicità pratica per invalidare ostilità e concorrenza sleale…darai una svolta provvida al presente da far vivere a lungo il tuo e altrui futuro nel benessere oltreché incamerare consenso utile al progresso in carriera e ogni settore essenziale..e se il lavoro al momento ti difetta ti si aprirà una luminosa vista di una svolta certa che t’avvierà a una carriera brillante e definitiva..allor che altro aspetti.. dal ciel il tempo fa premura per regalarti la fortuna…in fondo tentar non nuoce…mica devi farlo per l’eternità.. è solo un temporaneo investimento da prendere al volo con ottimismo e razionalità…analizzando da pignolo l’anno non si pentirà neanche l’amato portafoglio…t’apre a stabile guadagno da permetterti di sfruttarlo con notevole destrezza per attestarti manager del ramo speculativo-finanziario….nel privato territorio e pure in quello extra…e… e siccome nessuno può viver di solo pane balzerà in primo piano anche l’affetto con un notevole incasso di stimoli di ripresa nel dialogo avviando col partner una progressiva passional intesa da concludersi in lunga storia amorosa..potrà esser definitiva o transitoria poco importa se quel che conta all’intimo sensibile è intensamente condividerla…e chissà allargarla..e magari decidere a metter su famiglia…non guardarmi di traverso single.. piuttosto perlustra in giro ma aspetta l’autunno.. busserà alla porta e ti farà fiorire una rosa di opportunità per farti incontrare la dolce metà…che altro dire ..tu semina con impegno e entusiasmo e da settembre nei tuoi giardini tutto inizierà a rifiorire.. estendendo un po’ le prospettive individuali dicembre ti sminerà gli ultimi campi che inibiscono la personalità e non avrai più nessuna rivalità preclusiva all’autonomia ne lavorativa ne economico-affettiva..o impedimento filosofico per marciare nell’avvenire socio-familiare con nuova consapevolezza di certezza di aver raggiunto un grado di efficiente esperienza da impiegare per farsi rispettare e mai più indietreggiare per discrezione o timidezza…nel fermento vicissitudinale per rilassarti concediti qualche svago nell’ambiente abituale o frequenta un club intellettuale..sii con tutti cordiale e lieto e se qualche amico sarà ingrato non farci caso altri han considerazione da ripagarti copiosamente la delusione…ti lascio col saggio detto “La presunzione è difetto nell’abuso e virtù nel sobrio uso” aggiungo..mi par evidente che in dosi giuste serve all’amor proprio e all’ orgoglio per far splendere con autorevolezza la legittima validità operativo- espressiva nel governo degli avvenimenti di normale vita…quest’anno comunica che è l’ora del raccolto..risibile è ogni concetto di rimando…perciò alloggia il pensier del 2017 rischia e affronta sicuro la sorte e nel tagliare il nastro sul raggiunto traguardo goditi l’applauso…bensì se vedi un aquilone afferralo…conduce oltre il consueto…e talvolta è proprio il dettaglio disinvolto che fa il progresso e cambia la storia…con buone stelle buona vita!

pisces

Pesci: segno acqua femminile mobile nettuno-giove 6 zaffiro

bioritm: debole azione nervosa 

Finalmente l’anno ti darà gran soddisfazione… chiedi dove…caro il mio pesciolino ovvio ovunque poserai il piede risoluto a correr a grugno duro per esplorar le opportunità che puoi trovare in terra per riappropriarti di stabilità nell’esistenza..???..capisco…perché ne hai da correre per riprender a vivere con maggiore gratificazione..  è un po che stai sott’acqua e boccheggi e ogni volta che ti sembra di riprender fiato un macigno ti si attacca e ti riporta in fondo e che ti pare più follia che utopia correre senza prima ottenere almeno una conferma positiva che non è l’ennesima fregatura..vabbè ma che ci rimetti a crederci.. ne hai provate tante ma nessuna è servita a farti uscir da quell’acque agitate che inibiscono all’agire di avanzare in modo costruttivo in ogni settore della vita…quindi non star incastonato in un blocco pietrificato mica sei una pesce preistorico sei vivo e vegeto.. usa il carisma per attirar la sorte ne hai nei sotterranei del tuo essere più di quanto vuoi ammettere…vero che scosse e scossoni han terremotato le tue certezze ma rimanere in balia di sfiducia ti nuoce alla vigoria positiva per affrontare l’ultima sfida e trionfare sulle vicende…confida.. non è un opzione quella che t’offre l’anno di ricollocarti i piedi in solida terra..è itinerario assicurato di successi…all’inizio tragittato a rischiarare il clima ambientale poi man mano sviluppato verso i traguardi in progetto con conferma prestigiosa al punto di arrivo di trasformazione del travaglio passato in evidente futuro lieto e gratificato…al dunque per uscire dalla via della preoccupazione.. dai fiato alla fermezza.. metti in campo l’intuizione.. affida alla finezza intellettiva l’azione fattiva..riordina le idee..fai un check up di te stesso per inserirlo in un nuovo contesto libero da incagli..altrimenti nuoterai nuoterai per concretizzare ma alle rive agognate arriverai sfiatato e con esiti parziali…piuttosto a fine febbraio se avvisti una mano che  tende un boccaglio non far finta di non vederlo per orgoglio..afferralo..non sarà già soluzione a che in professione casa e famiglia t’assilla ma un provvidenziale indizio del vento che cambia.. darà fiato alla speranza di proseguire su ogni via con maggiore energia combattiva… mentre tra una vicenda e l’altra fluttui e galleggi a metà maggio organizza il pensiero a ribadire la sua abile competenza e puntalo dritto all’attracco conclusivo del desiderato incremento economico-produttivo..però sorvola sul dettaglio di qualche sciocco che t’agita con lo spettro che è inutile battagliare se non hai un robusto canotto che conduce al porto… purtroppo la logica difetta in qualche testa specie se vuol farsi squalo ma è armeggione d’acquario…sfodera con decisione un cavillo per affondarlo senza lasciargli scampo d’interferir sulla routine d’azione individuale e collettiva..in più darai prova di destrezza e bravura da conseguir un successo che tutta l’estate ti terrà attivo e desto..lo so non avrai molto tempo per concederti rilassanti fuori programmi ne in città ne in campagna..ma tanto quest’anno ti è più congeniale l’operare che al sole sbadigliare..anzi approfitta sarà un periodo ricco per puntualizzare strategie di salvataggio economico e rientrare con vantaggio in squadre specializzate in recuperi finanziari d’alto lignaggio che alzerà il livello del curriculum d’esperto da quotare in società..con fruttifera chiamata azionaria a progetto d’equipe tecnica internazionale..uh come ti risolleverà..darai un guizzo da arrivare dritto dritto all’autunno a raccoglier un bel bottino da rimpinzare il borsellino e organizzare in banca un festino…ti ci voleva pesciolino..tuttavia la metamorfosi continua e il ciel azzurro azzurro ancor non è…per cui non ammollar calma e tenacia per brina interessata a farti malamente reagir..asseconda gli eventi come vengono e gioca al rilancio di palla con invidiosi e concorrenti…magari commercializza le trattative..rendi pubbliche le mire..il destino ti offrirà un solido appiglio creativo per impostare i progetti lavorativi su percorsi del tutto innovativi da mutare il corso degli eventi da negativi a sicure economico-migliorie..con tante fortunate solide prospettive..ti sentirai così sollevato in ogni campo del quotidiano battaglio come a gennaio non avevi neppur immaginato tanto che sorridendo chiuderai l’anno su un comodo sdraio..magari di qualche mare caraibico ma anche se fosse uno stagno ti parrebbe un oasi di paradiso…bensì sulla via del ritorno cogli il pretesto d’un vicino che s’annoia e vuol conversar…dialoga senza pregiudizio come fosse un vecchio amico…sorprendente sarà scoprire di essere così affini da stringere un eccellente rapporto relazionale che in seguito ti inserisce in habitat con filosofie espansive con possibilità d’applicazione pratica complessa ma molto molto redditizia…sarà la folgore fortuita per proiettarti a utilizzare l’esperienza su terreni professionali diversi.. più aderenti alle ambizioni ma soprattutto assai congeniali alla personalità per destreggiarsi brillantemente e conquistare ottimi ricavi morali e pecuniari…insomma pesciolino hai un anno di scommesse con te stesso e con gli altri importanti..ma anche una buona dose di fortuna che ti sorreggerà fisico e iniziativa per portarle avanti tutti i tuoi consueti affari e completare quella sottil metamorfosi che tanto ha pasticciato il vivere quotidiano del recente passato tenendoti in continuo sulla corda… dall’autunno in avanti evidente sarà il tuo dissimile nuotare nella vita…nel frattempo qualche volta l’ansia turberà la fiducia da alterare l’emotività e le reazioni oggettive ma niente scalfirà ciò che promette la buona sorte…appurato che tutto in futuro cambierà invita chi da sempre discreto ti regala amicizia…se decidi di concederti una pausa meditativa e incontri il partner non fare il poeta romanticone..se proprio proprio hai la vena attiva ricrea quell’aria entusiasta di dolce sintonia  comunicativa..ridarà una fiammata di empatia da illuminar cuor e fantasia..se sei un pesciolino solitario l’amore s’affaccerà sorridente alla tua porta..può darsi sosti può darsi rimanga…questo è un segreto che la fatalità al venturo rimanda ..in ogni caso sarà una storia da far sognare e se non va..il cuor senza drammi un altro in piscina ne avvisterà…che altro dire ..è un anno in cui abilità e prontezza percettiva faranno a gara per sottoporti a una prova di resistenza ma come narra la saggezza popolare con un passo ti sposti dal sasso, con tre inizi un viaggio, con cento guardi il mondo dall’alto al basso” ergo tu  cammina…strada facendo ti spiani la strada e arrivi a goderti un prospero panorama…che altro dire nel lasciarti che la fortuna è dalla tua parte ..a patto che proprio ora non molli e t’abbandoni all’acqua dell’affanno e della diffidenza…hai poco da nuotare in acque ancor turbate da vicende confuse e a volte esacerbate da una serie di complicanze estranee al tuo contegno nell’affrontarle e ancor più nella gestione concettuale equilibrata per sovrastarle…quindi spendi le risorse psico-fisiche con ottimismo e se ti va.. offri pure altruismo ma non aspettarti di ricavarne un compenso..son sicuro ..col ciel sereno recuperi entusiasmo e garbo e in società sarai così solare da surriscaldare l’atmosfera e aggregare il sentimento sincero a elargir la comprensione affina utile a arricchir lo spirito ma a certuni anche il borsellino.. con la genialità saprai cogliere di sorpresa e smascherare il finto gatto da assestargli un potente smacco e umiliare chi a tuo danno lo ossequiava.. tuttavia non esaltarti…vantaggioso ti sarà il proseguire  con i tuoi solidi principi da ricevere dal destino la laurea di combattente coerente…con stima e rispetto in tasca però saluta in casa o in allegra compagnia  il 2017… perché..beh si sa.. buone stelle buona vita!
gentilini zodiaco

E con il pesciolino il sibillo dire di quest’anno si conclude.

Nel salutare a tutti auspica un cammino di vita piacevole e florido,

in ogni caso: se alla base c’è fede, al vertice c’è liberazione!

bydif

Sottolineo che l’ordine dei segni sparso non è una classifica di più o meno fortuna

solo un derivato ispirato.

BUONE STELLE, BUONA VITA!

 

 

 

 

Le Fiabe di “memoria”

Per ricordare come l’uomo, in bene e in male, non finisce mai di stupire:

29

“Tuo padre dipingeva queste immagini di nascosto, come un ladro, perché se i tedeschi lo avessero scoperto, sarebbe stato severamente punito. Ecco perché devi perdonarmi se i disegni sono così goffi” Henryk Czulda al figlio. Sopravvissuto a sei campi di concentramento. Scrisse la favola ” le avventure del pulcino nero” come dono da portare al figlio piccolo Zbyszek .

copertina-italiano-
“Le avventure del pulcino nero”
“La favola della lepre, della volpe e del gallo”
“Su tutto ciò che vive”
“Le nozze nel villaggio delle grandi vespe”
“Il gigante egoista”
“I racconti del gatto erudito”.
Le sei favole contenute nel libro pubblicato dal Museo di Stato di Auschwitz,  sono state tutte scritte e illustrate da prigionieri ebrei polacchi internati nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau.

06

Come afferma Jadwiga Pinderska-Lech responsabile museo:

“ siamo riusciti a stabilire che almeno 27 prigionieri erano coinvolti in vario modo . C’era chi scriveva, chi disegnava, chi colorava e chi si occupava degli altri aspetti . Ovviamente tutto in gran segreto, durante le pause degli ingegneri tedeschi”

25

E’ impressionante come anche nell’orrore più atroce la creatività umana trova il coraggio di ribellarsi e sfidare umani disumani

 

ByDif nel giorno della memoria

 

le immagini le ho scaricate…